Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Particolare rivelatore di non poca importanza nel contesto mediatico e storico attuale.  Come spesso succede la realtà supera la fantasia. Non ci credete? Prima di dissentire leggete prego

Come fa Paul McCartney un compositore, un autore prestigioso, un cantante di fama internazionale,  a sostenere un presunto e abominevole gruppo  (che si fa chiamare fighe riottose o in rivolta? Ma i media non lo dicono) Gruppo di donne russe malamente conciate,  persone improbabili che praticano macabri rituali sessuali con gli animali in presenza di bambini  e orge in pubblico, http://yellowpress.ws/?public=6218 che bestemmiano in maniera efferata nella cattedrale di San Basilio,  che si fanno accreditare come cantanti e che non sanno minimamente cantare, non sanno usare una chitarra, non sanno ballare, e non sono nemmeno russe?… E sono sostenute da il Fatto quotidiano, da Repubblica, da Avaaz, dal Corriere, e altri giornalacci, nonchè dai media criminali di mezzo mondo!

Beh, la cosa ci puzzava parecchio e a questo punto abbiamo voluto vederci chiaro e saperne di più. Abbiamo scoperto che vi sono prove scientifiche e inconfutabili … 

 

Paul McCartney è morto nel 1966?

[l’originale è qui ]

Quando ero bambino giravano voci che Paul McCartney dei Beatles fosse morto in un incidente stradale nel 1966 e che fosse stato rimpiazzato da qualcuno che gli rassomigliava. Quasi tutti scartarono queste voci assumendo che fossero assurdità o una trovata pubblicitaria.

Un articolo importante sui risultati di due ricercatori italiani: Paul-McCartney-Italian-I.html 
Perché dopo quell’incidente stradale i Beatles si sono nascosti?

Nel 1966 i Beatles era il gruppo musicale più famoso al mondo. Paul McCartney fu coinvolto in un incidente stradale non grave nel 1966 ma, dopo quell’incidente, i Beatles annunciarono di ritirarsi negli studi di registrazione. Perché il gruppo musicale più famoso del momento si sarebbe dovuto nascondere al pubblico dopo un incidente stradale in cui nessuno rimase ferito?

Molti notarono  che dopo quell’incidente la musica dei Beatles cambiò; ci furono anche scontri tra McCartney e gli altri componenti dei Beatles che si conclusero con lo scioglimento del gruppo.

Accadde lo stesso con i Rolling Stones i quali dopo l’assassinio di Brian Jones che fu depistato ad arte (….Il 2009 fu riaperto il caso e  nel rapporto il coroner scrisse “morte per incidente” e annotò che fegato e cuore erano pesantemente compromessi da alcol e droghe, ma l’autopsia rivelò che nel corpo non c’erano tracce di droghe illegali e l’alcol presente equivaleva a poco più di tre pinte di birra. Le nuove prove raccolte dal giornalista riguarderebbero testimonianze di una donna secondo cui il chitarrista fu aggredito dal suo bodyguard, Frank Thorogood, anch’egli morto. da il Corriere.it

Anche i Rolling furono infiltrati e si convertirono al satanismo come da loro ammissione. Da quel giorno non uscì più una canzone ascoltabile dal gruppo (le uniche canzoni belle furono composte proprio da Bryan Jones) e tuttavia fu pubblicizzato, mitizzato e ostentato in maniera pressante un po’ come si fa oggi per la lady Gaga di turno o per un personaggio  bavoso dello spettaccolo italiano che canta: “al diavolo non si vende si regala” ecc cc.  (ndr di Stampalibera)

Le voci che asserivano che Paul McCartney fosse morto sono persistite negli anni a causa del comportamento sospetto mantenuto dai Beatles. Solo una prova del DNA ci dirà se il Paul McCartney di oggi sia legato agli altri membri della famiglia McCartney ma visto che costui non ha mai mostrato nessun interesse nello smentire tali voci, non ci resta che fare qualche speculazione al riguardo. Si consideri poi che le autorità sono talmente disoneste che non ci si può fidare nemmeno delle prove del DNA; si considerino per esempio le prove del DNA usate per identificare i dirottatori ed i passeggeri dei voli che si schiantarono nel Pentagono [l’11 settembre 2001].

Le voci che Paul McCartney sia morto dovrebbero essere riesaminate ora che Christopher Bollyn è sparito per alcune settimane per poi riapparire raramente, comportandosi in modo leggermente diverso da come era solito fare.

Ecco un po’ di materiale che ho scritto un paio di anni fa e che contiene collegamenti telematici ad alcuni siti internet italiani con incredibili prove fotografiche:
Conspiracies4-I.htm#McCartney 

I siti internet italiani in questione sono:
digilander.libero.it/jamespaul/fc1.html 
digilander.libero.it/p_truth/ 

Le tre fotografie qui sotto sono del 1964; si noti che, non Paul McCartney, ma John Lennon è il più grosso dei Beatles, e che Paul è magro e ha le orecchie sporgenti.

Filmato di Paul McCartney che reagisce alla notizia dell’assassinio di John Lennon

Questo filmato è del 1980, quando John Lennon fu assassinato:
youtube.com/watch?v=eZh_BqJqKns

Lo strano comportamento del cantante è un’ulteriore prova che non si tratta del vero Paul McCartney.
Anche altri sono scomparse

Christopher Bollyn afferma di essere vivo ma si nasconde a tutti; i suoi articoli e i suoi messaggi di posta elettronica hanno poi un tono differente. Il suo strano comportamento ci induce a domandare: “È tenuto prigioniero? È ancora vivo?”

E cosa ne è di Carol Valentine, Peter Kawaja  e altri che sembrano nascondersi al pubblico? Sono davvero ancora vivi?

Se qualcuno di loro è stato ucciso e rimpiazzato da un impostore, ci dovremmo chiedere: da quanto continua questa pratica di uccidere qualcuno rimpiazzandolo con un impostore?

Ci sono state molte morti misteriose di musicisti

Il seguente sito internet ha parecchie prove che molte o la maggior parte di queste morti fossero omicidi:
jfkmontreal.com/john_lennon/contents.htm

Nota: Non mi fiderei del sito internet jfkmontreal.com perché segue uno schema tipico che è quello di fare luce su alcuni crimini per attrarre la nostra attenzione, ignorandone o scartandone molti altri; mette inoltre un’enfasi eccessiva sulla CIA, l’FBI e altri statunitensi non-giudei per allontanare l’attenzione dal sionismo, da Israele, e dagli ebrei.

Una persona che visita il mio sito internet ha scritto sulla misteriosa morte di Jim Morrison:
Death-of-Jim-Morrison-I.html 

Discuto alcune di queste morti nel mio articolo Teorie del complotto: categoria strappalacrime della serie Complotti ed emarginati:
Conspiracies_Underdogs_Main-I.html 

La maggior parte dei siti internet che trattano dell’attentato dell’11 settembre ignora il ruolo dei sionisti. Dovete quindi considerare l’eventualità che alcuni dei siti internet che fanno luce sulla verità sulla morte di certi musicisti ignorino deliberatamente la connessione con il sionismo.

“Baby You’re a Rich Man” (*)

Nel mio articolo nella seria Complotti ed emarginati metto in evidenza che alcune canzoni scritte dai Beatles sembrano riguardare la morte di McCarney. Questa sembra un’altra canzone sul finto Paul McCartney:
youtube.com/watch?v=km1kChtVLEA

La “bella gente” potrebbe essere il gruppo dei Beatles. La nota “Mi” potrebbe essere Paul McCartney, che il finto Paul ha imparato ad imitare. Il punto in cui parla del viaggio potrebbe riferirsi al “viaggio” dalla sua vita precedente in Inghilterra fino a diventare Paul McCartney.

Due strofe della canzone:

Spezzone della canzone Traduzione approssimata
How does it feel to be Come ci si sente ad essere
One of the beautiful people? Uno della bella gente?
Now that you know who you are. Ora che sai chi sei.
What do you want to be? Cosa vuoi essere?
And have you travelled very far? E hai viaggiato tanto?
Far as the eyes can see La distanza che gli occhi riescono a scrutare
…. ….
How does it feel to be Come ci si sente ad essere
One of the beautiful people? Uno della bella gente?
Tuned to a natural E Intonato su una nota del “Mi” naturale
Happy to be that way Felice di essere così
Now that you’ve found another key Ora che avete trovato un’altra nota
What are you going to play? Che cosa suonerete?
…. ….


(*) Il titolo di questa canzone si traduce letteralmente in: “Ragazzo, sei un uomo ricco.”

(*) Il titolo di questa canzone si traduce letteralmente in: “Ragazzo, sei un uomo ricco.”
“With A Little Help From My Friends” (*)

Un’altra strana canzone che sembra riferirsi al finto Paul McCartney che chiede agli altri componenti dei Beatles di accettarlo.
youtube.com/watch?v=poUoCggQZd0

Spezzone della canzone

Traduzione approssimata. What would you think if .  I sang out of tune. Cosa direste se cantassi stonato,Would you stand up and walk out on me.
Vi alzereste e vi allontanereste da me? Lend me your ears and  I’ll sing you a song, Prestatemi le orecchie e canterò per voi, And I’ll try not to sing out of key. E cercherò di non stonare. Oh I get by with a little help from my friends, Oh, ci riesco con un po’ di aiuto degli amici, He gets high with a little help from his friends, Riesce a far bene con un po’ di aiuto degli amici, Oh I’m gonna try with a little help from my friends.  Oh, proverò anch’io con un po’ di aiuto degli amici.

(*) Il titolo di questa canzone si traduce letteralmente in: “Con un po’ di aiuto degli amici.”

“Hello Goodbye” (*)

Questa strana canzone potrebbe riferirsi a Paul McCartney che dice “addio” e il finto Paul McCartney che dice “salve”; in un punto della canzone nel sottofondo c’è qualcuno che dice: “Posso stare fin quando è ora di andare” [nel testo, I can stay until it’s time to go]. Ecco uno spezzone in cui si sente questa voce nel sottofondo:
Beatles-Hello-Goodbye-background.mp3  38 kBEd ecco la canzone:
 • la musica: youtube.com/watch?v=Qf2S7kKLtEQ
 • il testo: lyrics007.com/The%20Beatles%20Lyrics/Hello%20Goodbye%20Lyrics.html

(*) Il titolo di questa canzone si traduce letteralmente in: “Salve, Addio.”

 

 

Paul-McCartney-Italian-I.html

Paul is Dead:
nuove prove basate su tecniche forensi assistite dall’elaboratore7 luglio 2010
[l'originale è qui ]

 

Chiedi chi era quel «Beatle»

 

Chiedi chi era quel «Beatle» , la storia di copertina del numero del 15 luglio 2009 di Wired Italia, l’edizione italiana della rivista statunitense Wired, descrive l’analisi dell’ipotesi del complotto a proposito di McCartney condotte da due italiani, Gabriella Carlesi e Francesco Gavazzeni (l’uomo e la donna nella foto).Erano intenzionati ad analizzare questa ipotesi del complotto per fornire prove scientifiche schiaccianti che avrebbero messo fine alle voci insistenti secondo cui Paul McCartney sarebbe morto in un incidente d’auto nel 1966. Rimasero tuttavia sorpresi dai risultati della loro analisi che, invece di porre fine a quelle voci, dimostrano scientificamente che il Paul McCartney di oggi non è la stessa persona del Paul McCartney di prima del 1966.

Per coincidenza lo stesso giorno che questo articolo è apparso in Italia, Paul McCartney è stato al teatro Ed Sullivan a New York per comparire nel programma televisivo di David Letterman e dare un concerto all’aperto gratuito dal tetto del balcone sull’entrata del teatro Ed Sullivan. Insieme a Letterman hanno deriso quella sciocca diceria che sostiene che Paul McCartney è morto nel 1966. Si potrebbe interpretare la presenza di McCartney a New York come un tentativo di distrarre gli statunitensi dalla pubblicazione di quest’articolo italiano e di incoraggiarli a deridere le ipotesi del complotto a proposito di McCartney.

Userò il nome Paul per riferirmi al Paul McCartney prima dell’incidente d’auto del 1966, e Faul per il Paul McCartney dopo l’incidente (*). Insomma, Paul e Faul la stessa persona?

(*) Faul è una combinazione del nome Paul e della parola francese faux, falso, ndt.

Chi sono Gabriella Carlesi e Francesco Gavazzeni?

Gabriella Carlesi  è medico legale specializzata nell’identificazione delle persone attraverso craniometria (ossia il confronto di alcune caratteristiche del cranio) e odontologia forense (vale a dire l’analisi alla configurazione dei denti), mentre Francesco Gavazzeni è esperto di informatica. Combinando le loro competenze sono stati in grado di utilizzare il computer per ottenere misurazioni di alta precisione del cranio di Paul McCartney da foto del suo volto.Alcune caratteristiche del cranio, dei denti e delle orecchie degli esseri umani sono estremamente efficaci per l’identificazione delle persone; alcune inoltre attualmente non sono modificabili con interventi chirurgici. In effetti, in Germania, l’identificazione della forma dell’orecchio destro ha lo stesso valore legale dell’esame del DNA o della rilevazione delle impronte digitali.

Gabriella Carlesi è stato consulente per l’identificazione delle persone attraverso l’elaborazione di immagini digitali per varie indagini, tra cui:

L’identificazione di Sergei Antonov sulla scena del tentato assassinio di Papa Giovanni Paolo II, in relazione al caso del “dossier Mitrokhin“ (per una Commissione Parlamentare d’inchiesta), L’identificazione di Francesco Narducci, in relazione al caso del cosiddetto mostro di Firenze ,• L’omicidio della giornalista Ilaria Alpi e del suo addetto alle riprese con la telecamera Miran Hrovatin (per una Commissione Parlamentare d’inchiesta),• L’assassinio di Benito Mussolini e della sua amante Claretta Petacci (per una ricostruzione storica).

Prove forensi basate su fotografie

I due periti hanno iniziato la loro analisi procurandosi fotografie di alta qualità di Paul McCartney, prima e dopo l’incidente d’auto. Gavazzeni si è lamentato del fatto che alcune fotografie scattate prima del 1966 non erano datate correttamente (a volte agenzie fotografiche diverse riportavano differenti date per la stessa istantanea), e che alcune delle fotografie migliori erano di proprietà di fotografi molto restii a concederle. Alla fine comunque sono riusciti a reperire due fotografie di buona qualità precedenti il 1966 e due successive il 1967.Per essere confrontabili, fotografie differenti di un volto umano, devono essere ridimensionate in modo che siano sulla stessa scala; allo scopo una caratteristica del viso deve essere utilizzata per aggiustare il fattore di scala.
Questi due periti hanno optato per la distanza tra le pupille. In altre parole, le foto sono state ridimensionate in modo che la distanza tra le pupille fosse esattamente la stessa per tutte le fotografie considerate.

Sovrapponendo foto di una persona ridimensionate in modo che gli occhi siano in posizioni identiche, alcune caratteristiche corrisponderanno esattamente, quali la forma del cranio. La pelle e i capelli possono essere molto diversi ma le forme del cranio devono essere identiche.

Entrambe le foto scattate prima del 1966 corrispondono perfettamente e lo stesso dicasi per quelle scattate dopo il 1967.I due periti tuttavia sono rimasti scioccati nello scoprire che le foto prima del 1966 non corrispondono affatto a quelle scattate dopo il 1967.Ad esempio, la curvatura frontale della mandibola era diversa (cioè la curva che va da un orecchio all’altro passando per il mento, che si vede di prospetto, come nella foto a destra) e l’arco delineato dalla mascella è anch’esso diverso (cioè la curva definita dalla mascella che si vede guardando la testa verso il basso dal di sopra).

Gavazzeni ha notato una caratteristica comune delle foto più vecchie di Faul che non c’è più in quelle recenti: la presente di zona scura che adombra l’angolo esterno dell’occhio sinistro. In questa zona attualmente c’è qualcosa a metà tra una cicatrice e qualcosa che assomiglia alla pelle tirata da un ritocco estetico, o, come suggerisce Gavazzeni, da una chirurgia estetica non riuscita perfettamente.Le fotografie mostrano che la testa Faul è più allungata di quella di Paul. Gavazzeni ha fatto notare che quelle foto vecchie di Faul devono essere stata ridotte in altezza per far apparire la testa più corta e più arrotondata. Sostiene che questa conclusione è inevitabile perché la forma del cranio di un adulto non può essere modificata. Ha ricordato che a quei tempi, benché non fossero disponibili tecniche per modificare con l’elaboratore, c’era un trucco semplice attuato nella fase di stampa per lo allungare o contrarre in una direzione le fotografie.

Carlesi ha sottolineato che la linea formata dall’unione delle due labbra di Faul è molto più ampia, al punto che da essere evidente anche quando Faul si fece crescere i baffi, forse nel tentativo di nascondere quel dettaglio. Le labbra possono essere gonfiate e aumentate di volume ma l’ampiezza della loro linea può essere modificata solo leggermente.

Più interessante è la posizione rispetto al cranio del punto in cui il naso si stacca dalla faccia, perché non può essere modificato con la chirurgia. Secondo Carlesi, questi punti per Paul e Faul sono notevolmente diversi.

Anche alcune caratteristiche dell’orecchio sono utili per l’identificazione, perché anch’esse non sono modificabili con la chirurgia. Carlesi e Gavazzeni hanno stabilito che le orecchie di Paolo e di Faul differiscono in modo significativo.

 

I denti possono essere modificati … in una certa misura

Alcune caratteristiche del corpo umano possono essere alterate, come ad esempio la posizione e l’inclinazione dei denti (come succede per milioni di persone che indossano gli apparecchi ortodontici).Carlesi ha notato che le configurazioni denti di Paul e Faul non corrispondono, ma in un modo molto curioso.Il dente canino superiore destro di Paul è spinto fuori dalla posizione normale perché non c’è abbastanza spazio nella sua arcata dentale per accomodare tutti i denti correttamente.Lo stesso dente nel caso di Faul è anch’esso storto, ma c’è spazio in abbondanza nell’arcata dentale per tutti i suoi denti. Visto che nessun dente spinge contro il dente che sporge all’infuori, come ha fatto quel dente a inclinarsi?Carlesi ha concluso che il dente storto nel caso di Faul è il risultato di un’operazione odontoiatrica per simulare il dente sporgente presente nella bocca Paul.

Carlesi è rimasta perfino più sorpresa dalla differenza nella forma del palato. Così stretto nel caso di Paul da far disallineare alcuni denti (come il dente canino di cui sopra), nel caso di Faul è molto ampio tanto che i denti anteriori non ruotano rispetto al loro asse, né sporgono, come invece accadeva per Paul, con l’unica eccezione di quel canino superiore destro (vedi sopra) che sporge verso l’esterno.Carlesi fa notare che l’alterazione della forma del palato, benché possibile negli anni 1960, avrebbe richiesto un intervento chirurgico traumatico (la rottura di un osso; dal testo non è chiaro quale ma sembra che si faccia riferimento al palato duro), e avrebbe richiesto l’uso di apparecchi dentali fissi per più di un anno. Se pertanto in questo caso l’ipotesi del complotto fosse errata – ossia, se il Paul McCartney che vediamo oggi con un palato largo è il Paul McCartney originale con un palato stretto – allora Paul deve essersi sottoposto ad alcuni interventi chirurgici odontoiatrici molto seri e deve aver sofferto a lungo; la cosa inoltre avrebbe avuto conseguenze alla voce del cantante.

La conclusione più logica è che il Paul McCartney di oggi è un impostore, e che Faul si sia sottoposto a un’operazione odontoiatrica molto più semplice per rendere sporgente quel dente.

Un esame del DNA!

Carlesi e Gavazzeni ha commentato che se McCartney avesse davvero voluto mettere fine a queste voci, avrebbe potuto offrirsi di fare un esame del DNA, confrontandolo con quello del padre o del fratello più giovane, Mike, ma non lo ha fatto. Una volta sola McCartney si sottopose a un esame del DNA, ma, come fanno notare gli autori dell’articolo, quell’esame ha generato più confusione e sospetto sulla sua vera identità, invece che dissolvere i dubbi e le perplessità.Quando nel 1962 i Beatles vivevano ad Amburgo, in Germania, ed erano ancora sconosciuti ai più, Paul McCartney ha avuto un breve relazione con una tedesca di nome Wohlers Erika. Questa donna ha dato alla luce una bambina, Bettina, nel dicembre del 1962, periodo in cui i Beatles iniziavano a diventare famosi. Intorno al 1967 McCartney ha accettato di pagare 30 mila marchi tedeschi per il mantenimento di Bettina, ma non volle ammettere di esserne il padre, anche se Bettina sostiene nel suo certificato di nascita tedesca risulta tale!

Bettina, una volta diventata adulta, ha chiesto a un tribunale tedesco che McCartney la riconoscesse come figlia naturale. McCartney dovette sottoporsi a un esame del DNA; l’esito fu che non era suo padre. È interessante notare che, sulla base di un autografo firmato da McCartney, insieme ad alcune foto scattate per l’occasione, Bettina ha accusato la persona che si è sottoposta a quell’esame del DNA di essere un impostore e non il vero Paul McCartney! L’autografo, per esempio, è stato firmato da un destro (Paul era mancino). Maggiori informazioni su questo test del DNA si trovano qui.

Carlesi e Gavazzeni fanno un po’ di contenimento del danno

Entrambi i periti italiani sono rimasti scioccati nello scoprire che le ipotesi del complotto sembrano corrette e così alla fine dell’articolo fanno un po’ di contenimento del danno dicendo che siccome McCartney è un personaggio famoso, sono necessarie ulteriori analisi prima di formulare tali accuse, così da essere certi al 100% che la conclusione sia corretta.Precedentemente in quell’articolo, Gavazzeni ha ammesso che, quanto più ricevevano pressioni per rilasciare i risultati delle loro analisi, tanto più cercavano di prendere tempo perché le prove puntavano nella direzione opposta a quella che speravano. Sfortunatamente per loro, più passavano il tempo ad analizzare le prova e più erano certi che davvero Paul McCartney fosse morto nel 1966!

È anche divertente notare che Carlesi aveva accettato di fare quelle analisi perché supponeva che ci sarebbero voluti solo pochi minuti per dimostrare che Paolo e Faul sono la stessa persona!

Alcuni commenti da parte dei lettori italiani di quell’articolo

Alcuni lettori hanno pubblicato commenti interessanti in fondo all’articolo apparso su internet nella versione telematica di Wired Italia:

• Il lettore frabot, il 22 agosto 2009 alle 23:42:07 suggerisce di guardare la puntata del 15 Luglio 2009 del Late Show con David Letterman (è una coincidenza che si tratta della stessa data di pubblicazione dell’articolo di Wired Italia?), in cui McCartney scherza sull’idea che Paul sia morto nel 1966. Quel filmato è interessante perché sembra che Faul menta:
youtube.com/watch?v=1kYDdBWESQw Il lettore Luca, il primo agosto 2009 alle 13:11:29 afferma di aver analizzato le voci di Paul e di Faul e che risultano differenti dal punto di vista della timbrica. Fa notare inoltre che dopo quell’incidente i Beatles hanno cambiato in maniera significativa l’acconciatura dei capelli, specialmente McCartney, che guarda caso aveva i capelli un po’ più lunghi nel lato destro della testa. Il lettore easytale, il 30 luglio 2009 alle 9:53:35 mette in rilievo che Faul ha suonato dal vivo canzoni come Yesterday solo poche volte, e solo dopo gli anni 1980. Una volta inoltre, intorno al 2000, ha suonato in Canada con la mano destra!

Quindi, ricapitolando:

Prove forensi dimostrano che Faul nonè Paul;Almeno certe fotografie vecchie erano state alterate per far sì che Faul assomigliasse maggiormente a Paul;• Faul si è sottoposto ad alcuni interventi chirurgici per disallineare i denti in modo da imitare certi difetti peculiari nella dentatura di Paul;• Faul ha dovuto imparare a diventare mancino.

Alcune domande restano senza risposta:

In quanti sono stati minacciati, intimiditi, uccisi, o corrotti perché mantenessero il silenzio?
A chi giova quest’inganno? Che vantaggio avrebbe mai potuto trarre la famiglia McCartney da tutto ciò? Come avrebbero potuto guadagnarci qualcosa i Beatles da tutto questo? Come tutto ciò avrebbe mai potuto giovare agli appassionati dei Beatles? Come avrebbero mai potuto guadagnarci i mezzi di comunicazione di massa? Chi ha beneficiato dalla cosa? Se Paul McCartney fosse morto in un incidente, avrebbero preso parte in così tanti a quest’inganno? Perché in così tanti avrebbero preso parte all’insabbiamento di un incidente stradale? Protrarre quest’inganno è un’impresa estremamente ardua, costosa e dispendiosa in termini di tempo; se non giova a nessuno, è segno che si tratta della copertura di un qualche tipo di crimine orribile e diabolico. Potrebbe trattarsi di uno degli stratagemmi utilizzati dagli ebrei per manovrare chi è nelle posizioni di comando. Per la precisione, gli ebrei potrebbero minacciarli così:
“Ci obbedirai o ti uccideremo e ti rimpiazzeremo con un impostore, proprio come abbiamo fatto con Paul McCartney e nessuno ci fermerà! Non gli uomini-pecora, la polizia, i militari e nemmeno i vostri familiari!

• 
Quante volte permetteremo agli ebrei di commettere questo tipo di reati?
• Avete visto il film del 1978 Capricorn One ? In quel film, la NASA decide di falsificare la prima missione dell’uomo su Marte (mi chiedo da dove lo sceneggiatore ebreo Peter Hyams abbia preso quest’idea …). La NASA rimuove segretamente gli astronauti dalla navicella e li porta in una base militare abbandonata in cui è allestita una scenografia cinematografica che riproduceva il paesaggio del pianeta Marte. Poi inscenano lo sbarco su Marte e ne trasmettono il filmato a tutto il mondo. Una volta completata la missione su Marte però e la navicella vuota, rientrando nell’atmosfera terrestre per fingere di riportare indietro gli astronauti, ha un problema e si incendia distruggendosi. Gli astronauti che hanno simulato lo sbarco su Marte inorridiscono quando si rendono conto che il mondo ora assume che siano tutti morti! Ora, che cosa avrebbero fatto gli ebrei con Faul se l’intervento chirurgico per assomigliare a Paul fosse andato male in modo irrimediabile? Faul ha considerato tale possibilità?
• Le persone in internet si riferiscono all’impostore che ha rimpiazzato Paul McCartney come “Faul” [falso Paul, ndt], ma un nome più appropriato potrebbe essere Fool [idiota, ndt], o Fesso, o Accessorio utile per commettere un crimine orribile. O si tratta di una vittima che è stata ingannata da coloro che hanno ucciso Paul McCartney? Continuerà a coprire questo crimine? O, nel caso riusciremo a trovare abbastanza persone che si opporranno alla rete criminale giudaica, troverà il coraggio di essere sincero nei nostri confronti?

27 Commenti a “Paul McCartney è morto ed il falso Paul McCartney sostiene le Pussy Riot”

  • risotruce:

    quindi secondo l’autore dell’articolo ci sarebbero 2 paul mccartney,
    entrambi mancini ,
    entrambi suonano il basso, mentre cantano,
    operazione questa che sa’ chiunque
    suona uno strumento difficilissima ,
    entrambi compositori di decine di bellissime canzoni ,
    entrambi intonatissimi ect………………………..

    basterebbe sentire come canta
    ” leit be” o” hey jude” il paul mccartney di oggi,per riconoscere senza ombra di dubbio ,che si tratta dell’unico ,celebrato e grande compositore ed esegutore di sempre.
    l’articolo sostiene un cumulo di complotti assurdi.
    in quanto ai rolling stones ricordo che i loro maggiori successi furono concepiti ed eseguiti dopo la morte di brian jones,che del gruppo era una figura secondaria.

  • krommino75:

    Ipotesi: Paul dopo l’incidente potrebbe essere rimasto talmente sfigurato (ridotto ad uno scarafaggio!) e quindi sottoposto a un intervento completo di plastica facciale, dentale e forse anche a collo e gola…E’ naturale che poi cambi l’intera fisionomia del viso! Mistero risolto!
    Non regge eh!

    • lino:

      Peccato che i giornali dell’epoca riportarono la notizia che non vi furono feriti…

    • Rodolfo:

      Dunque la prova del DNA verrebbe superata dal fatto che sarebbe impossibile trovare un sosia che suona il basso e che anche se no fosse un mancino? Uno che suona il pianoforte impara a usare la mano sinistra come la destra… è solo questione di esercizio! datemi qualche milione di Euro… vi suonerò il basso con i piedi!

  • tony:

    Sono un po’ restio a credere alla morte di paul mccartey,anche se sinceramente non sono molto informato sulla cosa…..per quanto riguarda gli stones però da appassionato posso dire che non è assolutamente vero che dopo la morte di jones non abbiano fatto più nulla di buono,Goats head soup è uno dei migliori album degli stones,per non parlare di Sticky fingers-Black and blue-insomma sicuramente la morte di jones ha ridimensionato gli stones,nonostante questo però la band è sopravvisuta è sulla spinta creativa di Jagger e Richard ha continuato a creare bella musica.

  • Ghilgamesh:

    La classe non è acqua. La vena artistica è come una un’impronta digitale. Paul ha scritto canzoni straordinarie da sempre.

  • Joe:

    Ho visionato un videoclip dei Beatles qualche settimana fa in cui a uno di loro scappava di bocca la frase:
    ”Buseniss show is an extension of the jewish religion”

  • illupodeicieli:

    Penso siano solo operazioni di marketing: purtroppo vengono fatte anche passando sopra i cadaveri. Penso solo a quando gli eredi si devono spartire il bottino: vedi il caso di Jimi Hendrix , ma ne esistono tanti altri ,anche in casa nostra come recentemente per il compagno di Dalla. Di diverso tenore sarebbero i casi di cui parla Franceschetti e che mi fanno pensare ma non mi trovano d’accordo.

  • sauro:

    Amici Lettori di sL, buongiorno a tutti!
    Attenzione alle pussy riot, altro non sono che l’ennesimo fenomeno creato dal potere stesso; vi prego di fare molta attenzione alla simboli e vi suggerisco di dare un occhiata a questo breve ma significativo video che fa luce sulle rivoluzioni (riuscite o meno come quella tentata in Iran alcuni anni orsono) degli ultimi 20 anni almeno, spiega come si crea dissenzo e rivoluzione!!
    saluti

  • Elyah:

    Non so se sia vero o meno, ma tutto può essere… Ad esempio ecco un altra visione dei Beatles:

    http://www.neovitruvian.it/2012/08/06/illuminati-i-beatles/

  • gabriella:

    Questo articolo che, confesso, non ho letto, non perdo tempo con queste cose, ha due difetti: 1) ripropone l’assurda storia di un Paul morto sostituito a tambur battente con un altro genio identico a lui: il tutto iniziò dalla lettura fatta da un autentico paranoico di una copertina di un disco dei Beatles.
    2) l’articolista ha l’arroganza di decidere lui su cosa un altro, nel caso Paul, debba o non debba pensare; penso che abbia il diritto di pensare, come tutti, quello che più gli pare e piace, secondo motivazioni che conosce solo lui.

    • lucio:

      Gabriella quì si tratta di una serie di evidenze notevoli e se avesse letto fino in fondo l’articolo avrebbe capito. Il fatto che sia un falso Paul lo rivelano gli esami biometrici non l’autore americano dell’articolo.

  • sam:

    una chicca per i miei amici di stampalibera : anche in Italia abbiamo il nostro rimpiazzo…..controllate con google…. è pippo franco !!!!!!!!!!!!

  • barbaranotav:

    gabriella perdonami, scrivi che non lo hai letto tutto e desumi che l’articolista sia arrogante?
    Se avessi letto avresti notato come l’articolista si limita a riportare prove ben dettagliate con tanto di nomi.
    Saranno anche cose “futili” per le quali non merita perdere tempo. Personalmente a me interessa sapere se sia morto veramente. Perché questo significa semplicemente che c’è gente che può permettersi di prendersi gioco di noi comuni mortali. E che ne ha il potere. Ne devono avere molto. Ed un conto se lo usano giusto per lo show biz, ma se lo usano, come provato da altri contesti, in ogni ambito che poi si riflette nella vita reale delle persone, non meriterebbe saperlo? Conoscere quanti più dettagli possibile per poterli fermare? Secondo me ne vale eccome la pena.

    Ne approfitto per segnalare:
    http://blog.leggendemetropolitane.net/post/2003/01/03/La-morte-di-Paul-Mc-Cartney.aspx

  • Il trucco mediatico dei opportuni sosia , usati nella storia recente.
    Non per sviare il “tema”; Che fine hanno fatto i 7 o 8 sosia Saddam.
    Pare che la moglie del figlio , sia nella camera dei comuni del parlamento inglese.
    Strane coincidenze o casualità.

  • Lino Bottaro:

    La faccenda dovrebbe essere inquadrata in maniera molto più approfondita. Paul scompare e riappare, i Beatles si sciolgono, Jonn Lennon va in Usa con una donna “strana” come Joko Ono e fanno un canzone in cui lei gode in un amplesso.
    Ad un certo punto anche Lennon viene fatto fuori. Oggi un gruppo di persone addestrate occupa una chiesa e bestemmia non prima di essersi fatti filmare in atteggiamenti altamente osceni che escludono ogni persona che possa aver avuto una qualsiasi religione cattolica o cristiana anche bigotta. La cosa singolare però alla fine è questa.
    Sia Joko Ono che Paul McCartnei si trovano a fianco dei satanisti internazionali a sostegno di quel gruppetto di brutte donne che per protestare contro Putin sono andate in una cattedrale a dire cose che vanno oltre la bestemmia.
    Insomma roipetendo, non trovate singolare che i cantanti che hanno avuto a che fare con i satanisti si ritrovino insieme appassionatamente contro la Russia passando attraverso la dissacrazione della religione? Speravo in un aiuto ma mi sembra che non arrivi….

    • Signor Bottaro, il web ne è pieno di riferimenti a gruppi ,usicali satanici, e anche le musiche oggi tanto di moda new-age, nascondono l’insidia malefica che intacca i cervelli più deboli dei giovani.

      Le riporto qui sotto un breve articolo di quello che diceva Ringo Star il batterista dei Beatles:

      “Il batterista dei Beatles, Rino Starr, dichiarò all’epoca: “Abbiamo pensato di raggruppare i volti delle persone che amiamo e ammiriamo”. Tuttavia, negli ambienti rock degli anni Sessanta, Aleister Crowley era considerato un personaggio “di moda”. I Beatles, probabilmente, lo apprezzavano per la sua natura trasgressiva. Negli anni Settanta il rock cominciò ad assumere toni più accesi. Nacque l’hard rock (rock duro), caratterizzato da suoni metallici, chitarre elettriche distorte e voci potenti.”

      E ancora:

      “Fra i più famosi esponenti di questo genere musicale ci sono gli inglesi Led Zeppelin, il cui chitarrista, Jimmy Page, è un accanito sostenitore delle dottrine di Aleister Crowley. I Led Zeppelin sono fra i primi gruppi rock a fare uso di simboli satanici sulla copertina di un disco. Nel quarto album del complesso troviamo, infatti, un carattere magico che viene comunemente utilizzato per fare i patti con il diavolo.”

      Un altro richiamo al satanismo è contenuto nel terzo album di Led Zeppelin. Vicino all’etichetta del disco, Jimmy Page fece incidere il motto di Aleister Crowley: “Fai ciò che vuoi”. Ad esempio, ascoltando al contrario la canzone dei Led Zeppelin Stairway to heaven si otterrà una voce che dice: “Ecco il mio dolce Satana, la cui piccola via non mi renderà triste, e della quale il potere è Satana. Egli darà il progresso, dandoti il sei, sei, sei” (numero biblico dell’Anticristo).”

      Quest’uomo, Aleister Crowley è stato l’apripista di una nuova era delle religioni sataniche, dove una buona parte di cantanti e musicisti si è ispirata.

      La lotta tra il bene e il male, era prima identificato tra America e Russia, oggi sappiamo che non è più così, si sono mischiate le carte, e tutto è così sfumato, come un tumore che si infiltra nel cervello e si mischia con la materia grigia, difficile da estirpare chirurgicamente, si rischia di ledere anche le parti sane del cervello che ci permettono di vivere.

      Cordialità,
      wlady

  • Quello di “backuppare” le celebrità anche dello show business è una procedura oramai resa più volte pubblica sia dalla CIA che dall’Intelligence Service. In Italia abbiamo dei fulgidi esempi in Renato Zero Laura Pausini Claudio Baglioni Dody Battaglia Franco Califano (ora r.i.p. definitivamente). Trovare per credere.

  • mb john:

    ascoltate cari lettori, ho avuto la possibilità come tutti voi di sentire la traccia di hellogoodbye dove !faul! direbbe -I can stay until it’s time to go- e come fan ho analizzato la qustione! (premetto che non credo che paul sia morto e non credo che sia ancora vivo,, spiego poi infondo comunque) dove hai preso la parte dove dice la frase??? e poi chi è ha dirla??? visto che paul è impegnato a cantare la canzone… non credo sia john e figuriamoci se è ringo o george…. a questo punto a ragion di logica, mi stareste dicendo che paul è stato “doppiato” ovvero aver aggiunto (volutamente) la voce di faul che ripete la frase e metterla nella parte della canzone, che io ho ascoltato, sia da internet sia dl dieco cd sia dal mio bel gira dischi con in mano sgt.pepper’s!
    infine………………………………………………

    tornando alla discussione intrapresa nelle parentesi ( ) io sinceramente amo (per la sua musica) paul e che sia stato sostituito, o che sia stato la causa dello scoglimento??? che cosa??? non importa, ha fatto canzoni eccezionali, paul o faul con l’aiuto o no, con la chirurgia plastica o no……. è stato comunque un grande punto di riferimento per la musica e per i beatles! e ame piace… poi che non si vogli sottoporre o no al DNA non puo’ sembrare PIU’ DI TANTO ripeto PIU’ DI TANTO strano, perchè come è già stato detto nel testo che affronta questa discussione di stampa liber potrebbero benissimo cambiarlo o sostituirlo o falzare tutto e come ho gia letto o meglio tutti abbiamo gia’ letto cambiare la firma……insomma è sempre paul o faul, ha milioni nei pantaloni (potrebbe fare di tutto no?) anche se non lo credo, bisognerebbe essere proprio “crudeli”
    questo è il mio commento, potete rispondere, e dire se siete daccordo o no con quello che ho scritto, ricordatevi che il mio è un parere e va rispettato, pure il vostro sarà un parere nei confronti di questo commento e io lo rispetterò a meno che non mi scrivate
    -***************- intendo?
    arrivederci
    mb john

  • mb john:

    scusate hellogoodbye nn è di sgt pepper’s è di magical mistery tour

  • Carmelo Marcello:

    Ho 59 anni, quindi sono cresciuto con la musica e le canzoni dei Beatles. Bene io non sono un tecnico o un medico della biometrica facciale e non, ma conosco a memoria tutte le canzoni ed i video pubblici e privati dei Beatles che vanno dal 1959 al 1970. Ripeto non sono un medico, ma conosco molto bene la musica, ed ho notato un particolare molto importante che, forse in pochi hanno notato e cioè quello che descrivo: ” In moltissimi video dei Beatles, dal 1959 al 1966, prima della presunta morte di Paul MacCartney, in questi video sparsi per il mondo di Internet, in nessuna occasione si nota che Paul Guarda o volge lo sguardo verso i colleghi, Ringo, George e Lennon, perchè come musicista è più bravo di loro ed non ha necessità di nessuna approvazione con un cenno della testa o dello sguardo di nessuno dei componenti dei Beatles; insomma canta e suona come se fosse da solo. Viceversa dopo il 1967 e successivi, notate bene che lo sguardo di Paul MacCartney, in tutte le performace musicali, tende nella direzione in particolare di Lennon come per dire: con un segno od uno sguardo del viso, dimmi se vado bene”. Non ho altro da aggiungere. Meditate bene su questi argomenti e dopo aver visionato il tutto rispondetemi pure. Io sono un Ingegnere Informatico e nell’informatica si può correggere quello che si vuole o si vuol far credere ai max media.

  • Concert promoters are battling to block pop legend Michael Jackson’s series of live Sports Relief Tickets 2012, rather than mainly pre-recorded events.

  • matockrotten76:

    dietro ai beatles c’è la massoneria più potente cioè quella inglese ed il satanismo quindi tutto è possibile

  • danilo:

    ho letto parecchi libri che vertono sulla possibilità,abbastanza concreta in vero,che un sosia si sia sostituito a paul.la ragione potrebbe essere che i beatles erano una fabbrica di soldi e ammettere che erano in tre avrebbe rotto l’incantesimo e già questo potrebbe essere un movente più che legittimo.quello che secondo il mio modesto parere ci dovremmo chiedere è se questa cosa fosse reale allora chiunque potrebbe essere sostituito da un sosia,dal politico di tendenza,alla rockstar o al papa.concepire anche solo per un attimo che un gruppo seppur nutrito di persone si abroghi il diritto di menarne per il naso altre miliardi non vi fa ink…are almeno un pò?

  • KrautZombie:

    non so se mi turbi di più il fatto che McCartney sia morto nel 1966 e rimpiazzato da un impostore (molto più bravo dell’originale a questo punto, visto che da Sgt. Pepper’s in avanti sono arrivati i capolavori) oppure il fatto che esista gente che vede SATANA e la massoneria anche nei peli dei miei coglioni…

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE