Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Monti è andato da Napolitano sabato 8 dicembre per avvertire che rassegnerà le dimissioni poiché, essendo stato sfiduciato dal PDL sul Decreto crescita e sviluppo bis e la legge sui costi della politica, venerdì 7 dicembre alla Camera,  non ha più la maggioranza. Dimissioni con condizione, o meglio, con la condizionale, o meglio con condizionalità, quel neologismo eurocratese scoperto con l’austerità in salsa BCE, in occasione della famosa lettera di Trichet a Berlusconi: la condizione è che sia definitivamente approvata la legge di stabilità , la condizionalità è che aumenti l’IVA, si riduca la spesa sanitaria, si svenda il demanio e altre chicche di perfidia prudenziale (cfr. Trattati UE: il diavolo è nei dettagli). Del resto, dal relatore Grilli, cosa pensate che ci si possa aspettare visto che era il presidente del gruppo che si è occupato della redazione del MES? 

 

Grilli presidente della commissione economica e finanziaria, e Tremonti alla firma della prima versione del MES, l’11 luglio 2011

Monti, quindi, ha dichiarato, con il beneplacito di Re Giorgio, che darà le dimissioni a una data indefinita, forse tra un mese. Nel frattempo, il governo non avendo più i numeri, sarà provvisorio. Per tradizione, nella provvisorietà sono sempre stati votati i provvedimenti più perfidi in assoluto. Si noti poi che il tutto avviene come per caso proprio sotto Natale.

Gatta ci cova quindi: è chiaro che si sono messi d’accordo, tranne mossa repentina dell’ultimo momento, franchi tiratori in cui confidiamo ma senza illuderci, visto che la candidatura di Berlusconi è calata come una ghigliottina assieme alla promessa di approvazione dei provvedimenti che sono già in Parlamento.

Attenzione, Berlusconi ha fatto più che bene a staccargli la spina, a quel burattino della Goldman Sachs, ma quello che diciamo è: perché non gliela stacca del tutto? Perché non dichiara alto e chiaro che non voterà le leggi di bilancio, e la legge stabilità oltre al decreto sviluppo? Comincia molto male questa campagna elettorale, peggio non si può.

Sono ancora da approvare, e quindi in bilico, il decreto Ilva, la legge di riduzione dei costi della politica, la finanziaria per il 2013, il decreto sviluppo e la legge di stabilità, le di cui gioie sono esposte in questa tabella, http://www.altalex.com/index.php?idnot=19441

 

LEGGE DI STABILITA’ 2013
(testo approvato dal CdM il 9 ottobre 2012)

LA TABELLA DELLE NOVITA’

Anticorruzione Un Commissario a costo zero presiederà la Commissione per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle P.A.
Assicurazioni L’acconto sulle riserve tecniche delle assicurazioni sale dallo 0,35% allo 0,50% (2013) per poi scendere allo 0,45% (2014).
Banche Le deduzioni riconosciute alle banche per il maggior valore riconosciuto al riallineamento per l’imposta sostitutiva sono posticipate di 5 anni.
Chiesa Introduzione dell’Imu sugli immobili della Chiesa dal 1° gennaio 2013.
Deduzioni e detrazioni Modifiche per i redditi superiori a 15mila euro annui dal 2012:

  • deduzioni: franchigia di 250 euro;
  • detrazioni: tetto massimo a 3mila euro.
Demanio I beni demaniali potranno essere messi in vendita attraverso fondi immobiliari.
Disabili Salta (nella prima bozza del testo era prevista) la decurtazione del 50% della retribuzione per i 3 giorni di permesso previsti al mese.
Esodati Istituzione di un fondo specifico con dotazione 2013 pari a 100 milioni di euro.
Giustizia amministrativa Aumenta il contributo unificato per tutti i tipi di procedimento.
Imprese, arti e professioni La deducibilità delle spese scende dal 27% al 20%.
Impugnazioni civili Raddoppiano le somme del contributo a carico del proponente in caso di soccombenza integrale o di impugnazione che venga dichiarata inammissibile o improcedibile.
Intercettazioni telefoniche Al via una tariffa “flat” al fine di ridurne i costi.
Irpef Diminuiscono dal 2013 i primi due scaglioni: dal 23% al 22% (redditi fino a 15mila euro) e dal 27% al 26% (redditi fino a 28mila euro). Invariata la soglia di reddito non tassabile: 7.500 euro.
IVA Aumenterà di un solo punto (dal 10% all’11% per i generi alimentari e dal 21% al 22% per quanto riguarda l’aliquota ordinaria) dal 1° luglio 2013. Dimezzato quindi l’iniziale aumento previsto di due punti.
Patronati Previsti tagli sia per il 2014 (30 milioni di euro) che per il 2015 (30 milioni di euro).
Pensioni di guerra Assoggettamento ad Irpef.
Quote latte La riscossione delle multe per lo sforamento delle quote latte torna di competenza di Equitalia.
Ricerca Alcuni enti specifici potranno aumentare il proprio budget del 4% annuo.
Salari Impegno a ridurre la tassazione sui salari di produttività per 1,6 miliardi di euro nel biennio 2013-2014 (previo accordo tra le parti sociali).
Sanità Tagli per 1 miliardo di euro derivanti da riduzione di spesa per l’acquisto di beni, servizi e dispositivi medici.
Scuola L’orario di lavoro passa da 18 a 24 ore per i docenti delle scuole medie e superiori, uniformandosi all’orario degli insegnanti delle elementari.
Statali Blocco per un altro anno del rinnovo dei contratti.
Super CNR E’ sparito dal testo iniziale l’accorpamento degli attuali 12 enti di ricerca in uno unico, il Centro Nazionale delle Ricerche (sotto il quale avrebbero dovuto confluire anche il Consiglio Nazionale delle Ricerche, l’Agenzia Spaziale e l’Istituto di Fisica Nucleare). Viene invece dato mandato al presidente del CNR di coordinare una “consulta dei presidenti” dei vari Enti che dovrà procedere ad un riordino che garantisce comunque “il mantenimento dell’identita’ storica, l’attuale denominazione e l’autonomia scientifica e budgetaria” degli stessi.
Taglio del debito pubblico Sconto fiscale del 19% sulle erogazioni liberali al Fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato.
Trasporti Stanziamento di 800 milioni di euro per studi e progetti e di ulteriori 1,6 miliardi (2013) per il trasporto pubblico locale.
Tobin Tax Introduzione della tassa sulle transazioni finanziarie (sono esclusi i titoli di Stato).
Università Il budget potrà crescere del 3% annuo.

 

Ora, oltre al fatto che Berlusconi approverà molto probabilmente la Legge stabilità che noi non vogliamo, poiché comprende ulteriore depauperamento del paese con l’aumento di un ulteriore punto percentuale della tassa sui poveri, l’IVA, e altre carognate tipo la tassabilità a partire da miseri 7500 euro lordi annui rimasta invariata (unico paese in Europa forse tranne la Grecia dove sebbene la prima aliquota fiscale sia così spudoratamente al di sotto di qualsiasi livello di povertà, continuano a rintronarci  con il leitmotiv dell’evasione fiscale), il raddoppio delle spese in giudizio, l’aumento generale delle polizze assicurative, altri regali alle banche… è chiaro che il duo Berlusconi/Bersani, con l’eccezione dell’ago della bilancia Grillo (Casaleggio/Sassoon) il gallo (cfr. Grillo il Gallo?), non fa che riproporre il vecchio, becero modello antidemocratico della partitocrazia e degli accordi pre e post elettorali di personaggi calati dalla pirlamide, frustrando come al solito le forze vive e giovani del paese, che magari vorrebbero fare politica e che ne avrebbero tutti i numeri, le competenze, e il sacrosanto diritto.

La presentazione della candidatura di Berlusconi ha indispettito non solo i suoi avversari, ma la base stessa del PDL, i cosiddetti formattatori (cfr. Addio alle primarie del PDL, i formattatori salentini gridano la delusione.html ) che si lamentano perché si stavano preparando al ricambio generazionale e speravano in un minimo di democrazia con le primarie del PDL.

Da qualche anno a questa parte fanno sempre così: ci prendono completamente di sorpresa in modo che non possiamo organizzarci per presentare delle liste degne di questo nome, ci sbarrano l’accesso alla TV, e ci costringono a elezioni improvvisate e anticipate, ma concordate tra di loro, i matusa della politica calati dall’alto. Ed è chiaro quindi che porcellum+elezioni improvvisate daranno sempre i soliti risultati: la museruola al popolo e alle sue forze vive, e campo libero ai soliti inciuci, Berlusconi ha già dichiarato del resto, subito rifiutato, ma è tutto teatrino, di aprire all’uomo delle banche per eccellenza del PD, Renzi, secondo solo a Bersani (ma il PD dovrebbe chiamarsi per antonomasia PB).

Del resto l’annuncio della sua candidatura ha ricominciato a prestare il fianco alla solita spaccatura disastrosa, manichea e manipolatoria “Berlusconi si, Berlusconi no”, dove tra i due litiganti il terzo gode e soffia sul fuoco,  versandoci pure l’olio: ha cominciato il kapò rotschildiano presidente del PE, Schultz che dall’alto della sua medaglia d’oro Nobel (cfr. cerimonia ieri: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2012/12/10/Nobel-la-Pace-Ue-Monti-Draghi-platea_7930276.html), si intromette con dichiarazioni inaudite e non richieste (cfr. Berlusconi è una minaccia per l’Italia ) –  e spuntano qua e la campagne massicce come minimo di cattivo gusto contro B.: i soliti diversivi per separare il paese e seminare  zizzania nel panorama italiano e farci dimenticare l’essenziale, cioé le leggi che stanno per approvare, il MES già approvato, e dulcis in fundo, la mancata riforma della legge elettorale.

E’ chiaro che i Rotti ci vogliono far litigare su “Berlusconi si, Berlusconi no”, che come un pendolo ipnotizza il popolo, sta al popolo non cascarci e organizzarci.

Perché se in altre sedi ho attaccato gli attacchi strumentali e finanziari a Berlusconi che avevano il chiaro intento e scopo di farlo desistere da alcuni suoi progetti e velleità sovraniste e popolari (tacciate di populiste), questa volta il giro è cominciato malissimo, ma starò a guardare: voterà o no la stabilità? Il bilancio? Lo sviluppo? Temo proprio di si, visto che lo ha dichiarato e visto che si tratta proprio dell’accordo dietro le quinte, verosimilmente per potere godere del lasciapassare in politica dei big player finanziari, di cui è sempre stato un border line, e potere godere di certa immunità contro attacchi speculativi alle sue aziende e alla sua persona dalla magistratura.

Prometterà sicuramente di eliminare l’IMU prima casa e di aumentare il contante, ma non basta assolutamente, e poi quale contante se la massa monetaria scarseggia matematicamente? (cfr. Pochi spiccioli all’Italia)

Prometterà di ridurre le tasse, OK, va benissimo, ma poi che fare con spread e debito pubblico? Tanto vale Silvio annunciare a reti unificate gli altarini che oramai il popolo sta capendo. O dobbiamo sperare che Nibiru si schianti sulla terra provocandone l’apocalisse, per sperare in un giubileo?

La demonetizzazione dei PIIGS continua, e nessuno di questi  lo dice chiaramente, interroga il parlamento o si indigna.

Nel frattempo è venuto fuori che la Deutsche Bank (cfr. http://www.stampalibera.com/?p=57157) ha truccato i conti occultando 12 miliardi di perdite per non ricevere gli aiuti UE – che portano la iella, oramai lo avranno capito anche i bambini – mentre l’Unione europea, però, per la precisione la sua famigerata Direzione Concorrenza, di cui tutti i commissari senza eccezione devono essere iniziati al Bilderberg, ha permesso gli aiuti di Stato tedesco alle banche tedesche in difficoltà, senza per questo subire le scure dell’UE in materia di Concorrenza. Si vede che gli aiuti nazionali sono più ‘agevolati’ di quelli UE…(cfr. Www.agenceurope.com e https://twitter.com/AgencEurope ).

Come vedete se l’Italia facesse la stessa cosa con le sue banche, avremmo subito qualche multa da pagare, così come abbiamo la multa del tutto iniqua, che sarebbe da non pagare avessimo le palle, per le quote latte artatamente limitate mentre tutti i produttori di latte europei protestano per le quote latte troppo generose, oppure i vari spezzatini suggeriti dall’UE, Eni/Snam e Finmeccanica, deprivate della golden share per ordine dell’UE (ENI, Enel, Telecom e Finmeccanica), il divieto per l’Alitalia di concentrarsi o di ricevere aiuti di Stato mentre le altre multinazionali di altri Stati possono spesso concentrarsi senza che l’UE batta ciglio, ad esempio nel caso Air France KLM, che si predestina a diventare la padrona di Alitalia, delle sue rotte, dei nostri cieli, e Suez Gaz de France che ha creato in tal modo un monopolio immondo soprattutto in Italia con Cofatech che poi per perdere le tracce ha cambiato nome: monopolio dall’abuso di posizione dominante nella nostra acqua pubblica nei rifiuti negli inceneritori nell’illuminaizone pubblica e in altri servizi elettrici per gli ospedali per non parlare di dighe elettriche e di Tirrena Power, quella che inquina in modo spudorato e letale il mare di Savona, ma li, contrariarmente all’Ilva nessuno dice niente. Per non parlare degli aiuti di stato consentiti a Ryanair, in modo del tutto fazioso e tirato per i capelli, dalla magistratura europea. O delle decisioni europee che costringono de facto i nostri comuni a privatizzare con bando di gara tutti i servizi pubblici locali, dall’acqua ai rifiuti e le spiagge demaniali concederle ai grossi player internazionali.

Hanno deciso di sacrificarci come maiali da scannare, e il peggio è che lo stanno facendo con la complicità, il tradimento, l’infamia di chi dice di rappresentarci. Ma chi ve lo ha chiesto? Fatevi da parte e lasciate spazio ai veri tecnici, i quali devono servire i politici i quali devono servire il popolo e i suoi fabbisogni, in nome di certo umanesimo di cui saremmo la culla e non il contrario, com’è il caso oggi, il popolo che serve i politici i quali si sottomettono ai tecnici, i quali adorano il dio denaro e profitto e servono i loro padroni occulti che tirano le fila e corrompono tutti i governi del mondo con la loro stampa moneta.

Io mi propongo per illuminare i politici provinciali che non hanno capito l’importanza, le trappole, le ingiustizie dell’UE o che avendole capite non sanno come fare. Sperequazioni geopolitiche insite nella scacchiera europea.

O che avendole capite, hanno sicuramente subito una sorta di anestesia ipnotica a giudicare dal voto del Trattato di Lisbona il 31/7/2008 (cfr. http://parlamento.openpolis.it/votazione/index/id/19831/sf_highlight/trattato+lisbona e qua al Senato http://www.senato.it/leg/16/BGT/Schede/Votel/0047/vot_a.htm ): impressionante, neanche un’astensione, neanche un voto contrario, non uno, dico bene, non uno ha votato contro quel famigerato testo, gli unici che non hanno votato erano assenti o in missione, di cui personalità di peso dal punto di vista tecnico-mondialista come la Emma Bonino, Amato, ben tre ex Presidenti della Repubblica (Cossiga, Scalfaro e Ciampi), nonché Andreotti, ma anche Veronesi e Cuffaro, Dell’Utri, De Gregorio e pochi altri. ecc. Perché consapevoli del rischio di essere giudicati un giorno per alto tradimento? Del resto molti degli assenti avevano già pagato il loro tributo all’altare del globalismo bancocratico e avevano ottenuto ampiamente le loro credenziali di fronte  ai padroni occulti del NOM, chi con i governi tecnici scellerati, chi con l’adesione al Bilderberg….E’ lecito chiederci cosa succede in quei casi al Parlamento: voto sotto ipnosi, dietro ricatto, dietro minaccia, dietro ricompensa, per omertà? Le ipotesi sono lunghe…e del tutto legittime.

Un’ultima chicca: lunedì 3 dicembre sono state rese pubbliche le conclusioni per il vertice del Consiglio europeo del 13/14 dicembre – sempre ste date esoteriche, hanno rotto alla fine, ma pensano che non ce ne accorgiamo? – dove si prevede che il MES potrà istituzionalmente formalmente finanziare direttamente le banche dei paesi dell’eurozona: cioé quello che i nostri pappagalli di giornalisti chiamano fondo salvastati, in realtà sarà a tutti gli effetti e per statuto e per diritto divino un fondo salva-banche e pertanto affossa Stati. Per chi come noi sa come le banche creano moneta dal nulla, anzi da meno del nulla, dal nostro debito, questa dovrebbe essere la beffa delle beffe e provocare una rivoluzione di pensiero: tutto un popolo dovrebbe svegliarsi e non pagare, non prima di avere spiegato tutte le motivazioni in tutti i media. Ma la paura attanaglia i nostri politici che sanno che ciò equivarrebbe a un atto di guerra, e abbiamo i nostri coloni/invasori in casa, 113 basi NATO USA per farci desistere da mosse di questo tipo. Basterebbe che si sapesse, diffondere l’informazione per innescare un circolo virtuoso di presa di consapevolezza e di ripresa in mano della nostra sovranità senza aspettare il permesso di nessuno.

Perché è nostra, per Costituzione, che è al di sopra delle leggi, e le leggi traditrici vanno abolite così come i trattati internazionali. Ma noi aspettiamo da una vita una vita decente che non arriva, e questo perché? Per mantenere in vita una tecnocrazia non eletta che delibera sulla lunghezza delle banane e la consistenza dei piselli, le quote latte che possiamo produrre o i semini che non possiamo né vendere né scambiare, o gli OGM che dobbiamo mangiare, le scie chimiche che dobbiamo respirare, i farmaci che dobbiamo subire in caso di malattia; oppure i prodotti che dobbiamo importare per trattati commerciali UE, le persone che dobbiamo assumere a condizioni del loro paese d’origine, e tante altre imposizioni e prepotenze volte a toglierci dignità, personalità, storia, e libertà. In poche parole la bancarizzazione o la finanziarizzazione dell’economia. Per non parlare del debito fraudolento.

E’ l’ora di ignorarli e di organizzarci. Di riprenderci il nostro paese, il nostro patrimonio e di stampare moneta. Paesi inaspettati e alleanze impreviste sorgeranno all’orizzonte, a partire dalla Grecia, il Venezuela, l’Argentina, la Russia, la Bolivia, l’Ecuador e tanti altri, forse tutto il bacino del Mediterraneo tranne inizialmente Israele e i feudi del petrodollaro, ma la nostra posizione farà macchia d’olio.

 

Cosa aspettiamo?

 

Nicoletta Forcheri

Commenti moderati dall’autrice

 

60 Commenti a “Dimissioni con la condizionale [NF]”

  • complimenti Nicoletta.
    Dato che questa gente che ci sta “dominando” conosce solo ed ubbidisce solo al ricatto ed alla paura, dobbiamo coniare un Motto che incuta loro terrore, che li faccia riflettere e deflettere.
    Propongo: PIAZZALE LORETO.
    Devono tenere conto che corrono qualche rischio.
    Per esempio Monti, un semisconosciuto e’ venuto, ci ha dato un sacco di legnate ed ora dice VI DO UN’ULTIMA LEGNATA (patto di stabilita’) e poi me ne vado cosi’ come sono venuto!
    Eh no caro ragazzo, noi vogliamo sapere chi ci ha picchiato, quando ti processeremo ci dovrai dire perche’ ci hai picchiato.
    Dobbiamo prendere l’indirizzo di tutti questi signori ed inserirli in un “data-base” (bello l’inglese da lorsignori tanto propugnato)
    Poi quando saranno loro che le dovranno prendere, spero tanto non facciano i “choosey” (eh dai con l’inglese)Noi le abbiamo prese i in silenzio per Salvare l’Italia!!!
    Intanto faremo loro, come antipasto, un bel REDDITEST, per capire come fa Monti ad avere un patrimonio di 12 milioni di euro, oppure la Fornero and company. dovranno dimostrare la “Congruita’” dei loro Averi.
    Poi faremo il REDDITEST a tutti i parlamentari che hanno sostenuto il governo dal novembre 2011. (non e’ che magari troveremo tanti nuovi Scaiola…che rimarranno nella tagliola.
    Poi li daremo in mano ad Equitalia e li’ saranno costretti a patteggiare (tipo Valentino Rossi)
    Finito il patteggiamento, quando avranno pensato di tirare il fiato, comincera’ per loro la Via Crucis…quella VERA
    Devono capire che non possono impunemente darci legnate, magari ci ribelleremo l’unica volta in cui loro avrebbero ragione (sarebbe bello che decidessero di tagliare i forestali in Calabria e scoppiasse il pandemonio).
    Una cosa e’ certa, le persone normali ne hanno le palle piene di tutta questa gentaglia, i tempi stanno maturando.
    Hanno talmente rincoglionito le persone con le loro palle mediatiche, che la maggior parte della popolazione non capisce piu’ un tubo di destra-sinistra-centrodestra-centrosinistra. Piano piano la gente comincia a capire che girando le mani nelle tasche trova tanta polvere, polvere che ci dara’ Lo Sprazzo di Lucidita’ necessaria….
    saluti Giovanni

  • Giampi:

    Ooohhhhh, ecco, questa è la Nicoletta che mi ero immaginato leggendo i suoi articoli!!!!!
    Questi sono concetti sacrosanti, almeno per me!!! Sarebbe stupendamente bello se riuscissimo e riprendere in mano la nostra vita!!!!! Ma ancora di più: potremmo essere la scintilla che accenderebbe il fuoco che “brucerebbe” questa “manica” di lestofanti, indegni della vita!!!!!!
    I miei più sinceri complimenti per questo splendido articolo :D

  • maya:

    quella gente non e’ venuta dallo spazio, e’ cresciuta insieme a voi e rappresenta la parte migliore di voi. quindi non ha senso colpevilizzare solo loro, e’ necessario rivedere le basi della societa’ e, se uno si ferma ad analizzarla un po’, si accorge che il problema di fondo e’ l’ignoranza. in una giungla moderna, chi non ha la necessaria conoscenza, va in tilt.

    qui per esempio:
    comedonchisciotte.org
    e’ descritto bene il trucco che porta al problema dei soldi. se uno non lo vuole imparare allora diventa un controsenso lamentarsi perche’ lo fa a vanvera, senza un obiettivo verso cui dirigersi.
    ok le cose vanno male ma perche’? occorre capire… senza capire si rimane nel caos e nel caos in mezzo alla giungla si muore.

    io inviterei la redazione a proporre per un certo periodo di tempo articoli atti ad incrementare la conoscenza e non solo articoli lamentosi nei confronti di qualsiasi cosa, il lamento da solo non porta a niente, il sollievo che porta e’ effimero. la conoscenza invece e’ per sempre.

  • manlio:

    Brava Nicoletta! Ottimo articolo, e ottima analisi!
    Da uomo libero e pensante, non posso non rilfettere sul perché la discesa in campo di Berlusconi ha irritato tanto i vari Schultz & C.. Riflettete: a chi da fastidio Berlusconi?
    Pensate davvero che questa crisi economico/finanziaria sia colpa sua? Non credete, invece, che Berlusconi per questi criminali è un ostacolo?
    Bersani è favorevole alla eliminazione del contante e non ha mai manifestato insofferenza per tutte le iniziative di questo governo di banchieri (scelto e voluto dalla BCE e dall’ex comunista Napolitano); idem Casini, Fini etc..
    Come si suol dire, due più due fa quattro, per cui possiamo dedurre che Berlusconi, con le sue debolezze e le sue stupidaggini rappresenta l’unica ancora di salvezza per il nostro paese.
    Ci sono due possibilità per salvare l’Italia: o si da una fiducia incondizionata, forte e vasta al cavaliere, o si vota tutti Forza Nuova.
    Sicuramente la seconda ipotesi salverebbe l’Italia dal nemico (BCE, Merkel & C.), ma in alternativa, potrebbe andare bene anche Berlusconi.
    Quest’ultimo non giudicatelo per i casi Rubi, Minetti, escort etc., ma analizzate il suo comportamento sula piano politico:
    1) riforma della magistratura: priorità assoluta nel nostro paese; il cosiddetto processo breve è sacrosanto, giusto. Solo gli illusi, i plagiati dai massmedia, gli ebeti credono ancora nella giustizia. Le carceri sono piene di disperati; di poveracci in attesa di essere processati. Sporgete denuncia, ad esempio, nei confronti di un Monti, Napolitano, etc.: vi potete tranquillamente pulire il sedere, perché non avrà alcun esito.
    2) patti stipulati con Putin e Chavez.
    3) si è rifiutato categoricamente di applicare le misure di austerity imposte dalla BCE, cosa che invece ha fatto mister Monti.
    In TV, i vari comunisti: Fazio, Santoro, Gad Lener, Floris, Travaglio (il giornale il Fatto Quotidiano, da lui diretto, è sfacciatamente filosionista e di sinistra), li avete mai sentiti parlare contro Monti e la BCE? Asserviti a questi demoni, fanno credere, invece, alla massa becera, che se l’Italia è ridotta così male è colpa dell’evasione fiscale, dei vari Fiorito e di Berlusconi. Falsi! Menzogneri! Mentono, sanno di mentire e sono in malafede.
    Ragazzi, anche se non andiamo a votare, basta che ci vadano anche 5/6 milioni di persone, che questi cialtroni vanno comunque al potere e ci distruggono definitivamente.
    Pertanto, mai come in questo frangente occorre andare tutti a votare e stringersi o attorno a Berlusconi, oppure, cosa impossibile, per varii motivi, che evito di elencarvi, ma che compredete da soli, attorno a Roberto Fiore di Forza Nuova.
    Pensateci Bene! Non abbiamo altre scelte.
    Al di fuori di questi due personaggi, chiunque altro governerà, ci porterà al macello.

  • massimo messina:

    ….100%….normalmente io condivido NICOLETTA FORCHERI al 99%….ma questa volta….100% senza esitazioni….mi piace troppo il “passaggiio” ….(…) E’ l’ora di ignorarli e di organizzarci. Di riprenderci il nostro paese…(…)…fa “sognare”…..e sognare NON COSTA NIENTE….è gratis….e di questi tempi…CI VOLEVA…………………………….GRAZIE MILLE….NF…

  • massimo messina:

    …però…ora…non facciamo gli stessi errori che imputiamo a LORO….alle PAROLE….facciamo seguire i FATTI….qualunque proposta è bene accetta….NON E’ ACCETTATA invece l’astensione….

  • Mauro:

    Purtroppo la gente non sa. Questo è il cavallo di Troia!!!!

  • luciano:

    utopia:se gli stati potessero controllare l’emissione monetaria,se tutti i costi dell’amministrazione pubblica si riuscisse a pagare con le tasse indirette(sulla benzina sigarette e via cantando) che sono una montagna di soldi,se finisse il magna magna e lo spreco di denaro pubblico,se l,imposta sul reddito venisse finalmente eliminata perche’ ingiusta e il reddito reinvestito nelle proprie attivita’(tagliando fuori le banche),se le persone potessero vivere e lavorare serenamente(non suicidandosi per l’avidita’di altri),se ci fosse il rispetto per gli altri,non tralasciando quello per la propria dignita’, il mondo sarebbe un paradiso(non un’attesa liberatoria della fine del mondo).coraggio ne verremo fuori,speriamo senza violenza.

  • haward:

    Nicoletta, visto che sei combattiva e super attiva, cosa ne diresti di dar vita ad un movimento che abbia come punti programmatici:
    - uscita dell’Italia dall’Unione Europea;
    - uscita dell’Italia dall’Euro e, conseguentemente,di Bankitalia dalla BCE;
    - nazionalizzazione di Bankitalia;
    - riappropriazione della sovranità monetaria;
    - ristrutturazione del debito pubblico in senso “autarchico”, cioè attraverso il riassorbimento dell’esistente da parte di banche italiane (eventualmente semi nazionalizzate);
    - ri -regolamentazione dei meccanismi e degli istituti finanziari borsistici in senso rigidamente anti speculativo;
    - uscita dell’Italia dalla Nato con immediato ritiro delle nostre missioni militari all’estero;
    - riduzione immediata del 50% del carico fiscale;
    - immediato programma di rilancio e sostegno di tutte le attività produttive, imprenditoriali, industriali, agricole e commerciali, attraverso opportuni mezzi legislativi e di finanziamento agevolato;
    - programma di abbattimento della disoccupazione;
    - blocco, per almeno cinque anni degli di sfratti;
    - controllo pubblico di sanità, scuola, energia, trasporti, acqua, aziende strategiche;
    - aggiornamento/revisione della prima parte della Costituzione con elezione di un’apposita assemblea di esperti (ruolo delle due Camere, numero degli eletti, sistema elettorale, autonomie locali, etc.);
    - riforma del sistema giudiziario e del CSM;
    - programma, di ampio respiro, di opere pubbliche secondo le seguenti priorità: messa in sicurezza in ambito idro-geologico, manutenzione delle infrastrutture (strade, ferrovie, strutture sanitarie), nuove opere mirate e compatibili con l’impatto ambientale.

    Queste sono alcuni spunti. Credo che sia arrivato il tempo di cambiare e di impegnarci in prima persona senza delegare gli altri.

    • barabba:

      Più Movimenti nascono e più facile diventa uscire dalla gabbia in cui i bankestein ci hanno rinchiuso. Ma un Movimento simile avrebbe il consenso di milioni di italiani.
      Anch’io ti prego, Nicoletta, di accettare la proposta di haward.

    • manlio:

      Gran parte di questi ponti sono condivisi da Forza Nuova.

      • haward:

        Sono d’accordo. Purtroppo Forza Nuova non può nemmeno essere nominata che scatta il riflesso automatico di esclusione a priori in quanto “fascisti” per cui vengono considerati dei paria. Il punto, però, se si vuole uscire dal guado e ripartire, è proprio quello di andare mentalmente al di là dei condizionamenti e dagli steccati ideologici falsi ed ingannevoli ed avere ben chiara la situazione che stiamo vivendo. I veri avversari, quindi, non sono certo i “fascisti” o i “comunisti”, ammesso che esistano ancora.

    • Antonino Trunfio:

      caro HARWARD, ma che per caso ad HARWARD appunto, insegnano le stesse castronerie della Bocconi da cui proviene l’esimio rag Mariugo Montozzi ?
      Confondi il cancro con le sue metastasi.
      Non servono ricette, serve la libertà. E la libertà non l’ha mai regalata nessuno.
      O te la danno con le buone (mai capitato) o te la prendi con le cattive (Historia docet)
      AMEN.

  • Antonino Trunfio:

    Gentile Nicoletta, quello che lei indica come re, è solo un dinosauro del mesozoico scampato prima alle glaciazioni terrestri e poi a qualche raffica di mitra di quelle che furono le BR. Ma si sa le BR erano comuniste come i dinosauri superstiti delle glaciazioni.
    Certe parole hanno il loro peso, Nicoletta.
    Il re è il sovrano di un luogo, un territorio, una nazione. I connazionali di un re sono sudditi, non schiavi inconsapevoli come invece capita nelle democrazie del consenso e della spesa pubblica e della corruzione, in mano alla metastasi politica che dal quirinale, a montecitorio, a palazzo madama ha ridotto l’itaglia a un malato terminale senza più speranze.

  • Antonino Trunfio:

    gentile Nicoletta, il punto è che la gente crede ancora che essere liberi equivale a inserire una scheda variopinta in una scatola di legno, potendosi scegliere quando loro aggrada, il padrone di turno, ieri l’esimio rag. Mariugo Montozzi, l’altro ieri il Silvio B. & B., prima ancora il mortadella bolognese e la sua accozzaglia di 366 partiti (uno per ogni giorno dell’anno) che doveva cambiare l’italia con un programma che riempiva 281 pagine e che ancora conservo a futura memoria, ma è già oggi, un best seller da Zelig.
    Cara Nicoletta, legga e faccia leggere cosa scrive un tale Hans Herman Hoppe nel libro : Democrazia il dio che ha fallito.

  • vale:

    Questo volevo leggere , il resto è contorno.
    Quando si scrivono articoli del genere è un piacere stamparli e farli leggere ad amici e parenti , cosa che faro’ in questo periodo natalizio in cui si continua a fare finta di niente ; poi ti vedono col muso lungo e giu’ con luoghi comuni a go’ go’, ora posso sbatterli in faccia questo post senza dover sprecare troppa aria dei polmoni.

    Grazie

  • barabba:

    Dovremmo scrivere sui muri delle città, sui blog, su Facebook e perfino nei cessi “PIAZZALE LORETO”, per ricordare a questi impuniti che prima o poi i tiranni fanno una brutta fine.
    In attesa del dolce momento della vendetta, dovremmo organizzare poi uno sciopero fiscale, perché nessuno può essere costretto a suicidarsi per arricchire uno sconosciuto non legittimato e perchè non ci possono mettere tutti in galera.
    Qualche Movimento, Associazione, Comitato di giuristi dovrebbe farsi carico di questa iniziativa, ma nessuno si fa avanti.
    A marzo bisogna scegliere il tra voto al M5s e l’astensione. Se gli astenuti supereranno il 65%, il gioco è fatto.

    • manlio:

      Non credo affatto che il Movimento 5S combatta il signoraggio bancario. Ho ascoltato Beppe Grillo nei suoi vari comizi (ascoltali anche tu su you tube), e mai, dico mai, ha parlato di signoraggio bancario.
      I suoi comizi sono sterili, inutili, vuoti, davvero populisti.
      Il sistema si demolisce soltanto quando si avrà riacquistato la sovranità monetaria. Il resto viene da se.
      Il Movimeto 5S in merito non dice nulla. Sul blog di Grillo si parla di tutto, fuorchè di signoraggio bancario, di Kankropoli (la mafia del cancro), scie chimiche etc.. Al magistrato Ferraro (di sinistra), voglio ricordarlo agli smemorati, l’unico movimento che l’ha sostenuto, incoraggiato e ospitato è stato Forza Nuova. Da tempi non sospetti Forza Nuova si batte, oltre che contro il signoraggio bancario, anche contro la pedofilia, i poteri occulti, il traffico internazionale degli organi, le scie chimiche, il satanismo (dietro il quale ci sono personaggi insospettabili e rispettabili).
      Basta leggere, seguire le vicende, per capire chi realmente fa i nostri interessi e chi, invece, si allinea al volere dei globalisti massoni, cioè al NWO. Credimi Beppe Grillo porta al NWO.

      • Nicoletta Forcheri:

        E infatti rimando al mio articolo Grillo il Gallo?

        • emiliano:

          @Nicoletta/ manlio.In questo video Grillo parla ripetutamente del signoraggio.Se andate in fondo all’ultimo minuto quando il video sembra finito e dopo i titoli di coda Grillo Dice chiaramente che i soldi deve stamparli lo stato quindi sa perfettamente cose’ il signoraggio.Il motivo per cui ha smesso di parlarne e’ lo disse in un intervista che non riesco piu’ a trovare dove disse che a parte noi frequentatori della rete molte persone non conoscono il problema del signoraggio e se lui mettesse nel programma l’uscita dall’euro i media massacrerebbero il M5S dicendo che e’ da irresponsabili che Grillo e’ un pazzo che l’Italia uscendo dall’ euro fallirebbe spaventando molti elettori che non conoscono il problema del signoraggio tipo vecchietti pensionati,casalinghe,ecc.. quindi e’ perfettamente al corrente del problema ma ha capito che e’ meglio non parlarne almeno sino a quando e se in parlamento avra’ i numeri per uscire dall’euro comunque visto che propone un referendum sull’ euro cosa pensate che abbia in mente?Poi secondo me ha capito che se inizia a sbandierare questo problema ai quattro venti gli fanno fare una finaccia tipo Haider un bell incidente e buona notte ,non dimentichiamoci che questi hanno fatto fuori kennedy,Aldo Moro,Jorg Haider figuriamoci se si fanno problemi a fare fuori Grillo.Comunque se vi ricordate anche Berlusconi disse che bisognava stampare moneta poi il giorno dopo disse subito che scherzava,secondo me qualcuno deve avergli detto occhio che ti fanno fuori.Forza Nuova ha un programma che parla di signoraggio ecc.. ma se parli con le persone di Forza Nuova ti dicono ma chi? Quelli tutti rasati nazisti? e quindi non riuscira’ mai a raccogliere un numero di voti sufficente a creare un onda d’urto per mettere a soqquadro il parlamento il M5S si e poi anche se Grillo e Casaleggio fossero al servizio della massoneria i Grillini sono tutta gente giovane che frequenta la rete e che conosce bene il signoraggio e tutto il resto per cui una volta eletti Grillo e Casaleggio non riuscirebbero a tenerli a bada.
          youtube.com

        • Nicoletta Forcheri:

          una cosa è quello che diceva o che dice lui, altra cosa è il suo programma e la sua base che tutt’al più parla di moneta complementare e che è del tutto ligia al potere fiscale ed europeo

  • Stefano:

    Il personaggio Monti è il frutto della società milanese bene.Ha studiato in un liceo privato condotto da preti,studia alla Bocconi.Notate i suoi studi sono tutti presso scuole private.Nipote di Mattioli,pezzo da 90 di Mediobanca,quindi nessun problema per cercarsi
    un’occupazione come tutti gli esseri umani.
    Con questo curriculum non trovo strano che abbia pensato di tagliare la retribuzione dei disabili del 50% per i tre giorni al mese di permesso.Questi giorni servono ai disabili che hanno una disabilità almeno del 74% e sono nella maggior parte dei malati di cancro che devono fare il trattamento farmacologico in ospedale pena la morte.
    Facciamo male a parlare di questo essere,un uomo del genere non deve essere nemmeno considerato.

  • alfio ciciotti:

    Da un po di tempo leggo i Suoi articoli avendo scoperto il sito di ” STAMPA LIBERA “.
    i contenuti sono spesso collimanti con il mio pensiero e sono perfettamente d’accordo con il sacrosanto diritto di riprederci la sovranità che ci hanno scippato, compreso questo governo di pseudo tecnici proni al grasso IGB. Ma c’è un solo modo, a mio avviso, di ritornare protagonisti e risorgere dalla sudditanza cui ci hanno costretti:
    Ogni cittadino, consapevole della deriva istituzionale ed economica della nostra amata Italia, dovrebbe prendere l’impegno di divulgare e far riflettere almeno altri dieci cittadini e così via… e forse con il passa parola e il lodevole impegno di giornalisti ( per fortuna ce ne sono ancora) non asserviti far nascere la consapevolezza dell’esistere.
    Se il politico non legifera sulla incandidabilità saremo noi che voteremo esclusivamente coloro che ci presenteranno i carichi pendenti ed il certificato del casellario giudiziario.
    Se il candidato ci chiede il voto per un terzo mandato … non votiamolo!
    Se il candidato o il partito imbratta la città…. non votiamolo!Insomma sta a noi cittadini avere un codice di comportamento elettorale perchè non potremo mai aspettarci che lor signori legiferino contro i loro sporchi interessi… siamo arbitri e giocatori nello stesso tempo! Non andiamo a cene elettorali , non assistiamo a trasmissioni servili facciamo calare il silenzio intorno alle loro persone!
    DIPENDE SOLO DA NOI

  • illupodeicieli:

    Fino a quando nei talk show verranno proibiti certi temi, fino a quando si impedirà di dialogare permettendo invece di gridare e sovrapporre e zittire chi la pensa diversamente, sarà impossibile che tutti abbiano conoscenza di dati e informazioni necessarie per far valere le proprie idee, il proprio voto. Per la carta stampata e il web vale il discorso dell’omissione: i peccati di omissione, per i cristiani, sono quelli più gravi. Ma essendo un mondo ormai laico, che anzi critica i cristiani, di certo numerosi giornalisti legano l’asino dove dice il padrone e così facendo il messaggio che oggi passa è quello di un tale, B., che ricandidandosi mette paura: peccato che aggiungano, nei loro interventi, le dichiarazioni degli avversari che sono contenti di doverlo sfidare e sono convinti di batterlo. E allora, mi chiedo, come mai ne hanno paura? Se non dovesse vincere è perchè in passato ha tradito le piccole e medie imprese, i commercianti e gli artigiani. Ricordiamoci come fu criticato allorchè ci furono delle alluvioni nel Veneto e come lui andò in visita in una città anzichè in un’altro dove lo aspettavano per fischiarlo. E’ vero che si può anche perdonare, restituire fiducia, ma nel programma che lei, Nicoletta, ha citato ci dovrebbe essere Equitalia da cancellare (e invece riprende la gestione della riscossione delle quote latte e,salvo errore, c’è un provvedimento che impedirebbe ai comuni e chi per loro, di sganciarsi almeno per ora da quell’ente maledetto), la riduzione di pressione fiscale (che non è solo la cancellazione dell’Imu) e la semplificazione nelle dichiarazioni fiscali varie, l’abolizione di quelle imposizioni per i pagamenti entro 30gg nelle operazioni commerciali, l’accesso al credito per chi è in difficoltà (famiglie e imprese ,ovviamente) e per le nuove imprese (salvo errore quelle srl a 1 euro non sono mai partite perchè mancava il decreto attuativo, e poi, chi ti dà credito?). Questo per dire che se Berlusconi se la gioca su un programma di pochi punti da attuare (specificandone l’iter) in tempi ragionevoli, forse può ancora riuscire: per gli altri contendenti se seguono l’agenda Monti, di certo non avranno il mio voto.

  • ws:

    E’ quella incredibile “unanimita’” che ci dice che siamo in quella “unione sovietica d’ occidente” di cui parlava sbeffeggiato ( allora :-)) il bossi di 15 anni fa’.

  • white wolf:

    io penso che ne vedremo delle belle invece in tutti i sensi,sono d’accordo che il berluscun sta facendo la voce grossa per avere la possibilita di ricattare i veri padroni,che ormai si sono stancati di questo burattino un po troppo indipendente e stupido(indipendente in senso che vorrebbe tirannegiare per conto suo),mentre dall’altra parte c’è un pd di imbecilli e traditori che si vantano pure di aver sostenuto monti-dei pegni un criminale che sta depredando il popolo,e che tutti vorrebbero impiccare altro che responsabbilita e stronzate simili.Io penso che qui la facenda giochera a nostro favore,finche si scannano tra di loro noi ne saremo sempre avvantaggiati,il dividi et impera VALE PURE PER LORO,e mentre succede questo la gente comincia a capire la verità,comincia a capire lo spred come ricatto,la truffa dell’euro e molto altro.La gente non cadra nel berluscun si o no,questa volta hanno le palle piene veramente,e questa mossa fatta per ragioni egoistiche e ricattatoria scatenera la vera protesta,la realta parla chiaro la gente non ne puo più ne di questi politicanti corrotti e traditori ne di tutta la facenda europea,staremo a vedere ma qui secondo me la facenda comincia ad essere interessante.

  • Pasquino:

    Quantomeno “azzardato” confondere Piazzale Loreto, con tutte le sue infinite implicazioni, e di conseguenza il Ventennio, con questa cricca di ladroni. Già! proprio la stessa identica “plutocrazia” di cui parlava Mussolini decine e decine di anni addietro…

  • Pasquino:

    Ps:
    Piazzale Loreto fu proprio il trionfo delle “plutocrazie” anglo-americane…

    • Antonino Trunfio:

      a milano oltre a piazzale loreto ci sono tante altre piazze. Ma sono cosi milanesi tutte. Perchè rovinarne la storia ? C’è uno spiazzo adiacente alla tangenziale est. Dimenticato, senza asfalto, d’inverno è una pozzanghera unica e d’estate una specie di piccolo sahara metropolitano. Anni fa c’era un finto deposito di auto da rottamare che la questura scoprì alla fine essere una specie di centro direzionale per affari diciamo, in linea, con quello che si a roma nei palazzi del potere abitati dai parassiti, boiardi e dinosauri comunisti e non. L’unica differenza e che i frequentatori del centro direzionale suddetto, non erano stati votati da nessuno, facevano da se, insomma. Mi chiedete che nome ha lo spiazzo ? ma scusate, che importa. Gettarci la spazzatura o appenderci dei farabutti, fa differenza sapere o non sapere a chi è intotolato un sito ? Uno spiazzo sulla est a milano, o adiacente al grande raccordo anulare a roma, che differenza fa ?
      Sulla est, non ci sono pali della luce, nè lampioni, ma solo alberi anneriti di smog ma dai robusti rami.
      Non scomodiamo piazzale loreto, che c’è sempre tanto traffico.
      Quindi : viva SPIAZZO TANGENZIALE EST MILANO. A futura memoria.
      Sono ammesse anche candidature romane o di altri spiazzi d’italia.
      AMEN.

    • barabba:

      Ho usato queste parole senza tener conto del contesto storico in cui i fatti avvennero, nè delle motivazioni dei personaggi che li determinarono.
      Le ho usate come uno slogan per ricordare a coloro che stanno riducendo il nostro a un Paese del quarto mondo che la loro fine è vicina e sarà altrettanto tragica.
      Chiedo scusa per essere stato poco chiaro. Mi capita abbastanza spesso a causa del mio amore per la sintesi.

  • Giancarlo:

    Di fronte a questo potere l’unica difesa è l’astensione, bisogna smetterla di andare a votare e legittimare questi cialtroni e questi traditori della Patria. Chi vota è un complice.

    • Antonino Trunfio:

      Sottoscrivo GIANCARLO.
      Essere liberi non significa potersi segliere una torma di tiranni ogni 3 o 4 anni, inserendo un pezzo di carta variopinto in una scatola di legno.
      La libertà non la regala nessuno : o te la danno con le buone (mai capitato) o te la prendi con le cattive (Historia docet).

  • TarasB:

    Bisogna votare e sostenere Berlusconi. É l’unico in Europa che ha ancora una forza elettorale e mediatica – oltre ad avere un’ onestà e a un coraggio da dinosauro – per poter contrastare il potere dei Rothschild. Se cade Berlusconi noi facciamo la fine della Grecia e della Spagna.

  • TarasB:

    Nicoletta, non devi aver paura d’andare contro il parere del gregge ottuso e ruminante. Non devi fare concessioni al gregge…Berlusconi va sostenuto senza se e senza ma. Ha dei difetti, sbaglia qualche volta? E chi non sbaglierebbe – e tremerebbe di paura e di spavento – difronte all’orda barbarica e sanguinaria degli agenti agli ordini della Confraternita degli Illuminati?

    • manlio:

      Sono perfettamente daccordo con te.
      Poiché dificilmente Forza Nuova potrà avere un forte consenso, per le motivazioni che tutti conosciamo, sono convinto e cosciente che se si sostiene in massa il cavaliere, gliela mettiamo in quel posto ai vari Schultz, Merkel, Monti, Draghi, a quella faccia da vipera che è Van Rompuy e ai suoi accoliti.
      Sapete perché confido in Berlusconi? Perché è l’unico leader europeo ad essere denigrato, demonizzato, insultato, deriso, vilipeso e perseguitato dalla “ingiustizia”. Evidentemente qualcosa non va a genio a questi malfattori non credete? Se fosse un politico da quattro soldi, se davvero fosse inoffensivo, le iene non si radunerebbero in un sol branco per sbranarlo.
      Non occore essere un veggente per capire che Berlusconi rompe i c…..ni alla sinistra globalista e al NWO.
      Basta vedere chi sono i primi a osteggiarlo: Napolitano, Bersani, Schultz, Merkel, Santoro, Fazio, Travaglio, Floris, Annunziata, Barroso, Obama etc., cioè i fautori del NWO.
      Ricordate: quando il sistema perseguita e mette alla gogna qualcuno, significa che qul qualcuno è migliore di loro. E’ successo ad Haider.
      Dirò di più, Berlusconi nella sua azione di governo è stato anche contrastato con fora anche dai suoi stessi alleati. Non aveva i numeri per governare secondo la sua volontà. E’ stato, altresì, ricatto e minacciato per rassegnare le dimissioni. Questi sono DELINQUENTI e dovrebbero essere sottoposti a giudizio.

  • barabba:

    La loro forza dipende esclusivamente dal fatto che siamo stati lasciati soli.
    Si sono comprati i politicanti, gli arrivisti, il vaticano, la mafia, la magistratura, i media, insomma tutti.
    Ma questa accozzaglia di ciarlatani, il cui unico collante è la corsa all’arricchimento senza sosta, si scioglierà come neve al sole quando finiranno i soldi per continuare a tenerli al loro guinzaglio.

  • catwalk:

    Ha ragione TarasB chiunque avrebbe paura della confraternita , ma B ha la visibilita’ necessaria e i mezzi per spiegare a tutti come funziona il mondo , se lo facesse cosa succederebbe ? il suo pubblico ci crederebbe ? si sveglierebbe ? Io temo di no , la propaganda e’ cosi’ radicata nella testa della gente che non ci crederebbe nessuno , la massoneria ? il bildenberg ? e che sono , boh ? ma si mangiano ?
    Il potere e’ cosi’ ben strutturato che solo i militari potrebbero fare qualcosa , ma sono pieni di massoni e come dice Ferrario sono invasi da sette sataniche .
    Che Dio ce ne scampi .Secondo me solo dallo sciopero fiscale arriverebbe a lor signori un chiaro segnale di pericolo , affamare la bestia !niente tasse , niente spesa dalle multinazionali , niente roba da paesi del terzo mondo , neanche il deodorante , il trucco , il detersivo , compratevelo dalla di Rimini , niente viakal , c’e’ l’aceto , glielo volete spiegare voi al cliente medio dei centri commerciali ? La gente normale e’ il problema , quelli non si svegliano !
    Maria

  • emiliano:

    @TarasB.Visto che io faccio parte del gregge ottuso e ruminante mi spiegheresti tu che invece sei una mente illuminata come mai nei circa 4 anni di Governo con la piu ampia maggioranza che un premier abbia mai avuto dal dopoguerra ad oggi Berlusconi non e’ intervenuto in nessuna della questioni cruciali del paese tipo il signoraggio?.Mi spiegheresti inoltre visto che tu lo giudichi un uomo senza paura perche ha partecipato al bombardamento della Libia pocho tempo dopo aver firmato un accordo di pace con Gheddafi?.Dimmi cosa ti fa’credere che adesso iinvece di occuparsi delle olgettine ed invece di sistemare in politica le varie Minetti ecc.. si occuperebbe dei veri problemi del paese sai sara perche’ sono ottuso ma sinceramente non riesco a capirlo.Saro’pure ruminante ma mi sembra di ricordare che sul problema del debito pubblico non disse che bisognava uscire dall’euro e stampare moneta propia ma disse che non c’era nessun problema che era tutta colpa dei giornali che mettevano paura alle persone e che la riprova era che i ristoranti erano tutti pieni.
    In conclusione sei veramente convinto che siamo noi gli ottusi ruminanti?

    • Nicoletta Forcheri:

      B è stato letteralmente CIRCONDATO da media internazionali e magistratura nostrana per non parlare del popolo che ci è cascato. Questa è la sua attenuante massima. Questa è la responsabilità del popolo. Non lo sto difendendo in toto però non sappiamo che cosa avrebbe veramente fatto non fosse stato al centro del complotto anti B e soprattutto se il popolo avesse capito subito perché lo attaccavano e per impedirgli di fare cosa.

  • massimo messina:

    @manlio
    LEI dice….(…)Ho ascoltato Beppe Grillo nei suoi vari comizi (ascoltali anche tu su you tube), e mai, dico mai, ha parlato di signoraggio bancario…(…)….beh….forse….NON HA CERCATO BENE….dato che nel 1998 l’unico a parlare di quello di cui oggi TUTTI (almeno su internet) si vantano di conoscere youtube.com

    • Nicoletta Forcheri:

      Dici bene Messina, nel 1998, poi più niente, e il movimento è talmente europoliticamente corretto che ne sarete stupiti…

  • massimo messina:

    …il rischio non è di “vedere” FORZA NUOVA al Parlamento….ma “gente” tipo ALBA DORATA….con le pistole in Parlamento al posto delle IDEE ilfattoquotidiano.it

    • manlio:

      Premesso che Forza Nuova non è Alba Dorata, non vedo alcuna differenza tra l’azione criminale e diabolica delle cosiddette forze politiche moderate, e Alba dorata.
      In Grecia migliaia di persone rovistano nei rifiuti per cercare qualcosa da mangiare. Centinaia di persone si sono suicidate. Ti chiedo: che differenza c’è tra Alba dorata e gli altri partiti? Chi genera realmente violenza? Chi fa realmente gli interessi della Grecia?
      Finché non si prende atto che questa è una guerra tra il male e il bene, il male vincerà sicuramente. La storia insegna che il male non si sconfigge nè con le parole, nè col sorriso.
      Ho conosciuto in Grecia qualche esponenente di Alba Dorata: ti garantisco che non sono come li hanno dipinto in TV e sui giornali. Ma cazzzo, lo capite o no che questi criminali criminalizzano chiunque si oppone a loro? Alba Dorata vuole proteggere lo stato greco dalle iene che lo stanno divorando. Basta essere buonisti e scandalizzarci ogniqualvolta vediamo qualche azione di forza di questo o di quel movimento. Prendetene atto, e soprattutto non guardate più quello strumento, consentitemi il termine, di merda, che si chiama TV. Non fatevi plagiare da questo apparecchio demoniaco. Le notizie che ci propinano attraverso la TV sono false, menzognere, diaboliche, malvage.
      Berlusconi, lo ripeto ancora una volta, l’hanno costretto a dimettersi; ha dovuto accettare l’aggressione alla Libia. Un signore molto vicino al cavaliere mi disse: se non si fosse piegato, avrebbero distrutto le sue aziende e la sua famiglia. Il cavaliere i messaggi li ha lanciati più volte e noi cittadini ebeti, beceri, cosa abbiamo fatto?
      Anziché stringerci attorno a lui e sostenerlo con forza, abbiamo dato credito ai vari Travaglio, Santoro, Bersani, Casini, Napolitano, Schultz, BCE, Floris etc. etc.. Ce l’hanno messa in qul posto e ci stanno conducendo al macello col nostro consenso. Siamo una massa di imbecilli senza intelligenza, senza spina d’orsale e senza autonomia intellettiva.
      Scusatemi sempre se ci sono errori di battitura, ma la vista mi tradisce.

    • Nicoletta Forcheri:

      albadorata non è quel mostro che la stampa illustra. Funge da caritas e distribuisce da mangiare ai poveri

  • luciano:

    taras bulba ha ragione. come tutti noi berlusconi e’ sotto ostaggio dei creatori di valori monetari.questa gente oltre a usare i delinquenti per ammazzare, hanno armi piu’ sofisticate per distruggere le imprese(anche tipo mediaset).purtroppo da quando nacque la banca d’inghilterra( dei cui azionisti privati non si e’ mai saputo il nome, ma noi sappiamo chi sono),questi signori si sono appropriati dell’emissione monetaria e relativo signoraggio, hanno fatto e disfatto guerre,rivoluzioni,omicidi,stermini di massa e al massimo della loro pazzia pretendono e stanno realizzando l’asservimente della popolazioni di tutto il pianeta.sappiamo cosa stanno facendo a quei popoli che cercano di ribellarsi al loro stradominio monetario.se gli tocchi la gallina dalle uova d’oro sono capaci di ammazzare come cani intere popolazioni.lo spread e’ la loro arma piu’ micidiale.berlusconi,che sta quasi per crepare,potrebbe anche alzare il tiro delle sue esternazioni, ma sa’ che esporrebbe la sua famiglia e la sua azienda, negli anni a venire a enormi ritorsioni. anche lui come noi non e’ libero.

  • Ottimo articolo. E’ come indossare una maschera per poter vedere sotto l’acqua della politica, un articolo che offre la possibilità di ammirare i fondali, e veder nuotare pesci e squali, ed è bellissimo poterli ammirare convinti loro di non essere osservati. Ma basta intelligenza e riflessione per essere d’accordo con quanto descritto nell’articolo.

  • Antonino Trunfio:

    Ecco i 13 miti dei soliti democratici, farabutti travestiti da Madre Teresa di Calcutta e da Gandhi, che come lupi voraci vanno in cerca di chi divorare ||

    I Mito : Votare è importante
    II Mito: In democrazia governa il popolo
    III Mito: La maggioranza ha ragione
    IV Mito: La democrazia è politicamente neutrale
    V Mito: La democrazia conduce alla prosperità
    VI Mito: La democrazia è necessaria per assicurare una equa distribuzione della ricchezza e per fornire assistenza ai poveri
    VII Mito: La democrazia è necessaria per una vita sociale pacifica e armonica
    VIII Mito: La democrazie è indispensabile per sviluppare nelle persone un senso di appartenenza alla comunità
    IX Mito: Democrazia significa libertà e tolleranza
    X Mito: La democrazia promuove la pace e combatte la corruzione
    XI Mito: In democrazia i cittadini ottengono ciò che vogliono
    XII Mito: Siamo tutti democratici
    XIII Mito: Non vi è alcuna alternativa (migliore)

    Sfido chiunque a dimostrare che non si tratta di mitologia di massa.

  • massimo messina:

    @TarasB
    .1)..ovviamente a ruminare ci sarà LEI…
    .2). se un uomo di oltre 70 anni (B) ricco e potente HA PAURA…allora è meglio che si uccida!
    .3). il fatto che TUTTI GLI UOMINI SBAGLIANO….NON GIUSTIFICA NULLA

    rif 1) ha offeso prima LEI….e purtroppo pochi glielo hanno fatto notare….
    rif 2) allora un “povero padre di famiglia” dell’ILVA….dovrebbe “cagarsi sotto”…
    rif 3) fino a quando vedrò IGIENISTE DENTALI “a tette di fuori” fare politica…
    ………………………………………….NON GIUSTIFICO NULLA…………………………………………………

    • Nicoletta Forcheri:

      Chi parla come te non ha capito di che stoffa sono fatti questi criminali che ci tiranneggiano. Un qualsiasi premier diventa forte solo se è accompagnato dalla consapevolezza della gente. B aveva il sostegno della gente ma non la consapevolezza. Taras non ha offeso nessuno sei tu che stai offendendo scendendo a personalismi. Per il resto capisco tutto ilva tette in fuori…ma ripeto, a quando il sequestro di Tirrena Power che inquina quanto se non di più e dove ci stanno i francesi di Suez GdF?

    • manlio:

      Preferisco vedere tette di fuori che le facce di Monti, di Schultz, della Merkel, di Bersani, di Draghi, di Passera, di Santoro, di Travaglio, di Fazio, di Floris, di Saviano, della Fornero etc.. Almeno le tette non nuociono sullo status economico/familiare dei cittadini.
      E’ pazzesco! Invece di indignarsi per l’operato di questi assassini della democrazia e della sovranità di un popolo, e di combatterli, ci si indigna per le inclinazioni sessuali del cavaliere.
      Intanto io proverei vergogna se mia figlia facesse la escort o la “vendesse” a qualcuno, e oggi sono in tante a seguire questa strada. Che moralismo ipocrita! I comunisti si sono battuti per anni per la libertà sessuale; per l’emancipazione estrema; per l’amore libero; per l’espandersi della perversione sessuale; per l’uso della droga etc., e si indignano se il cavaliere va aletto con delle ragazzine. Ipocriti!
      A livello mondiale ci sono imprenditori, parlamentari, politici, professionisti, che fanno uso di droghe; sono pervertiti; sono pedofili; vanno con le escort, e nessuno si indigna. La nostra società è malata, è immorale, è perversa, è fredda, è egoista, è qualunquista, è abortista, è divorzista, è adultera, e poi abbiamo la faccia da tolla per giudicare gli altri. Che ipocrisia del cavolo.
      L’uomo della strada è simile al cavaliere; la pensa come il cavaliere: non si comporta come lui perchè, o non ha le palle per farlo, o non ha le possibilità econimiche il potere per farlo.
      Solo chi rifiuta e condanna a priori ogni comportamento blasfemo e immorale può esprimere pareri su tali comportamenti. Gli altri abbiano il buon senso e la coerenza di tacere.

  • Può Berlusconi rappresentare una alternativa a questo andazzo? Risposta semplicissima: NO, BERLUSCONI NON E’ UNA ALTERNATIVA. Non lo è, perché egli risponde a mega interessi personali e di famiglia:

    le sue Aziende, che sono interne al sistema finanziario internazionale e quindi non solo rispondono a logiche di profitto, ma ne subiscono anche i dovuti ricatti (tutti sanno che ne affrettarono la defenestrazione con l’uso della magistratura ad orologeria e con i ricatti di Borsa).

    Senza contare il fatto che è anche comproprietario di una grossa Banca, quindi anche qui è, in qualche modo, interno al sistema dei Banksters. A questo si aggiunga la caratura del “nano di Arcore”, uso alla più rivoltante demagogia e privo di un minimo senso dell’onore come ha dimostrato il tradimento perpetrato a Gheddafi, dove, a parte il resto, pur non potendo opporsi ai progetti Nato, avrebbe quanto meno dovuto astenersi dal concedere le basi per il massacro del popolo libico e del Presidente da lui accolto con tutti gli onori solo pochi mesi prima.

    Si è invece comportato come un infame e questo squalifica l’uomo, per sempre. Ora, non importa perché lo abbia fatto (ma lo sappiamo tutti che Berlusconi ha silurato Monti per “difesa personale” avendo capito che lo stavano letteralmente spazzando via dalla politica nazionale con gravi conseguenze per i suoi interessi), resta il fatto che Berlusconi, affossando anzitempo, il governo Monti, ha fatto saltare i progetti che questo governo di tecnici ancora non avevano completato.

    Dal nostro punto di vista, questo è positivo, sia che lo abbia determinato il Berlusconi sia che lo avesse determinato Belzebù. Voi che proprio volete votare, votate Berluscni, se mantiene lo strappo, ma ne ho i miei dubbi, soprattutto votate Grillo, il cui antagonismo mi sembra più genuino e meno macchiato dal recente passato, votate i partitini antagonisti, da Forza Nuova, a Casapound, ai gruppi Comunisti antagonisti.

    Serve a poco, ma almeno siate di intralcio, facite ammuina. La necessaria rivoluzione o la semplice insurrezione, sono ancora molto lontane, ma molto lontane dal venire.

    ningizhzidda.blogspot.it

    • Nicoletta Forcheri:

      Ma quale grossa banca? Non certo una banca dealer tipo BNP Paribas…E’ un dissociato, questo si, meno infame di Monti Prodi Ciampi and co.

  • commentatore:

    articolo talmente bello che bisogna appenderlo per strada, alle fermate dei tram, farlo leggere alle scuole dalle medie in su! tutti dovrebbero farsi una coscenza di quello che sta succedendo! FUORI DA MAASTRICHT ITALIA STATO SOVRANO!

  • barabba:

    Ho conosciuto un signore greco che ha dichiarato di non essere stato mai fascista, ma apprezza Alba Dorata, perché è l’unico partito che si batte per riavere indietro la sovranità nazionale e aiuta concretamente le persone che non ce la fanno più a sopravvivere.
    Questo mi ha fatto capire che dobbiamo fare a meno delle ideologie e delle appartenenze partitiche, che ci dividono e quindi fanno il gioco degli usurai internazionali, e combattere uniti per un solo obbiettivo: l’uscita dall’euro, che ci darà ridiventare un popolo orgoglioso e indipendente.
    D’ora in avanti propongo di far cadere le discussioni accademiche, i piagnistei e le proposte irrealizzabili e discutere solo del modo in cui organizzarci per riconquistare la sovranità nazionale e monetaria svenduta allo straniero dai traditori del popolo.

  • freak70:

    ottima analisi

  • massimo messina:

    @NICOLETTA FORCHERI
    …riconosco che LEI è una FORZA DELLA NATURA…riuscirebbe a difendere SATANA ” scovando le “giuste motivazioni” che lo hanno spinto a fare del male…!!!

    nb….sempre con immutata stima……….ovviamente…….!

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE