Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!
FONTE: http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/119515-berlusconi-su-libia-non-era-primavera,-gheddafi-era-amato-dal-suo-popolo,-la-guerra-la-scaten%C3%B2-sarkozy
ROMA (RADIO ITALIA IRIB) – Dichiarazioni sconcertanti di Silvio Berlusconi sulla Libia che confermano che fu la Francia e soprattutto il presidente Sarkozy a scatenare la guerra in Libia.

Secondo i media italiani, raccontando la verità sulla Libia a distanza di mesi dal crollo del regime di Gheddafi e dall’assassinio del rais, Berlusconi ha spiegato: “Non era primavera araba, non era una rivoluzione della gente, Gheddafi era amato dal suo popolo”, perché mancava la libertà ma il popolo aveva il pane e la casa gratis. E’ stata ”una decisione del governo francese di andare a intromettersi in una disputa interna, fatta passare come una rivoluzione”. “Sarkozy ce l’aveva con me – ha raccontato Berlusconi – perché, andato in Libia, vedendo tutti quei grandi manifesti trenta metri per quindici, con Gheddafi che mi abbracciava e diceva il giorno della vendetta trasformato nel giorno dell’amicizia, è tornato a casa e ha detto ai suoi: l’Italia, Berlusconi ci ha fregato tutto il gas e il petrolio libico”.

Le dichiarazioni di Berlusconi confermano rapporti di intelligence diffusi negli ultimi mesi ed anche le dichiarazioni di fonti vicine all’ex presidente francese che spiegano che Sarkozy aveva ricevuto soldi per la sua campagna elettorale da Gheddafi e che decise di eliminarlo perchè “sapeva troppo su di lui”. Secondo alcuni resoconti furono proprio le forze speciali francesi ad assassinare Muammar Gheddafi.

Bugia di Al Jazeera: foto su Iraq scattata da italiano Marco di Lauro spacciata come foto su Siria

TEHERAN (RADIO ITALIA IRIB) – La foto scattata il 27/5/2003 dall’italiano Marco di Lauro in Iraq e che ritrae intere file di cadaveri è stata ripresa dalla rete Al Jazeera e spacciata come foto sulla crisi in Siria.

 

È l’ultima vergognosa bugia dell’emittente satellitare del Qatar, che in Siria e’ coinvolto anche con l’invio di soldi, armi e terroristi in funzione anti-governativa. La foto quì sotto ed i link che riportiamo permettono a tutti voi di appurare quale sia stato il trucco della rete satellitare araba e che la foto in questione non riguarda la Siria ma la località iraqena di Musayyb e ritrae un crimine commesso dagli americani, i portatori di civiltà e democrazia che guarda caso anche sulla Siria sono schierati contro il governo.

http://montanari.blogautore.repubblica.it/2008/04/13/diritto-dautore/

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=581752915181329&set=pb.118696491486976.-2207520000.1357854783&type=3&src=https%3A%2F%2Ffbcdn-sphotos-g-a.akamaihd.net%2Fhphotos-ak-ash4%2F397615_581752915181329_186203726_n.png&size=480%2C312

Siria: Esercito libera Daraya, roccaforte ribelli a Damasco

DAMASCO (IRIB) – Scontri tra esercito siriano e terroristi si sono registrati nei dintorni di Damasco nelle prime ore di oggi.

Lo riferisce l’agenzia Sana aggiungendo che le forze armate siriane hanno preso il controllo di gran parte di Daraya, strategico sobborgo della capitale. L’area sara’ messa in sicurezza nel giro di pochi giorni. Lo ha spiegato un portavoce militare. L’esercito sta ancora combattendo altri gruppi armati nell’area a sud di Damasco. Intanto l’artiglieria siriana ha colpito le postazioni degli insorti a Beit Sahem (sud) e Jdeidet Artouz a sudovest della capitale. Nel centro del Paese, diversi terroristi sono morti o feriti nel corso dei combattimenti a Rastane, nella provincia di Homs.

Mali: Usa sostengono intervento militare Francia in ex colonia

Washington – Gli Stati Uniti stanno cercando di sostenere l’intervento militare della Francia al fianco delle truppe governative del Mali contro gli attacchi degli “islamisti”.

E’ quanto ha reso noto il Dipartimento di Stato Usa. Intanto un funzionario americano che ha parlato in condizione di anonimato, ha rivelato che gli Usa stanno considerando l’ipotesi di mandare i “droni di sorveglianza” come “supporto logistico” alle forze francesi. “Abbiamo preso atto del fatto che il governo del Mali ha chiesto aiuto e quindi condividiamo l’obiettivo francese di impedire ai terroristi di installarsi nella regione”, ha dichiarato il consigliere per la Sicurezza della Casa Bianca, Tommy Vietor. Ieri il presidente francese, Francois Hollande, ha detto che in risposta a una richiesta di aiuto da parte del presidente maliano “le forze armate francesi hanno sostenuto le unita del Mali nella lotta contro elementi terroristi”. Secondo Hollande, il Paese africano sta affrontando una “aggressione terroristica” e che le operazioni sono mirate in particolare a proteggere i 6mila cittadini francesi in Mali, ex colonia francese. La Francia ha guidato il pressing diplomatico per un’azione internazionale in Mali contro gli estremisti islamisti. “Le forze armate hanno avviato un intervento a supporto delle forze governative del Mali, contro i ribelli islamisti”. E’ quanto ha detto Hollande, precisando che l’operazione durera’ fino a quando sara’ necessario. “Le truppe francesi hanno fornito il loro supporto alle unita’ dell’esercito maliano, per combattere contro elementi terroristi”, ha aggiunto.

49 Commenti a “Berlusconi su Libia: Gheddafi era amato dal suo popolo”

  • archimede:

    Con l’attuale aggressione al Mali ,la Francia si stà preparando la fossa , a breve anche lei avrà la sua Primavera dentro le sue città , la Francia :una Grande Nation gestita da due Grandi Psicopatici criminali :idem per l’Italia -
    Berlusconi ha fatto un grande sbaglio, doveva comunicare a noi cittadini le minacce che Sarkozy gli fece (vedi articolo “http://www.stampalibera.com/?p=33590

    se lo avesse fatto in pubblico ,sarebbe ancora al suo posto e l’Italia fuori dalla NATO e dall’Europa, con le conseguenze che ne sarebbero scaturite ,ma non avremmo più alcun traditore e infame come presidente e nemmeno un Psicopatico Bugiardone come Monti-

    • jo:

      E’ inutile aspettare che sia qualcuno importante a confermare quello che si sa’ alla grande su tutto.
      Sarkozy ha minacciato anche la grecia. Ha spredicato l’ europa-euro come il salto mondiale della nuova era. Quando se n’e’ andato ha con soddisfazione detto: ora nella merda vi ci lascio voi. Grande pezzo di marcio, che l’ inferno se lo porti. Questa specie di dementi quando alzano la testa, bisogna bucargliela subito.

      Berlusconi e’ stato un vigliacco e codardo. Gli hanno tagliato le gambe perche’ per interesse non ha dato il culo dell’ italia all’ europa-usa, e si e’ rivolto troppo verso Putin e Gheddafi. Con le possibilita’ che ha Berlusca, e la conoscenza privata delle cose, avrebbe dovuto denunciare Sarkozy e l’ intero sistema, invece e’ anche lui cammeriere e commensale. GRANDE L’ IDIOZIA-PAGLIACCIATA di Gheddafi a Roma. …. Allora si che diventa buffone da togliere, per gli altri grandi: non ha la classe di fare il peggio.

      Conoscendo il marchingegno, va’ a finire che il pseudo-dittatore ( eh si, pseudo, visto gli Usa e L’ europa che sono) , la spunta. A noi ci manca questo sangue purificatore che hanno gli arabi. Qualche accoltellata giusta farebbe abbassare le orecchie a tutti.
      Se si ha paura di un atto a ledere, chi la scampa, di criminalita’, ne riempie la terra.

    • francesco:

      il nano francsese andrebbe arrestato e processato per crimini contro lumanita ,ma no dall europa ma dai libici per tuttele sofferenze avute.

      • jo:

        gia’. ma nennemo i fondamentalisti religiosi o politici, riescono ad arrivare ad un attentato, ma si alleano pure. pensa te l’ etica estremista fondamentalista quanto sta’ in piedi e quanto sia diritta nel suo storto. ma sono tutti delinquenti, questa e’ la verita’. ma mettere uno che pensi e decida per altri e su altri, quando si arriva agli estremi, mai. ci dovrebbe essere un tumulto di massa da farlo liquefare solo per la forza sovranaturale occulta che si creerebbe. invece, rimane in giro aria da scurengia. e puzzolente. ma il popolo vive e paga altri perche’ amministrino. ma almeno il tempo di pensare se lo dovrebbe prendere. e’ da li che poi parte la forza, altrimenti tutto tace. parla sempre chi non dovrebbe parlare e ha preso il pensiero peggiore.

    • renato:

      Eppure continuano a parlare di Europa unita,quando il fallimento politico ed economico è davanti agli occhi di tutti.
      Come si può dipendere da omuncoli stile Sarkozi o Hollande,per non parlare della Merckel o di Camerun.
      In merito a Berlusconi non ha detto nulla di nuovo,lo avevano intuito tutti che l’uccisione del Presidente libico era un assassinio.
      La nostra stampa di regime continua a recitare la sceneggiata come ha fatto per l’Iraq,
      la Libia e adesso la Siria.

  • wlady:

    Va bene fare il saltapicchio da Santoro ma quando si parla di stragi, bisogna avere rispetto, troppo comodo adesso dire la verità che già si sapeva, troppo comodo fare come gli struzzi e nascondere la testa, chi ha dato il permesso di bombardare la Libia? Chi è stato a fare il linguainbocca con il Rais? Gli amici non si comportano così; alcuni mesi prima ricevuto con tutti gli onori e pochi mesi dopo ha girato la faccia dall’altra parte.

    Il suo mentore Craxi è stato un politico di grande levatura e non per l’altezza ma come statista, ha pagato per tutti, lui non avrebbe tradito un suo amico (emblematica la presa di posizione a Sigonella se la ricorda?), e poi, un altro che non avrebbe mai tradito l’Italia è stato Mattei, non aveva paura di competere con le potenze mondiali, ma cosa glielo dico a fare …

    Le sue dichiarazioni sono troppo tardive, troppi morti ci sono stati, per questa guerra effimera, queste sue dichiarazioni postume non porteranno in vita le donne e i bambini innocenti.

    • jo:

      In sintesi, da quello che ho capito io, Craxi deteneva un miliardo di lire sul conto prorpio in nome e per il partito. Se si pensa che fa’ ora l’ europa con tutti i suoi cani, e’ da rivoltarsi nella tomba. E tutti tacciono, e i magistrati (vedasi depeltro) arrivano a buttarsi nella mischia. Che schifezza.

    • dl31:

      Ultimo sussulto di sovranità nazionale…
      mirorenzaglia.org

    • Panhandle:

      Berlusconi non può minimamente essere paragonato a due giganti come Craxi e Mattei, quanto piuttosto all”‘Italiano piccolo piccolo” di Monicelli. Ricordate in quale momento gettò la spugna, nel novembre 2011? Quando vennero toccate le azioni Mediaset in borsa.
      Tengo famiglia…

  • gabry:

    I media di regime sono eccezionali ipnotizzatori, tutte le informazioni nessuna esclusa, appena letta o sentita deve essere vagliata e subito screditata, ci si accorgerà che nel 90% dei casi è sempre vero l’opposto, sembra credibile solo nel 10 % solo al momento, ma il tempo farà capire che l’informazione letta o sentita serviva per distogliere l’attenzione su un altra più atroce opposta notizia, è difficile dover stare sempre in difesa ed ammettere di non fidarsi dei propri simili, la storia che ci hanno propinano e continuano imperterriti a farlo, ci dovrebbe aver insegnato che fin dai tempi di Caino e Abele per potere e per denaro si uccide qualunche si trovi sul percorso fosse anche la propria madre, abbiamo smarrito la fiducia da millenni, è probabile che non la ritroveremo mai più almeno finchè siamo cosi attaccati ai beni materiali terreni.

    • jo:

      Abbiamo perso e non piu’ coltivato e alimentato la tradizione per una globale soluzione fatta da piu’ illuminati cretini. Di fatto, visto che citi esempi bibblici, abele sacrificava un agnello ;) caino i suoi frutti. Il (popolo di dio -in educazione anti-cainica-) e’ sempre stato in tende e in movimento, e ogni torre o citta’ o sistema o impero, ha sempre avuto a che fare con la pietra invisibile che i costruttori hanno rigettata di volta in volta. Questa pietra e’ alle porte, e fara’ la sua entrata visibile prima o poi, facendo cadere questo finto e ingiusto e arrogante fare. L’ uomo se la ride, lo sa’, e se la ride ancora. Ridesse almeno, mentre si fustra a continuare sempre di piu’ sulla falsa strada.

      E pensare che basterebbe un’ illuminazione di volonta’ come motto, che basterebbe mollare quello che si tiene in pugno, e il naturale andare risolverebbe da solo con un po’ di umilta’ e intelligenza. (non quella che pretendono di avere oggi).

    • Antonino Trunfio:

      le televisioni francesi hanno dato ieri notizia che un soldato francese è stato ucciso in Mali e uno risulterebbe disperso (che da quelle parti è una disgrazia peggiore di una pallottola in fronte). I media italiani sussidiati con le nostre tasse con la solita parabola della difesa del pluralismo ? Silenzio Stampa. Of course.

      • Roberto Arvo:

        Mi pare già di vederlo…..a testa in giù, allietato da un bel fuocherello che gli solletica le meningi…..rischi del mestiere

        ps. naturalmente il mestiere è “esportatore di democrazia”

        • Domenico Proietti:

          Mi pare già di vederlo…..a testa in giù, allietato da un bel fuocherello che gli solletica le meningi…..rischi del mestiere

          A fare politica in Italia, ci sono persone ben più subdole e di conseguenza meritevoli, di quanto Lei auspica al soggetto di cui non fa il nome, ma ben si intuisce qual’é il francese a cui é volto il suo astio.

          Non crede che sia giunta l’ora, di mettere sul piatto della bilancia le azioni di tutti lor signori e giudicarli per quel che sono e solo allora, ipotizzare quel che meritano? Se siamo arrivati al punto di rottura, questo non é certo giunto per colpa di uno ma di tutti, non notare questo indica una sola cosa e non é certo bella. L’uomo é un essere “parziale” e non degno di giudicare, avendo più volte dimostrato di non esserne minimamente capace. L’odio porta odio nella stessa capacità in cui l’amore porta amore, ma mentre del primo (l’odio) la maggior parte dell’umanità sembra andarne fiera, l’amore come fattore semplice da applicare viene bistrattato, escluso da ogni ragionamento giudizzievole. Il pregiudizzio invece, essendo facile da ottenere, prende sempre forma nelle parole a cui seguono fatti dove non v’è mistero essendo a vista, questo porta l’uomo ad essere ogni qualvolta perdente, non sapendo riconoscere l’atto che lo rende vincente e senza che questo sia anticipato da nessuna conquista.

          Solo spengendo l’odio, ci si accorge che viviamo già nella luce e non c’è bisogno d’andarne a cercare un’altra da accendere.

        • Roberto Arvo:

          Stavo solo scherzando, mi sembrava evidente…..luna storta? Si rilassi

        • Roberto Arvo:

          Aggiungo solo che l’uomo a testa in giù, non può certamente essere Sarkozy….ci vorrebbe una corda troppo lunga!!!

  • Panhandle:

    Archimede: “Berlusconi ha fatto un grande sbaglio, doveva comunicare a noi cittadini le minacce che Sarkozy gli fece”

    Dimentichi che la stampa, interna ed internazionale, si sarebbe fatta beffe di Berlusconi se avesse fatto dichiarazioni simili, e lo avrebbero fatto passare per un demente: l’unica verità accreditata sui media era “La liberazione della Libia”, e tutta la fanfara retorica di Napolitano, del PD etc. Gli scandali (veri e falsi) che sono stati cuciti addosso a B. avevano anche questo fine: renderlo totalmente non credibile.

    • jo:

      L? Italia non fa’ la fine di tanti altri stati perche’ ipocritamente e globalmente, e’ ancora un mito della civilta’ storica. E sopratutto, perche’ nel suo territorio c’e’ il vaticano. Per il resto, sotto il tavolo, la sodomizzano bene, la pigs.

  • gianni:

    propongo di boicattare prodotti frncesi per sempre alimentari,machine ecc….. la stessa corrente eletrica, che se la tengono europeiiii mai stati cosi divisi perchè non unire i stati PIIGS +austria unica nazione col sistema non i crisi ma non trovate che c è una comune in tutte queste nazioni,sono tutte cattoliche?forse ci sara una crociata contro i cattolici strno che la chiesa non nè parla

    • jo:

      Sai qual’e’ l’ idiozia della corruzione. Non si e’ capaci di far vivere la propria famiglia-stato, e la si svende ad altri pederasti. La nazionalita’ e’ sacrosanta in tutto il mondo, FRONTIERE COMPRESE.

    • francesco:

      SECONDO ME HAI TOCCATO IL PUNTO PRINCIPALE GRECIA ITALIA SPAGNA PORTOGALLO E IRLANDA SONO NAZIONI CRISTIANE ,quelli che cci attaccano sono demoni.

      • jo:

        Guarda che qui non si guarda in faccia piu’ nessuno. Vanno sui sistemi piu’ corrotti e vulnerabili e convenienti. I soldi non hanno odore ne padrone, se non quello dell’ ultimo possessore.

        Se vuoi voler vedere un attacco alla cattolicita’, sappi che non e’ proprio del mondo islamico, ma volendolo vedere a questo punto, e’ sionista-fianza.

        I piigs sono cattolici ( si fa per dire) ma non e’ il cattolicesimo, perche’ esso e’ vaticanista-ior-regnanti medesimi affiliati che fanno parte di chi attacca.

        Il mondo potere-stati-finanza deve per forza separarsi in due unita’ contrapposte, dove c’e’ est e ovest con i relativi movimenti principali religiosi: usa-ue-ebreiFinanza contro est politica separato e vaticano con sue forze e affiliati fedeli.

        Fatto sta’, che, il grosso della faccenda si scagliera’ sull’ insieme ebreo e affigliati, e si pensa che la testa di questo sia proprio la parte vaticano-potere-est verso ebrei-usa-.

        Non so’ l’ europa quando valore ha come affiliato usa, quando ogniuno tirera’ i remi in barca. I piu’ andranno sotto le vesti papali, sia di fatto che come protezione status e popolare.

  • WBM:

    Non c’è che dire un Berlusconi a ruota libera: quello che afferma sulla guerra in Libia è vero, cioè che è stata iniziativa dell’ebreo Sarkozy (specifichiamolo è meglio), ma il problema è che sta meschinamente utilizzando questa verità PER FINI ELETTORALI, perchè com’è noto, tra un mese ci sono le tanto attese elezioni politiche.

    Il Berlusca le sta provando tutte pur di vincere, ed ho la sensazione che nonostante 20 anni di danni commessi, tanti italiani lo voteranno comunque, soprattutto dopo lo show da Santoro, perchè a tante persone gli fa simpatia e per questo lo voteranno, dimenticandosi di tutte le sue leggi “ad personam” e della mangiatoia di soldi pubblici da lui autorizzata per garantirsi il potere assoluto, che è tra le cause del nostro debito pubblico.

    E’ possibile anche che molti non lo crederanno su questa cosa della Libia, e non si faranno quindi sedurre da lui per votarlo, peccato però che è la verità. Troppo comodo dirle adesso tutte queste cose, ad un mese dalla campagna elettorale. Sta di fatto che grazie al silenzio di molti mesi fa, l’Italia ha perso il privilegio di primo partner della Libia sul petrolio, facendosi scavalcare dalla Francia, e si è ritrovata a far entrare sul suo territorio tutti quei negri che lavoravano in Libia per ospitarli al CARA di Mineo (e per fare un favore a Pizzarotti coi nostri soldi), anzichè spedirli ai loro paesi d’origine.

    • jo:

      Quello che mi sta’ sul gozzo, e’ questa mummia di (napoletano), che si nasconde dietro i trattati euripei e dei criminali francesi e usa, e si pulisce la bocca con la costituzione articolo 11 e 90. E non gli fa’ nemmeno vedere la croda a cappio che gli aspetterebbe.

      LUI firmando per tutti noi, ha reso NOI corresponsabili dell’ eccidio di decine e decine di miliaia di civili. Ci mettessero o loro e le nostre famigliali, sarebbe una cosa piu’ educativa e giusta. …. visto i nostri silenzi-assensi.

      Se non lotti per gli altri, quando tocca a te, non ci sara’ nessuno per te. Meditate.

    • ws:

      ma il problema è che sta meschinamente utilizzando questa verità PER FINI ELETTORALI,

      e visto che i suoi stessi giornali hanno glissato la notizia il suo e’ pure solo un ammiccamento …
      Anzi non mi stupirei fosser pure “concordato” come il suo ” ritorno in campo”

  • archimede:

    Caro Panhandle, hai perfettamente ragione su quello che scrivi, ma se Berlusconi lo avrebbe fatto stanne ben certo che molti di noi cittadini avremmo fatto ai direttori di giornali il fondello quanto un cappello di prete, era anche logico che tra le file del governo Berlusconi c’erano degli infami vermi che lo avrebbero sputtanato dopo aver ricevuto qualche bustarella e promesse fatte dai Rothschild(Goldman Sachs),quel pezzente e morto di fame che lo ha deposto con le minacce non avrà vita facile ,nemmeno se il governo Svizzero gli ha promesso riparo e tutela, nessuno sfugge alla legge della natura perchè alla fine troverà sempre una lama più dura ,-

    Caro Gianni, non c’è alcuna crociata contro i cattolici da parte di popoli Islamici, la crociata contro i cattolici è sempre esistita da parte di coloro che si spacciano per cattolici ovvero i Gesuiti che adesso hanno capito di aver oltrepassato il limite e stanno incrementando odio tra i Popoli e senza esclusione di religione-

    • Anais:

      @Archimede:

      l’argomento “Gesuiti” tocca un campo minato, eppure sarebbe sufficiente andare a leggere la storia mondiale non edulcorata da loro stessi e togliersi paraocchi e paraorecchie se si volesse realmente scavare per far emergere la verità su manipolazioni e intrighi di questo vero e proprio esercito militar-religioso che di valore cristiano ha ZERO ed è autorizzato ad operazioni commerciali, bancarie, finanziarie sia per preservare ed incrementare il potere papale (che poi sarebbe il potere gesuitico) e sia per finanziare operazioni militari in tutto il pianeta, da ricordare che dietro ogni capo di governo pseudo democratico o dittatore che sia, c’è SEMPRE un gesuita.

  • Paolo Lamperti:

    Ok, il minestrone è servito…

  • Spargere la voce che chi solo si reca d’avanti ad uno solo degli sportelli elettorali, dovra’ POI RENDERE CONTO LUI STESSO, A TUTTI, DELLA Decadenza capitata al paese, perche’ COMPLICE DI AVER COLLABORATO DANDO POTERE (ancora) A QUESTI individui, che di umano hanno solo il nome, pergiunta un nome che non hanno niente di buono. QUINDI non si salvano proprio per nulla. C…I…A…O !!!

  • Per quanto riguarda le dichiarazioni di BERLUSCONI,in merito alla Libia e Gheddafi,al mio parere,li paragonerei come le dichiarazioni dei “pentiti”inattendibili…
    Ultimamente Berlusca non è altro diventato piu che un politico un claoun da piazza,ridicolo ed inaffidabile.Peccato per Gheddafi ed il popolo Libico di essere affidati ad un carissimo “amico”come Berlusconi,e per di piu di averci rapresentato nel mondo…e come diceva il grande Emilio Fede”che figura di merda”
    Saluti

  • Roberto Arvo:

    Nano, puzzolente, ebreo, collaboratore della CIA, raccontaballe (non le beveva neanche Carlà…sapevano di tappo!)non credo gli si possa concedere la levatura di uno che può- volendolo- decidere una guerra. Ci si deve per forza riferire alla Nato e dietro c’è evidentemente l’avallo degli esportatori di democrazia che sappiamo.
    Per quanto fosse un disgustoso fetente, resta sempre una pedina, alla quale non si deve dare una importanza troppo alta….emm…volevo dire troppo grande….

  • boris:

    Per capire praticamente tutto quelo che ci sta succedendo intorno basta leggersi il libro “Un paese pericoloso ” di John Kleeves alias Stefano Anelli.
    Gia a meta libro tutto sara chiaro.
    Non riesco trovare il link direto per scaricare il libro,percio vi meto il link di un articolo che alla fine ha il link diretto per scaricare il libro in pdf.
    byebyeunclesam.wordpress.com

  • Vasco:

    Fu il Premio Nobel per la Pace Obongo a scaricare sulla Libia 150 missili cruise.

    Berlusconi avrebbe dovuto come minimo dare le dimissioni (rischiando forse la vita in quel momento) ed ora sarebbe celebrato come un grande. Invece il misero piazzista dichiarò al popolo italiano che Ghedaffi aveva perso il controllo della Libia in virtù della rivolta del popolo libico.

    Il giorno in cui Ghedaffi fu trucidato suonò la campana a morto anche per Berlusconi e mi sorprende che oggi possa essere riammesso e accettato dai poteri occulti di nuovo sulla scena. Agisce in funzione anti-Grillo e sta rivaleggiando con lui in comicità.

  • vale:

    @Boris

    Grazie per il link , leggero’ molto presto.

  • Leo:

    Anch’io credo che sia significativo che l’attacco avvenga contro le nazioni di tradizione cattolica. Spostando la questione sull’aspetto metafisico credo che più in generale vi sia un attacco a quello che il Vangelo chiama gli uomini di buona volontà (di qualsiasi confessione, etnia, credo politico).
    La lotta non avviene solo contro determinati paesi che sono un esempio di reale convivenza tra confessioni diverse (come per esempio Libia ed Iraq) che sono lì a testimoniare che il conflitto di civiltà non esiste e di resistenza all’usura internazionale (come la Libia e l’Iran o il Venezuela o l’Argentina, etc), ma anche all’interno delle religioni tra i fondamentalismi di diversa matrice e le persone autenticamente religiose, indipendente dalla confessione.
    Anche nella Chiesa Cattolica si combatte questa battaglia (ricordiamo l’accenno al fumo di satana di Paolo VI e la denuncia della sporcizia nella Chiesa del futuro Benededetto XVI), ma alla fine “non praevalebunt”.

  • loto:

    Berlusconi non ha neppure provato a negare il suo consenso per la partenza dalle ns basi degli aerei militari per bombardare la Libia, anche lui ha le mani sporche di sangue…come d’altra parte quel burocrate di D’Alema (che in questi tempi di campagne elettorali risalta fuori con libri e interviste) a suo tempo con il Kosovo, se lo incontrassi per strada un bello sputo nel muso non glielo leverebbe nessuno…..

    • archimede:

      ..@.Loto, se gli sputi addosso lo disinfetti, non dimenticare che anche lo sputo ha una dignità e di sicuro eviterà di prenderlo in pieno-

  • Le primavere arabe sono state organizzate dagli Stati Uniti, Francia e GB per destabilizzare e possibilmente far cadere i governi arabi ostili alla loro politica.
    Dopo il fallimento dell’attacco alla Siria , gli Stati Uniti si sono resi conto di aver creato le basi per la diffusione incontrollabile del terrorismo internazionale e adesso cercano di uscirne fuori prima che la situazione precipiti (vedi il tentativo di uccidere il console italiano in Libia).
    Il fallimento della politica estera americana in Medio Oriente è un passo ulteriore verso il fallimento economico e morale che porterà il Paese governato da Obama alla catastrofe.

  • Ogni utente, che e’ a conoscenza & consapevole di questa situazione INSOPPORTABILE nel suo piccolo puo’ Risvegliare la mente a moltissime ALTRE PERSONE, FACENDO SENTIRE LA PROPRIA VOCE, Facendo RIATTIVARE IN LORO quella lampadina, CHE LI FACCIA FINALMENTE RIFLETTERE, anche sulle INUTILITA’ DELLE DIPENDENZE (SOTTOLINEO !!! !!! INUTILI DIPENDENZE, che NoN fanno vivere la persona e l’ANIMO, IN PACE ). Fare SENTIRE LA PROPRIA VOCE IN banca, a casa, alle poste, in comune, parlando con le persone, anche qualsiasi, I PROPRI MEDICI curanti, SU QUELLO CHE SI E’ TUTTI a conoscenza degli obrobri che hanno fatto e continuano a fare per tenere a bada e sotto controllo la gente. (Ci sono persone che hanno bisogno di RITORNARE A RIFLETTERE CON LA PROPRIA TESTA, & Cuore. Perche’ di persone che si stanno lamentando ce ne sono SEMPRE DI PIU’ e VOGLIO RIFIUTARE QUESTO SCHIFO di sistema e modo di, VIVERE… Ciao!

  • peppino:

    Berluschino è un vile, uno squallido vigliacco, inadeguato a fare il capo di stato, cerca solo di pararsi il suo culo, evitando accuratamente gli strali lanciati dai poteri forti, usando l’italia e gli italiani come parafulmini e/o merce di scambio. Non solo ha tradito Gheddaffi, non muovendo un dito in sua difesa, ma addirittura ha dato disposizione per far usufruire, in maniera incondizionata, delle basi italiane agli aggressori, e mandando lui stesso a bombardare quel popolo, del quale alcuni mesi prima, aveva baciato in modo ossequioso, le mani del suo leader. Andrebbe sputato in faccia, è una vergogna e rappresenta il classico esempio stereotipato dell’ italiota vigliacco e traditore. Per parlare dello specifico della Libia, pare siano scomparsi nel nulla, sia la riserva aurea della stato libico,che ammonterebbe a svariati centinaia di miliardi di dollari, sia circa 150 miliardi di dollari sequestrati o ,come dicono, politicamente corretto, congelati in via cautelativa sui conti esteri . Chissà se anche a Berluschino avranno dato le sue briciole di spettanze per queste operazioni, il prezzo del tradimento oltre ad aver salvato la sua di pelle.

  • Dire che è stata la Francia, o dire che per lo spread a 600 era colpa della Germania…..ma è facile capire che la Francia è stato il braccio che ha eseguito l’ordine dell’Impero, la Francia è colonia degli USA con qualche diritto in più, ma sempre colonia, la Germania è colonia più della Francia. Questi stati eseguono solo gli ordini. Il mandante della guerra non è la Francia, il mandante dello spread non è la Germania. Uno dei giornali che raccontano buone verità è Italia Oggi.

  • Tidivic:

    Adesso queste dichiarazioni di Berlusconi sono troppo comode come anche quelle sul complotto. Se fossi un cittadino libico non mi fiderei mai più dell’Italia! Abbiamo dato a questo popolo troppe umiliazioni. Prima li volevamo colonizzare e poi li abbiamo abbracciati con un pugnale in mano. Questa è l’Italia voluta dalla nato e dagli usa. Se avessimo un briciolo di dignità ci tireremmo fuori da tutto questo schifo

  • gianni:

    voglio solo precisare che secondo mè i PIIGS di tradizione cattolica sono nella merdà, per colpa del complotismo,ecc…..scrivendo chè trovo strano che la chiesa giri la faccia da un altra parte, significa che di cattolico c,è rimasto poco ai vertici della chiesa cattolica,nel vaticano, siamo attacati dal interno è anche dall esterno, esempio: slovachia , cechi, slovenia ecc… sta meglio di noi, poi la guerra in libia c, era un trattato fra italia e libia, erano aleate in caso di agressione, l italia sè le dimenticato, dovremmo essere processati per tradimento, un altra volta la storia si ripete,a noi piace stare con i piu forti, sfido che sarcosy rideva alle spalle di berluscoglioni, ultimamente si vede berlusconi stessa faccia ma con un cervello diverso, spara a zero su euro europa, banke quando lo si vede in tivù ti amalia tutto sommato è il più grande in tv, voteremmo un rottamato dopo tutto . ciao a tutti

  • piero:

    a riferimento di ROBERTO ARVO.. premetto di non mettere in dubbio la buona fede di Roberto riguardante la battuta infelice espressa dall’estro del momento, ma mio parere è che talune espressioni trasmettono concetti negativi ad alcune persone, alimentando rabbia e repulsione, emozzioni per nulla costruttive. ad ogni modo caro Roberto sappi che il nano non sta simpatico a nessuno! TAKE IT EASY.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia