Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Carla Reschia – “La Stampa

Una candid camera che gira in rete pone il problema della provenienza del nostro cibo. Meglio vegetariani o carnivori consapevoli?

Vorrei condividere un video che gira su Youtube e che è molto ripreso su Facebook.
Una sorta di candid camera brasiliana, divertente volendo, ma molto seria.

Il tema è mangiare o meno la carne. Certo, prevengo l’obiezione, c’è chi non ha questo problema perché non ha, semplicemente, da mangiare. Ma io sto parlando di noi che, per quanto poveri o impoveriti, la fettina, o la salsiccia, non ce la facciamo mancare. Senza un senso di colpa al mondo e senza per questo perdere la nostra tenerezza verso i cuccioli, le mucche con i grandi occhi dolci, i pulcini, i pesciolini rossi, ecc. ecc. Orripilandoci all’idea di mangiare cani e gatti, rabbrividendo per la macellazione islamica. Ecc. ecc. Faremmo lo stesso se vedessimo, con i nostri occhi, l’animale macellato? O ancora meglio, faremmo lo stesso se l’animale dovessimo ucciderlo noi? Negli Stati Uniti è nata da qualche tempo una scuola di pensiero che “impone” proprio questa regola a chi vuole essere carnivoro: allevare e quindi uccidere personalmente l’animale da cui si trarrà la carne. Non è un invito al vegetarianesimo, ma alla responsabilità. Chi mangerà la braciola, la bistecca, il brasato, avrà visto e compiuto di persona gli atti che questa scelta comporta. Vezzo da gente ricca, perché chi ha lo spazio, il tempo, la possibilità di allevare e macellare bestiame? Forse. Ma il tema resta valido. Contadini e cacciatori a parte, le persone comuni, che vivono in città e la carne la trovano al supermercato, hanno perso ogni contatto con l’animale da cui il loro acquisto proviene. Le fettine, igieniche, sigillate, con appena quel tanto di sangue che basta a non renderle stoppose, non hanno occhi, nè code, nè zampe, non guardano impaurite, non hanno voce. Non sono vegetariana. E talvolta trovo fastidioso e snob chi chiede con aria schifata piatti senza carne, e rumina insalata mentre gli addentano braciole. Però, so che se dovessi occuparmi io della faccenda preferirei evitare. E so come si chiama questo: è ipocrisia.


www.disinformazione.it

53 Commenti a ““La coerenza di chi mangia carne” una riflessione”

  • Questo video è la prova inconfutabile che siamo vittime del lavaggio del cervello! Tutto incomincia con gli omogenizzati conditi in maniera tale che l’ex poppante si abitui a lo schifo, ma sopratutto che accetti di buon grado il cannibalismo, poi tutto diventa normalità ed è irrimediabilmente rovinato a vita, non si rende conto, diventa zombie come tutti glia altri, per lui non c’è speranza, almeno che, un bel giorno non entri in un macello e viene come schiaffeggiato nel sonno, folgorato sulla via di Damasco. Noi poveri umani siamo inconsapevolmente complici del delirio, della tortura, dell’assassinio contro i nostri FRATELLI, ripeto FRATELLI, un olocausto che si perpetua giorno dopo giorno. Ci hanno talmente rinco…to che non ci rendiamo conto dell’aberrazione. Spero che un giorno i nostri fratelli diventino intelligenti ( è solo questo che ci differenzia ) a tal punto che si possano difendere dal sopruso, dalle uccisioni gratuite e la tortura. Per me andrebbe bene anche che “l’uomo” si svegliasse dal torpore e dia agli Animali pari dignità !

    • domenico:

      Bravo costanzo@!Condivido in pieno il tuo pensiero.Qui si parla di onestà intellettuale.Infatti trovo piu’ coerente un pastore che alleva un animale e poi lo sopprime,lo scuoia,la macella,lo affetta,lo porziona sia per la sua famiglia che per noi.
      Ha più onesta intellettuale un leone che cattura personalmente la sua preda la uccide e la divora con il resto del suo branco.La preda del felino potrebbe essere anche un essere umano e quando succede tutti noi ci scandalizziamo rimarcando la ferocia dell’animale dimostrando l’ipocrisia che è insita nell’uomo moderno.Non ci dovremo scandalizzare perchè a differenza nostra il leone è un carnivoro,ha lo stomaco da carnivoro e segue la sua natura mentre noi siamo essenzialmente degli erbivori.Abbiamo l’intestino lungo come quello dei ruminanti e mangiamo lo stesso carne.Quindi nella catena alimentare siamo essenzialmente delle prede.Invece alleviamo riducendo in schiavitu’ migliaia di animali,costringendoli a trascorrere il poco tempo che gli resta da vivere in spazi ristretti privandoli di ogni tipo di dignità e negandogli quel diritto inalienabile alla felicità a cui ogni essere vivente deve aspirare.Il leone non si arroga la facoltà di privare di questi diritti le sue prede ma uccide degli altri animali liberi e felici e solo il numero esatto che serve per il suo sostentamento.L’uomo invece ogni giorno commette degli olocausti uccidendo una quantità di esseri viventi superiore al suo reale fabbisogno e delegando questo compito ad altre persone.Per non risvegliare nelle masse il sentimento della pietà e della compassione e della consapevolezza che ci si stà nutrendo di un altro essere vivente arriva sulle nostre tavole privo di ogni forma antropomorfa e riconducibile alla sua natura animale.Ha ragione l’autore di questo articolo quando dice che ci dovremo occupare noi stessi di questo compito anche se macabro. Io ho iniziato a non mangiare più carne quando per lavoro ho iniziato a visitare degli allevamenti intensvii di bovini da macello e li’ mi sono reso conto che la mia bella bistecca era li’ davanti ai miei occhi che mi guardava con degli occhi pieni di tristezza.Sembrava quasi che mi chiedesse aiuto e mentre lo accarezzavo lui ricambiava il mio gesto con amore.Leccava e cercava affetto dalla mano di uno dei mandati della sua morte.In quel momento ho capito che non avrei mai potuto far del male a quella povera anima innocente:allora perchè dovevo continuare ad essere complice della sua morte?Non mi sono pentito della scelta di non mangiare piu’ carne.Ora mi sento intellettualmente onesto con mè stesso perchè ho capito che se non sono in grado di uccidere per cibarmi perchè dovrei farlo fare ad un altro?Semplicemente non lo mangio piu’!La mia è stata anche una scelta salutare perchè mi sono reso conto che stavo avvelenando il mio organismo introducendo un cibo non adatto alla mia natura.Voglio concludere dicendo agli onnivori di non scandalizzarvi piu’ se un animale uccide un essere umano perchè lo fà esattamente per lo stesso motivo che lo fate voi:per nutrirsi! Solo che lui è privo di ogni ipocrisia perchè sà esattamente che forma ha il suo pasto e la uccide personalmente!!!

  • Solo ipocrisia comoda, mangia senza sapere, mangia senza guardare, gusta ma on ti chiedere, guarda ma non idagare.

    Se siamo stati omologati fin da bambini a questo rito “eucaristico” sanguinario, non è detto che debba essere sempre così, oggi nella maturità possiamo scieglere, insegnando ai notri figli e nipoti che si può cambiare, enza compromettere la nostra salute, ma guadagnandone in salute eliminando la medicina chimica e questa tribale abitudine sanguinaria della macellazione.

    Mangiar carne, un’abitudine indotta.
    “Qualcuno rivendica la naturalezza del mangiar carne tirando in causa l’uomo primitivo e il nostro essere ‘onnivori’, ma è davvero così? Andrea Romeo ci spiega di come mangiamo innanzitutto con le parole della nostra cultura. Quest’ultima gioca un ruolo fondamentale nell’acquisizione e accetta: certe pratiche, come quella di mangiare alcuni animali e non altri.”
    http://ningizhzidda.blogspot.it

    “Tutto per colpa di una semplice bistecca, di un’innocua fettina?”
    «Altro che innocua! La carne è un vero killer, almeno quanto le sigarette e l’alcol. Ecco perché dico che, non essendo più possibile tornare indietro a forme di allevamento rispettose dell’animale, come accadeva in secoli lontani, è meglio per tutti se abbandoniamo il consumo di carne.”
    http://www.disinformazione.it

    • Artos:

      Salve Wlady, Le devo fare una domanda che non c’entra niente con questo articolo. Visto che Lei è informato sulle scie chimiche e roba del genere, secondo Lei quelle sostanze che buttano fuori potrebbero aumentare l’elettricità nell’aria? Aprescindere se piove o meno. Se si può essere superiore alle normali attività atmosferiche? Questa domanda la faccio in questo sito in quanto non ho i codici per poter scrivere nel Suo. La ringrazio anticipatamente. Un saluto.

      • Buongiorno Signor Artos, sono sicuro che se fa una ricerca asseverata in rete troverà la domanda alle sue interrogazioni, comunque non voglio disattendere ed eludere la Sua domanda (anche se un pochino OT in questo articolo) le metto qui sotto il link del Signor Massimo Mazzuco, anche se su Tanker Enemy (http://www.tankerenemy.com) può trovare tutte le informazioni, detto questo le metto una breve nota con link annesso del blog di Mazzuco:

        “Le prime operazioni di aerosol vennero condotte da aerei della CIA, che volavano a quote relativamente basse (ca. 3.000 mt), e disperdevano nell’aria una miscela di sali di bario. Lo scopo sarebbe stato di rendere l’atmosfera più conduttiva, per facilitare le scansioni di un nuovo tipo di radar militare (di cui parleremo più dettagliatamente in seguito).”

        http://www.luogocomune.net

  • Ezio:

    Colgo l’occasione per segnalare un fatto mio personale, una trentina di anni fa avevo un cavallo in un maneggio che per una malattia tipica di questi animali (detta volgarmente “malattia della luna” in quanto i sintomi sono progressivi nel tempo ad ogni ciclo lunare) è diventato cieco. Ho continuato a montarlo con la massima attenzione anche quando è diventato cieco, lui tastava il terreno, si fidava dei miei comandi e tutto sembrava procedere finchè un giorno è caduto, non per aver inciampato ma come se avesse avuto un malore. Ho chiamato nuovamente il veterinario il quale mi ha detto che era il procedere della malattia per cui in un breve periodo di tempo il cavallo non sarebbe piu’ stato in grado di reggersi in piedi per cui era necessario l’abbattimento al che ho deciso di darlo al macello, oggi sicuramente non farei piu’ questo e lo farei sopprimere in modo adeguato da un veterinario. Adesso vengo al dunque : tutte le volte che lasciavo il maneggio lui si avvicinava alla porta del box per salutarmi e attendeva i miei saluti, quel giorno, quando il veterinario ha emesso la nefasta diagnosi, quando mi sono avvicinato alla porta del box per salutarlo per l’ultima volta, è andato nell’angolo piu’ lontano dalla porta con la testa rivolta verso terra e sembrava che piangesse sordo ai miei vani tentativi di salutarlo per l’ultima volta. Quel giorno ho saltato pranzo e cena, il cavallo aveva capito la sua sorte ed io mi sentivo il suo carnefice. Succesivamente avendo un pezzo di terra adiacente vicino a casa mia ho deciso che il prossimo cavallo non sarebbe piu’ andato in nessuna maneggio, ho edificato il box, sono stato denunciato dal sindaco del paese, ho fatto ricorso in tribunale, ho vinto la causa e così mi comprato ed allevato un puledro che attualmente ha 27 anni e li porta benissimo, questo, se non muoio prima io, del doman non v’è certezza, morirà di morte naturale, in caso contrario sarà la mia famiglia a decidere se continuare a tenerlo o farlo sopprimere in modo adeguato da un veterinario di fiducia. Detto questo, per tornare all’articolo, tutti i mangiatori di carne, dovrebbero fare una piccola visita in un mattatoio poi forse parecchi cambierebbero abitudine vedendo quello che prova la bestia prima e durante la macellazione.

  • Elyah:

    Io consiglio a tutti coloro che mangiano carne di guardarsi alcuni video come questi:

    Un equilibrio delicato

    Il miglior discorso che potrai mai sentire

  • Amira:

    Innanzi tutto inizio col dire che per tutte le persone carnivore, mangiare la carne è totalmente normalissimo. Cibarsi di un altro essere vivente senza capacità di esprimersi nel nostro linguaggio fa parte della catena alimentare. Ma se gli animali potessero parlare proprio con noi…? Bé io sono vegetariana e come tale la mia decisione deriva da due semplici ragioni : prima di tutto perché il nostro organismo non è adatto a mangiare un cadavere e secondo perché trovo del tutto sbagliato ucciderli per poi finire nelle nostre bocche quando la terra è così generosa con noi da offrirci tutto quello di cui abbiamo bisogno per vivere…Mentre nel nostro stomaco si produce cadaverina e putrescina dopo l’assunzione di un’altro essere vivente nel frattempo a causa nostra si stanno svolgendo altri atroci uccisioni mentre quei poveri animali potevano pascolare felici senza recare alcun disturbo…potevano avere un nome e dei cuccioli da sfamare che poi finiranno sotto forma di mortadella. Il mio messaggio è che dobbiamo aprire gli occhi e renderci conto che abbiamo il cervello colmo di messaggi errati e che qualcuno ci sta quasi come ipnotizzando rendendoci dei cannibali. Per prima è la chiesa! Allora perché maggior parte delle persone dice…”Io non mangio il coniglio perché ho visto come lo uccidono…” ” Io non mangio il maiale perché dopo aver visto come lo uccidono mi fa senso mangiarla” ecc ecc…Sai una cosa? tutti gli animali hanno un’anima proprio come ce l’hai tu! Respirano, mangiano, procreano,camminano e comunicano tra di loro….allora per non mangiarla dovresti vedere come uccidono anche il resto?!? Che differenza fa se i cinesi mangiano i cani, i gatti e noi le pecore, i maiali e le mucche? NESSUNA!

  • gliese:

    Rispetto i vegani ma non accetto il terrorismo ipocrito di chi non segue queste pratiche, altrimenti si potrebbe interrogare la coscienza di chi getta nel cesso un nascituro….si chiama..aborto.

    • domenico:

      gliese@:ma cosa c’entra l’aborto con il mangiare carne? Qui si stà discutendo e commentando il video. Oppure vuoi spostare il discorso dove ti fà più comodo. A meno che non volevi dire che chi pratica un aborto poi lo fà per nutrirsi. Non provarci a distogliere l’attenzione da questo tema. Questa volta ti và male.

  • M.:

    Solo per quelli,che,sostengono,che un animale,non prova,emozioni,dolore,rabbia,amore ecc ecc… se parliamo,di,gatti,cani,e,tanti,altri,penso,che nessuno ha dubbi! ma se parliamo di un toro?
    questo,video,per chi,non lo ha visto,è,una riflessione.
    http://www.youtube.com

  • Gibo:

    A me invece fanno tristezza tutti quelli che giocano sempre al gioco dell’ “anche te” per continuara a fare i propri (e l’espressione casca a fagiolo) porci comodi. Fanno tristezza tutti quelli che senza informarsi si danno ragione a prescindere o quelli che credono di fare la cosa giusta solo perchè così fan tutti. Ma una cosa stupida fatta dal 99% della gente rimane pur sempre una costa stupida! L’ignoranza rende innocenti ma non può mitigare le conseguenze devastanti che il consumo di carne ha sul corpo umano! Non esistono due fisiologie umane, due modi di digeriere, dentro siamo tutti uguali e siamo divini! Sono ri-diventato essere umano semplicemente informandomi in maniera autonoma e fortemente critica. Per chi vuole raccogliere informazioni autentiche sull’alimentazione umana suggerisco con il cuore di fare un salto sul sito dell grande Valdo Vaccaro che il Signore lo benedica! Oppure basta che ognuno ascolti se stesso quando mangia. Ma quanti sono quelli che sanno ascoltarsi?
    Ai carnivori ignoranti chiedo di farmi il nome dell’enzima prodotto dal corpo umano che si occupa di scindere la proteina della carne in aminoacidi! Oh vediamo un pò quanto siete bravi! Avete voglia a cercare….
    Amatevi perchè io non lo posso fare al posto vostro!

  • refab72:

    mi sembra un video del c..o se qualcuno pensa veramente che si possano fare delle salsicce cosi e veramente un poveretto comunque i maiali sono troppo piccoli
    Il problema non e il dover uccidere per mangiare ma in tutti i casi che si uccide per il piacere di farlo ,son cresciuto in campagnia ed allevare galline conigli maiali ecc. per poi mangiarli e perfettamente normale e solo ultimamente che su certi argomenti siamo diventati sensibili ma su altri facciamo le piu grandi porcate

  • gliese:

    La coscienza…é intrinseca in entrambi i casi e da che lato poi si ci sofferma a stabilire la prioritá…in base alla gravitá dell’atto.

  • Atman:

    E’ anche bene ricordare che oltre all’aspetto etico e salutistico c’è un’altro motivo più importante, riguardo al mangiar carne o vegetali.
    La crescita delle piante coinvolge tutto il cielo e le stelle, la pianta sottostà ai ritmi spirituali del cosmo.

    Da una conferenza del 1909.

    ” Ma se l’uomo prende il suo nutrimento dal regno vegetale, si interiorizzerà e diverrà indipendente, avrà il controllo del proprio essere. Per così dire, più tende all’alimentazione vegetale più è in grado di rendere predominante l’alimentazione vegetale, e più sarà in condizione di far prevalere le sue forze interiori e di sviluppare una sensibilità per ampi orizzonti. Non si collega con ambiti di esistenza limitati. L’uomo che si alimenta soprattutto con cibi animali si collega con ambiti di esistenza limitati, si orienta rigidamente verso un’unilateralità. E’ così: tutto ciò che limita l’uomo, che lo organizza affinchè si specializzi in una cosa, gli proviene dall’alimentazione animale. Ciò che invece lo può innalzare dalla sua orbita più ristretta lo deve all’alimentazione vegetale.

    Il fatto che gli uomini diventino sempre più dogmatici, che riescano a capire solo le cose che conoscono fin dalla nascita, è strettamente correlato all’eccesso di alimentazione animale.. ”

    R. Steiner.

  • Costanzo:

    @Gibo
    Hai ragione… grande e immenso Valdo Vaccaro, anche se ad onor del vero c’è ne sono anche tanti altri, per fortuna. Ma purtroppo non sono mai abbastanza.

  • France:

    consiglio la visione di questo film-documentario riguardo l’argomento
    http://nous-les-dieux.org

  • @France
    Ho visto il documentario… ho rotto le cuffie, poi la sedia e anche la stufa. Farò una mostra fotografica… Spero serva per sensibilizzare qualche branco di pecoroni denominati “UMANI”. La cosa peggiore è vedere le donne fare quel lavoro…

  • Mi fa ridere Malanga quando dice che i Rettiliani sono malvagi. La verità è che siamo la peggior razza dell’universo, siamo degli esseri spregevoli, assassini e torturatori senza cuore. Grazie France per aver postato il link di quel documentario ( per stomaci forti ). Lo farò girare a più persone che posso. Alla fine la verità esiste, basta avere il coraggio di guardarla in faccia ! Forse è una fortuna che siamo ipocriti ? Possiamo sopravvivere guardandoci veramente allo specchio ?

  • silvana:

    LA FAME DEL 15 / 18 CI VORREBBE!!!

    Quanta imbecillità dell’essere umano leggo oggi giorno confronto a un tempo passato!
    Gente che ha + buon cuore nei confronti degli animali (compresi quelli di allevamento destinati normalmente per la macellazione)

    Oggi ci si indigna + se viene ammazzato un’animale anche se destinato per la macellazione che PREOCCUPARSI o a INDIGNARSI CHE A CAUSA DI GUERRE PER MANO DEGLI USA E GLI ISRAELIANI GUERRAFONDAI DA SECOLI MUOINO MIGLIAIA DI PERSONE INNOCENTI
    Nessuno poi gliene frega niente quando una persona muore a causa di un’errore medico
    Questo è l0unomo moderno del 2000.

    Sapete che vi dico? La stessa cosa che mi dicevano i miei quando ero piccola e che mi rifiutavo di mangiare, perchè quello non mi pioaceva e quell’altra cosa lo stesso

    Se andiamo avanti con questa crisi vedrai che il periodo del 15/18 tornerà presto, quando non trovate altro da mangiare voglio vedere se venite a chiedere ai carnivori un pezzetto carne fosse anche la coda del maiale o uno zampetto di pollo!

    VERGOGNATEVI nei confronti di chi ancora oggi in questo mondo sta patendo la fame, mi piacerebbe vedere se qualcuno gli portasse un pezzetto di carne se farebbero tante storie o indignazioni da schifarsi al punto di rifiutarlo dicendo che preferiscono essere veetariani!

  • silvana:

    LA FAME DEL 15 / 18 CI VORREBBE!!! (2)

    MANGIARE LA CARNE VI FA SCHIFO….. MANGIARE IL PESCE NO ?
    E il pesce non viene ammazzato per mangiarlo?
    spaghetti alle vongole:
    penne allo scoglio;
    Trota arrosto;
    Merluzzo al pomodoro:
    ecc ecc…..
    E quante buone ricette si possono fare anche con il solo TONNO IN SCATOLA?

    però quando trovate sul tavolo una bbella profumata ricetta a base di pesce scommetto che NON CI SPUTA NESSUNO VERO?

  • silvana:

    GLI ANIMALI MUOIONO
    1- ANCHE A CAUSA DELL’INQUINAMENTO AMBIENTALE
    2- vENGONO INVESTITI INVOLONTARIAMENTE ANCHE SOTTO LE RUOTE DEI VEICOLI
    3- ANCHE LORO MUOIONO PER LE LORO MALATTIE
    4- SI AMMAZZANO ANCHE TRA LORO (è la loro natura per la loro sopravvivenza)

    5- LA CACCIA è IL MESTIERE + ANTICO DEL MONDO
    FIN DALLA PRESTORIA L’UOMO ERA CACCIATORE E UCCIDEVA GLI ANIMALI PER LA SOPRAVVIVENZA SUA E DELLA SUA FAMIGLIA ….SOPRATTUTTO PER CHI VIVEVA TROPPO LONTANO DAL MARE E DAI FIUMI, NON POTENDO AMMAZZARE LE TROTE O ALTRO TIPO DI PESCE purtroppo all’epoca credo che la frutta e gli ortagi erano in pochissimi a coltivarli

  • silvana:

    PER TUTTI QUELLI CHE SONO CONTRO LA CACCIA

    Sono arrabbiatissima con questa gente, ma + di tutto mi fa arrabbiare è il fatto che tanta gente che è contro la caccia fà l’errore di credere che per i cacciatori che ammazzano gli animali selvatici, lo considerano uno SPORT!
    Conoscendo molta gente da decenni che sono cacciatori incalliti, appassionati e per la caccia, ma nessuno mai di loro ha considerato uno “sport” il fatto di ammazzare un’animale! Molti cacciatori invece dicono invece che ci sono tanti deficenti che spendono una barca di soldi per andare a insultarsi allo stadio, per vedere 2 xxxxxx che si litigano un pallone, scoppiano poi le risse tra i tifosi e si ammazzano tra loro, e noi non possiamo spendere 2 soldi per andare 2 mesi all’anno in tutto a caccia, e non diamo fastidio a nessuno?

    Per caccia ci si indigna tanto, però per i tifosi incalliti che scatenano risse negli stadi no, per questo non si indigna nessuno! e intanto si continua a tifare lo stesso per una squadra o per l’altra PUR SAPENDO CHE LE PARTITE DI CALCIO (E NON SOLO) OGGI + O MENO SONO COME LE DONNE….. TUTTE TRUCCATE!

    SE SI ODIA LA CACCIA SI DOVREBBE ODIARE E BOICOTTARE ANCHE IL CALCIO
    SE SI ODIA LA CACCIA SI DOVREBBE ODIARE ANCHE LA PESCA
    però pur di fare una bellla mangiata di buon pesce per giunta “fresco” ci si fanno anche centinaia di km in compagnia con gli amici e spendendo una barca di soldi al risporante!

    c’e’ a chi piace il pesce e a chi piace la CACCIAGIONE perciò chi è contro la caccia MA NON CONTRO LA PESCA O MEGLIO ANCORA CONTRO I TIFOSI e GUERRAFONDAI, SCATENA RISSE sia FUORI che DENTRO GLI STADI per favore, NON ROMPESSERO (i “cosidetti” per capirci)….. I CO(NI)GLIONI!

  • silvana:

    PERCHE’ LA CACCIA NON E’ DA CONSIDERARSI UNO SPORT?
    E MI RIVOLGO SOPRATTUTTO A QUELLI CHE VIVONO NELLE CITTA’ A DIFFERENZA DI CHI VIVE IN CAMPAGNA PERCHE’ CERTE COSE NON LE SA’ A DIFFERENZA DI CHI VIVE IN CAMOAGNA, E MI RIVOLGO ANCHE IN PARTICOLAR MODO ANCHE AI VEGETARIANI

    Bello trovare COMODAMENTE sugli scaffali del suoermercato tanta bbella frutta e verdura fresca vero? Ma tutta quella bella grazia di Dio come ci è arrivata sugli scaffali? la fabbricata la notte la coop e la conad tirandola fuori dal cappello come i mahi tirano fuori il coniglio?
    Questa roba sugli scaffali sono mesi e mesi di duro lavoro dei contadini e agricoltori, gente checi ha faticatosudando fatiche e spezzandosi la schiena per darvi tutto quel ben di Dio.
    Voi al supermercato comprereste frutta e verdura spizicata o addentata già dagli animali? oppure lla preferite bella fresca e senza nemmeno ammaccature?
    Spesso le fatiche dei contadini non vendono distrutte solo dalle alluvioni o dalle gorsse grandinate, ma per causa degli amìnimai selvatici, spesso il contadino RISCHIA DI VEDERE DISTRUTTO TUTTE LE SUE FATICHE DI MESI DI LAVORO, RISCHIA DI VEDERE DISTRUTTO IL SUO BUON RACCOLTO A CAUSA DEGLI ANIMALI DA CACCIA.

    A CHI DI VUOI CHE STATE LEGGENDO, QUALSIASI TIPO DI LAVORO SVOLGETE, QUALSIASI TIPO DI LAVORO FATE, VI FA PIACERE VEDERE DISTRUTTO IL VOSTRO LAVORO DOPO TANTO IMPEGNO CHE CI AVETE MESSO?

    CHIINQUE SIA STATO A DISTRUGGERE IL VOSTRO BUON LAVORO, QUALUNQUE PERSONA SIA, DALLA RABBIA, NON VORRESTE MASSACRARLA DI BOTTE OPEGGIO ANCORA AMMAZZARLA?
    E ALLORA UN CACCIATORE NON PUO’ AMMAZZARE UN CINGHIALE O UNA LEBRE CHE GLI HA FATTO + DANNI DELLA GRANDINE?
    NON PUò AMMAZZARE GLI UCCELLI CHE BACCANO OGNI TIPO DI FRUTTA E VERDURA DELLE COLTIVAZIONI?

    CREDO A NESSUNO FACCIA PIACERE VEDERE DISTRUTTO IN POCO TEMPO TUTTO IL SUO LAVORO, NEANCHE PER CHI LO HA SVOLTOCOMODAMENTE SEDUTO IN POLTRONA IN UN UFFICIO, FIGURIAMOCI QUANTO PUO’ ESSERE PIACEVOLE PER UN CONTADINO CHE FATICA SUDANDO DA MESI TRA DOLORI ALLE OSSA MEZZE ROTTE.

    QUINDI PER CHI E’ CONTRO LA CACCIA PENSASSE ANCHE ALLE FATICHE DEGLI AGRICOLTORI E ALLA FRUTTA E VERDURA CHE TROVATE SUI BANCHI DEI SUPERMERCATIBELLA E SANA SENZA ESSERE STATA GIA ADDENTATA O MEZZA MANGIATA DAGLI ANIMALI

  • @ silvana

    Ti prego mostrami il tuo Femmineo, voi donne non siete quelle con più sensibilità ?
    Allora abbi il coraggio e guardati il documentario che ha postato France, e poi spiegami che cosa c’entrano i commenti “pro pari dignità con i nostri fratelli” e l’orrore che siamo in grado di perpetuare noi bestie, che tra l’altro ci consideriamo superiori, con i tuoi commenti? Chiaro che un Eschimese viene messo alla stregua di un leone nella Savana, ma qui si discute di torture gratuite in nome del business. NON ABBIAMO BISOGNO DI ESSERE CANNIBALI, lo dimostra il tuo/nostro intestino ecc.. La carne ci fa venire, cancro, diabete, sclerosi multipla ecc.. ed è giusto cosi, la giusta punizione per il più grande peccato che un essere vivente commette nei confronti dei propri simili ! PARI DIGNITÀ, PARI DIGNITÀ, PARI DIGNITÀ, …

    • silvana:

      Ma quale peccato, ma non fare il ridicolo con tutto questo buonismo,
      Il cancro, diabete, sclerosi multipla ecc.. ti viene anche si sei solo erbivoro, con tutte queste schifezze che oggi giorno circolano nell’aria, nella terra e l’acqua, ti credi che te che sei vegetariano sei immune a queste cose?
      Non c’è più niente di sano oggi giorno nemmeno l’erba che mangiano gli animali di fattoria al pascolo, e mi vieni a dire che è solo la carne ce fa venire certe malattie?
      Ma non essere ridicolo e informati meglio prima di dire cavolate, per favore!
      Se era veramente la carne a far venire certe malattie gravi e pericolose, sai quante persone anche secoli fà dovevano essere morte di queste mallattie? Ma invece queste malattie, sono solo uscite fuori solo verso la fine nella 2° metà del secolo scorso mi sembra, verso la fine del 900 se non sbaglio!

      E se poi devo morire a causa dell’avvelenamenti delle scie chimiche,a causa delle lobby farmaceutiche, ecc… ma lasciami gustare un bel pezzo di pollo arrosto per favore almeno muoio contenta!

  • silvana:

    Tanto 30 che 31 guardiamoci anche questo video và!
    PANARIELLO – PIO.BOVE ;-)
    http://www.youtube.com

  • cat:

    @ Silvana
    Personalmente sono vegana e non me ne vergogno per niente.. Potrei risponderle in molteplici modi ma leggendo i suoi deliri si capisce chiaramente che ignora molto sull’alimentazione/ salute / coscienza… Per un vegatariano/vegano il pesce E’ carne, quindi dal suo secondo commento si evince che non ne capisce proprio niente!
    Per quando riguarda la sua altezzosa sfida “in caso di crisi” lei non darebbe un pezzo di carne a un vegano.. ma un vegano non gliela chiederebbe : sa in caso di crisi la Natura ci da comunque il cibo necessari dalle piante e dalla terra… ma in caso di crisi (di quella vera, dove non c’è elettricità o fuoco o quant’altro) vorrei proprio vedere come se la mangia la sua carne cruda, con sughetto di sangue caldo (come i veri carnivori)… mi sa che sarebbe lei a bussare alla porta di un vegano…. e per il tono dei suoi messaggi farebbe davvero bene a sbatterle la porta in faccia.
    Per ultimo il suo intervento su chi muore di fame è davvero una “chicca”, altro spunto che denota il suo ignorare completamente l’ecosistema… quindi davvero, prima di attaccare inutilmente le opinioni degli altri utenti – fra l’altro BEN DOCUMENTATE – si informi. Attaccare in questo modo serve solo a sviare dall’argomento “principe”… il suo è uno sfogo inutile e fuori luogo.
    Un saluto

  • silvana:

    @ cat
    Non è colpa mia se tu capisci fischi per i fiaschi, con quanto ai scritto non c’hai proprio capito niente del discorso che ho fatto io, su tutto il discorso che ho fatto ci avessi capito almeno qualcosa, su una piccola parte, non hai proprio azzeccato per niente, zero assoluto, esprimi dei giudizi su cose che io nemmeno mi sono pronunciata …pazienza, se diventare vegana il mio cervello deve avere questo brutto effetto, a questo punto mi fa paura mangiare anche una sola foglia d’insalata!

    • Gibo:

      Silvana le auguro con tutto il mio cuore di risolvere al più presto i suoi conflitti interiori. Lo auguro per la sua felicità ed anche per il bene dell’universo che le sembrerà strano ma ha assoluto bisogno di lei e della sua bellezza. Infondo se è capitata su questo post e se con tanto fervore si accanisce nel difendere le sue tesi significa che in cuor suo spera di trovare qualcuno che le faccia cambiare idea. Se per un istante prova a salire di ottava si renderà conto che tra la dieta carnivora di tanti, il calcio, le cie chimiche, gli usa e gli israeliani guerrafondai c’è una connesione causa-effetto diretta. Buona Vita e Buona Giornata.

  • cat:

    @ Silvana
    Troppa rabbia!
    Ha ragione lei…. si ingozzi della sua carne, eviti cibi naturali… faccia lo stesso coi suoi famigliari.. è davvero sulla strada giusta, complimenti vivissimi per il suo Q.I. elevato e la sua dialettica difficilmente superabile.. buona giornata e buon appetito.

    • domenico:

      silvana@: io non sono vegano ma bensì vegetariano. Non mangio qualsiasi animale compreso il pesce, i molluschi etc. Etc. .le uova e i latticini li mangio. Premesso questo ti volevo dire che non ho niente in contrario con chi mangia carne qui si discute solo sulla consapevolezza delle proprie azioni. Io per esempio fumo e sò che fà male alla salute. Evito di fumare in presenza di altre persone non fumatrici e danneggio solo me stesso. Sono consapevole. Quindi ognuno di noi deve continuare felicemente a coltivare i propri piaceri. Se silvana prova piacere a consumare la carne deve continuare a farlo. Ma fallo per cortesia con la consapevolezza che stai mangiando degli esseri viventi che vengono allevati in certe condizioni. Compra la carne direttamente dal pastore così sei più tranquilla per la tua salute e stai consumando la carne di un animale che ha vissuto tutto sommato felice. Ma sopratutto assisti alla sua uccisione ringraziando quell’anima per il sacrificio e il dono che ti stà facendo. Allora potrai dire di aver acquisito la vera consapevolezza delle tue azioni e ti sarai scrollata di dosso quell’ipocrisia che blocca la tua rabbia. Un abbraccio da un ex onnivoro.

  • MAss:

    Avete mai fatto caso che la propaganda, su qualsiasi mass media ( si legge com’è scritto, è latino) propone soprattutto se non solo, cibo “carnivoro? le reclàm per il minestrone è sparita ecc. Solo integratori alimentari e carni ( pollo, wurstel ecc )..

    è come nel caso della religione, un questione sociale obbligata che ci bombardfa quotidianamente per divenire ovvietà. Ma nessuno si ferma mai a riflettere?

    • valentina:

      Nelle scuole il menù della mensa prevede la carne quasi tutti i giorni in qui viene effettuata, almeno dove abito io, non c’è ombra di menù vegetariano….vedete un pò voi come poter cambiare le cose a questo mondo se già da piccoli ti viene servita e te la devi mangiare…..

  • Vanes:

    Gli animali capiscono tutto in quanto non si sono fatti sopprimere gli istinti come è stato fatto all’uomo in primis dalle religioni e poi dalla tv. Quindi un animale sa se verrà ucciso. La tensione che l’animale accumula viene poi mangiata dall’uomo (la tensione provoca una produzione di sostanze, una naturale reazione chimica, e queste che restano nella carne vengono poi mangiate), ecco poi il perchè l’uomo è aggressivo. Quanto ho scritto lo dico con assoluta certezza e sicurezza perchè l’ho sperimentato: non mangio carne da oltre un anno e il mio stile di vita è migliorato con meno stress, meno nervosi e meno ansie, sembra che la vita sorrida e vedo nei carnivori il torpore in faccia, i loro nervosi, i loro problemi che riversano con cattiveria nei buoni e giusti. A casa ho animali, cito solo una cosa che mi ha colpito: le galline da quando non vengono più uccise sono diventate docili e cercano l’affetto appoggiando la loro testa al mio polpaccio, incredibile ed emozionante, eppure sono solo galline ritenute stupide dalla maggior specie umana.. Allora ecco poi che molti carnivori mi dicono che la natura è piena di scene di animali che sbranano ed uccidono altri animali e se lo facciamo anche noi dove sta il problema? Il problema sta nel fatto che noi sappiamo di “essere” e quindi abbiamo il ragionamento che dovremmo utilizzare più spesso, inoltre viviamo in un mondo di dualità, come c’è la luce ed il buio ci sono esseri positivi ed esseri negativi, animali che mangiano animali ed animali che non lo fanno, il bene ed il male per coesistere devono restare in equilibrio, un equilibrio che andrà spezzandosi a favore del bene vista la nuova era che sta arrivando, almeno così sento grazie al mio istinto animale. ;)

  • SDEI:

    @LETTORI/LETTRICI di SL,

    ci RISIAMO ogni volta che si affrontano i grandi TEMI del nostro VIVERE quotidiano ci DIVIDIAMO in fazioni PRO & CONTRO e il POTERE artefice da millenni del “DIVIDE ET IMPERA” gongola & gioisce;
    a TUTTI i “carnivori” e “onnivori” ai quali ultimi anch’ Io appartengo ancora spero per poco, avendo come obiettivo finale il CRUDISMO FRUTTARIANO,
    ricordo che la RAZZA UMANA per la sua struttura & conformazione biologica masticatoria & gastrointestinale è FRUGIVORA(=FRUTTA & SEMI) è chiaro questo concetto !!!

    Bene fatta questa doverosa premessa “scientifica” rivolta in particolare agli SCIENTISTI CARNIVORI passiamo ora all’ aspetto ETICO/MORALE,
    penso sia del TUTTO giustificata la dura critica che ci viene mossa di ESSERE complici consapevoli ma a volte anche inconsapevoli per IGNORANZA(=IGNORARE);
    delle sofferenze a milioni di ANIMALI sia per le condizioni a volte devastanti presenti in certi allevamenti intensivi sia per quelle crudeli delle macellazioni,
    ha perfettamente ragione chi commenta sottolineando che le carni dell’ animale terrorizzato che sta per ESSERE ucciso si infarciscono di ENZIMI chimici & SOSTANZE metaboliche altamente tossiche che certo bene NON fanno !!!

    Ma allora la DOMANDA logica & razionale che Vi faccio dopo essermela fatta a mia volta è questa,
    PERCHE’ delle PERSONE anche CONSAPEVOLI di procurare tutto questo dolore & pena lo hanno fatto o PEGGIO lo continuano a fare tutt’ ora(!?);
    immagino che molti si atteggeranno a GIUDICI quindi giudicheranno in modo molto severo questo atteggiamento illogico & controverso,
    pochi altri rifletteranno un pò di più e si chiederanno ma cosa esattamente mi sta chiedendo SDEI che scrive nei suoi POST spesso di CONSAPEVOLEZZA & di COM-PASSIONE per ogni VITA e poi si dichiara ONNIVORO anche se in “conversione” !!!???

    NAMASTE’-ALOHA-HASTA SIEMPRE
    SDEI

  • cat:

    ops ! il pc è impazzito ! chiedero ‘ soccorso a qualcuno poi rispondero ‘ volentieri a Sdei .

  • cat:

    @ Domenico Proietti
    ನೋಂ ರಿಎಸ್ಕೋ ಅ ಸ್ಕ್ರಿವೆರೆ ಪೆರ್ಚ್è ಮಿ esce questo a meno che x ogni parola non torno indietro , mi esce una specie di casella . seleziono la scrittura e do ok . vedo che a Roberto succede lo stesso … non sono una cima con pc ma questa è nuova !

  • daniel77:

    Video interessante. Articolo purtroppo non all’altezza del video.

    Il video è interessante perché è la prova provata di un fatto molto triste: al giorno d’oggi siamo arrivati ad un punto in cui non solo i ragazzini, ma anche una persona di 40/50 anni, non si rende conto di quello che sta mangiando. Sa cos’è il maiale, mangia bocconcini di maiale e dentro al suo cervello pensa di stare mangiando qualcosa, ma qualcosa di totalmente diverso dal maiale. Perché?
    E qui di considerazioni se ne possono fare fino alla nausea, peccato che i commenti degli utenti siano andati in tutt’altra direzione.

    Video interessante. Articolo purtroppo non all’altezza del video.

    Il video è interessante perché è la prova provata di un fatto molto triste: al giorno d’oggi siamo arrivati ad un punto in cui non solo i ragazzini, ma anche una persona di 40/50 anni, non si rende conto di quello che sta mangiando. Sa cos’è il maiale, mangia bocconcini di maiale e dentro al suo cervello pensa di stare mangiando qualcosa, ma qualcosa di totalmente diverso dal maiale. Perché?
    E qui di considerazioni se ne possono fare fino alla nausea, peccato che i commenti degli utenti siano andati in tutt’altra direzione.

    Per quanto riguarda l’articolo, il discorso ipocrisia può valere solo per quei soggetti che non hanno le idee chiare su quello che fanno e che mangiano (vedi le vittime dello scherzo).
    Io le idee le ho chiarissime, e non ho problemi a motivare le mie scelte di mangiare animali allevati allo scopo di alimentazione nel luogo in cui mi trovo.

    In primis, sul discorso vegano-vegetariano. Quelli che si dichiarano tali (e hanno tutto il mio rispetto, come del resto tutti gli esseri umani) di solito, messi alle strette, si appellano a un discorso “evoluzione-percorso-ecc..”. Ecco, su questo punto secondo me sta il problema: se il motivo vero è questo, allora bisogna prima chiedersi se il proprio percorso “evolutivo” è esclusivamente di tipo culinario, o se invece la cosa rientra all’interno di un cambiamento più vasto, magari spiritualmente.
    Perché in effetti, di gente vegana e vegetariana, ce n’è ormai un sacco: ma molti di loro sono persone che non si fanno scrupoli a far soffrire (anche direttamente) molti loro simili, nonché sé stessi. Quindi quale beneficio può avere una semplice dieta alimentare, se poi la tua strada ti sta portando comunque all’odio e all’egoismo verso il prossimo?

    In secundis, specifico qual è la mia posizione personale: io sono Tradizionalista (Guénon…) e credo (in aperta contrapposizione con le conoscenze della “scienza ufficiale”) che molto, molto tempo fa, gli esseri umani fossero così spirituali e in armonia con la natura, che forse neanche avevano bisogno di nutrirsi fisicamente. Ma adesso le cose non stanno più così da un pezzo, e se uno come Gesù (che io credo essere Dio) ha mangiato degli animali e non ha mai vietato a nessuno di farlo, allora il discorso vega-vege non mi tocca minimamente e continuo la mia esistenza nutrendomi anche di carni.
    Ovviamente cercando sempre di amare i miei simili, buoni e cattivi, e rispettando (pur nutrendomene) tutti gli animali, con un occhio di riguardo per quelli (che ovviamente non mangerei neanche in casi estremi) con i quali instauro un rapporto di amicizia reciproca (gatti, cani, cavalli, ecc…).

    In ultimo, sul discorso “intensivo” ecc..; è ovvio che tutti dovremmo spingere verso un trattamento migliore degli animali da macello (o da uova, latte ecc…) ma questa è una faccenda legata ai soldi e tutte le cose legate ai soldi sono difficili da cambiare. Negli ultimi tempi, poi, i soldi scarseggiano e gli alimenti del supermercato costano meno di quelli bio, quindi purtroppo tocca ingoiare il boccone e non farsi tante pippe mentali…

  • I.A.:

    ಇಲ್ ಪ್ರಾಬ್ಲೆಮ ಸೆರ್ದೋ ಸಿಯ ಡೆಲ್ ಸಿತೋ….ನೋಂ ಡೆಲ್ ಬ್ರೌಸೆರ್

  • gliese:

    Ma..è il vostro server impallato…..che a sua volta infetta il sito….

  • I.A.:

    @SDEI,
    forse una risposta alla tua domanda potrebbe essere che dovendo L’essere attraversare innumerabili esperienze e prove; deve nascere molte volte, conoscere molte cose, essere uomo, donna, grande, piccolo, per proseguire nel sentiero della liberazione.
    Unicamente concependo la vita soggetta ad un piano di evoluzione può spiegarsi il perché della varietà dei destini umani.
    Tutto quella che succede è una vibrazione che si materializza e dopo ritorna al suo stato primario; il fatto di oggi è il risultato di ieri, ed il lavoro, i pensieri presenti, daranno il suo frutto domani. La miseria, il dolore che l’essere sperimenta oggi, altri l’hanno sperimentato o lo sperimenteranno. Non c’è ingiustizia bensì variabilità.
    Questo piano di evoluzione si chiama Legge di Predestinazione Consecutiva. Questa Legge è ternaria e si divide in:Legge Personale,Legge Causale e Legge Collettiva…
    Il mangare carne rientrerebbe nella Legge Causale che è quella che lega all’uomo e gli fa espiare fatti che non stavano direttamente dentro la sua volontà ma erano dettati per la razza, il luogo ed il tempo nel quale egli ha dovuto vivere.Così le persone che mangiano carne caricano con la responsabilità del massacro degli animali; ma la responsabilità non è più che Causale perché quello rimane circoscritto al piano di evoluzione attuale e dello svolgimento della razza alla quale appartengono…

  • SDEI:

    @I.A.,

    avevo ipotizzato per la Tua riconosciuta crescita & conoscenza “spirituale” che Tu eri uno di quelli che potevano dare una risposta alla mia domanda;
    condivido quello che scrivi sul vero & profondo PERCHE’ di un atto qualunque esso SIA anche “CRUDELE”, come quello di ESSERE complici di milioni di uccisioni di indifese CREATURE come quelle ANIMALI per cibarsene !!!

    Sinceramente NON conoscevo la LEGGE che Tu citi ma ho SEMPRE saputo che il TUTTO, quello che NOI per semplicità definiamo BUONO & cattivo o BENE & male;
    rientra nell’ EVOLUZIONE di ogni ESSERE UMANO che DEVE ripeto DEVE fare delle ESPERIENZE anche le più varie, per poter raggiungere ognuno in TEMPI diversi la propria personale CONSAPEVOLEZZA !!!

    Sia BEN chiaro che questa NON vuol ESSERE una giustificazione all’ ORRORE di questo
    massacro di VITE ANIMALI perpetuato nei millenni,
    ma SOLO una ” profonda” ANALISI anzi RIFLESSIONE sulle motivazioni di certi anomali comportamenti a volte incomprensibili ai più;
    ma allora NON SOLO i carnivori & gli onnivori ma anche i VEGETARIANI a questo punto dovrebbero incominciare a porsi qualche domanda ma la VITA VEGETALE è forse meno importante & preziosa di quella ANIMALE(!?),
    se è affermativo sarebbe UTILE & PRODUTTIVO capire il PERCHE’ una è da considerare più degna di ESSERE vissuta dell’ altra,
    ma in definitiva CHI E’ POI COLUI/COLEI che STABILISCE le PRIORITA’ & l’ IMPORTANZA delle VITE in oggetto !!!???

    NAMASTE’-ALOHA-HASTA SIEMPRE
    SDEI

  • Cat:

    @ Sdei

    Per quanto mi riguarda condivido la prima parte del pensiero di Daniel77, e ammetto il fanatismo di certi vegani: è presuntuoso affermare di “essere nel giusto” anche se si è fermamente convinti delle scelte fatte (esattamente come lo sono i carnivori/onnivori d’altra parte).. La questione è più sottile: la consapevolezza… dipende da quale percorso si è intrapreso e a che livello si è. Mi viene più semplice descrivere questo pensiero con un esempio: una mia carissima amica è animalista “estrema”, attiva all’inverosimile e in certe occasioni “aggressiva”… guai se vede un animale, di qualsiasi razza, maltrattato ma…. fino a pochi mesi fa mangiava carne! Una sera arriva a casa e si ritrova il frigo vuoto. Ci sentiamo e la prima risposta che mi viene (era giunto il momento giusto!) è : mangia uno dei tuoi nove gatti! (ti assicuro che ero molto seria). Puoi immaginare cosa ne è uscito. Non la voglio far lunga, il senso era che se lei avesse trovato un coniglio (simile al gatto) con una zampa rotta in mezzo alla strada avrebbe fatto il diavolo a quattro, ma se l’avesse avuto nel frigorifero senza zampe, testa e pelo “non lo vedeva” (esattamente come ha spiegato Daniel77) . E qui sta il nocciolo della questione: le ho solo fatto presente, ripeto al momento giusto, che lei ama gli animali.. ma li mangiava. Così ce ne sono a migliaia.. Quando (per chi lo fa) si guardano i video non bisogna guardare “la catena della macellazione” ma “gli occhi di questi Terrestri e il loro tremare”. Il TERRORE è evidente, il DOLORE (parliamo anche delle vivisezioni) è lampante.
    E’ il percorso e l’orientamento dell’Ego/consapevolezza che cambia con le informazioni/crescita assimilate nel percorso di questo passaggio: la Signora Silvana, nel suo percorso ha, dal mio punto di vista, un’elevata consapevolezza delle sue scelte (per quanto a me faccia venire i brividi di orrore) ma è decisa… la mia amica, nel percorso che ha scelto/vive era alle “elementari” rispetto a dove è ora: “università”. Il suo Ego/Karma l’hanno orientata (o meglio si sono fortemente manifestati in questo passaggio) e, al momento giusto, c’è stato un salto oserei definirlo quantico.. Naturalmente lo stesso (ma non lo capisco, un mio limite) vale per i carnivori.. io lo ero, ed il mio percorso mi fa sempre pensare: come fanno a non vedere anche loro? E’ il karma e il percorso… da cui provengono le consapevolezze e le rispettive crescite nel bene/male… e qui mi aggancio al commento di I.A.
    Forse avremo modo di approfondire, la risposta alla tua ultima domanda si chiama : “catena alimentare”, ogni Terrestre “dovrebbe” mangiare quello che il suo corpo “naturalmente” esige… e il corpo parla… l’uomo/donna non è carnivoro, altrimenti ti assicuro avrebbe caratteristiche decisamente diverse: tant’è che DEVE “camuffare” il sapore dei cadaveri e eliminare le viscere… a differenza dei “carnivori” che si leccano i baffi.. Ora mi fermo perchè rischio di diventare noiosa/fanatica.
    Un saluto

  • cat:

    @ Sdei
    Una ulteriore considerazione che ho dimenticato molto importante. E’ noto un detto dei Gesuiti: dateci in mano un bambino fino ai sei anni e conoscerete il suo orientamento (loro si riferiscono alla religione)… Sai bene, meglio di me, che questo detto la NWO l’ha applicato “alla vita delle persone” .. basta guardarsi intorno. L’alimentazione è “parte integrante”, se non principale, di questa verità… dagli omogeneizzati in poi…. alimentazione/vaccini/salute/medicine/rimedi chimici/neutralizzazione dei neuroni/zombi …

    Un esempio su tutti in casa nostra: U. Veronesi! Quante migliaia di chemioterapie/radioterapie ha effettuato (o dato ordine di applicare) secondo te nei suoi anni di “uno dei migliori medici d’italia?”…Beh, non farebbe mai fare un vaccino ad un suo famigliare ed e’ vegano.. nel frattempo “avvelena” e sa di “uccidere” centinaia di persone che, a differenza delle sue conoscenze, mangiano alimenti sbagliati… un minimo esempio.. ce ne sono migliaia… come ci sono migliaia di “guarigioni” per chi ha “scelto” un percorso diverso…………… quello che i “primari”, tipo veronesi, conoscono bene.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE