Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Fonte: movisol.org

7 dicembre 2012 (MoviSol) – Due autorevoli voci si sono nuovamente levate a denunciare l’illegalità e il carattere antidemocratico dell’Unione Europea: il prof. Karl Albert Schachtschneider in Germania e il prof. Giuseppe Guarino in Italia.

Guarino ha denunciato non solo la dannosità del Fiscal Compact, ma anche la sua inapplicabilità. La denuncia dell’illustre giurista, anticipata in occasione della conferenza internazionale dello Schiller Institute e pubblicata successivamente su Milano Finanza del 28 novembre, “ha subito generato moltissime reazioni in ambito accademico e in Senato”, dove si è discussa la legge di Stabilità, scrive il quotidiano milanese.

Nell’articolo, che riassume uno scritto più corposo, Guarino dimostra che la Commissione Europea e non la Germania è stata la forza trainante dietro tutte le iniziative e le leggi di pareggio di bilancio, e che il regime imposto dal Fiscal Pact è inapplicabile. Viene sottolineato il fatto incontrovertibile che lo stesso Trattato del Fiscal Compact stabilisce (Art. 2,1 e 2) che “il presente trattato si applica nella misura in cui è compatibile con i trattati su cui si fonda l’Unione europea e con il diritto dell’Unione europea”. Poiché il diritto vigente dell’UE è l’Art. 126 del Trattato di Lisbona, che stabilisce la legittimità del deficit al 3%, la regola del Fiscal Compact non è applicabile.

Guarino denuncia anche il fatto che benché la regola del 3% sia formalmente stata sempre e l’unica legge vigente, essa in realtà non è mai stata applicata, perché la Commissione ha imposto, in violazione della legge, regimi di “convergenza” ben più rigidi.

A coloro che si dichiarano scettici sulle probabilità di successo di un ricorso contro il Fiscal Compact, che costringe l’Italia a tagliare 45 miliardi all’anno dal bilancio, Guarino risponde: Ho ricevuto giudizi da gruppi di giuristi autonomi nei miei confronti che confermano l’esattezza delle mie conclusioni”. La sentenza della Corte di Giustizia Europea che il 27 novembre ha bocciato il ricorso del parlamentare irlandese Thomas Pringle sull’ESM non invalida un percorso analogo sul Fiscal Compact. “Nelle giurisdizioni le sentenze valgono solo nei limiti dei motivi di ricorso”, afferma Guarino. “Dalla lettura dei riferimenti di stampa circa la causa dell’Irlanda, deduco che la Corte si è pronunciata su motivi che non hanno nulla a che fare con la questione di liceità da me proposta”. Il giudizio di Guarino “non apre ancora scenari di revisione degli accordi europei per l’Italia, ma sicuramente scatena il dibattito“, scrive Milano Finanza.

In Germania, l’esperto di diritto internazionale Karl Albrecht Schachtschneider ha lanciato un appello alla “resistenza pacifica” contro il regime dell’Euro in un’intervista a Michael Mross, autore di un libro intitolato “Arriva il crollo della moneta”. Schachtschneider, che ha presentato numerosi ricorsi costituzionali contro il sistema dell’Euro, ha affermato che la moneta unica è economicamente fallita e non può essere salvata. Ma quel fallimento viene usato dai politici per imporre un superstato europeo che non sarà democratico. Al contrario, per Schachtschneider, l’Europa viene trasformata in una “gigantesca dittatura burocratica che ricorda l’ex Unione Sovietica”, con molta propaganda ma senza libertà di parola.

Perciò i cittadini hanno il dovere di intervenire. “È indispensabile sostituire i poteri politici attuali se vogliamo tornare alla libertà, alla democrazia e allo stato di diritto. La costituzione prescrive il diritto di resistere contro chiunque tenti di rovesciare l’ordine democratico, che concretamente significa: votare per altri partiti, ricorrere ai tribunali, protestare nelle strade e fare resistenza pacifica.

“C’è una dittatura del denaro, del ‘capitalismo sfrenato’”, ha affermato il giurista tedesco. “Non ho mai pensato che sarebbe stato possibile violare la legge in tal modo come è stato fatto dall’inizio della crisi del debito. È l’ora della resistenza“.

7 Commenti a “L’UE è illegale e antidemocratica”

  • archimede:

    In quel fabbricato (Porcile chiamato Parlamento UE) è tutto illegale anche l’aria che circola dentro di esso, chi gestisce il Parlamento Van Rompuy e Barroso sono anche loro illegali perchè venuti al mondo in modo “retort” ovvero dal buco del fondello e quini due pezzi di m……a , chi si vanta di lavorare dentro il complesso Babilonia è complice e quindi anche illegale e tutto quello che è illegale deve essere “BRUCIATO” , gli escrementi messi a gestire il governi UE (I TECNOCRATI) vanno appesantiti in modo che quando si tira l’acqua vadano nelle fogne dato che sono le loro dimore ,..nascono da bambini innocenti e crepano da criminali e delinquenti-

  • barabba:

    Il metodo più semplice per abbattere questa gigantesca dittatura burocratica è quello di utilizzare il voto per cacciare dai parlamenti europei i partiti che, per convenienza o ignoranza, l’appoggiano, istituire la democrazia diretta e votare un referendum per l’uscita dall’euro.
    E’ una via democratica, praticabile e realizzabile in un tempo relativamente breve.
    L’Italia sarà forse il primo Paese a liberarsi dai tiranni.

  • Enrico Scattolin:

    Se Guarino e Karl Albrech Scachtschneider, o chiunque altro, credono in una qualche efficacia, di questo tipo di iniziative, sono degli illusi. I padroni delle stampanti di dollaro ed euro, degli eserciti anglo-usraeliani, di gran parte della malavita organizzata planetaria, e di quasi tutti i servizi segreti del mondo, dopo aver preso atto della denuncia di Guarino e di Karl Albrech, cambieranno il loro atteggiamento nei confronti dell’ Umanità e si avvieranno sulla strada della promozione del benessere del Genere Umano? No! Queste iniziative per quanto lodevoli e benvenute , sono inutili per potere incidere sulla realtà dei sistemi socio-economici. Assolutamente inutili. Purtroppo, siamo arrivati al punto in cui l’ unica soluzione per poter vincere contro questi “esseri malvagi”, è quel “BRUCIATO” di cui parla archimede.

  • Cristiano1970:

    ” Le stesse nuove condizioni, che ci daranno il livellamento e la progressiva mediocrità dell’uomo, un utile, laborioso UOMO DEL GREGGE, polivalente e abile, sono atte al massimo grado a produrre uomini eccezionali, della QUALITA’ PIU’ PERICOLOSA ED AFFASCINANTE. Mentre cioè quella forza di adattamento, che collauda condizioni sempre mutanti e con ogni generazione, quasi con ogni decennio, inizia un nuovo lavoro, rende affatto impossibile la potenza del tipo; mentre l’impressione di insieme di tali futuri Europei sarà verosimilmente quella di LAVORATORI DI OGNI TIPO, chiacchieroni, PRIVI DI VOLONTA’ E INTERSCAMBIABILI, che hanno BISOGNO DEL PADRONE, di CHI COMANDA, come del pane quotidiano; mentre dunque la democratizzazione dell’Europa si avvia alla CREAZIONE DI UN TIPO PREDISPOSTO ALLA SCHIAVITU’ nel senso più sottile: l’uomo forte dovrà crescere, in certi casi singoli ed eccezionali, PIU’ FORTE E PIU’ RICCO di quanto forse non sia mai stato fino ad oggi, grazie alla SPREGIUDICATEZZA DELLA SUA EDUCAZIONE, grazie all’immensa varietà delle sue abitudini, della sua ARTE e della sua MASCHERA.
    Volevo dire: – La democratizzazione d’Europa è ad un tempo una involontaria propedeutica all’allevamento di TIRANNI; intendendo la parola in ogni senso, anche in quello più spirituale.”
    - Citazione di W.F. Nietzsche da “Al di là del bene e del male” – 1886
    Anticipazione della tribulazione dell’Europa nel XX – XXI secolo.

  • jo:

    Le piu’ importanti testate di informazione che ci sono in internet conoscono perfettamente i personaggi di ogni tematica che sono saputi e eruditi di ogni particolare storico, politico, e di ogni evento che dimostra la deformazione fatta illegalita’ di questo sistema ipocrita e malavitoso anticostituzionale.

    Queste sono le persone che dovrebbero avere spazio in ogni trasmissione televisiva e radiofonica, perche’ l’ informazione piu’ e’ esaustiva e dettagliata, e piu’ si riesce a comunicare e rendere semplice un quadro sociale che altrimenti rimane sempre frastagliato e gambizzato, come informazione.

    E volete voi che con questa raccolta di persone, e fi tantissime altre, competenti e coscenti, non si riesca a prendere in mano la struttura burocratica di uno stato, e senza fare sfacelli, riconvertirla pezzo per pezzo verso una vera democrazia giusta e benestante quanto basta?

    Bisogna trovare e fare un sito che sia una raccolta e un sunto di ogni tema e trascorso degli eventi e dei personaggi, senza ingolfare, ma sintetizzando, e abbinarlo alla nutrita schiera di informatori e di capaci di gestione di ogni tipo, e istituire un collegio di avvocati e giudici che epurino tutta questa feccia, e sappiano proporre una nuova politica e azione, senza dover accondiscendere al marcio legalizzato e burocrate, e fare uno stato nuovo, sovrano, costituzionale, autonomo e indipendente,

    Se non si unisce e forma un fondamento unico e totale, non si insediera’ prorpio nulla per sostituire questo male che sta’ diventando sempre piu’ grande.

  • jo:

    Questi grandi xxxxxxxx demenziali e tossici non reciclabili, che non sanno nemmeno che sia democrazia e non conoscono il sistema mafioso grande fratello globale, prima approvano il patto di stabilita’, per poi andare a prenderselo in quel posto con il sedere dei soliti altri, per mettersi a elezione e ridiventare i burattini di sempre, dove riusciranno a spillare le bricciole acconsentite come pizzo mafioso ai lor interessi.

    Ma ancora non e’ finita. Il nonno xxxxxxxx ancora non molla l’osso assieme all’altro nonno compagno di merende. Danno l’ annuncio prima dell’ apertura delle borse, cosi con un colpetto di spread e aumento della crisi, voteranno piu’ volentieri quello che volgiono sia approvato, e ancora non e’ finita, perche’ a tirare ancora con il nonno, riuscira’ ad infilare dentro chissa’ ancora quale accidente mortale.

    Se con questo governo, o il prossimo futuro, non batti il tempo come volgiono loro, ti chiudono i rubinetti del tutto, creano piu’ crisi ancora, tanto piu’ c’e’ crisi e piu’si svaluta tutto il tessuto territoriale, e piu’ viene via a buon prezzo stracciato, tanto saranno loro poi ad arrivare a risanarlo, a suon di privatizzazioni e costo zero della tua vita per il massimo rendimento loro a danno tuo.

    Questa razza e’ capace di far fallire anche l’ impossibile, tanto falliranno sul loro, e se lo risarciranno creandosi conti e aiuti, e spartendosi poi quello che rimarra’ come macerie sociali, ma con integre le risorse di un paese, e la liberta’ di governarlo come melgio credono, senza piu’ nulla e nessuno che l’ ostacoli, essendo loro stessi che determinano leggi e vincoli di tutto. La gente e’ solamente la pedina per giocarci, perche’ per loro la vita e’ un gioco fatto sulla pelle degli altri.

    La semplice considerazione che tutto gravita in un’ etica mafiosa e delinquenziale, dovrebbe farci vomitare e esplodere, senza aspettarci la fame o le crisi gravi.

  • [...] tal modo come è stato fatto dall’inizio della crisi del debito. È l’ora della resistenza“. Stampa Libera Mentre banchieri e loro camerieri si disperano per le dimissioni del golpista del Bilderberg, ecco [...]

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE