Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Link: http://louisehayitalia.wordpress.com/2009/09/13/il-potere-della-riconoscenza/#more-154

Aprire le braccia è un gesto simbolico davvero molto potenteL’Universo ama la gratitudine. Quanto più siamo in grado di essere riconoscenti, tanto più riceviamo in cambio.

Avete mai pensato a tutto il bene che già c’è nella vostra vita? Spesso tendiamo a legare il concetto di “bene” al puro lato economico e alle sostanze materiali. Ma il concetto di “bene” è infinitamente molto più vasto:

  • comprende le persone che ci circondano – quelle che conosciamo da una vita, quelle che ne sono entrare a far parte da poco, quelle che ci hanno lasciato ma che hanno comunque condiviso con noi parte della nostra esistenza
  • comprende i luoghi che abbiamo visitato, quelli nei quali abbiamo vissuto, quelli che ci portiamo sempre nel cuore anche se magari non li frequentiamo più
  • comprende tutte le esperienze che abbiamo fatto, quelle che ci hanno fatto crescere e cambiare, quelle che magari ci hanno fatto soffrire ma che hanno comunque contribuito a farci diventare quello che siamo oggi.

Aprire le braccia è un gesto simbolico davvero molto potente

Louise Hay sostiene che l’Universo è un generoso dispensatore di ricchezze, che ama essere apprezzato e ringraziato. E’ come quando si fa un regalo ad un amico: come vi sentireste se, quando la persona scarta il vostro regalo, affermasse facendo il muso lungo “Non è la mia taglia” oppure “Che strano colore” o ancora “Non uso mai queste cose” o “Tutto qui?” Con molta probabilità non vi avventurereste certo un’altra volta nel tentativo di farle una sorpresa. Cosa succederebbe invece se la persona fosse compiaciuta, vi abbracciasse e si mostrasse contenta e riconoscente per ciò che le avete donato?

La gratitudine genera a sua volta  fatti ed eventi di cui essere riconoscenti… sempre!
Non essere riconoscenti o lamentarsi per ciò che non abbiamo, invece, genera solo altrettanta ingratitudine e ulteriori lamentele. Le persone che non si accontentano mai per ciò che hanno o che provano invidia per la fortuna altrui, di solito non sono nemmeno in grado di riconoscere ed assaporare il bene che già posseggono… semplicemente non lo vedono e non lo riconoscono. La gratitudine, invece, è pura consapevolezza! Consapevolezza per tutto ciò che abbiamo avuto nel passato, per ciò che rende la nostra vita degna di essere vissuta nel presente, e per quello che la renderà ancora più ricca ed entusiasmante nel futuro.

Un buon modo per cominciare a portare più gratitudine nelle nostre vite è allenarci a farlo! Per esempio come sarebbe se al mattino, appena svegli, come prima cosa, ancora prima di aprire gli occhi, provaste ad essere riconoscenti? Cominciate a ringraziare innanzitutto il vostro letto per aver favorito il vostro riposo, siate riconoscenti del calore e della morbidezza delle coperte che vi hanno avvolto. Potete poi ringraziate l’Universo per l’occasione di vivere un altro giorno meraviglioso, per le persone che incontrerete e per le esperienze che vivrete. Non esiste modo migliore per iniziare la giornata!

Fate lo stesso anche la sera, prima di andare a letto: ripensate alla giornata trascorsa e celebrate ogni esperienza che avete vissuto. Dite grazie per ciò che avete ricevuto e anche per quello che non avete avuto, perchè tutto è stato perfetto esattamente così! Non dimenticatevi di perdonare voi stessi se avete fatto qualcosa di sbagliato, se avete detto qualcosa a sproposito  o se avete preso una decisione poco felice. Perdonate gli altri ricordandovi che dietro ad ogni comportamento, anche quello non propriamente più educato e corretto, c’è sempre un’intenzione positiva: scoprite qual è e lasciate andare il resto! Siate riconoscenti anche per le vostre parti “buie” e per aver messo in pratica ancora una volta quell’atteggiamento di cui tanto volevate liberarvi: dite a voi stessi “Grazie, perchè posso sempre continuare a correggermi e progredire!”.

Trascorrete ogni giorno più tempo possibile per essere riconoscenti per il bene della vostra vita. Potete anche tenere un diario della gratitudine: impegnatevi a scrivere ogni giorno almeno 10 cose di cui siete grati. Almeno una volta al giorno aprite le braccia e affermate “Io sono aperto e ricettivo a tutto il bene che l’Universo ha da offrirmi”: quello di aprire le braccia è un gesto simbolico davvero molto potente.

Condividete con tutti il segreto della gratitudine. Contribuite anche voi a rendere il nostro, un mondo di persone riconoscenti, pronte a dare e a ricevere…. e ricordatevi: quando siamo felici, anche l’Universo lo è!

Scritto da Erica

2 Commenti a “Il potere della riconoscenza”

  • Bellissimo articolo però si sono dimenticati di dire grazie a Dio, dopo essermi svegliato devo dire grazie all’universo….ma era tanto difficile dire grazie a Dio, l’articolo non esprime nessuna potenza perchè dopo tanto dire umilmente non dice grazie a Dio ed è senza riconoscenza verso di Lui ma esprime riconoscenza all’universo.

    Atti 14:17
    Benchè egli non si sia lasciato senza testimonianza, facendo del bene, dandoci dal cielo pioggie, e stagioni fruttifere; ed empiendo i cuori nostri di cibo e di letizia.

  • backtime:

    idea3online quand’è che libererai la tua essenza? possibile che tu abbia capito capitali e monete e non hai ancora capito, che sono le debolezze umane ad aver creato i “capi per grado” e le religioni i “capi per assoluto”?

    L’anomalia dell’uomo, è dovuta dal fatto che non crede in se stesso, ma è disposto a credere in figure create da altri all’unico scopo di tenerlo sottomesso.

    La mattina, unico ringraziamento va alle tue gambe e al tuo cervello che gli ordina di alzarsi e quando ti affaccerai alla finestra sappi che non ti illuminerai d’immenso, ma verrai illuminato dal sole che assieme all’acqua, ovunque siano nell’universo generano la vita.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE