Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Fonte: fonte: www.IlGiornale.it


 

Sallusti: “Ho ricevuto l’ordine di carcerazione”

Il direttore del Giornale ha ricevuto l’ordine di esecuzione della condanna a 14 mesi di reclusione per diffamazione aggravata. “Faccio un ultimo appello alla politica di interrompere questa sceneggiata che ha messo in piedi con la scusa di evitarmi dal carcere, cosa per altro da me non richiesta”, ha detto Sallusti

40 Commenti a “Sallusti: Ho ricevuto l’ordine di carcerazione”

  • Hanno parlato tutti della brutta sorte toccata alle Riottose, ma nessuno dice che in Italia un giornalista rischia i braccialetti e la cella per essere stato molto, ma molto meno Riottoso delle Pussy contro l’altrui orticello.

  • ezio:

    Astraendo da qualsiasi giudizio sulle colpe di Sallusti, non mi sento di esprimere una opinione in merito in quanto per conoscenza personale ho verificato la differenza tra quello che succede in un tribunale e quello che dicono i giornali, mi limito ad ossevare che un pedofilo riconosciuto e giudicato è in libertà mentre il responsabile di uno scritto per quanto sgradevole ma sempre un semplice scritto deve andare in galera, se questa è la giustizia italiana vuol dire che siamo veramente messi male.

    • Domenico Proietti:

      Bella osservazione!!!

    • cristiano1970:

      Condivido ma, le carriere qui in Italia si fanno soprattutto tenendo ben presente che bisogna fare il carcere al posto del tuo Padrone quando e se sarà necessario.
      Questo succede in tutti i campi, altrimenti, come dice Briatore, lo specchio dello squallido potere italico, SEI FUORI !

  • steven:

    A mio parere questo caso E’ UN AVVISO ai giornalisti.
    Che a nessuno venga in mente di mettersi contro il sistema.
    E penso che il messaggio sia molto chiaro.
    C’è un solo modo per uscire dalla dittatura: andarsene finche si è in tempo!

    • cristiano1970:

      No, questo nosferatu dei poveri, ha diffamato sapendo di farlo per ordine del suo Padrone di Arcore.
      Il codice Rocco va benissimo in questo caso.

  • luca martinelli:

    Può anche essere che ci sia qualcos’altro sotto. Ma credo che si stia confondendo la diffamazione con la libertà di stampa. La diffamazione è un reato e quindi si deve espiare la pena, qualora condannati. Incredibile invece la levata di scudi della casta dei giornalisti in difesa di Sallusti, che io considero uno squadrista della carta stampata. Tutti uniti tranne che per la vera informazione. Non ho stima di quella gente e francamente di Sallusti mi interessa poco. Se, come dice qualcuno, occorre fare delle considerazioni sulla giustizia, sono d’accordo: Cominciamo pure da Pietro Valpreda, poi da Giuseppe Pinelli per arrivare a Stefano Cucchi, Aldo Bianzino, Federico Aldrovandi. Se volete continuo, ho una lista di 150 nomi…..Buona serata a tutti.

    • gliese:

      Ma…dalle baggianate lette…la paragono al comandante Francesco Schettino il quale non si rende conto di quello che a combinato…..

      • luca martinelli:

        Vero commento di persona intelligente. Mi inchino a tanta scienza. Complimenti, professore. Se volesse scendere al mio livello e se non la disturba troppo, aggiunga al suo vangelo almeno una argomentazione.

      • maria federica:

        “ha” combinato, con l’H. Povera Italia!!!

      • bruno:

        Schettino ha fatto fare ad una nave enorme un giro di …….180 ………gradi e la ha adagiata sulla riva con la falla fuori dall’acqua salvando 4000 persone;il suo gps era stato truccato.
        La nave si chiama concordia d’europa e i 13 piani. italia, francia, germania, ecc….
        La nave è affondata 99 anni e 9 mesi dopo il TITANIC …..capovolto 666.
        per uno sciopero è stata l’unica nave salpata, con scialuppe di salvataggio solo per le donne
        Sul TITAC sono morti tre banchieri che si opponevano alla creazione della FED federal reserve che ha cominciato a stampare moneta nel 1943
        Monti lo stesso giorno ha regalato al papa (proprietario della Costa Crociera), le carte nautiche del zona dell’incidente del 1500; udienza prenotata da giorni,
        L’isola del giglio, il è il simbolo della massoneria italiana.
        Tutti i giornali titolavano moodis affonda l’europa..e la nave con il suo nome
        …………….Quante strane coincidenze……….
        un abbraccio
        bruno

      • chogyamtrungpa:

        @gliese:
        si scrive : quello che HA combinato
        con la H.
        vi ricordo una frase di un saggio:
        “nessuno SA nulla … ma tutti pretendono di avere opinioni su TUTTO”
        non sto facendo il primo della classe , nè la “polizia della grammatica”
        ma mi sono ROTTO di leggere opinioni di persone che evidentemente non sanno neanche che il verbo avere si scrive con la H, cosa che si impara alle ELEMENTARI.
        perchè vuol dire, semplicemente, che non hanno letto UN libro in vita loro.
        e allora si facessero un minimo di cultura prima di voler opinionare su tutto.
        tempo addietro trovavi persone che ti chiedevano :
        “sa, non ho potuto studiare, mi spiega lei questa cosa?”
        oggi internet ha convinto tutti di poter intervenire su tutto.

    • bruno:

      Non condivido ciò che dici, ma sarei disposto a dare la vita affinché tu possa dirlo. (Francois Voltaire)
      Solo le dittature mandano in galera persone che hanno il coraggio di parlare

  • Terribile sembra un incubo. Se si calunnia qualcuno si va in carcere, i banchieri e i responsabili delle industrie farmaceutiche hanno causato morte e distruzione e nessuno ha pagato. Ho la nausea..

  • antioppressione88:

    Sallusti non è un santo e nemmeno un antisistema ma a volte nel suo giornale o sporadicamente in interviste televisive ha parlato male dell’america, della sua politica imperialistica e ciliegina sulla torta a differenza della totalità dei giornalisti italiani ha criticato l’euro ed il suo sistema di emissione.
    credo fermamente che sia stato fatto fuori perchè minimamente scomodo al gotha politico ed economico perchè il progetto europa non deve fermarsi…

    ricordate Marrazzo? che andasse a trans a me non importa un fico secco, fu messo alla berlina perchè lottava per dare al cittadino italiano il minimo reddito garantito…

    la vedo nera soprattutto per chi (come me) ha risicatissime risorse finanziarie per giunta precarie…

    • bruno:

      se scopri cosa è il signoraggio bancario saprai che
      1)AVANZI dalla banca d’italia spa 70000 euro
      2)LE TASSE possono essere abolite
      3)IL PIL del mondo è salito del 6 per cento dappertutto…..dove non c’è il signoraggio
      documentati e passa parola
      LA VITTORIA E’ nostra
      siamo 60.000.000 contro quattro gatti….Banchieri e professori di economia
      un abbraccio e coraggio
      bruno

  • Mauro Bena:

    Appunto, come dice Costanzo nei commenti. Altri ben meritatamente considerabili criminali, perchè hanno commesso crimini di varia fattispecie, sono liberi e nemmeno ci si sogna di condannarli. Poi, chiariamo una volta per tutte, caro Martinelli, che Sallusti viene condannato per diffamazione: ma da quando in qua’ augurarsi che uno possa essere condannato a morte, inquadra il delitto di diffamazione? Farina ha augurato al noto Magistrato, che ha autorizzato l’aborto, con i soliti consigli obbligatori non richiesti ai Giudici, di essere condannato alla stessa pena di morte. Questa è diffamazione? Eventualmente potrebbe essere istigazione a delinquere, ma la diffamazione è lontana anni luce. E’ una delle tante sentenze strampalate dei Giudici schierati come l’elucubrazione che non esiste violenza se si indossano i jeans. Ah…quanti jeans farei indossare ad alcuni Magistrati lasciandoli soli in un angiporto semibuio…
    Sempre unsaluti a tutti.
    MB

    • luca martinelli:

      Caro amico, innanzitutto non conosco nemmeno una delle carte processuali e non mi interessa perchè non è il mio lavoro. So solo che la condanna è definitiva e cioè ha passato 3 gradi di giudizio. Sallusti non sarebbe andato in carcere se non fosse stato pregiudicato. Quindi, siccome è pregiudicato, niente condizionale o altri benefici. Quete sono le nostre leggi, caro Mauro. Se non piacciono si cambiano ma non si interpretano a seconda delle simpatie. Saluti

      • Mauro Bena:

        Gent. Luca, ribadisco: non discuto (e non interpreto pro domo mia) i dispositivi di Legge e quindi il fatto che un pregiudicato venga affidato alle patrie galere per recidiva, discuto sul concetto di diffamazione che nel caso in esame non sussiste. Farina (e con lui il Direttore del quotidiano) non ha diffamato il Magistrato, gli ha augurato di morire per l’aborto che ha legalizzato in una certa sentenza. E’ una sentenza nel merito e nel metodo assolutamente fourviante e bizzarra. E’ comunque anche una sentenza che adombra pesantemente la libertà di stampa ed è questo, che più di ogni altra discussione, mi crea angoscia.
        La saluto.
        MB

        • luca martinelli:

          Rimane solo una cosa da fare, caro Mauro. Vediamo di pubblicare le motivazioni della sentenza che accompagnano il dispositivo. Potremo così valutare al meglio. Ora non posso farlo, dato che conosco solo la sua valutazione e non quella dei giudici. Buone cose.

  • Mauro Bena:

    Scusate.
    Sempre un saluto a tutti.
    MB

  • gliese:

    Già…Martinelli scrive baggianate da bettola e Proietti non inserisce il mio commento..

    • luca martinelli:

      Calmino, Gliese. Le baggianate vanno argomentate, cosa che non ha fatto e, come le fa notare una lettrice, non sa scrivere in italiano corretto. Lasciar perdere no??

  • massimo messina:

    @MAURO BENNA…
    beh…dicendo…. “chiariamo una volta per tutte”…..e poi dicendo cose NON VERE…lei NON CHIARISCE PROPRIO NULLA…..ANZI…si permette pure un “richiamo” al MARTINELLI….!!!
    FACCIAMO COSI’….se non le dispiace…si legga bene questo articolo….e poi ne riparliamo…DATO CHE DIFENDERE UN AGENTE DEI SERVIZI SEGRETI come è FARINA (ancora seduto in parlamento e probabilmente ancora in “aiuto” ai servizi segreti)….NON E’ PROPRIO IL MASSIMO….direi….
    comedonchisciotte.org

    • Mauro Bena:

      Due precisazioni alla replica di Messina, poi non controdedurrò più per non tediare gli altri lettori.
      La prima: poichè, malgrado l’età, so ancora leggere, il mio cognome porta una sola N.
      La seconda: ho letto quanto pubblica Robecchi, il quale è chiaramente schierato da una parte politica. Non sposto di una virgola quanto da me affermato circa il concetto di diffamazione: non è coerente al contenuto dall’articolo di Farina che ho letto personalmente e che, in concreto ha auspicato che il Magistrato subisca la pena di morte. Potrà essere un’opinione forte, ma sempre un’opinione resta, e la diffamazione nulla ha che vedere. E’ un po’ come Al Capone: quando non sono riusciti a metterlo dietro le sbarre per almeno 8 omicidi, lo hanno ingabbiato con l’escamotage dell’evasione fiscale. E’ un metodo anche questo, ma per un pluriomcida mi può anche andar bene, non per un Direttore di quotidiano. Vorrei, infine, far notare che il padre della ragazzina era all’oscuro dello sviluppo dei fatti e il Giudice non ha preso provvedimenti al riguardo, ma avrebbe dato libertà di scelta alla ragazzina e alla madre. Grandioso: occorreva un giudice.
      Non scriva più in stampatello maiuscolo, le grida sono fuori luogo.
      Saluti.
      MB

  • massimo messina:

    …che poi abbia ragione EZIO…che ricorda come è più semplice andare in galera per poco… repubblica.it

  • gliese:

    Già…Martinelli alla “pugno chiuso” grazie per il refuso….oltre che scrivere cialtronate cura anche l’otografia altrui….perchè di voi comunisti non c’è da fidarsi….anche lei corre all’interno di due linee parallele….

  • roberto Arvo:

    Fuori da ogni polemica con gli altri utenti…….il Farina mi sta sui cogl…i come Sallusti e tutti i giornalisti che non fanno il proprio dovere ….cioè la quasi totalità in Italia (ma pure altrove). Ma questo son capaci tutti a dirlo. Osservo anche che una delle malattie dei giornalisti (una e non certo l’unica) è il “vippismo”, cioè la trasformazione spesso irreversibile, che ogni essere umano subisce quando va in tv e si mostra mediaticamente. Chi fa quel passo difficilmente riesce più a rinunciare alla ebrezza che ciò comporta. Chi prova ad allontanarsi da quel mondo (intendo quello dei cosidetti “vip”) lo fà solo a prezzo di grandi sforzi di volontà, subendo anche delle sensazioni di vuoto e depressione, come se si astenesse da una droga. Vai a togliere a Travaglio o, per dire, a Celentano, il proprio palco, il proprio pubblico o platea…..non sono più in grado di rinunciare a successo, denaro e soprattutto alla visibilità…..e questa è una delle ragioni per cui poi si adeguano al sistema anche non volendolo fare in partenza. Insomma : scoprono chi comanda realmente e per non rinunciare alla droga (da esposizione pubblica e mediatica) si sottomettono al padrone!

  • luca martinelli@
    Si discute dell’iniquità della pena e della sproporzione della punizione, non della colpevolezza, a nessuno viene in mente che sia innocente Sallusti ! Poi se il ”povero giudice” ( sic!..) ha applicato soltanto la legge, questo non toglie la gravità della cosa, anzi è pure peggio.

  • gliese:

    Già….effettivamente in Italia i giudici sentenziano guidati dalla simpatia o non dell’imputato, invece che avvalersi delle prove da esaminare e del codice..I cittadini seguono a ruota e sputano verdetti a priori fregandosene altamente dell’innocenza dell’incriminato..ma guidati dalla casacca di partito e come banderuole emettono dichiarazioni da tifosi da bar sport..I cittadini poi abusano della parola “padrone” quando si cita l’avversario da demonizzare perché convinti che loro non hanno padroni ma sono guidati dal messia…A questo punto argomentare con persone che prendono decisioni in merito ad avvenimenti che comportano una qualsiasi contrapposizione partitica, sappiamo già, dove si va a parare, dunque inutile..

  • Andreaa:

    In galera e punto e che buttino la chiave.
    La libertà di espressione va bene ma la calunnia o la bugia, no, perchè in questo caso la viene meno la libertà di espressione e pertanto che paghi o impari a non dire falsità.

    L’informazione deve essere veritiera e non nuocere nessuno o è disinformazione cosa comune a
    tutti i mazzi d’informazione occidentali manipolati dall’elite bancaria e delle multinazionali per la quale vedo vita corta se va avanti così.

    In breve ci sarà una nuova rivoluzione Francese se le cose non cambiano e personaggi alla sallusti andranno dritto alla gligliotina. attenzione, il popolo “pecora” prima o poi quando non nè può più si ribella e non ci sarà polizia repressiva o esercito che tenga.

  • massimo messina:

    @Mauro Bena
    …approfitto per chiederle scusa per la “n” in più…ma ribadisco la mia idea in netta “contrapposizione” alla sua…soltanto perché su SL “guardiamo dove gli altri non guradano”…e le opinioni…non centrano nulla…
    nb…senza rancore…io non amo bisticciare con nessuno…però…… massimofini.it

  • gliese:

    Moderatore perchè non vedo il mio commento a differenza di altri che a offese personali non si risparmiano è pronto a pubblicare io combatto il sistema lei l’individuo

  • gliese:

    Moderatore non leggo il mio ultimo commento non sono Sallusti non ho padroni combatto il sistema non l’individuo

  • gliese:

    Non vedo il mio commento anche lei fa parte della famiglia “pugno chiuso”

  • bruno:

    ho scritto tre commenti però nessuna li ha notati
    quando si discute di cose serie, una acca un accento ouna spazio non contano
    concentriamoci sui contenuti.
    per gli ingenui
    ci sono persone PAGATE PROFUMATAMENTE che intervengono nei blog per creare disordine e disinformazione……………..
    debunker
    su wikipidia..alla voce debunker si dice che applicano il metodo scientifico….
    si dividi et impera……..
    noi siamo la forza, noi siamo vincitori (non saremo) ma solo se uniti in un unico abbraccio fraterno e con la mente aperta
    un abbraccio
    bruno

    • roberto Arvo:

      Scusi Bruno, per ciò che mi riguarda i suoi commenti li ho letti bene e le sue opinioni sono sempre interessanti, così come quelle di altri; tuttavia se trovo in varie circostanze cose incompatibili con le mie convinzioni, evito ( nel 90% dei casi) di aprire dibattiti inutili che non giovano né ai contendenti, né alla causa della verità. Per es lei parla di signoraggio bancario e fà bene a farlo se ne è convinto. Io invece lo nego dopo aver studiato a fondo la questione (partivo dall’essere signoraggista) e non trovo utile ogni volta riaprire una discussione che non finirebbe mai….e che in passato ho già fatto con alcuni interlocutori, ricavandone anche insulti personali e derisioni. Con questo ho voluto fare un es del perchè non sempre qui in rete si commentano gli interventi di altri, anche perché qui su Stampa Libera spesso è più ciò che unisce che ciò che divide e accapigliarsi può essere privo di utilità. Grazie Roberto

      • bruno:

        mi dispiace che non abbiamo la stessa opinione sul signoraggio, anche se per me questo è l’argomento primario per battere la cabala.
        io studio l’argomento da dieci anni e ho capito che con una banca centrale pubblica riavremo la nostra libertà.
        il tempo ci farà comprendere la verità
        un abbraccio fraterno
        bruno

  • peppino:

    Sallusti dovrebbere mostrare a tutti di avere gli attributi sputare in faccia tutti i responsabili di queste assurde leggi da stato reazionario delle bananas e scrivere i suoi articoli di lotta democratica dal carcere.

  • La razza dei Belpietro, dei Feltri, dei Sallusti e dei Ferrara (e credetemi, provo disgusto al solo pronunciare il loro stupidi cognomi), rappresenta l’archetipo di quegli individui che, nel tempo, hanno contribuito alla nascita di dittature come il fascismo e nazismo: gli irresponsabili ad oltranza
    La loro congenita predisposizione all’obbedienza poi, li qualifica per quello che sono: figure sbiadite, prive di qualsiasi potenziale umano e culturale; esseri vuoti, vacui e senza contenuti che, solo nella sudditanza, trovano uno spazio conforme alla loro indole opportunista, che tracima di astio e di rancore.
    E’ per tanto sconcertante, il comportamento, di questi esemplari di quart’ordine, che ogni giorno, annaspano nella spazzatura e praticano l’impostura per rendere più appetibile la loro opera di mistificazione.
    Questi quotidiani, mi ricordano quelle riviste di pettegolezzo degli anni 70, come “Ora, Visto, Cronaca Vera” ed altri (di cui non ricordo il nome), che improntavano il loro bieco commercio, sui titoloni altisonanti e improbabili scoup.
    Così appaiono sempre più simili ad una discarica metropolitana, dove le flatulenze populistiche e intimidatorie, si prefiggono di intorbidire sull’onda di una emozione indotta, una fetta di cittadini vuoti, predisposti e, naturalmente inclini, al qualunquismo, alla retorica e alla contraffazione della realtà.
    Il prezzo che dovranno pagare per il loro ignobile, servile, comportamento di mistificazione, di contraffazione, di manipolazione della realtà e dei fatti, non che, dell’opera di disinformazione e di diseducazione sociale e civile, sarà altissimo e senza sconti, e li costringerà ad un esilio senza precedenti. Bestie umane!!

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE