Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Fonte: Monte dei Paschi di Siena – Articolo di Elio Lannuti

Mostra rif. normativi

Legislatura 16 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-08558
Atto n. 4-08558

Pubblicato il 29 ottobre 2012, nella seduta n. 823

LANNUTTI – Al Ministro dell’economia e delle finanze. -

Premesso che è giunta all’interrogante la segnalazione di un cliente della Banca Monte dei Paschi di Siena che lamenta di essere vittima di un sopruso in quanto l’istituto gli avrebbe addebitato la spesa del bollo sul conto corrente nonostante la giacenza sia inferiore a 5.000 euro;

considerato che:

  • i conti correnti, siano bancari o postali e gestiti da finanziarie od assicurazioni, sono soggetti ad imposta di bollo;
  • con il cosiddetto decreto Salva-Italia del Governo Monti (decreto-legge n. 201 del 2011, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 214 del 2011) sono state apportate delle novità sia nell’applicazione che negli importi;
  • dal 2012 sono soggetti all’imposta di bollo anche i libretti di risparmio o deposito;
  • sono esenti dall’imposta di bollo conti correnti e libretti intestati a persone fisiche con giacenza media annua fino a 5.000 euro.
  • La soglia di esenzione è relativa al singolo rapporto finanziario e se si possiedono più conti non se ne devono sommare i singoli saldi;
  • per i conti correnti o libretti di risparmio intestati a persone fisiche con saldo medio superiore ai 5.000 euro l’imposta annuale di bollo è pari a 34,20 euro (invariato rispetto al 2011);
  • l’imposta di bollo per conti correnti o libretti intestati a persone giuridiche (società) è invece di 100 euro all’anno (nel 2011 era di 73,80 euro);
  • l’addebito può essere annuale, trimestrale o mensile, ma alla fine si paga tutti nella stessa misura;
  • la suddivisione mensile/trimestrale/annuale è a discrezione della banca,
  • si chiede di sapere:
  • se risulti corrispondente al vero quanto denunciato e, in caso affermativo, quali opportune iniziative di competenza il Ministro in indirizzo intenda adottare;
  • se risulti al Governo un intervento della Banca d’Italia a riguardo;
  • se il Governo sia a conoscenza di altri istituti di credito che stiano adottando prassi analoghe a quella esposta;
  • quali urgenti iniziative legislative intenda intraprendere al fine di tutelare maggiormente i risparmiatori da ogni possibile abuso e vessazione imposta dal sistema bancario.

9 Commenti a “MPS: applicato bollo illegalmente”

  • Silvio:

    Per carità… va bene interrogare il MEF ed il Governo sull’applicazione illegale del bollo sui depositi (pratica che non è certo nata ieri).
    Però, Lannutti, si rende conto che MPS ha da poco chiesto allo Stato 2 miliardi di euro per ricapitalizzarsi (mediante Tremonti bonds)?
    Si ricorda che il kapò della BCE Mario Draghi attraverso i LTRO ha prestato alle banche 1000 miliardi di euro all’1%, soldi creati ex nihilo (allora si può fare!!) che sono stati investiti acquistando titoli del debito pubblico senza farli circolare nell’economia reale?
    Forse che MPS non ne ha usufruito?
    Non varrebbe la pena, Lannutti, di meglio interrogarci su quanti titoli spazzatura aveva (ed ha ancora) in pancia MPS?
    Forse che la stiamo pagando noi quell’immondizia, secondo il principio neo-liberista della privatizzazione dei profitti e della socializzazione delle perdite, anche attraverso l’obolo chiamato “bollo”?
    E non le pare singolare che proprio Mussari, ex AD di MPS, sia stato messo a capo dell’ABI?
    Isolare la sua interrogazione dal contesto più generale, equivale a fare come quello stolto che, invece di guardare alla Luna… continuava a guardare il dito usato per indicarla…

  • Michele:

    Anche io sono correntista MPS e avevo notato e segnalato subito l’anomalia alla mia filiale. Mi è stato detto che “per motivi tecnici” il bollo sarebbe stato restituito a fine anno. Attendo con pazienza…

  • Luca:

    a che servono le (inutili) interrogazioni? perchè non denunciarli direttamente alla magistratura per appropriazione indebita?

  • Paolo:

    Buongiorno,
    anche a me il MPS ha trattenuto il bollo sul c/c nel 2012 nonostante la giacenza media sia stata di molto inferiore ai € 5.000. Ad oggi 21 gennaio non mi è stato ancora restituito. E’ una vergogna! Credo che abbandonerò tale istituo per un altro. Grazie.

  • Pasquale:

    Salve a tutti
    stesso discorso anche a me: bollo applicato nonostante giacenza media inferiore a 5.000 euro. Ad oggi non mi è stato restituito nulla nonostante la banca mi abbia già addebitato le consueti spese di fine trimestre 2012. Aspetterò i primi di febbraio e dopo farò partire il reclamo on line. E’ semplicemente scandaloso nonchè ridicolo giustificare tale addebito ( avvenuto anche a me a giugno 2012 ) con interpretazioni palesemente di parte della legge( la loro ovviamente ).

  • Morena:

    Salve a tutti,
    mi trovo anch io nella stessa situazione. Ho chiesto più volte in fialiale, mi hanno risposto prima che la legge non era chiara e che quindi, in forma cautelativa, loro lo avrebbe addebitato e poi a fine anno avrebbero visto. A gennaio ho chiamato e mi è stato detto che sotto i 5000 euro di giacenza il bollo non va pagato…e che procederanno al rimborso ma non sanno in che tempistiche!!! No comment!
    Sto aspettando di vedere se il rimborso lo fanno con la stessa valuta di addebito!

  • bianca:

    anche per me vale il discorso del bollo applicato sotto i 5000 euro e nonostante i miei numerosi tentativi di rimborso, non mi è stato ancora restituito. Come possiamo far sentire la nostra voce?

  • sonia:

    Per farsi restituire il bollo provate a scrivere qui:
    https://www.mps.it/Reclami/Modulo+On-line/
    In passato ho ottenuto rimborsi.

  • Pasquale:

    Nuntio vobis MPS è stata di parola, ieri mi hanno stornato l’imposta di bollo che mi era stata addebitata erroneamente

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE