Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Per ulteriori Informazioni e per leggere altri e nuovi articoli dell’Autore: ESCOGITUR.IT

Ricordi la scena di questo film? parti dal minuto 6:00 Ebbene, ci siamo quasi!

========================================

Vedi anche: Ecco come la BCE ci ha “fregati”

Sorpresa allo sportello: se vuoi prelevare più di 2.500 euro devi prenotare. Gli istituti bancari decidono in autonomia le regole interne per il ritiro di contanti

Dal Gioco delle Carte degli IlluminatiPenserete l’abbia ripreso da un sito di controinformazione. No, è precisamente ciò che trovate oggi sul sito di TGCOM
——————————————————
15:37 – Filiale qualunque, di una banca qualunque, tra qualche giorno. Un cliente qualunque arriva allo sportello, accartoccia il numeretto di prenotazione della fila (quello che si usa anche alle Poste e, ormai, dal salumiere e al supermercato) e si rivolge educatamente al cassiere di turno (uno solo perché tutto il resto del personale è impegnato a promuovere investimenti che il piu’ delle volte si riveleranno dei bidoni): “Buongiorno – dice il cliente qualunque – vorrei prelevare dal mio conto 3000 euro”.
“Buongiorno a Lei – risponde il cassiere. – Non può”.
“Perché? Guardi che il mio conto è ampiamente coperto! E poi sono anni che ai primi di ogni mese vengo in banca per fare un prelievo di questa entità”.
“Appunto. Da oggi non si può più. Mi deve avvisare con una telefonata almeno due giorni prima. Prelievi così importanti non sono più consentiti”.
“Eppure – osserva pensieroso il cliente – non ho letto nulla sui giornali. Certo che questa stretta di governo e Guardia di Finanza sui movimenti di contanti sta diventando ossessiva. So benissimo che non posso fare pagamenti cash oltre i mille euro. Ma, pur rispettando la regola, la mia colf vuole contanti, i miei figli vogliono contanti, mia moglie vuole contanti per spese sia di casa che voluttuarie”.
“No, no – dice impacciato il cassiere-. “La GdF o il governo non c’entrano nulla. E’ una disposizione interna”. “Interna?” “Sì da oggi gli sportelli delle banche, di tutte le banche, possono consegnare importi superiori a 2.500 euro solo a chi li ha prenotati”. “Mi scusi, mi faccia capire – replica il cliente colpito da tanto ardire- Io ho un conto qui da vent’anni. Circa 30 mila euro. Sono soldi miei, guadagnati onestamente ed accreditati tramite banca. Non c’è nessun rosso (e, se è per questo, niente nemmeno in nero ). E lei non mi vuole dare i miei soldi? E perché?”
Il cassiere – sempre più impacciato: – Sa, sostiene la direzione generale – tutte le direzioni generali – che il vecchio sistema di prelievo per assecondare le richieste più disparate, ci costringeva a tenere a disposizione una gran massa di denaro liquido. Cosa che ci costava troppo”. “Ah sì? Perché il mio conto qui me lo gestite gratuitamente? Gli assegni me li regalate? I bonifici che ormai sono costretto a fare per ogni pagamento o il mutuo, sono gratis? Se muovo qualche azione o obbligazione voi non ci prendete nemmeno una lira, pardon un euro? E i costi del Bancomat, delle carte di credito, le domiciliazioni bancarie, gli estratti conto (che arrivano sempre due mesi dopo l’emissione…) è tutta roba che mi regalate?” “Non no, ha ragione, ma anche noi abbiamo le nostre spese…”
Al che il nostro cliente qualunque sbotta: “Ogni volta che vengo in filiale mi fate la posta per vendermi qualche fondo, qualche azione, bot o obbligazioni! Vi ho chiarito mille volte che non mi interessano, ma voi, testardi, ogni volta insistete. Quando poi non riuscite a piazzarli chiedete aiuto allo stato, all’Europa, a Bankitalia e sa il cielo a chi altro ancora. Qualcuno che vi dà retta lo trovate sempre. E vi arrivano miliardi sonanti (la Bce ve li avrà dati almeno due o tre volte!) con l’intesa che voi li rimettiate in circolo per finanziare la ripresa!! Invece ve li tenete in cassa e alzate i costi dei mutui alle stelle. Ora non volete ridarmi nemmeno i miei soldi: Ma siete banche o usurai?”
Il cassiere, gli occhi sbarrati, suda freddo e allarga sconsolato le braccia: Mi spiace, sono solo il cassiere. Appunto, e io sono solo il cliente – dice il nostro cliente qualunque che gira i tacchi e se ne va-. In fila dietro di lui una decina di altri clienti qualunque. Per il cassiere si prospetta una giornata infernale. NB: questa surreale scenetta avrà luogo tra qualche giorno in tutte le filiali di tutte le banche italiane. L’obbligo di prenotare il prelievo di contanti per importi superiori a 2500 euro è reale. Ed ogni riferimento a fatti e Enti, non è puramente casuale.
Mario De Scalzi
—————————————————–

74 Commenti a “Banche e vampiri? No, NWO, tutto risaputo! Solo valuta elettronica, via il denaro. Avanti l’”uomo bionico””

  • olligy olli:

    è tanto tempo che lo dico ma la maggior parte dei cittadini non se ne accorge subito e quando le uova si sono rotte la frittata è pronta
    DENARO ELETTRONICO = DITTATURA FASCISTA FINANZIARIA

    questa europa è un mostro di regole contro la liberta’
    e i cittadini se ne accorgeranno solo quando verranno toccati sul denaro

    • Marco:

      Umilmente vi spiego cosa stanno tentando di instaurare e come ci riusciranno.
      Esiste una unica Banca Dati. Noi le chiamiamo Banche. Ma queste esistono solo perchè fa il gioco dei vecchi sistemi: la gente si fida di quella Banca, ci va da tanto tempo, conosce il direttore, il cassiere, c’è pure la fidanzata che lavora lì. Insomma uno standard che rassicura. Ma è anche ciò da cui vorrebbero quanto prima sbarazzarsi.

      Ecco un discorso carpito oggi nelle segrete stanze. La fonte resta anonima per ovvie ragioni.
      “Perchè tante spese inutili, perchè aspettare quando abbiamo già una Banca Dati? Gate ci ha messo a punto un sistema senza rischio di hackeraggio. E’ sicuro al 100%. Cominciamo a togliere tutti i soldi dalle banche, anche il 2% della riserva frazionaria. Basta con questa pagliacciata. Magari gli mandiamo un gruppo alla Cantona ed in un giorno ci sbarazziamo delle banche”.
      “Ma prima…. sì, c’è un prima”.
      “Allora ricapitoliamo”.
      “La Banca Dati è un unico sistema di bit che trasferisce da un nome all’altro dei finti soldi. Sono solo numeri elettronici che si muovono dentro un unico Sistema gestito da pochissima gente. Job aveva capito tutto e aveva anche trovato il modo di controllarci. E ‘ da una vita che ce lo abbiamo avuto contro, sin dai tempi dell’IBM. Abbiamo sistemato anche lui senza dargli alcuna possibilità di contattare quei medici italiani. ‘Sti italiani sempre alla ricerca di innovazione e progetti a basso impatto. Ma va ……. . Ma per la gente quel che conta sono i soldi e valgono per qualunque scambio: si vende e si compra. Si sentono tutti ricchi se possono comprare! Che idioti!!!”
      “Questo la gente comincia a capirlo, ma pensa che siano Banche Dati interne alle loro Banche Sportelli. Ci sono le Carte di Credito, le Carte a Debito (Bancomat), e altre diavolerie un pò più complicate. Ma alla fine ci sono ancora Banco Note che girano e questo rassicura molti, soprattutto gli anziani”. “Ma chi se ne importa degli anziani. Si facessero aiutare dai Bamboccioni. Chiedetelo a quel bell’imbusto di Tommaso Padoa Schioppa a cui piacevano le tasse. Ma ne abbiamo anche noi di cretini che non sanno comunicare. Chiamatemi Montezemolo o il “figlio del Re”, ah ah ah ! Loro sì che hanno capito tutto”.
      “Comunque, il giorno assai prossimo, in cui verrà attuato il Piano Sovversivo di sostituire tutte queste Banco Note, e le Carte di Plastica, e le Banche, lo sa bene Monti come dovremmo fare. Lo abbiamo messo a Capo della Trilaterale in Europa mica perchè è bello. Solo perchè è uno che ha capito il Sistema con quegli anni al servizio del nostro fedelissimo Gianni. Ad essere sincero mi manca, che dici Henry?”.
      “Già tutto pensato ‘mignolo’ (ricordate il cartone dei due topolini che volevano conquistare il mondo? geniale). Infatti, quando sarà il momento, in men che non si dica, facciamo preparare in tutto il mondo delle Leggi ad attuazione immediata, per cui ogni cittadino (quanti siamo 7 miliardi?), verranno accreditati 30mila euro (ma facciamo 23mila, così ci mettiamo la firma come abbiamo sempre fatto) e l’estinzione di qualsiasi debito”. “Ovviamente dovranno accettare un piccolo microchip che sceglieranno dove farselo mettere… no, mica possiamo sempre mettergli tutto in quel posto. Facciamoglielo scegliere questa volta se portarlo sul palmo della mano destra (Mondex un altro che parla chiaro ah ah ah, dopo mi chiamate il Presidente della Motorola per cortesia) o sulla fronte come piace agli Hare Krishna (mi hai fatto ricordare il Dalai Lama che lo devo chiamare per gli auguri di quel suo parente, che intanto alla Reincarnazione non ci ha mai creduto manco lui…), che gli consentirà anche di conservare tutti gli altri dati: codice fiscale, carta d’identità e passaporto, tessa sanitaria, polizza vita ed infortuni, patente per guidare, porto d’armi per chi ce le ha, tessera club del tennis, ecc., ecc., ecc.., anche le misure dell’amante, ah ah ah “.
      “Ecco la mossa. Tenetevi pronti. Regaleremo soldi ed estingueremo tutti i debiti. Sarà un Giubileo e così Obama Husein Dunham, potrà apparire come il Salvatore. Glielo offriamo questo assist? Però poi starà al nostro servizio senza più crisi con la moglie e altre cavolate con i cani della scorta negli hotel, ma per cortesia…. Gli ologrammi per catapultare la sua immagini dal cielo sono pronti con il plasma che mettiamo con l’effetto aerosol in cielo… mannaggia ah ah ah e meno male che c’è Monsanto che finanza tutto, (ma che nome geniale per fregare anche i preti che si fregano i ragazzini, ah ah ah ). Cosa ci può costare a noi che mettiamo su una operazione del genere quando nella propria Banca Dati possiamo metterci l’importo che vogliamo? La seconda Guerra Mondiale a noi, alla fine, non è costata nulla. Facevamo venire con Prescott Bush le SS in America, li addestravamo, gli davamo soldi, armi, industrie petrochimiche, benzina (dammi poi le quotazioni della Standard Oil). Thissen e la IG-Farben facevano da collettori. Dài, che siamo sempre stati capaci di fregare il mondo, con quei soldi benedetti dei banchieri dello Scudo Rosso. RR, come Rolls Royce, come…. andiamo avanti…. Quanti siamo dunque, 7 miliardi. Bene, mi portate una calcolatrice. A questi poi aggiungiamo 100milioni a ciascuno di noi, anzi facciamo 1miliardo che intanto non se ne accorge nessuno”.
      Alla fine della riunione, rivolgendosi a chi gli stava accanto, gli sussurra ad un orecchio: “Ecco perchè, a chi ci domanda perchè li vogliamo sempre più poveri e cosa ci facciamo poi con gente che muore di fame, rispondiamo: dobbiamo pur metterli nelle condizioni di accettare supinamente una regalia del genere, facendotela passare per una cosa mai vista. Se non batti i denti per il freddo, non saprai mai apprezzare una coperta. E chi farà questo sarà considerato certamente meglio di quel Cristo che è solo venuto per farsi uccidere, umiliando quei poveri cambiavalute del Tempio che avevano come unica disgrazia di non possedere le nostre tecnologie. Però, diciamoci la Verità: Dio, mandando il Figlio, ci ha proprio complicato la vita per oltre 2000 anni. Solo i preti potevano prestarci un servizio così completo. Meno male che abbiamo saputo nel tempo introdurre nostri Agenti fin nelle Stanze Vaticane, anzi nel Conclave di Giovanni 23 (e pensare che per prendere quel 23 abbiamo dovuto far diventare antiPapa un Papa vero, ma lì ci voleva l’astuzia di Roncalli). E sono 50 anni, mi sembra l’11 ottobre scorso (2012), 50 anni esatti di quel Concilio Vaticano II in cui sono state approvate le 10 tavole del Piano Seelisberg (che sudata accidenti per abrogare tutti quei punti sul Talmud e su noi “perfidi” Giudei dai Vangeli e dagli Atti della Chiesa). A parte l’incidente in cui è stato eletto Luciani, il resto, è sempre stata tutta gente nostra. Se solo la gente potesse immaginare che come diceva quella bonanima di Paolo ai Tessalonicesi: ‘arrivata l’apostasia e rimosso il Katechon sarebbe arrivato l’AntiCristo!’ Sì, sinceramente, oggi staremo ancora qui a tribolare e forse molti giudei si sarebbero anche convertiti, come l’ex Rabbino di Roma che si è fatto battezzare e chiamare con il nome del loro ultimo Papa, Eugenio. Roba da farmi star male al solo pensarci. Meno male che oggi ci sono Pacifici e De Segni a tener corda, perchè se fosse per il figlio di Toaff con quel libro sulla “Pasque di Sangue”… (sicuri che sia uscito definitivamente di circolazione? Perchè un prete lefebvriano in un video di Youtube lo mostrava fiero in un convegno di cattolici impertinenti). Ma sono davvero pochi quelli che se ne sono accorti di come li abbiamo ingannati; il “piccolo resto” (ma intanto gli abbiamo preparato i Testimoni di Geova da mettergli alle coste per quei momenti e fargli confondere le acque) e possiamo quindi tranquillamente lasciarli parlare, che più parlano più sembrano pazzi e anche poco caritatevoli con il loro Papa (che invece è un nostro Agente Illuminato, pure a Baviera), ah ah ah ah”.
      “Aspettiamo che arrivi questa benedetta guerra, a proposito passatemi Netanyahu, voglio capire a che punto sta con il fronte interno dentro la sua coalizione…. ci mancava pure questa prima di attaccare l’Iran”. “E la Siria ha accettato il Golan??? Mi rispondete per favore?” …” a proposito, avete visto ieri il dibattito? Era ora che il nostro uomo, il 3 volte 6, vincesse almeno un dibattito contro quel pirla di Mitt Romney. Ma si può parlare in quel modo delle donne, che c’aveva un album pieno di curriculum? E sul rovesciamento di Gheddafi, ah ah ah la gente crede proprio a tutto ciò che gli diciamo!” Da domani potete anche far circolare la voce che le Torri Gemelle le abbiamo buttate giù noi. Ci potete giurare che con tutte le menzogne che abbiamo dette in tutti questi anni, l’unica verità non sapranno accettarla e diranno che Bruno Vespa ha cominciato a dare i numeri. Idem per Piero Angela”.
      “Chiama il cinese e digli che dai Laogai ci aspettiamo la produzione a mille di tutto quello che ci serve” “Vedi, dopo la storia dei campi di concentramento, lanciata da quel Cattolico di Hitchcock, che non ha saputo riprendere nemmeno una vittima (che in fondo abbiamo solo eliminato quelli della Torah, ultraortodossi) se non fosse stato per Mao che pochi anni dopo apriva i Laogai, dove andavamo a produrre a costo zero? Così ci siamo dovuti difendere inventandoci la storia delle camere a gas, e pure lì ci si è messo di mezzo un Vescovo alla vecchia maniera, di quelli che pur di dire la verità si fanno crocifiggere”.

  • claudio:

    Approvo il commento di olligy. Tolgo solo la parola fascista.

  • Kibly:

    Salve a tutti e complimenti per il sito, seguo da poco le vs pubblicazioni ma le trovo sempre molto interessanti, oggi ho deciso di postare perchè l’argomento del 3d si occupa di striscio del mio lavoro, ovvero quello del cassiere, il manovale dei soldi…

    Personalmente, pur condividendo in TOTO le vs posizioni su questioni ben piu’ alte come signoraggio, sfruttamento dei ns soldi, capacità di accesso a strumenti creditizi e altro ancora, mi permetto di dissentire da questo 3d per almeno 4 motivi:

    - il fatto di non poter prelevare grosse somme di denaro, non significa che il cliente non abbia la possibilità di spendere i suoi soldi come meglio crede, anzi, per chi non ha nulla da nascondere dovrebbe essere anche meglio in quanto il fornitore di beni e servizi è costretto allo scontrino o alla fattura e al pagamento delle tasse dovute (giuste o ingiuste che siano ma quaesto è altro discorso)

    - il costo per la gestione del contante è diventato altissimo, ricadendo in maggiore percentuale sulla clientela, mica lo paga la banca dai suoi utili

    - il contante, se detenuto in casa, o peggio ancora nella borsa, è “scippabile”, passatemi il termine; l’utilizzo di “carte elettroniche” rende impensabile il borseggio o lo scippo vecchia maniera, certo obietterete, si rubano i dati delle carte di credito, ma il furto ahinoi esisterà (forse) per sempre, diminuirne le occasioni è comunque una cosa apprezzabile

    -la minore presenza di contante scoraggia le rapine, antipatiche situazioni dove il primo a rischiare è sia il cassiere che il cliente disgraziatamente in banca proprio in quel momento

    concludendo; da una parte verrebbe da pensare che tali limitazioni siano tutt’altro che inaccettabili, anzi, considerato il reale valore intrinseco delle banconote, cioè zero, direi che forse questa è una delle misure meno drastiche che ci stanno propinando;

    dall’altro, rimane pur sempre un “allergia di fondo” riguardo a comportamenti impartiti dall’alto senza troppe spiegazioni

    grazie per lo spazio concessomi
    un caro saluto a tutti
    Francesco

    • ugo:

      Quando tutto il denaro sara´virtuale le banche “avranno in mano” la tua vita : con un clik ti bloccano tutto.

    • parusia:

      Francesco (Kibly), sarà appunto quello che dici (che in odore di una società sana e onesta ci starebbe pure) a far protendele la gente, non solo ad accettare denaro di plastica (carte di credito bancomat e similari), ma addirittura a farsi microchippare. Ci pensi, infatti, in una unica carta facilmente posizionabile in un taschino dei jeans o della camicia, non avere il fastidio di un porta-fogli, porta-notes, porta-tessere, porta-chiavi? E su questa card ci sarebbero tutti i miei dati sanitari (per garantire alle assicurazioni che il giorno dopo la stipula non muoia di infarto per una deformazione congenita), identificativi (così possono sempre sapere dove sono), bancari (così in un attimo sanno che tipo di cliente sono già da quando entro nel negozio o in banca), fiscali (tanto per sapere se sono affidabile o no), sportivi, religiosi, professionali, ecc..
      Quando ero ragazzino, mi chiedevo semmai fossero riusciti a inventarsi un modo per entrare in un negozio senza dover passare per la cassa. E pensavo che così si sarebbero evitate non solo le file agli sportelli, ma anche i rischi di rapina. Spiegavo in un altro top che al tempo dei grandi pellegrinaggi i Templari si son fatti ricchi perchè la gente lasciava a monte i propri soldi e li riscuoteva a valle presso altre agenzie degli stessi Templari.
      Quindi la trasferibilità elettronica dei soldi è sempre stata sentita come una necessità per la sicurezza, la comodità, la trasparenza.
      Purtroppo a comandare oggi sono gli stessi che stampano moneta e che non ci rappresentano, che non abbiamo eletto, e che di noi hanno solo una idea chiara e incontrovertibile: siamo carne da macello. Quindi la considerazione da farsi è questa: chi sta nella stanza dei bottoni? Chi ci usa come esche e quindi schiavi? Quale è il loro fine ultimo su di noi?
      Oggi, con soldi in contanti alla mano, avrei potuto compiere ancora alcune transazioni per coprire operazioni che altrimenti, già domani, mi verranno proibite per legge: aiutare un figlio senza dovergli prestare la card, aiutare un poveraccio che non riesce ad arrivare alla fine del mese, ospitare amici o parenti a casa mia senza doverli denunciare alla polizia, ecc..
      Insomma, uno stato di polizia o EuroGendForzeria che può essere instaurato solo se il mondo è in preda al terrorismo (ma non ci sono problemi perchè AlQaeda è stata appositamente creato per questo fine) non solo ci priverebbe della libertà di scegliere se essere microchippati o no (la qual cosa dovrebbe significare che vale solo per chi ha denaro da trasferire e non per chi fa scelte diverse o per i ragazzini e gli anziani infermi), ma anche se essere produttori di ricchezza o no. Perchè dico questo. Se alla fine un numero congruo di esseri umani (e guarda, per me è saltato anche lo schema cittadino, popolo, bandito, fuorilegge, ecc.) decidesse di non riconoscere più quale unità di misura di ogni transazione “il titolare emissore di moneta elettronica” verresti direttamente considerato eversivo. Perchè la loro strategia sarà quella che in qualunque modo tu hai qualcosa da pagare, per il debito pregresso (in un mondo stegocratico ove tutti nasciamo con un debito, tu devi avere il modo di pagarlo). Quindi è pure facile che si inventeranno, per addolcire la pillola, di darci a conto capitale non restituibile, un credito o fido bancario assieme al microchip che ci impianteranno sul palmo della mano o sulla fronte (Mondex, della Motorola).

      Quindi, caro Francesco, il tuo lavoro è lo stesso di chi sta nel bosco e non vede il bosco. La Banca non prende iniziative per conto proprio se qualcuno non glielo consente. Oggi ci fanno sapere che il rischio di non poter prelevare immediatamente i soldi dal proprio conto corrente è dietro l’angolo. Ma se un domani avessimo un microchip, potremmo non incorrere più in questo inconveniente.

      Ecco la situazione. Intanto Monti ha evocato a se Aeroporti, Porti e Energia di pertinenza Regionale. 20 teste in meno a pensare, in caso di “stato di guerra”.

      Ti saluto calorosamente ;-)

      • Kibly:

        Parusia ti ringrazio per l’attenzione, permettimi pero’ di non accettare il tuo giudizio a proposito del mio interevento, quello di

        “chi sta nel bosco e non vede il bosco”

        La deriva alla quale siamo destinati mi intristisce molto, credimi, ma rimango dell’idea che limitare l’utilizzo del contante sia una buona mossa contro l’evasione fiscale, tanto tracciati siam già tracciati fino alla coda, 2500€ difficilmente li avro mai da prelevare tutti in una volta….

        PS: Ma che ci devi fare con tutti quei soldi in contante?!?

        Con rispetto
        Francesco

        • gennaro:

          bè si possono fare tante cose con 2500€

          per esempio oggi io potrei prenotarmi un viaggio alle maldive di 1500€
          pagare il mio avvocato con 500€
          e comprarmi un nuovo pc con altre 500€

          il tutto avendo effettuato un unico prelievo.

          mentre con questa nuova regola di merxx, tutto questo mi costerà 3 operazioni presso la banca, e quindi maggiori costi sul conto corrente.
          Mentre prima non era nessuna operazione poichè il prelievo dei contati non viene considerata come un operazione.

          Sarei comunque curioso di capire se io posso presentarmi in banca la mattina ritirare 2000€ e poi presentarmi il pomerigig oe prenderne altre 2000€ oppure il giorno dopo..

        • Luca:

          Francesco, la tua provocatoria domanda esige una risposta, e vedo che non sono il solo. Ma scusa, io ti vengo a chiedere tu quanto guadagni? Tu cosa ne fai dei tuoi soldi che ti guadagni con quel lavoro che preferisco non definire se no mi vengono solo offese? Ma io vengo a casa tua a dirti quanto puoi o non puoi spendere questo mese? Vengo a consigliarti dove investire i tuoi risparmi? Ti chiedo un documento ogni volta che ti vedo anche se ti conosco da anni? Mi faccio pagare un caffè ogni volta che ti vedo? No, perché questo fate voi in banca, con i Nostri soldi, non vostri, i nostri. Capito adesso? Sei nel bosco e non lo vuoi vedere, perché se no dovresti ammettere che lavori per degli usurai, e quello stipendio che ti danno lo prendono ai disgraziati clienti che per poter lavorare devono per forza fare la coda davanti a voi. Usurai, capisci? Primi che i prossimi esuberi ti passino vicino, cosa che non ti auguro ma succede sempre più spesso, fai uno scatto di orgoglio, visto che ammetti che il denaro e’ stampato a quasi costo zero, mandali tutti a xxgare e cercati un lavoro che procura qualcosa di buono per la comunità, invece di stare dalla parte degli strozzini. Un giorno i tuoi figli ti porteranno molto rispetto per un gesto nobile del genere. Tanti auguri.

        • vale:

          Mi viene da rispondere d’impulso:”Quello che mi pare!!!!” i soldi sono miei e ci faccio quello che piu’ mi aggrada, chiaro il concetto???Non ce l’ho con te , ma con chi vuole a tutti i costi il controllo.

        • diego:

          mi introduco nella piacevole conversazione per indicare come il problema non sta nel quanto prelevare che potrebbe essere giusta la limitazione ma nel fatto che lentamente stiano allontanandoci dal denaro come contropartita del tuo, mio e altrui lavoro il che significa essere dei BANCOMAT viventi per chi non deve neppure più darci nulla in cambio del nostro operato se non un elemento VIRTUALE da loro comandato e sempre da loro gestito: cosa faresti se in una controversia con la tua banca dove credi di aver ragione di azzerassero la carta ? quale il tuo diritto sacrosanto di prelevare indipendentemente da contenziosi ? sai cosa vuol dire se calcoli quanti contenziosi ci sono ogni giorno con le banche da parte di Aziende ? ti chiedi tu cosa sei se campi solo per spendere e basta ? sei una specie di ROBOT al loro seervizio che quando vogliono ti azzerano la carta e tu sei come morta ….:pensaci !

      • coldemano:

        Caro Parusia. Noto con vero piacere che la “gran botta nei testicoli” ti ha giovato molto. In tutti e quattro articoli tuoi (fino adesso) mi sei piaciuto molto. Apprezzo ciò che hai detto. Segno che hai cominciato a vedere le cose veramente come stanno. Bravo. Sono sincero. Ti contesto un venialissimo difettino. Ma credo che con l’andar del tempo riuscirai egregiamente a sormontarlo con il tuo perfetto tempismo, la tua sapiente retorica e con il pò di rabbia e freddezza che ti contraddistinguono. Dovresti essere più dirompente e cattivo quando rispondi ai “franceschi di turno”. Ricordati che siamo in guerra. Questi non-esseri sono come le “nanosonde borg”, all’occorrenza si infilano dapertutto e, un pò sornioni, un pò ingenui e un pò ragazzi di buona famiglia, con melliflua e accattivante modalità di espressione cercano in tutti i modi di plagiare le nostre menti e convincerci che sarebbe giusto ed opportuno agire come loro consigliano(questi serpenti). Cari saluti. C

    • antioppressione88:

      con tutto il dovuto rispetto sig Kibly

      la moneta elettronica mi fa vomitare per il semplice fatto che VOI delle banche CHI DIAVOLO SIETE per avere il mio denaro? sono problemi miei se mi rubano i soldi, farò in modo di proteggerli ma VOI CANI DELLE BANCHE NON DOVETE OBBLIGARMI A DARVI I MIEI SOLDI, LO CAPISCI?

      deve essere una scelta della persona come usare il denaro, in contanti o elettronico, tenerlo in tasca o affidarlo a dei VERMI

      @SL chiedo scusa per i miei toni ma questa storia del grande fratello finanziario mi sta facendo perdere il lume della ragione

    • freak70:

      Kibly secondo me tu non hai proprio capito niente. Quindi secondo te è meglio arrivare a non avere più contante, così eviteremo le rapine, nessuno potrà più evadere fiscalmente ecc. ecc. La tua genialata però è un pò datata ed è stata studiata da quei soggetti che i siti di controinformazione vorrebbero lapidare. Ti consiglio di continuare a leggere e prima di postare certe sciocchezze devi avere le idee chiare.
      Un abbraccio

    • Maksimiljan Kodžak:

      Per non parlare che la moneta elettronica e’ un puro sistema informatico, fatto di codici. E chi gestice questi codici? Anche adesso si clonano le carte di credito… Almeno la banconota la possiedi in maniera materiale, nessuno te la piu’ copiare.
      L’elettronico sarebbe l’ideale per i truffatori… e per le banche, ovviamente… ma non c’e’ differenza sostanziale. :)

    • Ginetto:

      Francesco, tu dici che così si eviterebbero rapine e scippi, e, come definisci i metodi usati dalle banche per maneggiare il nostro denaro? Personalmente temo di più le rapine perpetrate dalle banche quotidianamente. Preferisco essere rapinato da un essere umano che posso vedere e riconoscere (anche se mascherato) piuttosto che da personaggi in vestito blu e cravatta.

      Grazie comunque per il tuo spunto.

      Saluti

    • parusia:

      Kibly, tu non c’entri nulla circa quello che dico nella misura in cui ne prendi però consapevolezza. Direbbe Gesù: “chi ha preso l’aratro in mano, non si volti indietro!”. Parlo di “boschi” perchè un mio amico direttore di banca, e ne ho parecchi perchè ad una certa età stanno tutti ben piazzati, appena gli parli di queste cose, si alza e cambia compagnia. Lui sà che quello è il suo lavoro e la sua vita e non vorrà mai approfondire più di tanto. Con che faccia si alzerebbe poi l’indomani quando i figli gli chiederanno per chi lavora davvero? Credi che io abbia lasciato tutto perchè sono pazzo o perchè non potrei guardarmi più allo specchio dopo tutto ciò che ho toccato con mano? Io sono temuto da molti amici perchè non vogliono che parli di certe cose davanti a mogli e figli, tanto più sul loro posto di lavoro.
      Ma veniamo ai fatti. Mi parli di tasse, di evasione fiscale? Ma tu sai che il Ministero delle Finanze non è altro che la macchina di drenaggio (fiscal drag) dei soldi che i banchieri stampatori di denaro, attraverso le Banche Centrali imprestano ai governi nazionali, privati di ogni Sovranità? Prima della Federal Reserve in America non si pagavano le tasse se non una tantum. Per mandato indiretto della Federal Reserve sono morti due Presidenti Americani. Conosci l’accordo Andreatta Ciampi, seguita all’abbattimento della “corazzata” Baffi-Sarcinelli? Io Baffi lo conoscevo benissimo. I due figli andavano in classe con mio fratello e mia sorella e ha passato a casa mia un capodanno (ricordo un delizioso dolce glassato in verde che aveva fatto venire appositamente dalla sua amata Sicilia). La tua Banca, privata, fa parte come azionista della Banca d’Italia, la quale a sua volta è azionista in quota parte della BCE, che a sua volta fa parte di un meccanismo ancora più complesso che porta dritto ai Rothschild e ai Rockefeller, quelli del Bilderberg e non solo. Tu sei un semplice funzionario di una supersupersuper multinazionale, che finanza le guerre, la debitocrazia, il declino e la morte degli Stati ex Sovrani, la cultura della morte, l’aborto sistematico, lo sterminazionismo, la psyops e l’MK-Ultra, i vaccini forzati, le scie chimiche, l’OGM, le sementi ibridate per spezzare in due le gambe degli agricoltori e degli allevatori, il controllo energetico e petrochimico, la cancropoli e la cronicizzazione delle malattie. Quelli che distruggono le città per poi ricostruirle senza di me, di te e delle povere vittime sacrificali. Ecco perchè dico che queste cose dal tuo sportello non puoi vederle, ma magari leggendoci qui su Stampa Libera (e qui riconosco la tua forza d’animo) non mi stupirei se tra qualche mese ti venisse lo scrupolo di rassegnare le tue dimissioni al direttore e rinunciare a tutto quello che hai accumulato in diritti sindacali per il tuo futuro.
      Il fatto è che siamo in guerra, ed è una guerra totale. E tu devi stare da questa parte, non dove stai ora.

    • sdf117:

      Mi accodo a questo commento.Il problema non è la nuova forma di pagamento (di per sè già il denaro cartaceo o metallico è soluzione simbolica,virtuale e ,lo vediamo,manipolabile) ma la mancanza di fiducia in chi ce lo impone. E il fatto che questo sembri l ennesimo passo verso la virtualizzazione totale dell individuo (e di qui al chip….), con buona pace per il concetto di libertà!

      • sdf117:

        Precisazione al mio precedente commento – mi accodavo al commento di Kibly del 10/10 h 9:02.Ho visto che invece è finito altrove….

  • oracolo:

    E a breve microchip per tutti altrimenti non rivedrai piu’ i tuoi soldi, purtroppo la massa zombificata non riesce proprio a comprendere che e’ tempo di distruzione, e per tutti coloro che ancora professano il bene, il rispetto e la comprensione o l’utilizzo del porgi l’altra guancia dico, non passera’ molto tempo per ritrovarsi nei recinti in attesa del proprio turno e tra l’impotenza e la rassegnazione il grande rammarico sara’ quello di non aver provato a combattere per tempo.

  • Giampi:

    Buongiorno a tutti. Volevo dirvi che questa pratica della prenotazione del proprio denaro a me risulta essere in vigore già da parecchio. A me capitò circa 2 anni or sono, per prelevare 5000 euro (i soldi della liquidazione, sigh) dovetti aspettare, non ricordo se uno o due gg……. La spiegazione che ricevetti sul perchè di questa pratica fu simile a quella esposta nell’articolo.

    • parusia:

      Ogni giorno abbassano l’asticella, finchè pluff …i contanti scompariranno.
      Bisognerebbe scomparire noi per qualche mese (non serve un anno) e al ritorno troveremo moltissime cose cambiate. Quando cambiano lentamente le cose sotto i nostri occhi, è difficile accorgersene. Sotto casa mia molti negozi hanno cambiato insegne, gestione e persino licenze. Non mi ricordo mai che negozi c’erano prima, a parte qualche eccezione perchè magari ci sono entrato qualche volta.
      La nostra testa “mente”. Non si chiama nè “vera”, nè “inverare”. Si perde nei meandri della neuropsicologia, che chi controlla le “menti” appunto, sà come far funzionare secondo i loro comandi.

  • Maksimiljan Kodžak:

    Era gia’ tutto preventivabile leggendo i Protocolli di Sion.
    Gia’ piu’ di cento anni fa prospettavano un moneta unica centralizzata, gestita direttamente dalle banche. Ovviamente, non si fa menzione esplicita di meccanismi elettronici.

    • parusia:

      Protocolli dei Savi di Sion?
      Ti ricordi la trasmissione Enigma condotta da Andrea Vianello?
      youtube.com

    • Maksimiljan Kodžak:

      Si, quelli.
      juliusevola.it

      Ti rendi conto che hanno dovuto fare una trasmissione per denigrarli (i Protocolli)? E’ successo anche da noi con un documentario franecese. Forse hanno paura che qualcuno li legga… cosi’ dicono subito che e’ falso e che semina odio.
      Che ridicolo quel caxxone di Vianello (detto shamashim :D ) prostrato e inginocchiato davanti a quel lercio di Pacifici, che dimostra sempre la solita ipocrisia criminale. E’ un menzognere nato… non e’ casuale che sia capo della comunita’.
      Ma una curiosita’… hanno parlato del contenuto dei Protocolli?

      • parusia:

        Qualcosa sì:
        youtube.com

        Ma screditando la copertina, messa in primo piano davanti alla telecamera, automaticamente si è voluto sminuirne i contenuti come prodotto di un pazzo vecchio.
        Il bello è che quel giorno, senza sapere minimamente della trasmissione, su una bancarella trovai la stessa identica edizione del ’38 su una bancarella a 5 euro. Presi il libro al volo e cominciai a leggerlo tutto d’un fiato. Da far venire la pelle d’oca perchè non esiste un piano militare, di strategia stay- behind/gladio, eversione, propaganda, legislativa, di drenaggio fiscale e depauperamento che non sia totalmente aderente a quel che sta scritto nei Protocolli. Invece di commentare i contenuti, bastava leggere due righe, dico due, per accreditarlo come VERO. Ma questo non lo fanno mai, solo per attaccare i nemici gentili o cattolici. Peccato che però hanno usato un cannone per colpire una mosca, e questo ha suscitato perplessità almeno su i più avveduti.

  • Propongo l’operazione “Mi riprendo i miei soldi”

    Una semplice iniziativa che prevede i seguenti passi:

    1) Tra il 16 e il 18 di dicembre del 2012 (non troppo prima) tutte le persone che hanno disponibilità sul proprio conto, telefonano alla propria banca avvisandola che il 21/12/2012 passeremo a ritirare una quantità di contante, in base alle proprie disponibilità, dai 3000 Euro in su.

    2) Il 21/12/2012 mattina, ognuno si reca presso la sua banca per prelevare i propri soldi.

    3) Appena avremo in mano i nostri contanti (se li avranno da darci), ce ne mettiamo in tasca un po (100/300 euro) e il resto lo ri-depositiamo sul nostro conto, in modo da non correre rischi di furto.

    Tanto a quel punto lo sopo dell’operazione è già stato raggiunto, le banche tutti quei soldi probabilmente NON li hanno, sono curioso di vedere come reagiranno.

    Si accettano suggerimenti per migliorare e divulgare questo piano.

    Ciao
    Dario

    • gino:

      L’ingenuo che scrive che la carta elettronica serve a scovare gli evasori non ha capito nulla.
      Gli evasori dormono sonni tranquilli,hanno già patrimoni di appartamenti che affittano agli extracomunatari.ormai possono dimostrare al fisco che i loro proventi provengono dai cospicui affitti.Nessuno gli va a chiedere come hanno fatto a comprare centinaia di appartamenti.
      La carta elettronica serve solo a fare indebitare i disperati,guardate gli USA,e fare arricchire le banche.
      Il Monti sta distruggendo il paese,ormai annichilito senza nessuna reazione da parte di sudditi zombi.

    • parusia:

      Dario, ti ricordo questo: “L’iniziativa promossa da Eric Cantona, ex calciatore francese, di protestare contro il sistema bancario esortando ciascuno di noi a ritirare i propri soldi dalle banche è stata bollata dalla stampa come un flop…”
      disobbediente1.blogspot.it

      • Luca:

        @parusia, il link rimanda a questa stessa pagina. Comunque grazie per avermi fatto scoprire un blog interessante. Sul tema di eric cantona e dell’iniziativa di ritirare contanti in massa la mia idea e’ che la stampa lo abbia affossato in quanto va troppo contro gli interessi delle banche. Non so se in Italia sia fattibile, bisogna sentire il parere di un avvocato. Se ce ne sono fra i lettori, sarebbe utile sapere se nel momento in cui la banca finisce i contanti, si può rifiutare di pagare il legittimo prelevante. O se quest’ultimo può denunciare la banca per insolvenza. Allora diventerebbe una bella lotta politica, più ancora che economica. Ma da come siamo messi in Italia, nutro grossi dubbi che si riesca a far qualcosa del genere. Forse nei paesi dove le class action funzionano, magari. Come in tutte le rivoluzioni, bisognerebbe essere in tanti e tutti uniti. Ma la speranza di poterlo fare un giorno, rimane forte. Saluti.

        • parusia:

          In teoria, Luca, le Banche possono fallire eccome. Infatti la BCE e la FED i soldi non li metteono a disposizione della gente a costo zero o quasi (1%), ma delle Banche, per non farle fallire. Voglio perchè che ti goda questo esilarante spezzone, sconosciuto ai più. Non guardare il primo filmato, o meglio solo dopo aver visto la parte integrale, perchè nel primo c’è una censura voluta. E capirai dopo.
          youtube.com
          youtube.com (versione integrale)

          Questo filmato è consigliato anche a palati raffinati.

    • Luca:

      Dario scusa mi mi sembra che manchi la logica. Se li avvisi prima sono obbligati a farteli trovare. L’idea, che poi era quella del calciatore francese Cantona, riportata sotto anche da parusia, era di ritirare in tanti insieme nello stesso giorno e stessa filiale, ma senza preavviso. Motivo? Se il contante finisce, e non ne tengono poi molto in cassa, il primo che si vede rifiutare il prelievo si rivolge alla forza pubblica e fa mettere a verbale lo stato di insolvenza della banca. Se possa funzionare o meno in Italia, bisogna chiederlo a un avvocato. Ma l’idea mi piace parecchio, anche se la migliore e’ quella di togliere tutto dalle banche e farne a meno, per quanto possibile. Lo sapevano i nostri saggi antenati contadini, ai preti e alle banche non dare mai soldi se non vuoi pentirtene.

      • parusia:

        Luca, secondo la “riserva frazionaria” o “signoraggio secondario” loro, gli USURAI LAGALIZZATI, in banca devono tenere solo il 2%. Ecco perchè andando tutti insieme a prenderci il 100% faremmo fallire la Banca. Ma loro -con l’appoggio dei Governi di Goldman Sach si sono attrezzati con questo strumento che lo stesso Kilby che lavora in Banca non conosce.

      • con questa nuova legge (>2500) sei obbligato ad avvisarli prima, ma questo non importa, tanto loro i soldi non li hanno se tutti vanno a riprenderseli lo stesso giorno, in 2 giorni non riuscirebbero a stamparli tutti.

        A chi poi sostiene di ritirare tutti i soldi dalla banca rispondo che, IMHO, non è più possibile fare a meno della banca: come faresti a ricevere i pagamenti delle tue prestazioni e a pagare il fisco senza banca? … o tutto o niente. O lavori in nero e ti fai pagare in nero e sei un nulla tenente … o per il momento la banca è necessaria, l’importante è lasciarla vuota il più possibile.
        Ciao
        Dario

  • Kuma:

    Togliere tutti i nostri risparmi da queste maledette banche sarebbe la risposta risolutiva.

  • andrea'65:

    Basta lamenti, tiriamo fuori il “ferro” e digrigniamo i denti

  • Mark:

    Confermo……successo proprio l’altro ieri in posta!

  • Macska:

    Io ormai da tempo ho preso provvedimenti! Nessun denaro a questi ladri, 1bel buco in giardino e avrai sempre tutti i contanti che vuoi! qualsiasi somma ritiro immediatamente!

    • parusia:

      La Lira fino al 2013 avrebbe avuto ancora corso legale. Monti salito sul trono pontificatore ha subito decretato fuori legge la nostra moneta sovrana (se ancora si poteva dire così).
      Tra poco anche l’Euro sarà messo fuori legge da loro stessi. Però noi dovremmo, a questo punto, tenercelo stretto, perchè potrebbe nascere un mercato valutario parallelo, fatto di contanti e alle nostre condizioni: non più a prestito con interessi, ma a credito senza interessi. Così potremmo risparmiarci anche di doverli stampare. Ovviamente faremo in modo di annullarli (solo teoricamente). Se ci chiedono qualcosa, basta dire che per noi sono un ricordo e al massimo un gioco.

  • Ginetto:

    Mi chiedo perché hanno accostato le banche ai vampiri. Questi sono simpatici animaletti (seppur bruttini) che rappresentano una delle più alte espressioni della natura con il loro sistema di eco localizzazione; una meraviglia che nemmeno il più esperto e raffinato scienziato umano potrà mai lontanamente imitare con il più sofisticato degli apparecchi. Per non tacere che i pipistrelli, classe a cui appartengono i vampiri, hanno un sistema sociale “interno” di grande solidarietà reciproca alimentando i più deboli del gruppo con il loro sangue.

    Quelle creature sono l’esatto opposto delle sozze banche e, soprattutto, banchieri, autentica espressione dell’ “homo homini lupus”; quanto di più falso, inutile, anzi dannoso, che il lato perfido, rabbioso e negativo di quella parte malata della società umana (l’esatto contrario di quella dei pipistrelli) abbia potuto ideare in uno dei momenti più bui della sua già buia, in generale, storia.

    Se per vampiri si intendono invece quegli esseri fantasiosi inventati da uno scrittore e quindi entrati nel mito letterario in funzione lusoria (per quanto un po’ macabra, ma nel complesso anche divertente nella sua assurdità), che in uno stato di morte sospesa succhiavano il sangue delle persone per mantenersi in quella condizione: il confronto continua a non reggere. Perché quelle figure sono irreali, inesistenti, fantasiose appunto, mentre le banche sono una tragica realtà che danneggia, fa prepotenze, come il cancro metastatizza, penetra nelle fibre sane della società e le avvelena fino a necrotizzarle.

    Gli anticorpi per quelle escrescenze malate siamo noi, uscendo dalla nostra ignavia e nel ribellarci, togliere loro la linfa, cioè il denaro.

    Grazie a Tutti.

  • OBBLIGO DEL BANCOMAT – dal WEB

    Il Bel Paese riesce ancora a sopravvivere grazie a quei tanti cittadini che campano di espedienti o di lavoro nero.
    Sguinzagliare un esercito di scagnozzi, che non ha paragone nel resto del mondo, per controllare scontrini e pagamenti tramite bancomat, solo aggrava il peso fiscale dei contribuenti.
    I veri evasori, compresi quelli facenti parte dell’apparato statale, non hanno bisogno del bancomat per gestire i loro affari. Essi si scovano verificando i tenori di vita e il modo in cui si realizzano certi patrimoni, i quali, se realizzati in modo lecito, non sono da tassare perché già tassati all’origine.
    Come avviene in tutti i paesi civili, le tasse si pagano sui redditi e non indiscriminatamente persino a chi vive sotto la soglia della povertà.
    Questi sedicenti tutori delle istituzioni che intendono imporre il “conto corrente” persino ai pensionati sono solo dei rapaci mistificatori che vogliono dare il colpo di grazia a quei cittadini che, purtroppo, sono la spina dorsale dello Stato, portando così il Bel Paese verso una pericolosa guerra civile.
    – da COCOMIND.com
    La voce del dissenso

  • Gustavo Masoni:

    mercatoliberonews.blogspot.nl

    ot, ma interessante se troviamo conferma.

  • Giuseppe:

    Mah…
    Il discorso di recuperare il contante dai conti correnti e metterlo sotto il materasso mi lascia perplesso: perchè il proprietario di quei pezzi di carta non siamo noi ma la banca privata che lo stampa per nostro conto; ovvero noi non siamo nemmeno padroni della ricchezza che produciamo!
    Per favore smentitemi!

    • Funboy:

      Il denaro dovrebbe essere per sua natura un mezzo di scambio della ricchezza e quindi neutro.Essendo il sistema monetario ormai fuori controllo , questa affermazione non è piu’ valida in quanto il denaro viene utilizzato come Fine e non come Mezzo.

  • Funboy:

    A quanto pare sembra che nessuno sappia che i soldi che ha depositati in Banca non sono soldi propri .
    Quando uno apre un conto cede denaro fisico a favore di un Credito .
    Il denaro formalmente è della Banca…ma la maggior parte della gente a quanto pare non sa queste cose e mi sa che molti rimarranno con il cerino in mano…
    La banca diviene debitrice del cliente…ma cosa succede se il debitore è insolvente e se la BCE chiude i rubinetti dell’Interbancario?A breve lo vedrete sui vostri schermi…

  • Luca Martinelli:

    e va bene, prenotate e ritirate quello che vi pare. E’ un falso problema.

  • NEO:

    E che risposta vi aspettavate da un povero schiavetto rincretinito che dipende con il suo stipendio dalle banche.
    Noi non dobbiamo avere paura dell’elite, ma di questa rumenta senza palle. Pur di uscirne col culo salvo, ci venderanno x un cent.
    Qualcuno parlava di tirare fuori il ferro, cmq chi può lo tenga ben oliato.
    Presto la fantascienza sarà realtà.,

  • maya:

    siete fuori strada.

    quei soldi NON SONO VOSTRI. li avete tutti presi in prestito dalla BANCA.

    tutto il denaro circolante sul pianeta e’ stato creato dalla banca e prestato alla gente, quindi il proprietario del denaro e’ la banca e voi siete solo utilizzatori.

    ogni volta che dite “il denaro e’ mio e ci faccio quello che mi pare” SBAGLIATE.
    credevate fosse vostro, non lo e’. e’ vostro il valore che quel denaro rappresenta ma non il denaro in se’.

    • parusia:

      Maya, questo lo sappiano tutti. Grazie comunque d’averlo ricordato!
      Il fatto è un altro.
      Quando Kennedy nel giugno 1963 emanò L’Ordine Esecutivo 11110 per far tornare i soldi in mano pubblico e quindi far sì che la banconota appartenesse al cittadino (in quanto era come possedere argento) a valore nominale anche secondo le convenzioni di Bretton Wood, non solo fu ucciso, ma presto i Bush Prescott riuscì a riportare in carreggiata Nixon che era stato precedentemente sconfitto dallo stesso JFK (e che morrà a novembre dello stesso anno in cui ebbe “Il Coraggio delle Idee” di sfidare le forze primordiali della natura, il flusso ed il riflusso, il giusto equilibrio biologico, il sistema dei sistemi, interdipendente dominio dei Dollari, l’arsenale, anzi, l’atomica, anzi la subatomica… della Federal Reserve)
      youtube.com
      C’è però un dato di fatto. Loro le banconote le bruciano di continuo perchè lo scopo non è tenerle in circolazione, ma farle a mano a mano scomparire sostituendole con la moneta elettronica
      youtube.com
      Lo scopo di distruggere le banconote è proprio quelli di impedire che si formi un mercato parallelo, clandestino, con le loro stesse banconote e ancor peggio con le monete (il cui signoraggio primario resta ai Paesi coniatori) o delle piccole banconote come accadde con le 500 Lire di Moro e per la qualcosa (forse anche per il Petrolio della Basilicata e della Sicilia che portò avanti con Mattei) fu condannato a morte (le Brigate Rosse erano una invenzione CIA molto ben documentato nel film Piazze delle Cinque Lune)
      youtube.com
      Quindi l’ideale sarebbe che quei soldi, anche a costo di rimetterci, li teniamo per un mercato parallelo, annullandoli

      —————————————-
      Ricordiamocelo sempre: “Si muore quando si è lasciati soli”
      youtube.com

  • relogos:

    Scusami Francesco Kibly, ma delle cazzate che scrivi te ne rendi conto oppure solo perchè gli altri non capiscono quello che scrivi e di conseguenza te lo danno per buono ti piace dire roba senza senso?
    mi ci vorrebbe un quarto d’ora almeno per rispondere per bene al tuo post dove dissenti da questo 3d per le ragioni che hai detto proprio perchè spiegare il motivo per cui una stupidaggine è tale è faticoso e richiede più tempo che rispondere ad un commento assennato..
    però cercherò di farla breve cercando di far almeno intravedere i motivi per cui scrivi senza pensare…
    prima di tutto il fatto di prelevare grosse somme di denaro(se poi per te 2.500 euro sono grosse somme probabilmente non hai a che fare con la vita reale o non sai cosa significa sostenere una famiglia o UN’IMPRESA) LIMITA il mio DIRITTO di disporre dei miei beni, mentre tu dici che non disporne non significa che non si possa spendere i soldi come meglio si creda…non credo ci sia bisogno di spiegare questa contraddizione a meno che non si abbia a che fare con un bimbo(la mia cugina di 5 anni lo capirebbe al volo)
    Se ne capissi davvero un po’ di economia ti accorgeresti dell’immane stronzata che hai detto dopo la prima…il cliente paga il servizio, colui che concede il servizio deve pagarne i costi per renderlo disponibile, E’ UNA DELLE REGOLE BASE DELL’ECONOMIA..e per dirla tutta il costo per la gestione del contante è diventato altissimo per loro volere, PERCHE’ I COSTI ALTI NON TI PERMETTONO DI EVOLVERE IL SISTEMA DI GESTIONE FINANZIARIA E MANTIENE LO STATUS QUO…ogni banca ha la propria strategia di disposizione di contante, la strategia base è quella di disporre di una parte di denaro molto flessibile, una parte mediamente flessibile, ed una parte poco flessibile usata generalmente per operazioni più grosse..le percentuali cambiano in base alla tipologia di clienti a cui si rivolge principalmente la banca, quindi il costo della gestione del contante dipende da molti fattori, e se la banca decide di finanziare operazioni al di sopra della propria capacità di disporre denaro a discapito del diritto incontestabile del cliente di prelevare deve intendersi come un disservizio..potrei paragonarlo per rendere il concetto più accessibile ad una mente semplice ad una discoteca con capienza massima di 5000 persone che però vende biglietti a 10000..ovviamente il servizio sarà di minore qualità però la discoteca a fine serata si ritrova inevitabilmente con il doppio dei guadagni…
    la terza cosa che hai detto è l’unica con un po’ di buon senso in quanto è verissimo che diminuirebbero rapine e scippi, d’altra parte è il corso dell’evoluzione diminuire costi e rischi…difatti l’idea di dematerializzare il contante è vantaggiosa per tutti(tranne per chi stampa ed emette moneta) ma è solo uno strumento, come le stesse banche, dipendono dall’uso che ne fai i frutti che ne ricaverai..ovviamente se l’nwo decide di ficcare un idchip nella testa di tutti e creare un sistema di moneta elettronica non è per alti ideali o per scopi che vadano a favore del popolo…l’evasione fiscale non viene eliminata semplicemente togliendo la moneta cartacea, in quanto i paradisi fiscali continuerebbero ad esistere e sei stupido se pensi che i buchi di bilancio vengano fatti dal negozietto sotto casa che ti toglie la cocacola dallo scontrino per risparmiare qualcosina, ma dai miliardi di miliardi che le imprese di livello internazionale nascondono e depositano fuori dall’italia ogni anno!!!per non parlare delle “magie” che puoi fare sui bilanci d’esercizio…per ultima commentiamo l’ultima eresia che hai detto e con la quale chiudo, cioè: ma cosa ci fai con 2500 euro? Guarda che c’è gente come liberi professionisti e piccoli imprenditori che hanno da dare stipendi a 3-15 dipendenti oltre ad avere tanti altri costi aggiuntivi che non puoi pagare se non con il contante..ma comunque già il solo giustificare questa cosa dicendo “eh non si può prelevare più di 2500 ma tanto tu che te ne fai di tutti sti soldi?” è parlare da pecoroni..quali sono il 90% della popolazione..

  • Bettola:

    @ Kibly
    Hai scritto questo: personalmente, pur condividendo in TOTO le vs posizioni su questioni ben piu’ alte come signoraggio, sfruttamento dei ns soldi, capacità di accesso a strumenti creditizi e altro ancora, mi permetto di dissentire da questo 3d per almeno 4 motivi…

    Ti sei contraddetto in neanche 4 righe.

  • LungaVitaAlPiccioneCagatore:

    Ho dato disposizioni di estinguere il conto corrente presso la banca SANPAOLO INTESA (liquidi + obbligazioni bancarie + fondi d’investimento) perchè troppo esoso, e riversare tutto sulla banca ING DIRECT esente da commissioni.

    Alla fine ci sono riuscita! Sono contenta.
    Ci hanno messo solo quattro mesi, durante i quali mi sono recata in banca una decina di volte per sollecitare l’operazione, perchè loro si dimenticavano.
    La penultima volta sono entrata con una tanica di benzina urlando come una pazza e minacciando di dar fuoco alla banca. Ebbene li ho convinti.

    • Lino Bottaro:

      mi sa che è caduta dalla padella alla brace cara piccione…

    • parusia:

      Piccione, le auguro anch’io lungavita,
      ma questa volta se proprio non le mandano tutto l’equipaggiamento militare a casa, comunque lei si è infilata in prima fila fra i finanziatori di tutte le guerre e sopraffazioni da qui ai prossimi anni. Se avesse chiesto di versare i soldi ad una fondazione come la mia, le sarebbe stato letteralmente impossibile. ;-)

  • NEO:

    Appena arriva lo stipendio, nel giro di 2 giorni ritiro tutto, lasciando solo ciò che va via in automatico.
    Vogliono eliminare il contante proprio x eliminare il pericolo di prelievo di massa, e il rischio di fallire. Non essendoci più soldi, loro avranno la nostra vita definitivamente nelle mani (sotto i piedi).
    Domanda: ma sa io voglio fare l’elemosina ad un senzatetto, gli devo fare un bonifico?
    Cmq la cosa più difficile sarà convincere coloro che credono che sia tutto x la nostra sicurezza, e che saremo avvantaggiati.
    P.S. Chi è disposto a cedere parte della sua libertà x un pò di sicurezza in più, non merita né una né l’altra.

  • NEO:

    P.S. La situazione migliore è proprio la mia, tanti (ma tanti) debiti, e un ..azzo da perdere.
    Niente di proprietà, e niente pignorabile….

    • sandra:

      Ciao Neo :-) , hai ragione, di questi tempi la tua è una situazione ottima, ma ce n’è una migliore, per esempio uno senza debiti che lavora in nero, non possiede niente e sta in affitto… insomma, uno che la notte dorme proprio tranquillo..

      • NEO:

        Stai tranquilla cara Sandra, io dormo tranquillissimo.
        Tanto non sono io che devo dei soldi alle banche, ma le banche che avanzano dei soldi da me.
        CHE NON AVRANNO MAI……

      • parusia:

        Sai chi devi ringraziare per questo, se non sei perseguibile dalla Legge? Sant’Antonio da Padova. Pochi sanno che fu un grandissimo legislatore. E quando cominciarono a presentarsi casi di inadenpienti presso i creditori e le banche, lui formulò un testo, ancora oggi vigente, secondo cui, chi non ha nulla da esigere al creditore, deve essere lasciato in pace, in quanto non può dare se stesso che tanto gli serve per procurarsi il minimo del sostentamento vitale. Questa considerazione, in realtà, proviene dallo stesso Vangelo, dove Gesù, chiamato da un giudice a risolvere il caso intricato di un debitore che aveva con se solo un mulo, e che togliendoglielo, non avrebbe potuto procacciarsi i soldi per estinguere il debito. Così Gesù suggerì di lasciargli il mulo perchè potesse ricostruirsi una vita decorosa e dignitosa.
        Questo caso dovrebbe insegnarci molto. Le Patrie Galere, infatti, non possono essere riempite di gente che mai potrà estinguere il debito. Troppo costerebbe allo Stato e ai cittadini.
        Quindi bene faremo tutti a non curarci di questi ladroni usurai. Dall’altra parte, è chiaro che anche loro smetteranno di fidarsi (nonostante le mille precauzioni che hanno sempre preso) e come succede, hanno smesso da tempo di erogare prestiti.
        La legge infatti prevede che in assenza di un lavoro, di una proprietà, o persino in presenza di un guadagno minimo, il debitore non sia tenuto a pagare e tantomeno al sequestro del quinto dello stipendio se sotto la soglia minima o pari a quella di povertà, se non soddisfacente a essere considerato nella media del potere di acquisto. Conosco bene questi casi, perchè ho consigliato molte persone che ancora mi stanno ringraziando. Fatevi anche voi latori di queste istanze, perchè sono molte le persone che non conoscendo i propri diritti, si mettono sull’argine dell’abisso del possibile suicidio.

  • Vincenzo Vecchione Ordoñez:

    La ragione evidente di tale misura é quella di ridurre progressivamente il circolante , da lungo tempo insufficiente a coprire le esigenze dei clienti , sará presto sostituito dalle carte (per la banca meno costose e piú economiche )vero corrispettivo dei file su cui corrono diariamente trilioni di euro assolutamente inesistenti . Ció che lascia perplessi ,é che in un momento cosi delicato della vita del paese , questa misura colpisce direttamente l’economia sommersa , che nel sud costituisce quasi il 50% e nel centro nord sicuramente piú del 25% , é un colpo basso alle fasce di lavoratori piú disagiati che pur di non morire di fame accettano di lavorare in nero ; penalizza inoltre brutalmente due settori trainanti , spina dorsale della nostra tormentata economia , giá duramente provati dalla recessione ,gli imprenditori agricoli e gli artigiani ; é chiaro a questo punto che le intenzioni dei banchieri ,sono quelle di precipitare sempre di piú la nazione nel baratro , fino a che l’unica via d’uscita sia cedere la riserva aurifera…? Probabilmente siamo vittime di una specie di mostruoso esperimento sociale , “premonisco”dietro queste misure l’intento di disaffezionare le masse , non all’uso della cartamoneta bensí all’euro ; sarebbe piú facile dopo convincerci all’uso di una moneta eletronica globale , da lí al microcip il passo é breve ! Novus ordo seculorum il giocoé fatto …

    • W:

      Bravo Vincenzo.
      Ci hai preso in pieno. Siamo le cavie di un esperimento mostruoso.
      La distruzione della società non può essere causata solo da criminale incompetenza o da ostinata cattiveria. Ci deve essere un progetto dietro che noi non riusciamo a vedere.

      Ma forse nel famoso libretto dei “savi anziani di sion” c´è scritto…

  • gastone:

    la contraddizione fondamentale dei 4 punti si riduce sostanzialmente in un concetto semplicissimo, corredato del suo patetico tentativo di “vendere” alla povera gente (ma di questi tempi bisignerebbe parlar di farlocchi e beneficiari netti della tassazione) le motivazioni sufficienti per digerir quest’ordine perentorio del sistema bancario a voce dello stato.

    il vergognoso, ancorche’ ultra vires, meccanismo della riserva frazionaria consente alla banca di moltiplicare i titoli di proprietà dei singoli depositi.

    sostanzialmente 1000 euro di deposito consentono ai maghi della banca di cavarne 49000 dal nulla prestando i 1000 e tenendo in deposito il 2% (attuale) 1000/2% = 50000 intitolando matematicamente una quantità di persone allo stesso denaro , dai quali caverà esentasse una fetta consistente di interessi che andranno a costituire, grazie al lavoro sapiente delle clearing house ,denaro inesistente in quantità tali da giustificar posti come le caymans , paradisi utili tramite quel parafulmine che ormai è diventata la famosa fuga dei capitali, meglio conosciuta dai più con l’idiota concetto contraddittorio di evasione fiscale.

    stringiamo. le vacche grasse sono finite il credito evaporato il”giocattolo” della r.f. è andato in reverse

    ogni 1000 euro del depositante ignaro prestati n. volte ad altrettanti ignari beneficiari per un tot.di 50000 euro , deve rientrare, pena l’insolvenza istantanea.

    esattamente quella in cui si trova l’intero sistema bancario, senza scomodare gli immensi movimenti of balance, dal 2008, ma continuamente rintuzzata da trilioni di denaro contraffatto dalle b.c.

    questo significa che istantaneamente il sistema bancario è costretto a ritirare montagne di denaro mettendo sul lastrico aziende micro, piccole, medie, grandi (e qui ci fermiamo perchè le big le hanno loro), praticamente spingendo l’intera economia in bancarotta, esattamente quella che dovrebbe sopportare lui se non ci fosse lo stato dietro.

    questo significa che istantaneamente si ritrova in portafoglio una quantità equivalente ai prestiti erogati di asset presi ai beneficiari dei prestiti che ora non hanno più nulla.

    questo significa che la banca ora ha un sacco di asset ma non ha più i denari per continuare a moltiplicar soldi per coprire le immense voragini aperte nei suoi bilanci extra (of) dai suoi scellerati contratti cdo cds mbs e una pletora di altre tipologie ancora.
    la banca ha sostanzialmente finito i denari. cosa fare?
    semplice : la volpe(il sist. bancario) costringe con l’aiuto de gatto (lo stato) e il suo apparato coercitivo a trattenere i denari del popolo per evitare che il giocattolo della r.f. già inceppato si rompa del tutto, con conseguenze inimmaginabili a carico di un eventuale futuro sistema monetario che non potrebbe più estrarre ricchezza in modo fraudolento dal popolo. dunque quei pochi conti rimasti in piedi dentro il sistema bancario ( per forza) sono nient’altro che l’ultima boccia di flebo rimasta attaccata ad un moribondo tentando di evitarne il decesso.

    Il risvolto patetico è che con la soppressione del denaro contante , attraverso quello elettronico si passerà automaticamente a riserva 0% con il risultato di avere a disposizione la capacità di espandere la moneta all’infinito rendendo di fatto la stessa una istant commodity da spendere prima che tramonti il sole che DIO ci manda , pena la perdita totale del lavoro quotidiano…come dite? quello degli anni precedenti?

    devoluto inconsapevolmente e gratuitamente ai moneylord .

    sicurezza, comodità, facilità, risparmio dei costi del conio, tracciabilità etc. etc…..
    un orgia di retorica.

  • ScienzaObsoleta:

    E’ da almeno due anni che nella banca dove ho il conto non si possono fare prelievi sopra i 2000 euro senza prenotazione.

  • felicetto:

    bla bla bla: alle proposte oscene come:” non si può”; “la legge lo vieta”; “deve prenotare per somme così alte”, “bene, facciamo un assegno circolare” ;”sa, devo fare la segnalazione alla D.I.A., non so a chi deve darli” si va in banca e ci si impone così come fatto in pratica: “NON DEVO fare pagamenti, NON ESISTE nè in cielo nè in terra che mi si faccia l’assegno circolare. MI DEVE DARE I CONTANTI perchè la legge dice che i pagamenti oltre i 1000€ devono essere elettronici, invece io le sto ORDINANDO E IMPONENDO di RESTITUIRMI ALL’ISTANTE IL MIO BENE dato che lei NON MI STA PAGANDO, i soldi CHE IO LE HO GENTILMENTE PRESTATO ALLA RISERVA FINANZIARIA DEL 2% sono miei e intendo TASSATIVAMENTE rientrare NEL PIENO ED ESCLUSIVO POSSESSO DEL MIO BENE E NESSUNA LEGGE LO IMPEDISCE. devo prenotare? benissimo, vedi di spicciarti a darmi l’appuntamento perchè non puoi sfuggire, devi FARMI RIENTRARE IN POSSESSO DEL MIO BENE ALTRIMENTI PARTE LA DENUNCIA PER APPROPRIAZIONE INDEBITA e non puoi fare niente per impedirmelo.
    DETTO e soprattutto FATTO, ragazzi dovevate vedere le facce dei cassieri e dei due direttori di anocredit……….

    • parusia:

      Ottimo. Ma dimmi una cosa: tutto questo per quanti soldi?
      Sii sincero. Perchè se gli avessi chiesto più di 3000 avrebbero chiamato direttamente l’EuroGendFor o la neuro perchè incapacità di intendere e di “non pretendere” ;-)

      • felicetto:

        non c’è motivo che Ti rimanga la curiosità. basta farlo, altrimenti rischi di non sapere mai come va a finire. non hai che da provare per credere.

  • Gaia:

    La Soluzione?Ognuno si gestisca i propri soldi e li metta sotto il “mattone”…..

  • Ale:

    Sono tornato ora dalla posta,ho prenotato i miei soldi,mi e’stato detto che se porto a casa una cifra troppo elevata,il giorno dopo mi arriva la finanza a casa……
    La finanza? E che viene a fare? A contarmi i soldi?
    O vogliono sapere che ci devo fare? O da dove arrivano?
    Ragazzi,roba da “ai confini della realta”

    Comunque,secondo me ci sono molti segnali,forse troppi,che qualcosa sta’accadendo
    Spero sia una cosa buona ma non ci confido molto.
    Se anche dovesse esserci tipo uno stacco della corrente di qualche giorno?
    Come prelevi? Tutto ormai e’informatizzato…..

    Vedremo e speriamo in bene

    • parusia:

      Io è da tempo che faccio il contrario. Metto soldi nel conto solo per transazioni elettroniche attraverso internet. Sono banca di me stesso, per quel poco veramente che possiedo, visto che ho rinunciato a tutto. Eppure nel mio piccolo sono ricchissimo. Ricco è chi non ha bisogno di nulla. Povero è chi ha bisogno di tutto.

  • Diana panetta:

    Interessantissimo. Tutti I commenti mihanno convinta che c’e’ qualcosa che non va in questo mondo sofferente. Sta a noi tutti rimanere svegli; altrimenti I nostri nipotini non ci ricorderanno con molto affetto.
    Grazie.
    “Nonna Sydney”. Australia.

  • ROSARIO:

    governi e banche, associazione a delinguere, vogliono sapere quanto si guadagna e cosa ne facciamo del nostro sudato denaro?, di quell poco che ci rimane dopo aver pagato tutte le tasse. la mia domanda e`in vece, e voi, cosa ne fate del nostro denaro? visto che siamo indebbitati fino al collo , che nemmeno fra cento anni riusciremo a pagarli.e ora che I popoli diventino veramente sovrani del sistema finaziario, come? facciamo chiudere le banche che ci stanno uccidento tutti.ed e` fatta!. Rosario.

  • Argo:

    Rockfeller dice che internet non dovrebbe esistere:
    https://www.youtube.com/watch?v=Ct9xzXUQLuY

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE