Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Dal blog di Jo Ann Wescott:

FAR SOSTENERE AGLI AMERICANI GLI STUPRI LE TORTURE E GLI STERMINI DI MILIONI DI PERSONE!![1]

La Palestina, l’Iraq, il Libano, l’Afghanistan, la Siria, la Libia, la Giordania, l’Egitto, il Pakistan, il Bahrein, l’Indonesia ecc. ecc. Tutti questi paesi stanno soffrendo orribilmente perché noi, il popolo americano, sosteniamo incondizionatamente gli omicidi, gli stupri e le torture!! Dando ascolto ai sionisti israeliani e sostenendoli senza prima fare domande e senza sapere esattamente cosa succede. Israele chiamerà un feto  “terrorista” e lo ucciderà con la vostra benedizione. Gli israeliani e i criminali di guerra stuprano bambine e ragazze e poi le chiamano terroriste.

Sembra che chiunque possa uccidere, stuprare e farla franca se costoro chiamano le proprie vittime “terroristi”.


“Ci si sente così grandi ad essere un americano, non è vero?
Il caporale Jeremy Morlock sorride per una foto con un bambino aghano ucciso per festeggiare la sua uccisione”.

http://joannwescott.spruz.com/pt/Making-Americans-support-rape-torture-and-Mass-Murder-of-Millions.8-21-2012/blog.htm

16 Commenti a “Jo Ann Wescott: far sostenere agli americani gli stupri le torture e gli stermini”

  • freak70:

    Sono sconcertato ed incazzato contro sti brutti bastardi esportatori con le mie tasse e quelle dei miei cari di sto schifo che non riusciamo a fare finire. Scusate ma vorrei piangere.
    A pugno chiuso

  • barbaranotav:

    c’è l’ufficio quinta colonna per la propaganda che ci pensa.

    Gli squadristi del pensiero e della schedatura hanno emesso la loro fawta. Alla facccia della tolleranza che dicono di rappresentare.
    Fedeli al divide et impera.
    Si son mossi in piazza ORA che i cosiddetti fascisti hanno da mesi smascherato le bugie mainstream in Siria? Ora devono cercare di salvarsi la faccia, la quinta colonna dell’impero.

    E’ la quinta colonna che decide chi deve andare in piazza. Pena il gulak.

    http://www.contropiano.org

  • lia:

    L’niipotente Dio di Abramo isacco e Gicobbe, giudicherà queste bestie, e il loro tormento all’inferno non finirà mai, per tormento intendesi quello fisico e quello della mente, continueranno a ricordare i loro crimini per sempre, senza poter chiedere perdono perchè è troppo tardi. Spero che il ragazzo nella foto abbia implorato Dio e si sia salvato.

  • luca martinelli:

    non so se è ancora il caso di indignarsi….ormai sotto il sole non c’è più nulla di nuovo. Gli yankee sono criminali da sempre, in pace e in guerra. Si sono fatti la mano sterminando i bisonti della prateria per passare ai pellerossa. Da allora non si sono più fermati. I morti si contano a milioni. Il fatto è che ora noi sappiamo che nessuno sceglie di divenire criminale oppure benefattore dell’umanità. Si tratta di struttura psichica, già determinata. Ora sappiamo anche che il nuovo mondo fu popolato dalla feccia degli europei. Serve ancora qualche spiegazione? Semmai dovremmo fare il passo avanti e chiederci cosa possiamo fare noi contro questi assassini di massa. Poco, ma sicuramente possiamo boicottare i loro prodotti. buone cose a tutti.

    • Laqualunque:

      condivido pienamente,questo e davanti agli occhi di tutti, quanti morti hanno potuto fare
      loro in cosi poco tempo(200-250 anni) solo la chiesa ha fatto meglio ma in 2000 anni e continuamo a chiamarlo paese di pace e democrazia,siamo veramente dei bastardi che fano finta di non vedere e intanto i comunisti(quei pochi che restano)continuano a mangiare i bambini!!!!!!

    • Lino Bottaro:

      Credo che più che struttura psichica sia indottrinamento caro luca. Indottrinamento che si poi destruttura psichicamente le vittime e si perpetra con altro indottrinamento all’odio.

  • six:

    mi dispiace devo dirlo, il nostro silenzio l’immobilismo la rassegnazione ci ha resi complici di questi spietati criminali

  • nil:

    quanto ci renderemo veramente conto che siamo tutti complici di questi assassini,allora quello si’ che sara’ un giorno di vero cambiamento

  • guardate che non è che dall’ altra parte ci vivano santi in paradiso!!! letto l articolo non vi sembra da pensiero unico? ma avete letto bene i paesi citati? Tutti paesi fascisti mussulmani oltranzisti dove o preghi o muori!!! Ah già dimenticavo sti luridi yankee di palta che han la pena di morte e sti luridi di israeliani che ammazzano i civili e le milizie di quel sant uomo di hamas!!!!!! oh signur questi paesi arabi che ai cristiani, indù, minoranze varie vengono trucidati o le tagliano la testa se non si convertono al profeta!!!! che democrazie fantastiche che vi son oinb questi paesi!!! E del macellaio di damasco ne parliamo???? ma no va là fa parte del mossad…. ma ammazzare civili nel corano è peccato mortale…. e vabbè fa lostesso. Oddio era spesso quello che diceva uno sulla piazza rossa circa70anni fa… o a berlino? mahhh sti dittatori costruiti da cia e mossad. vergogna.

    • Domenico Proietti:

      Gentile fossatienotav leggere il suo nickname e leggere i suoi scritti, troppo spesso a favore del sistema, sembra quasi che abbia disordine nei suoi ragionamenti, in qualsiasi caso é “libero” di esprimersi come meglio crede, ho solo ritenuto giusto farLe questo appunto, tanto per farLe comprendere che, chi la legge non può che rimanere basito dall’evidente contrasto che crea nell’eventuale interlocutore e la sua persona, che consenta sa tanto di ambiguo. Risalta peraltro la sua violenta “ossessione” antifascista (l’uso di questa frase é predominante in ogni suo commento, da qui l’osservazione di ossessione) quasi come a voler dire che i comunisti sono santi.

      E’ sicuro che non vuole la TAV o come il resto dei suo commenti, é da prendere con le pinze anche questo?

      Perdoni l’ardire o l’aver male interpretato tutti i suoi commenti, visto che debbo leggere tutti i commenti prima di esporli, io purtroppo ho la brutta abitudine di dire tanto nel reale che nel vituale, direttamente ciò che penso.

      - Moderatore -

  • Sigor Proietti sarà vero che fossatienotav si esprime in modo confuso però non ha tutti i torti, leggendo i commenti viene da pensare che ci si faccia l’idea che tutti gli americani sono come quel criminale in divisa non credo che sia questa la realtà, e non ha nemmeno torto nell’affermare che dall’altra parta ci sono probbabilmente criminali della stessa pasta e che lo sono non perchè gli usa non si fanno i fatti loro perchè lo sarebbero comunque. Pochi giorni fa volevano lapidare una bambina perchè secondo loro aveva offeso il corano poi non so cosa è successo comunque i casi sono molti. Il punto non credo che sia essere pro o contro il sistema ma essere contro i criminali che siano americani israeliani o arabi non fa differenza.

    • Lino Bottaro:

      Ma Silvio non le sono bastati i 7000 articoli che abbiamo postato su Stampalibera e che confemano inequivocabilmente che tutta la propaganda di regime (notizie d’agenzie, note) è un falso?

  • Laqualunque:

    @silvio
    ” Pochi giorni fa volevano lapidare una bambina perchè secondo loro aveva offeso il corano poi non so cosa è successo”
    te lo dico io cosa che probabilmente e sucesso!
    se non metti la fonte e sucesso che sia solo propaganda e questa si che e una notizia, criminali musulmani lapidare una bambina allora che gli USRAELIANI bombardano da anni
    con armi sofisticate delle piu moderne popolazioni intere e fanno miglioni di morti,
    questi sono bruscolini vero??

    • Lei ha ragione serve la fonte! l’ho letto su avaaz la bimba si chiama Rimsha. Comunque non servirebbe questo fatto lo sapete anche voi che siete più informati di me che nei paesi arabi con la violenza non ci vanno piano usando sempre il corano come scusa. Vi faccio un esempio: senza mezzi termini sono criminali i soldati israeliani che picchiano e forse anche uccidono bambini palestinesi ma è meno criminale chi li manda a tirare sassi a quei psicopatici in divisa? chi li manda o chi gli permette di andare ( perchè sono bambini e dietro ci dovrebbe essere un adulto che si occupa di loro) sà bene il rischio che corrono. un’altro esempio? gli israeliani ne fanno di tutti i colori ai palestinesi questo lo sappiamo, i palestinesi insegnano nelle scuole l’odio verso gli israeliani ( e non mi chieda la fonte ho visto un inchiesta quache anno fa e il giornalista non era di parte) il presidente iraniano dice che israele deve sparire e cosi via…. odio su odio violenza su violenza e non si finisce mai se questa è la strada giusta io mi permetto di dissentire. E non penso che le bombe israeliane siano bruscolini come anche quelle americane il punto è che la violenza ormai è quasi inarrestabile se tutto va avanti cosi e noi gli diamo una mano schierandoci da questo o dall’altra parte. Noi secondo me dovremmo essere contro le bombe americane israeliane e di chiunque altro ma anche contro quei governi che non permettono all’individuo uomo o donna che sia di fare le proprie scelte religiose sessuali politiche ecc…. lo sa che alcuni ragazzi marocchini hanno deciso di non fare il ramadan gli anno picchiati e incarcerati se una donna tradisce il marito merita di morire per molti governi. In molti paesi la gente non può nemmeno dialogare liberamente facendo scambio di idee come noi. Bisogna bombardarli esportando democrazia? no! su questo la penso come voi.

      • Tiziano:

        Vedi Silvio, le cose da dire sarebbero tantissime per farti capire perché è invece importante schierarsi dalla parte giusta. Il primo motivo è che i primi a fare il passo concreto verso la pace son sempre stati gli arabi (parlo soprattutto di Israele e Palestina), non solo ma il primo passo verso la guerra è sempre stato Israeliano. Poi il Marocco,l’Egitto,la Tunisia, il Bahrein, l’Arabia Saudita sono paesi alleati dell’occidente ed alcuni di questi sono i più estremisti e violenti.L’informazione che ci viene dai paesi non allineati con l’asse NATO/ONU è purtroppo troppo pilotata e manovrata. Ti basti comunque sapere che in Libia c’erano molti più diritti e libertà di quanti ne abbiamo noi, che in Siria c’è libertà religiosa e le donne hanno pari diritti. pensa solo che il vicepresidente è donna,cosa che da noi mi pare non sia mai esistita.
        La prima cosa che deve succedere perché si fermi la violenza è che la gente del mondo sappia la verità, a quel punto non potranno più essere permessi gli abusi sulle popolazioni deboli.
        Spero di non aver fatto troppi giri di parole
        saluti

      • luca martinelli:

        Caro Silvio, temo anch’io che lei sia vittima della propaganda. Non voglio farle le pulci ma solo ricordarle che il presidente dell’Iran Mahmud Ahmadinejad NON ha mai detto quello che lei sostiene. Se lei avesse la gentilezza di cercare l’articolo riguardante il discorso di Ahmadinejad alle Nazioni Unite, discorso molto bello e tradotto con correttezza, postato su Stampa Libera dal sottoscritto, potrebbe cogliere l’occasione per affrancarsi dalla propaganda. Rimanga con noi, saremo amici.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE