Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Dal sito di Andrea Carancini  http://andreacarancini.blogspot.it/

Russel Barton: furono le malattie a uccidere i prigionieri dei nazisti

UN DOTTORE SOSTIENE CHE FURONO LE MALATTIE A UCCIDERE I PRIGIONIERI DEI NAZISTI[1]

Di Wendy Darroch, 8 febbraio 1985

Migliaia di prigionieri che morirono nel campo di concentramento di Bergen Belsen[2] durante la seconda guerra mondiale non vennero deliberatamente fatti morire di fame ma morirono per un’ondata di malattie, secondo uno psichiatra che era lì nel 1945.

Russell William Burton, 61 anni, di Rochester, N. Y. [New York], ha detto che quando entrò nel campo il 2 maggio 1945, aveva sentito dire – credendovi – che i prigionieri venivano deliberatamente fatti morire di fame dai nazisti.

Ma Barton, che era uno studente di medicina – partito volontario con la Croce Rossa inglese – ha detto che se fosse stato vero non poteva capire come mai le cucine del campo erano così ben attrezzate.

Ha detto ieri ad una giuria della Corte Distrettuale che si convinse che le storie sulla malefica inumanità dei tedeschi non erano vere dopo aver trovato libri mastri , risalenti al 1942, che elencavano la quantità di cibo cucinato e distribuito ogni giorno.

Lo psichiatra è stato il secondo testimone della difesa al processo contro Ernst Zundel, che si è dichiarato non colpevole dei due capi d’accusa, secondo cui avrebbe pubblicato asserzioni della cui falsità era consapevole e volte a seminare discordia.

Le pubblicazioni in questione sono Did Six Million Really Die? [Ne sono morti davvero sei milioni?] che sostiene che i nazisti non avevano camere a gas e che Adolf Hitler non complottò per sterminare gli ebrei, e The West, War and Islam, che sostiene che sionisti, massoni, comunisti e banchieri cospirano per formare un governo mondiale.

Nel suo pamphlet Did Six Million Really Die? Zundel, un quarantaseienne editore di Carlton Street, ha ristampato parte di un articolo scritto da Barton. Egli afferma che il racconto di Barton sulle condizioni del campo è “una valutazione della situazione di Belsen nel 1945 sorprendentemente onesta”.

Barton, psichiatra senior associate e medico attending physician allo Strong Memorial Hospital, ha detto che le spaventose condizioni del campo erano probabilmente dovute al massiccio sovraffollamento e al risentimento dell’amministratore del campo a causa del fatto che venivano tenuti 50.000 prigionieri in un campo che poteva ospitarne 3.000.

L’amministratore del campo sentiva di dover badare a 3.000 prigionieri, non ai 50.000 che erano arrivati dopo che il fronte russo iniziò a premere sull’occidente, ha detto il dottore.

Barton ha detto che quando entrò nel campo all’inizio poteva sentire il puzzo dei cadaveri in decomposizione e degli escrementi.

Lui e un altro studente vennero assegnati ad una baracca dove 400 persone giacevano sul pavimento, alcune già morte, altre tra gli escrementi e con il vomito sul viso, è stato detto alla giuria.

“Ero stupefatto”.

I prigionieri soffrivano di denutrizione, gastroenterite, tifo, scorbuto e di una quantità di altri malanni, ha ricordato.

Ha detto che, quando cercava di dare ai prigionieri delle proteine per via endovenosa alcuni di loro urlavano, e dicevano che altri erano morti per le iniezioni somministrate dai tedeschi.

Le iniezioni per via endovenosa erano una novità per la medicina del tempo, ha detto Barton, e le morti erano state causate probabilmente da cattive reazioni ad esse.

Un altro testimone della difesa, il professore francese Robert Faurisson[3], ha detto che “le camere a gas insieme al genocidio costituiscono una truffa che ha portato ad una truffa, sia politica che finanziaria, gigantesca”.

L’ex primo ministro israeliano, David Ben Gurion, ha piegato l’ex cancelliere tedesco Konrad Adenauer per ottenere i risarcimenti per i parenti degli ebrei morti e scomparsi, ha detto Faurisson.

Per ottenere quei pagamenti, “Ben Gurion ha commesso una truffa gigantesca” sostenendo che 6 milioni di ebrei erano stati uccisi, ha detto Faurisson.

Zundel (con il casco rosso) all’epoca dei processi di Toronto

[1] Traduzione di Andrea Carancini. Il testo originale è disponibile all’indirizzo: http://www.fpp.co.uk/Auschwitz/Zundel/RusselBarton.html
[2] http://www.fpp.co.uk/Auschwitz/Belsen/Belsen1.html
[3] http://www.fpp.co.uk/France/Faurisson/beaten180989.html

56 Commenti a “Russel Barton: “Furono le malattie a uccidere i prigionieri dei nazisti””

  • roland:

    Ma se Barton ha 61 anni nel 1945 non era ancora nato

  • roland:

    Va bene ho letto adesso che l’articolo è del 1985. Scusate non pubblicate i miei interventi

  • archimede:

    Sia ben chiaro che la truffa era già stata manifestata da parecchi Ufficiali Tedeschi che si nascosero dopo la resa, una buona parte di essi andò a vivere nella ex DDR gestita dai Russi e li fecero carriera come tanti altri che poi fecero parte del primo governo del dopo guerra e diretto da Konrad Adenauer (complice e non minacciato) , se ci furono esecuzioni di persone le informazioni ci sono , per lo più erano cittadini Tedeschi con malattie mentali e altre malattie genetiche , anche zingari e alcuni di religione ebraica , questo fu eseguito nella città di Hadamar :

    okkulte-nazis.blogspot.it

    la pagina è in inglese , la si può tradurre in Tedesco o in Italiano -

    buona lettura-

  • Gozer:

    Documentario realizzato da un ragazzo ebreo sulla bufala dell’olocausto.

    youtube.com

    • luca martinelli:

      più che un ragazzo D. Cole è uno storico. Cmq va bene lo stesso, era solo una precisazione.

      • Gozer:

        Chiedo venia, il doc. è del 1995 e il suddetto Storico all’epoca era alquanto giovane, senza considerare che il tempo passa per tutti ;)

  • archimede:

    Salve Gozer, lo sò che le camere a Gas ad Auschwitz non sono mai esistite, vlevo solo far presente che se ci sono state delle cremazioni o eliminazioni da parte delle autorità Tedesche di quel tempo erano esclusivamente persone con problemi mentali e non idonei a qualche tipo di lavoro ,quindi erano da eliminare come era stato accordato con coloro che volevano creare la razza eletta che in fin dei conti non aveva nulla a che fare con gli Ebrei, semmai era il caso di dire che le dispute erano tra i Sionisti che vivevano in USA e il governo Tedesco di allora , il resto credo che lo sai e spero che altre verità escano fuori per completare il mosaico “Truffa dell’Olocausto” .

    saluti

    • ardito:

      Tutto vero, camere mai esistite, tutto costruito ad arte per far cassa,.

    • Gozer:

      Salve Archimede,

      è sempre un piacere leggerVi.

    • Masaccio:

      Pare che su qualcosa (di molto importante) siamo d’accordo. Beh, a dire il vero non ci vuole poi tanto: centinaia di filmati e resoconti documentatissimi su quanto realmente accadde nei campi di concentramento nazisti hanno da tempo fatto luce sulla piú mostruosa truffa sionista di sempre.

  • fabrizio:

    mi pare che in questo sito si nascondano tanti nazistelli!!
    possibilissimo che molti morirono di malattie!visto come li trattavano!!
    diciamo pure che hitler era un paladino della giustizia!!
    follow yuor leader

    • opaledifuoco:

      diciamo che pure che non era un paladino della giustizia xchè non ne esistono in una lotta x il potere e la supremazia su questa povera terra, diciamo che i suoi finanziatori banchieri sionisti americani non hanno gradito il suo voltafaccia con la privatizzazione della bundesbank, gli si è messo bene di traverso ed è finita molto male come è finita molto male x i crucchi che perirono in massa nei campi di prigionia dopo il 45(di cui non si parla manco x sbaglio)….x il resto è sempre così, si parla di complotto sionista e di manipolazione e subito ti danno del nazista, un pò come quando spieghi a un elettore di sinistra che è quella parte politica in italia il principale referente x le elite e ti danno del fascista:-)…x la cronaca caro fabrizio il pensiero nazista mi schifa come mi schifano i sionisti che usano gli ebrei come capro espiatorio.da come bruciano i sionisti i bimbi palestinesi,iracheni e afghani con le bombe al fosforo si capisce bene che sono un tutt’uno con i nazisti…

      • luca martinelli:

        Il problema, caro amico, è piu’ semplice ma nel contempo indicativo dell’efficacia della propaganda. Se ti viene detta una certa cosa per 60 anni penso che sarà difficilissimo cambiare idea magari dopo aver letto e studiato. Pochi hanno voglia di cercare la verità: è più facile etichettare come nazista chi afferma una cosa e non un’altra. Saluti

      • sauro:

        Concordo appineno!
        Lungi da me ogni fascismo/nazimo, diciamo in genere TOTALITARISMO, come il regno sionista dimostra di essere, uccidendo bambini con carrarmati, bruciandoli con armi proibite dalle convenzioni internazionali!

    • archimede:

      Fabrizio viene dallo Spazio, comunque sappi che i tuoi eroi americani fecero crepare più di 5 milioni di Tedeschi nei campi di prigionia all’aperto(civili e militari ,donne e bambini ,anziani e mezzi morti) ,questo dopo che era stato firmato l’armistizio , i loro amici che portavano la divisa delle SS se li portarono in America e li incorporarono nei loro servizi segreti militari , e poi vedi che Nazisti vuol dire “Nazionalsocialisti” ovvero socialisti nazionali che ci tenevano alla loro patria e al sociale , il resto è tutta storia raccontata dagli invasori figli di Europei che secoli prima avevano lasciato l’europa in cerca di fortuna , ebbero l’occasione di visitare le terre dei loro antenati e ammazzare pure i familiari dei loro antenati , sappi pure che Milizie di ben 37 Stati in Europa e altrove facevano parte di quelli che tu chiami Nazisti ,mica provenivano solo dalla Germania o dall’Italia, c’erano pure inglesi e americani , danesi e norvegesi, olandesi e belgi, turchi e arabi, russi e croati, finlandesi e francesi, ..mò grattati la testa per cercare di capire cosa era il Nazismo , su youtube trovi tutto l’occorrente per studiare il Nazionalsocialismo-

      controstoria.it

      • Alessandro:

        Sei veramente un soggetto meraviglioso… all’accusa di essere simpatizzanti nazisti invii come fonte il link di un sito dedicato alla Repubblica di Salò. Poi ti vanti anche di aver studiato il nazismo su youtube… I miei più sinceri complimenti.
        Poi detto per inciso: quella dei 5 milioni di prigionieri tedeschi morti è una panzana enorme, solo attraverso le fonti sopra citate possono essere propagandate idiozie simili

        • Masaccio:

          Alessandro, senza alcun intento di polemica: quando avrai passato centinaia di ore a leggere i documenti originali e a studiare testi e filmati sia di chi accetta la versione ufficiale dell’olocausto sia di quelli che la rifiutano, sarò interessatissimo alle tua opinione. Per ora, è chiaro che parli per luoghi comuni; probabilmente per te l’olocausto è un tabù, e per questo ti rifiuti di fare studi approfonditi. Tira fuori gli attributi e passa un po’ di tempo a studiare seriamente, senza pregiudizi. P.S. Ricordati inoltre che non tutti quelli che non si bevono la storia delle camere a gas sono dei filonazisti ammiratori di Hitler.

      • davide:

        su you tube trovi tutto e il contrario di tutto! qualcuno dovrebbe rimbecillirsi meno con il computer e tornare a studiare!

        • Domenico Proietti:

          Studiare cosa, libri scritti dai vincitori? lo sanno anche i sassi che li é scritto tutto tranne la verità.

    • sauro:

      Vedo che c’e’ gente ancora legata alla propaganda sionista, che funziona ancora dopo piu di 60 anni, caro Fabrizio…
      Una domanda: credi alla versione ufficiale del 9/11 cioe 4 pastori che mettono in scacco la nazione militarmente piu potente del Mondo? Dopo tutto quello che si e’ visto?
      E’ singolare notare le ritorsioni che si sono abbattute e tutt’oggi si abbattono a chi solo osa controbattere la storia raccontata dai sionisti..esattamente la stessa che oggi si applica a coloro i quali OSANO mettere in discussione la versione ufficiale del 9/11.
      Qui nn si sta dicendo che non sia morto nessuno, ma ci sono testimonianze chiave che sconfessano l’olocausto cosi come ci e’ stato raccontato, nei numeri e nei metodi: per esempio la testimonianza a processo di un ingegnere che sostiene l’impossibilita tecnica delle famose “camere a gas” a svolgere la funzione per la cuale sono passate alla storia (esattamente come la verisone ufficiale del 9/11 sostiene che il crollo delle torri sia dovuto alla fusione dell’acciaio per colpa del carburante degli aerei : la combustione del kerosene al massimo puo raggiungere 800 gradi, l’acciaio inizia a fondere sopra i 1300 …). O ancora come sopra medici che affermano che molti decessi sono avvenuti per malattie, chiaramente legate alle condizioni di cattivita in cui queste persone venivano tenute, o ancora referti che evidenziano le spese alimentari per la gente dei campi. Quello che voglio dire e’ che appurato il livello di menzogne che cii sojno state raccontate a tutti i livelli, mi sembra sciocco continuare a credere alla storia unilaterale dei vincitori.

      • fabrizio:

        caro ho sempre sostenuto che l’attacco non poteva esser fatto da quattro balordi…
        come non credo in bambino gesù!
        e penso che ognuno ha l’ immaginario che si merita!
        ma raccontare,il numero, gli eccidi della seconda guerra mondiale con una leggerezza e negazione è inaccettabile..al massimo erano malati e il resto è un’invenzione sionista..
        sconvolgente!

  • E' vero:

    Non si parla mai dell’olocausto degli Armeni….?

    • Luix:

      E l’olocausto degli indiani pellerossa in Giudeo – America ? Circa 80 milioni di autoctoni.

    • delfina:

      non se ne parla mai, anche perché gli armeni sono ben altra razza dagli ebrei, i loro anziani ne parlano alle nuove generazioni, ma si raccomandano di non odiare i turchi di oggi, perché loro non c’entrano con quello che hanno fatto i loro nonni e bisnonni, e poi perché gli armeni, e come loro i cristiani d’oriente, sanno benissimo chi c’era dietro i giovani turchi, i responsabili del genocidio nei confronti del loro popolo, come dei massacri dei greci e assiri , tutti cristiani, che vivevano in Turchia.

      • Masaccio:

        Conosco diversi armeni e posso dire che in generale sono un grande popolo, forte e dignitoso, con un grande cuore.

  • ezio:

    Premesso che sono un piemontese, perchè non si parla mai delle stragi di napoletani fatte dai piemontesi dei savoia, che vadano tutti al diavolo questi maledetti savoia, dopo l’unificazione dell’Italia, nella fortezza di Fenestrelle e nei campi di lavoro di San Maurizio Canavese, io abito nelle vicinanze di questa zona chiusa fino a qualche anno fa come zona militare. Il vincitore ha sempre ragione mentre il perdente ha sempre torto, questa è il mezzo impegato dai soliti noti per pilotare il pensiero della gente, perchè continuano a rompere le tasche con l’unità d’Italia mentre non dicono anche quello che hanno fatto dopo al popolo conquistato con le armi, vedi il Passator Cortese e la strage di Milano fatta dal gen. Bava Beccaris che ha ucciso a sangue freddo circa mille poveracci in attesa di un pezzo di pane davanti a un istituto di carità ? Se dici questo di dicono che sei un anarchico,nel senso cattivo del termine, se dici di mettere in galera i delinquenti nostrani e di rimandare al proprio paese quelli importati ti danno del “fascista” sempre nel senso cattivo del termine, se taci e acconsenti sei un cittadino serio che deve essere premiato come una pecora al macello, ma questo non te lo dicono.

  • Marco Turi Daniele:

    ezio
    hai tutta la mia stima.
    Quello fu uno scempio inaudito.
    E pensare che Cavour è visto come eroe nazionale.
    Massone, amico di Parlmeston e sottomesso ai Rothschild, poteva portarei Savoia dove volevano. Bastava che firmassero e gli dessero mano libera. Poi la legge Pica del 1863 e avanti con i Lager Sabaudi per i “Briganti del Sud”.
    Intanto il Meridione svaliggiato dei forzieri d’oro dei Borboni, rimossi le flotte navali e le industrie tessili, vedeva partire a milioni i suoi uomini e cominciare la fame, che fino allora non si sapeva nemmeno cosa fosse. Terre abbandonate alla “mafia inglese”.

    Ma nello stesso periodo altre “guerre giuste” venivano scagliate contro gli autoctoni in nome del Nuovo Ordine Mondiale: indiani d’America, messicani, e non solo. E Mazzini che faceva da spola tra Europa e America, dove c’era ad attnderlo l’altro massone del Palladium Albert Pike.

    Fermiamoci qua che è già abbastanza.

    ps notare che a scuola ci insegnano che Mazzini era un eroe nostrano carbonaro della Giovine Italia e Giovine Europa per sottrarci dal controllo del Sacro Impero AustroUngarico. Ma chi di voi sa che era anche a capo della Giovine America? Sempre meglio non allargarci troppo.

    • ezio:

      Ringrazio per la risposta e condivido l’aggiunta che hai fatto sugli indiani d’America e le panzane scolastiche su Mazzini e company. Aggiungo ancora una nota su di un fatto che sarebbe il caso di approfondire, è un ricordo della mia beata gioventù. Un mio collega di lavoro, un siciliano purosangue mi raccontava che al suo paese di origine, purtroppo non ricordo il nome di questo paese, la gente come sentiva il nome di garibaldi andava su tutte le furie in quanto a detta degli anziani, garibaldi era sbarcato in questo piccolo paese vicino a Marsala e aveva applicato la tecnica dei conquistadores, aveva messo in fila tutti i maschi del posto e li aveva fucilati uno su dieci allo scopo di far vedere a tutti quello che sarebbe successo a chi non era d’accordo con lui e nei libri scolastici dicono che invece la gente lo aveva accolto come un liberatore, menzogna spudorata e vergognosa.

  • I.A.:

    @redazione,certo! sembra che neanche in Iroshima e Nagasaki morirono di radiazione,ma bensì delle zanzare tigre,come che nelle Fosse Ardeatine mica fucilarono le persone,queste si inciamparono e cadettero da soli e si racconta ultimamente che nelle Americhe,mica ci fu un genocidio da parte degli spagnoli e portoghesi bensì questi hanno solo benedetto la popolazione locale e questi dopo aver baciato la bibbia e la croce,salirono da soli in paradiso….

    • Luix:

      Nelle Americhe colonizzate dagli ispanici ancor oggi le popolazioni indios sono vive e vegete mentre là dove agirono gli anglo-sassoni non c’è quasi più traccia dei nativi.

  • massimo messina:

    …beh…io da quando sono arrivato in Abruzzo ho imparato tanto…ho scoperto ad esempio che alcuni abruzzesi sono (o sono stati) personaggi “in gamba”….ne cito un paio di “alto livello culturale”….GIACINTO AURITI per l’economia (ha inventato il SIMEC)….CLAUDIO MOFFA per il revisionismo della shoah ( ha studiato “dietro” FAURISSON )….e mi scuso per tutti gli altri che non ho citato…!
    NB…2 così per ogni regione italiana…e non ci saremmo mai trovati in queste condizioni pietose…!!!

  • gliese:

    Già…

    - commento moderato -

    • Domenico Proietti:

      Gliese qui di maledetto ci sono solo i suoi commenti sconclusionati e ripetitivi, se pensa che noi si possa sostenere argomentazioni “razziste” per farle un piacere, sappia che ha sbagliato sito su cui esporle.

      - Moderatore -

  • davide:

    …e poi …spiegatemi cosa vuol dire fare l’elenco di tutti i morti causati dagli stati uniti, dagli ebrei, addirittura cavour….di questo stampa libera parla praticamente tutti i giorni, e una volta che si tira fuori il discorso sull’olocausto spuntano come funghi commenti di tipo nazifascista che cercano( ridicolizzandosi) di fare ricadere tutte le colpe sui “presunti padroni del mondo sionisti” quasi tesi a giustificare l’orribile scempio dei campi di concentramento!
    tornate a studiare!

  • lilli:

    Mio padre venne deportato all’età di diciannove anni in un “campo di lavoro” a Spandau (Berlino est), per la durata della sua carcerazione viveva con una minestra di rape al giorno (più acqua che rape per la verità) in più prestando servizio per parecchie ore al giorno in aziende tedesche (le stesse che si sono immediatamente risollevate dopo la guerra forse anche per il lavoro di questi schiavi) .
    Al termine nella sua carcerazione pesava 50 Kg per un altezza di 1,86 mt., uno spettro quasi. E’ riuscito a sopravvivere per la sua giovane età e la voglia di vivere che ha trasmesso ai suoi figli nonostante nei suoi racconti , dai ricordi sempre vivi, emergeva la profonda e dolorosa sofferenza delle vessazioni operate dai nazi nei confronti dei prigionieri.
    Leggere esternazioni come quelle di Barton mi provoca disgusto e indignazione nel ricordo di mio padre e dei suoi compagni che non ce l’hanno fatta e che di fame e di stenti sono veramente morti.

    • luca martinelli:

      Nessuna polemica, signora, per carita’, ma solo per sottolineare come le stesse cose assumano diversi significati a seconda delle persone. Anche mio zio fu deportato in Germania ma non odiava i tedeschi e non ha trasmesso l’odio ai figli. Lui diceva che era vero che non mangiava ma non mangiavano nemmeno loro, perchè c’era poco per tutti. Mio padre invece fu preso dagli inglesi a Tobruk e portato in India. Odiava gli inglesi perchè lui non mangiava e loro si, e ha trasmesso l’odio ai figli. Cordialità.

    • archimede:

      Forse si dimentica che in quel periodo di carenze in tutti i settori, mantenere prigionieri era un lusso, non si deve dare la colpa a chi li ha tenuti nei campi di concentramento a lavorare, per lo più la colpa è di coloro che fecero di tutto in modo che non solo la popolazione soffriva ma anche i prigionieri, non dimentichiamo che fin quando le truppe tedesche riuscirono a contenere i confini e i territori conquistati ,nessuno pativa la fame neanche i prigionieri, negli ultimi due anni cominciò il calvario per tutti a causa dei massicci bombardamenti sulle città che fecero gli alleati (del menga) mentre al fronte cadevano meno bombe , uccidere i civili era molto più facile (lo stiamo constatando anche adesso in Afganistan e Iraq, Libia e Siria..etc..etc..), magari qualcuno vuole spiegarmi come mai finita la guerra molti prigionieri Italiani vollero restare in Germania a lavorare e il perchè dal 1948 milioni di cittadini provenienti da molte nazioni andarono a vivere in Germania nonostante ci fosse tanto odio nei confronti della popolazione tedesca? o era tutta una propaganda per arraffare denaro come hanno fatto i Sionisti con la scusa dell’Olocausto , a tutti quei scimuniti che credono di essere dalla parte del giusto appoggiando gli USA e i suoi alleati dico che è meglio andare a studiare la verità nei posti dove sono successi i fatti e vedrete che la verità è ben altra di quella che vi hanno raccontato a scuola i Professori falsi Comunisti e lecchini del sistema che hanno contribuito a smantellare la verità accontentandosi di una sedia in qualche istituto o scuola in cambio di occultare la verità, gli stessi Ufficiali USA con la quale ho parlato negli anni 70 /80 / 90 che erano di servizio a Gross Gerau-Wiesbaden – Rennerod ammettevano che tutto quello diffuso nelle scuole era falso, mentre in America i bambini venivano istruiti con l’Educazione Sociale che era vigente in Germania negli anni a partire dal 1934 fino al 1945, quindi ….se non sapete di cosa state parlando o parlate perchè ve lo hanno detto e insegnato a scuola ,arifatevi lavare il cervello -

    • Masaccio:

      Nessuno mi pare abbia detto che i campi di concentramento nazisti fossero dei villaggi turistici (ma d’altronde nessun campo di concentramento lo è mai stato, o sbaglio?): qui si obietta alla storia del genocidio di milioni di ebrei per mezzo di gassazione. Tutta un’altra storia.

      • lupoalberto2:

        E’ dura ammettere di essere stati presi per il c..o per settant’anni!! (Richard Arwood, Auschwitz o della soluzione finale, storia di una leggenda).

        Ne sono morti davvero sei milioni ?Massacri immaginari
        La domanda che più di ogni altra sta in connessione con la menzogna dello sterminio è sicuramente questa: quanti dei 3.000.000 di Ebrei, che si trovarono durante la guerra nei paesi sotto controllo tedesco, vivevano ancora dopo il 1945? Il Jewish Joint Distribution Committee valutò il numero dei sopravvissuti in Europa tra 1.000.000 e 1.500.000, ma questa cifra è oggi inaccettabile, come dimostra il numero sempre crescente di Ebrei che richiedono al governo della Germania Federale risarcimenti per le persecuzioni che avrebbero patito tra il 1939 e il 1945. “Nel 1965, il numero dei richiedenti si era triplicato nel giro di soli 10 anni, e raggiungeva la cifra di 3.375.000″ (Aufbau, 30 giugno 1965). Niente potrebbe meglio dimostrare la spudorata falsità della leggenda dei “Sei Milioni”. La maggior parte dei richiedenti sono Ebrei, cosicché non può più sussistere il dubbio che la maggioranza dei 3.000.000 di Ebrei che furono soggetti all’occupazione nazista in Europa siano vivi e in ottima salute. In realtà, pertanto, le perdite ebraiche durante la Seconda Guerra Mondiale devono essere valutate nell’ordine delle migliaia. Questo è sicuramente un motivo sufficiente di dolore per il popolo ebreo. Ma chi ha il diritto di inventare massacri inesistenti facendone ricadere colpa e vergogna su di una grande nazione europea, e di richiederle poi ancora, fraudolentemente, un indennizzo finanziario?

  • Luix:

    Nel 1945 lavoravano in Germania quindici milioni di internati provenienti dall’estero per prestare lavoro forzato che era in parte retribuito con moneta locale.
    Gli internati italiani furono 800 mila e di questi 50 mila morirono. La salma di un soldato italiano internato di Levada frazione di Piombino Dese PD fu rimpatriato nel 2011 da Monaco di Baviera dove giaceva sotto una lapide su cui stava inciso ”morto sotto bombardamento” naturalmente anglo-americano come successe a Mafalda di Savoia. Mafalda era andata sposa al marchese Philip Hesse von Darmstadt, ebbe quattro figli tedeschi, fu massacrata nella sua dimora a Weimar dalle bombe ”alleate” e morì nell’ospedale del campo di concentramento di Buchenwald.
    Che sorpresa ! Tutti i campi di sterminio erano dotati di splendidi ospedali e l’ing. Primo Levi era degente a Birkenau col piede infortunato quando entrò l’Armata Rossa il 27 gennaio 1945.

    Nel campo di concentramento di Auschwitz furono registrate 3000 nascite e diversi matrimoni e da lì partirono migliaia di carte postali (che si usavano anche da noi negli anni ’50) timbrate Auschwitz.

    Le mitiche pene e il dimagrimento degli internati si verificarono nel 1945 quando la Germania era praticamente rasa al suolo e gli approvvigionamenti impossibili.
    Si legge spesso che tutti erano costretti a mangiare ”bucce di patate” e mi domando chi avesse allora ingerito la succulenta polpa di patata in quantità corrispondetemente colossale.

  • michy:

    carlo mattogno e le camere a gas naziste,personaggio che ha dedicato molti anni alla verità.
    ora è il turno di usrael,il moderno IV reich………ma alla fine sono sempre manovrati da uomini occulti…..

  • sauro:

    Quello che proprio non capisco ed a mio umile avviso e’ prova di colpevolezza e’ il fatto di voler impedire costi quel che costi alla gente di parlare della storia:
    si parla di olocausto= nazista
    si parla di 9/11= terrorista
    Chi non ha scheletri nell’armadio e ha la coscenza pulita e’ ben contento di appurare laverita, faccio un banale esempio: le intercettazioni telefoniche.
    La colpa e’ della POLIZIA che intercetta o del POLITICO che chiama i MAFIOSI?
    Se uno e’ innocente ben vengano le intercettazioni, ma mai pensa a fare leggi ber distruggere delle intercettazioni.

  • fabrizio:

    azzo!!!sei proprio archimede!!
    grazie,non sapevo cosa vuol dire nazi!ahahahah
    nessuno nega le atrocità passate e presenti degli stati di israele e usa ,anzi lo combatto da anni non solo nel web!
    non nego che molti di religione ebrea abbiano fatto delle nefandezze nella prima durante e dopo la seconda guerra mondiale!anzi…
    ma amalgamare generalizzare infangare negare così è veramente contro l’intelligenza!
    sono anarchista e lotto contro i vari pd pp pcps e sopratutto contro i massoni e contro i nazi e so chi sono e come si esprimono!
    saluto et appiccados chi bos bidana

  • Maksimiljan Kodžak:

    Attenzione, che tra poco ci becchiamo TRE ANNI di galera per queste cose esposte pubblicamente… :) … Ma paradossalmente sono sempre meno (comunque sempre la stragrande maggioranza) che credono – perche’ di credo si tratta – all’oloballa.

    Beccatevi anche sto video che espone lo studio revisionista in modo chiaro e dettagliato:
    youtube.com

    Se anche dopo questo sarete olocredenti… beh, ce chi credeva nella Terra piatta anche dopo avergli dimostrato la palese assurdita’ del suo credo.

  • davide:

    volevo ricordare che le prove dell’olocausto non sopraggiungono solo tramite testimonianze di ex prigionieri scampati alla camera a gas o agli stenti (non è secondo me una differenza rilevante in questo contesto specifico), ma anche dalle memorie di alti funzionari tipo IL MINISTRO di Hitler Albert Speer, il quale conferma le responsabilità di Hitler stesso, Goebbles etc…oltre ai parenti delle povere persone mai tornate dai campi nazisti….

    • lupoalberto2:

      Albert Speer ha sempre negato di sapere cose che, oggi sappiamo, non succedevano affatto.
      Goebbels alle contestazioni di quei fatti era ‘incredulo’, nemmeno lui ne sapeva niente.
      Ripeti 100 volte una bugia e diventa una verità (Goebbels).

  • davide:

    e poi vogliamo parlare delle leggi razziali o neghiamo anche quelle?
    non giustifico assolutamente il sionismo e non voglio negare l’influenza malsana del potere sionista sui destini del mondo, sono da condannare, a mio parere, tutte le azioni di politica estera di israele per le pressioni e i ricatti cui sottopongono il mondo intero e soprattutto la palestina, ma….diamine su, non c’è bisogno di riscrivere la storia per condannare israele.

  • lupoalberto2:

    Già, ma Israele le fa ancora nel 2012…la Storia, quella verea, non è da riscrivere, è solo da scrivere.

    • roberto Arvo:

      Esattamente! E già che ci siamo bisognerebbe anche scrivere le avventure genocide degli amiconi Stalin e Mao, che qualche milioncino di persone, li hanno sulla coscienza…..naturalmente a insaputa della Rossanda…si capisce

  • Maksimiljan Kodžak:

    @Davide

    cit:
    “volevo ricordare che le prove dell’olocausto non sopraggiungono solo tramite testimonianze di ex prigionieri scampati alla camera a gas o agli stenti (non è secondo me una differenza rilevante in questo contesto specifico), ma anche dalle memorie di alti funzionari tipo IL MINISTRO di Hitler Albert Speer, il quale conferma le responsabilità di Hitler stesso, Goebbles etc…oltre ai parenti delle povere persone mai tornate dai campi nazisti….”

    Prove!? Caso mai le testimonianze sono il punto debole di tutta la faccenda (corpi cremati in un minuto, grasso colante, camini fiammeggianti, migliaia di persone stipate in camere in una volta, alcuni piu’ immuni al gas di altri etc).
    Ma porca miseriaccia, potete andare un po a studiare le varie ricerche revisioniste, che espongono anche le testimonianze dei cd olo-miracolati, che hanno la credibilita’ pari a zero.
    Le camere a gas non esistono, sono una ricostruzione post-bellica da prate dei sovietici, come dichiarato dal direttore del museo di Auschwitz, Piper, che ai turi.. pardon, visitatori del museo viene pure detto che quella era la camera a gas originale. Ci credi?

    Alti funzionari che dichiarono cosa? Cosa avrebbe detto Speer, che ricordiamolo fece “solo” 20 anni, mentre gli altri vennero giustiziati dai “liberatori”. Anche il capo dei campo di Auschwitz Hoss, dichiaro’ tutto quello che gli alleati vollero sapere, dopo piu’ giorni che lo torturavano, dove persino suo figlio venne messo in mezzo. CI VOGLIAMO SVEGLIARE PORCA PUPAZZA, CHE CI HANNO INGANNATO PER DECENNI! E noi, invece di condannare questo sopruso storico e giudizale, stiamo ancora a credergli? Goebbles che confessa l’olocausto? Ma stiamo scherzando… Goebbles mandava a fan***o gli ebrei un giorno si e l’altro pure, ma dove avra mai ammesso questa mostruosita’? Forse dai documentari di Minoli trapela questo. Ma non capisco come, dopo tutta questa miseria di prove, ancora si creda a tutto questo… A gia, Spielberg, Hollywood… si tratta di manipolaZIONe emotiva. Anche io c’ero cascato… ora mi fanno quasi pena, tanto sono patetici… anche se mooolto pericolosi.

    Persone mai tornate dai campi… Perche’, nei campi degli alleati o russi se la passavano meglio? Evidentemente non sapete cosa significhi una guerra… crepavano tutti: civili, militari, internati, animali…

    cit:
    “e poi vogliamo parlare delle leggi razziali o neghiamo anche quelle?”

    Si dai parliamone… quelle che gli stessi ebrei auspicavano, dato che loro stessi sentivano parte di un’altra nazione, come sempre del resto. Le leggi razziali erano solo quello che di fatto era gia’ evidente. Anche ora lo e’… solo che le leggi razziali le fanno loro a nostro danno.

    cit:
    “diamine su, non c’è bisogno di riscrivere la storia per condannare israele.”

    E perche’? Perche lo dici tu?

    Meno Hollywood, piu ricerca…

  • archimede:

    Basta visitare questo sito per capire cosa è veramente successo in quel periodo, naturalmente per coloro che sanno leggere il tedesco e l’inglese è facile :

    http://okkulte-nazis.blogspot.it/

    a destra ci sono i vari articoli , buona lettura-

    PS. il mio ex suocero (morto 12 ANNI Fà) era uno di quelli che erano chiamati “Totenkopf”, di filmati e documentazione ne aveva a bizzeffa , ho passato mesi interi assieme a lui e altri suoi commilitoni al fine di poter capire quale era la verità e il perchè tutto veniva portato a tacere -

  • >I< LA VERITÀ AVANTI TUTTO!

    Rende vano ogni dibattito

    virtuale e NON.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE