Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Di Claudio Messora – Fonte: http://www.byoblu.com/post/2012/11/20/Sparare-sulla-Croce-Rossa.aspx

Non mi piace sparare sulla Croce Rossa. Rispetto gli anziani. Riconosco i diritti politici a chiunque, anche di chi ha condotto una battaglia faziosa, contro ogni buon senso, per vent’anni, rendendosi in qualche modo corresponsabile della situazione odierna, e adesso ha perso. Non ce l’ho con nessuno, non mi interessa mettere il dito nella piaga, non mi piace torturare gli sconfitti, perché nulla di ciò che questi oggi sono è ontologicamente ricollegabile a quello che sono stati ieri: il tempo che scorre non ci cambia, ma sostituisce per intero noi stessi con nuove persone senza passato e senza memoria. per cui prendersela oggi con qualcuno, per le sue colpe di ieri, sarebbe come accanirsi contro un ologramma proveniente da una dimensione parallela.

 Fede oggi è un grazioso vecchino che cerca – mi auguro infruttuosamente – di farsi un nido al Senato per trascorrere serenamente gli ultimi anni della sua vita, che gli auguro essere ancora lunga, e che dice di commuoversi quando un poliziotto abbraccia un manifestante e per gli indigenti in coda per un piatto di minestra alla mensa dei poveri. Non mi interessa ricordargli che con tutti i soldi che si è bruciato con il gioco d’azzardo avrebbe potuto sfamare intere città di poveri per tutto il ventennio, né quando al TG4, sui giovani studenti che manifestavano, la pensava molto diversamente. Sarebbe una dimostrazione di meschinità: un popolo che non rispetta gli anziani non è un popolo civile.

L’unica cosa che gli chiedo, almeno questo, è di non accreditarsi come il nuovo. Per il resto, non l’ho maltrattato ieri sera e non lo farò adesso. E non fatelo neanche voi…

17 Commenti a “Sparare sulla Croce Rossa”

  • Alvaro:

    Grande Claudio , sei veramente un Signore.

  • gibuizza:

    Sono d’accordo sul non sparare sulla croce rossa ma, se una croce rossa trasporta munizioni o armi, bisogna farla saltare in aria.
    Non mi è mai dispiaciuto Fede, guardavo il suo tg perché era simpatico e spiritoso, lui era dichiaratamente schierato e pertanto tutti lo capivano bene e non imbrogliava nessuno (non come quelli schierati che però si vogliono presentare come imparziali e oggettivi). Però adesso faccia il nonno e non pretenda alcunché nè da Berlusconi né dalle persone che sinora l’hanno rispettato perché il suo tempo è finito!

  • Don Antoine:

    …sulla croce rossa forse no, ma su emilio fede…

  • cristiano1970:

    Eloquente specchio dell’Italia.
    Gente che fa il frocio con il culo degli altri ;
    Gente che sta sul carro e dice a te che lo tiri : – Forza ! Più veloce ! E tu stai con la paura che se scendono ti fanno da freno a mano.
    Gente che si fa i soldi sulla pellaccia degli altri. Avvoltoi divoratori della carne altrui e non risparmiano neanche le feci quando gli conviene.
    Questa è gente da mettere al muro !
    Altro che democrazia. Questa è presaperculocrazia.

  • Nicola:

    Sono stato sempre affetto da allergia alla Cgil e contorno per amore , da parte mia, dei ceti meno abbienti. Ma poichè ogni regola ha la sua eccezione sto spezzando diverse lance a favore di CremaschiI Le sue iniziative sulla divulgazione del problema del signoraggio sono lodevoli.
    Certo poi ti viene in mente che il suo principale è un certo Bersani che con Monti e chi ll comanda ci va a nozze alla faccia della classe operaia ed ecco che si viene immediatamente assaliti da una tediosissima orticaria.
    Non capisco che trasmissione sia questa in oggetto. Cio’ che credo d’avere capito bene è che si è stroncato sul nascere un tema di rilevanza sostanziale : come vota lo spread alla elezioni?
    Fede, non so se in malafede o per palese senilità sopraggiunta , ha annacquato subito ogni possibilità di sviscerare risposte sull ‘orrida tematica,ossia : Spread delle mie brame chi è il più bello del reame? Ma pure Bassora non che ha fatto di più . Alla fine è rimasto il solito squallido teatrino mediatico proteso a censurare la roba che conta.
    Ma visto che chi posta il servizio è l’ottima articolista e mia omonima al femminile, nonchè ,mi pare di aver capito vicina al M5S come anche il bravo Bassora, a costoro chiedo:
    1)Qual’è la posizione ufficiale del M5S sullo strapotere dei mercati e gli strumenti che adotterebbero, a parte un timido referendum sull’euro che la costitzione italiana vieta in quanto materia economica finanziaria?
    2)Il programma del M5S è privo totalmente della sezione “politica estera”. E’ stata una banale dimenticanza oppure va a genio il ruolo dell’Italia come grande portaerei della Nato e serva totale delle decisioni adottate dalla Commissione europea che vota sanzioni, alla Tafazzi nei nostri confronti, verso l’Iran che non c’ha nessuna intenzione di farsi bombe atomiche pero’ basta che America comanda subito ubbidire a grande capo scuro.
    Vi sono grato in anticipo per le risposte che sono sicuro darete.

  • Luca:

    Sarebbe come prendersela con un lombrico perché non ha la spina dorsale, e cosa ci vuoi fare, se uno nasce tondo, mica può morire quadro! Come epitaffio suggerirei una cosa tipo: visse, striscio’, mori’….

  • lislis:

    Vi siete chiesti sotto quale ombrello può stare il buon Messora
    per stare una volta a settimana in tv?
    Un aiutino: tze tze . Ci siamo capiti!

    • Elyah:

      Finalmente una riflessione intelligente…

    • ale:

      ultimamente stavo cominciando a chiedermelo anch’io: la tua è una possibilità, un altra è forse che essendo byoblu un sito che tira pensano magari d’incrementare lo share. Ultimamente parlano di signoraggio ecc. un po’ ovunque, ormai è diventata la normalità anzi è quasi una routine, facile da accettare….

  • Tao Crocus:

    Ad osservare il suo viso credo proprio che lui si stia già maltrattando parecchio da solo.
    E per quanto mi riguarda, nacqui in Italia e sulla carta sono italiano, ma non riconosco più l’autorità di questo stato italiano senza anima, per questo non sarà di certo il movimento 5 stelle a farmi muovere la penna su quella scheda
    Solo: “A Cesare quel che è di Cesare,e a Dio quel che è di Dio”.
    L’unico mio pensiero va a qualsiasi essere umano che calpesterà la terra che calpesterò anche io, ogni mio “fratello”, di sangue, colore, religione, pelliccia o corteccia con il quale continuerò a condividere e a coltivare i veri valori che oggi sembrano così lontani.
    Per molti è la fine, per me, e per tanti, è il nuovo inizio.
    Un abbraccio
    -Enrico-

    • Zingaro:

      Ti condivido in pieno. So che è poco, ma almeno sai che non sei solo e so di non essere solo neppure io. Si tratta di una speranza, una piccola speranza per vedere un po’ di luce in questo universo buio.
      Sono convinto che la nostra sia la strada giusta.
      Un saluto con simpatia.

  • William:

    Si , ma non è che se ci sono spazi vuoti si è obbligati a riempirli con la prima minchiata che capita …. vorrei sapere che contributo e che utilità ha portato la visione di questo video … boh …

  • Luca:

    Caro messora,ok su Fede,ma nel programma del M5S non ho visto una riga sul signoraggio,,eppure il boss Beppe qualche anno fa,sapeva bene cosa fosse!usciamo dagli schieramenti,non esiste e forse non e’mai esistita destra e sinistra,parliamo dell’unico argomento,o meglio del primo argomento da affrontare per non finire in rovina!

  • Ugo:

    Ho messo un post su Byoblu… ERA IL PRIMO POST a commento su questo filmato, facendo notare a Messora come ancora una volta non parla di signoraggio… mi ha censurato il post… ora lo rimetto… vediamo se mi banna! :-) Che bravo Messora… un vero democratico! :-) Ecco… lo ha tolto per la seconda volta!!! Ecco il post che avevo scritto:

    Bravo Messora… il tuo intervento è stato quasi perfe
    tto… perché dico quasi? Perché ancora non parli di Signoraggio, di moneta a d
    ebito, di proprietà della moneta! A quando un bell’articolo sul Signoraggio e la Proprietà della Moneta? E a quando una bella intervista a Salvatore Tamburro o a Nicoletta Forcheri o a Nino Galloni sul Signoraggio? Aspettiamo che in Italia ci sia la guerriglia per le strade e i negozie auto bruciate e lo Stato che non potrà più pagare i dipendenti pubblici perché Claudio Messora si decida di leggere Euroschiavi sul suo comodino e che poi di conseguenza parli del SIGNORAGGIO che rappresenta in pratica il DEBITO PUBBLICO? Casa aspetti caro Claudio? Perché ti ostini a tacere sul SIGNORAGGIO? Spero che non lo fai per dispiacere a Paolo Rossi Barnard… spero! :-)

  • L’Elite deve rottamare il vecchio e costruire il nuovo mondo, come il vecchio aveva i suoi portavoce, anche oggi invia intorno a noi portavoce del nuovo mondo. Certo tra il vecchio ed il nuovo la differenza c’è, chi ha creato internet sapeva che prima o poi il popolo avrebbe capito chi siede ai piani superiori…..dai piani superiori vengono inviati messaggeri e nuove figure politiche per contenere e trattenere il sapere delle masse. La massa deve essere infiltrata per fare in modo che non causi danni ai piani superiori. Che bellissimo mondo magico.

  • sauro:

    Caro Claudio,
    questo articolo e’ un elogio al servilismo, alla sudditanza, un insulto alla legalita e alla moralita.
    Se ci troviamo in questa terribile situazione, e’ grazie anche a questo tipo di attitudine di voi giornalisti, che invece di essere dalla parte dei cittadini denunciando misfatti e malefatte di politici e del sistema stesso, girate il capo dall’altra parte o semplicemente minimizzate l’accaduto al fine di renderlo almeno in parte digeribile al lettore.
    Definire un povero vecchietto Emilo Fede, servo del potere da piu di 30 anni, che ha sitematicamente e volutamente mentito, nascosto i fatti all’opinione pubblica, che ha sperperato fortune fatte sulla nostra pelle al gioco d’azzardo, che ha avuto un ruolo attivo nel scegliere le ninfette minorenni da dare in pasto al suo padrone, e che come per tua stessa ammissione, non si pente affatto ma cerca di entrare in parlamento come del resto tutti i malviventi che siedono nel nostro parlamento, e’ un atto di servilismo puro; che fatto da un giornalista del mainstream sarebbe il quotidiano, ma dalla bocca di un giornalista che si pone come alternativo all’informazione di regime a me suona a dir poco preoccupante.
    In un paese dove i giornalisti fanno infatit il proprio mestiere, non sareppe stato possibile scendere il patrimonio nazionale a privati, o avere come presidente del consiglio un uomo non eletto dai cittadini, non credo serva ricordare l’apparteneza di mariotto(trilaterale e birdelberg), uomo da sempre che lavora per le banche e contro la sovranita degli stati.
    Fin d’ora ho seguito le tue interviste con attenzione, molte sono state interessanti, anche se da te, come come da molti che si elevano a “nuovi” paladini del giornalismo e della libera informazione non ho mai sentito: vuoi un esempio? la geoingegneria clandestina!
    Leggendo quesot articolo ho avuto la forte sensazione che ache tu appartenga a questa nuova classe di personaggi, apparentemente dalla parte dei cittadini, ma non del tutto, non su quei temi TABU, come lo stesso Barnard o Beppe Grillo.
    Spero di sbagliarmi, quesot e’ un indizio, aspettiamo il secondo e il terzo (sperando non arrivino mai)per trarre le conclusioni.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia