Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Fonte: http://www.losai.eu/il-governo-si-fara-e-sara-grillusconi/ di Gianluca Monaco

Potrebbe sembrare una provocazione ed infatti è così ma se riflettete non sarebbe assurda come ipotesi di governo. Non può essere assurda perché sia Grillo che Berlusconi sono dei liberali, sono i catalizzatori di quella voglia di libertà dall’immobilismo del nostro Paese e di quella voglia di liberalizzazioni che lo stesso Berlusconi non è riuscito a fare per colpa dei suoi alleati che si sono succeduti negli anni , da Casini a Fini.
Basterebbe riflettere su ciò che i due leader vogliono. I grillini potranno anche rifiutare questo termine ma se loro esistono è proprio grazie a Grillo, come i pidiellini che esistono grazie a Berlusconi e le ultime elezioni lo confermano. Cosa vogliono, dunque, i due leader ? Vediamolo per sommi capi:
- Riduzione dei parlamentari e loro emolumenti
- Eliminazione degli Enti inutili di Stato come le Province
- Eliminare le partecipazioni statali residue, il cd. Monopolio di Stato
- Burocrazia più snella anche nell’approvazione delle Leggi
- Eliminazione dell’IRAP
- Defiscalizzazione delle imprese
- Eliminazione dei sindacati
- Indipendenza energetica per diminuire i costi delle aziende ma soprattutto per non essere più succubi del petrolio arabo-americano e del nucleare franco-elvetico.

Cos’altro potrebbe accomunare i due Grandi Comunicatori ? L’INFORMAZIONE, ovvio.
Entrambi vogliono l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti ma soprattutto lo smantellamento della RAI (come delle altre aziende di Stato ) con la messa in vendita dei canali digitali e terrestri della Tv di Stato. Chi li comprerebbe ? Ovviamente solo chi ha grandi gruppi finanziari alle spalle che opereranno con una pluralità di società per dare la parvenza che non ci sarà un oligopolio sulla gestione dell’informazione e soprattutto sulla gestione della “raccolta pubblicitaria”..Casaleggio avrà il suo “spazio” ? Crediamo proprio di sì, visto che l’informazione si sta sviluppando con la fibra ottica, il wi-max ed il View On Demand.
Tutti settori in cui sta lavorando anche Mediaset.
Forse si scontreranno un po’ per ciò che concerne le riforme economiche e finanziarie visto che Fininvest è nel gotha della finanza italiana ed internazionale attraverso Mediobanca. Ma questo non sarà un problema una volta che sarà stabilita la non connivenza tra sistema bancario ed industriale.

Ci consola il fatto che entrambi rinneghino l’EURO , vogliono la Sovranità Monetaria ma è più giusto dire Moneta Sovrana visto che prevedono una LIRA emessa dalla Banca d’Italia con garanzia di titoli e di interessi all’emissione. Una sorta di situazione pre-scissione Tesoro Banca Centrale del 1981( solo a parole visto che nei loro programmi non vi è traccia ). Ma diamo fiducia visto che questa Europa Bancaria non piace né a loro due né tantomeno a noi.

L’unico dubbio che abbiamo è cosa ci faremmo con una Nuova Lira visto che loro prevedono l’abolizione dei monopoli di fatto e delle partecipazioni statali? Quale sarebbe il VALORE REALE sottostante a questa moneta?
Le risposte le avremo vedendoli governare. L’importante per loro è che venga smembrata la RAI.
E’ un auspicio, un desiderio di ..LIBERTA’ di INFORMAZIONE..senza di essa il popolo non avrebbe di che mangiare.

143 Commenti a “Il governo si farà e sarà GRILLUSCONI?”

  • WBM:

    La RAI non va privatizzata va depoliticizzata che è ben diverso: il consiglio d’amministrazione non deve essere nominato dalla politica, ma da un organo superpartes che scelga personaggi nazionali della cultura, neutrali, apolitici. Solo così facendo non vi sarà più un TG1 filo-berlusconiano, un TG2 leghista e un TG3 neocomunista.

    E questo discorso vale anche per sanità, istruzione e trasporti pubblici, dove i tagli vengono fatti ai servizi erogati dai cittadini, e non ai veri sprechi, cioè i dirigenti nominati dalla politica e che lavorano per conto di essi.

    Quanto ad un possibile governo PdL-M5S, diffido da questa ipotesi, propenderei più per un PD-M5S, perchè il partito di Grillo è apparentemente trasversale, ma nelle sue fondamenta è un partito di sinistra e difficilmente può andare d’accordo con Berlusconi.

    • @ Ugo
      Certo che appene saprà che prima di lei li ci sono stato 1000 ladroni gli verrà un colpo .
      Ma a me quello che mi da piu fastidio che in Italia ci sono stati e ci sono milioni di persone corrotte che li hanno votati E che continuano a votarli , a quando ho capito come te (Spero di no)
      Gente senza coscienza corrotta senza un minimo di umanita e sopratutto ignorante .Si, la signora non sa quandi ladroni ci sono stati in quella casa ,ma i votanti di questi caini sono molto piu ignoranti perche non sanno tutto il male che hanno fatto continuando a votare questi disgustanti elementi. La corruzione ha ridotto questo paese alla fame .Non sapere quale é la conseguenza dell immoralità e la piu grande ignoranza
      Sai chi da il voto a questi elementi? Primi in classifica ci sono tutte quelle persone corrotte che per mezzo di favori ricevuti ,e cercati, leccando il culo ricevono mensilmente una tavola apparecchiata senza nessun stress, si i collusi di qualsiasi categoria.La sosa e molto vasta e la piazza e piena di questa immorale gente .Tu hai notato lo stuzzicadenti e non hai visto l albero
      Voglio aggiungere per finire che io nella mia vita a motivo della corruzione sono andato a votare solo una volta (avevo 18 anni) nella mia vita. La mia coscienza e pulita ,non sono stato mai compice di nessuno di questi elementi squallidi

  • Debora:

    Buonasera,letto articolo e commenti,condivido il mio pensiero:le affinità tra Grillo e Berlusconi ci sono,entrambi sono i leaders per i loro rispettivi elettori,entrambi hanno la tendenza al comando,entrambi hanno numerosi processi in corso ed entrambi si rispettano ma non si stimano.Sui punti del programma condivisibili ci sono delle effettive convergenze,a questo proposito mi viene da sorridere: l’ex Ulivo,ora PD,copiò il programma di FI a suo tempo, pensare che il nano potesse copiare sè stesso mi sarebbe parso improponibile, ragion per cui Berlusconi ha scopiazzato le proposte del M5stelle relative alle piccole e medie imprese e non solo(e le ha inserite”furbescamente”nel suo programma tempestivamente,riuscendo quasi a vincere le elezioni).Detto questo, le differenze di ”cultura politica” di esperienza e di visione del mondo tra i due sono inavvicinabili. A Berlusconi non ”frega” una beata ceppa di noi, così come a Monti,Bersani etc…e forse nemmeno a Grillo(il dubbio mi rimane) ma forse sì e sicuramente interessa ai portavoce del M5 stelle:loro sono noi e viceversa e questo è il PUNTO di rottura con il passato!Sul governo a venire: nessuna fiducia al Pd, ma valutazione sulle singole proposte, vedi il modello Sicilia, eventuali inciuci ci costerebbero(ho votato il m5stelle) la credibilità e la possibilità di ottenere alle prossime elezioni un ben più ampio consenso.Concludo scrivendo questo:non mi fido degli elettori italiani che per molta parte considero privi di qualsiasi capacità critica, perciò non considerei scontata la ”vittoria del movimento” in futuro. Vedo ancora il nano in poll position, ahimè…..

    • Antonino Trunfio:

      @DEBORA : mi complimento per l’acume della sua analisi, da non confondersi con l’esattezza o l’eventuale condivisione. Tuttavia SL e i commenti come i suoi contribuiscono a farci riflettere e, ostinatamente, rimanere fuori dal gregge che bela e pascola dove il primo lupo travestito da pastorello, vorrebbe menar tutti.

  • gianni55:

    il GRILLO à dimostrato che il ponte di Messina non serve, attraversandolo a nuoto,se fa il tragitto della val di Susa in bicicletta bloccherà la noTAV ,se incatenerà i cancelli delle fabbriche in svendità statali ci salverà da svenderle ai stranieri, se in ogni luogo dove devono fare un ecomostro tipo inceneritori ecc… si farà un raduno festaiolo non sarà costruito niente, sono sogni ma oggi come oggi il Grillo è un sogno, poi basta pensare con metà cervello o di destra o sinistra, il Grillo dice che valete uno non metà,avete visto che i trombati in primis fini con la borsa piena di soldi e pensioni pagate da voi, se ne andato con i uomini di scorta e le auto blè pagate da noi, ma scusate noi quà a criticare e loro hanno ancora i previleggi,GRILLO ha aperto il vaso di pandora sta a noi tenerlo aperto ,se avete amici che hanno un po di terra preparatevi l’orto è già stagione, prevedo tempi di FAME per noi.

    • Antonino Trunfio:

      @GIANNI55 : egregio amico Gianni, il vaso di pandora per rimanere aperto, deve essere ancora completamente disintegrato, mentre al momento Grillo lo ha solo rovesciato sbeccandone il manico e il bordo dell’apertura.
      I mali che il vaso di pandora contiene, sono quelle cellule tumorali che dal dinosauro del colle all’ultimo boiardo e cortigiano di stato, altro non pensano e vogliono fare che rialzare il base e incollare i pezzettini sbeccati.
      Grillo non potrà compiere l’opera di sbriciolamento del vaso, toccherà a noi, non tenerlo aperto, ma disintegrarlo. Quel vaso è lo stato e la sua burocrazia, gli apparati e i parassiti che di esso si nutrono e in esso prosperano e si dilettano, riducendo noi e il nostro paese in un azienda fallita. Dovremo avere il coraggio solo di pensare che si può vivere senza stato, liberi e responsabili della vita nostra e dei nostri cari, e rispettosi della vita e della proprietà altrui. Il cammino tuttavia è lungo, irto di difficoltà e luoghi comuni, e soprattuto di paure che la propaganda semina costantemente nella testa di ogni “bravo cittadino” e ogni “ottimo consumatore”.

      • LauradaNuoro:

        sono d’accordo con te antonino

        • Antonino Trunfio:

          @LAURA : grazie. Conosci l’inglese ? se si, ti mando un bel libro in formato elettronico sull’argomento democrazia e illusionismi !!!
          Tu sei già sulla buona strada e gli illusionismi partitici e democratici non ti ipnotizzano più. A presto, Laura. Per la tourneè italo-rumena Ramirez Kaway
          Antonino

  • gianni55:

    guardate è quello che non vorebbero vedere i stati stranieri, un governo formato da Berlusconi e Grillo da fastidio ai progetti sion-anglo-usa e aleati, penso che avremmo un governo tecnico come in passato, il popolo non deciderà mai liberamente questi non si mangiano secoli di doppio giochi e inganni, non sarà certo uno come il Grillo a fermarli,
    in Spagna hanno bloccato sul nascere le pretese dei bankieri europei, qui da noi non ci hanno detto niente, dipende da noi se abbiamo tolleranza questi continueranno a spremerci come limoni siamo narcotizzati, sarà dura ma il Grillo ha acceso la micia, che sia l’ora dei bastoni ? pace atutti

  • SDEI:

    @BOSTONGEORGE,

    credo NON sia questione di BUONA o CATTIVA FEDE ma conoscere almeno un pò come si auto-finanziava un COMUNE che poi DEVE fornire dei SERVIZI ai CITTADINI;

    tolto l’ ICI, che peraltro NON TUTTI pagavano, come pensi possa aver riempito le casse il Tuo COMUNE con i ns. BLA BLA o con le promesse del signor B.(!?),

    semplicemente con altre TASSE PROVINCIALI-REGIONALI-NAZIONALI etichettate con altri nomi & sigle a volte “incomprensibili”,

    il Tuo paragone poi con il canone della RAI a Mio avviso è improponibile PERCHE’ della TELEVISIONE e dei 3 CANALI RAI puoi farne anche a meno mentre degli ASILI-SCUOLE-FOGNATURE etc. certamente NO,

    riguardo ai risparmi probabilmente NON hai letto le ultime Mie frasi PERCHE’ sosteniamo le stesse identiche cose di BUON SENSO !!!

    HASTA SIEMPRE la VIDA
    SDEI/Sergio

    • Antonino Trunfio:

      Egregio SERGIO,
      ci spiega perchè non potendo fare a meno di asili, scuole, ospedali, polizia, ecc…. da queste esigenze scaturisca che le debba fornire un monopolista assoluto come lo stato ?
      che forse asili, scuole, polizia, ospedali e altro ancora non possono essere fornite da più concorrenti in un mercato libero ?

    • loto:

      Però i Comuni potrebbero anche fare un po le pulci allo Stato e pretendere di usufruire in percentuale di tutte le altre tasse che vengono versate irpef, iva, accise varie, passaggi di proprietà vari ecc. ecc.

      • Antonino Trunfio:

        @LOTO : i comuni potrebbero. Hai ragione ad usare il condizionale. Prendi nota : il piccolo comune di Settala, prov. MI, ha avuto un avanzo di bilancio di 8 milioni di euro. All’assessore mio amico che mi raccontava questo, ho detto : beh la prima cosa che dovete fare è restituirli ai legittimi propietari : cittadini e aziende residenti.
        Mi ha risposto : che sono impossibilitati perchè il patto di stabilità lo impedisce (te pareva !!!) e inoltre ha aggiunto che almeno i soldi una volta erano sul cc del comune e maturavano interessi con cui si pagavano alcuni servizi municipali. Adesso sono nella cassaforte della Banca d’Itaglia. Sempre per legge, ovviamente, ci mancherebbe altro.
        Cosa deve ancora succedere in itaglia perchè la gente si risvegli !! e pensare che milioni di imbecilli connazionali ritengono che le tasse saranno abbassate appena trovano i soldi degli evasori !!! mi viene da piangere.
        Ciao Laura
        Antonino

        • ardito:

          Questo succede perchè i saindaci, eletti dal popolo non contano una mazza come tutti i governi che si succedono, un sindaco con le palle con tutti i cittadini alle spalle, può restituire ai cittadini i soldi in cassa, e volendo togliere o calare le varie imposte pagate dai cittadini iscritti nel comune, volere = potere e potere = fare tutto x i suoi cittadini e compaesani.

  • Ugo:

    Nessuno vuole porsi la questione:
    Chi c’è dietro a Grillo e Casaleggio… perché ha smesso di parlare di signoraggio e continua a parlare di referendum sull’Euro quando Grillo sa beneissimo che tecnicamente non si può fare?
    Vi siete chiesti chi è veramente Casaleggio e i legami con la massoneria, JP Morgan, Sasson ecc???
    Continuate sempre a parlare di teatrino!
    Sveglia!!!

    • Chris:

      E chi l’ha detto che un referendum sull’Euro e’ impossibile?

      Prima del disfacimento dell’Unione Sovietica, mi ricordo che tutti dicevano che dopo la seconda guerra mondiale i confini degli stati europei non si potevano piu’ cambiare e dovevano rimanere come quelli che erano stati tracciati dagli americani: e invece?

      Naturalmente uscire semplicemente dall’Euro (e’ gia qualcosa) non serve a piu’ di tanto se la truffa del signoraggio bancario rimane: quello ha la priorita’ numero uno sui problemi da eliminare. Poi naturalmente l’uscita dall’UE e dalla Nato. E infine l’istituzione di una vera democrazia diretta.

  • Tommaso Rossi:

    Siamo nella fantascienza. Questa è davvero bella, Grillo con Berlusconi?. Secondo voi un Grillo che è contro ogni guerra, i finanziamenti ai partiti, decurtazione degli stipendi ai parlamentari, niente parlamentari con processi o condanne, a favore di finanziamenti maggiori alla scuola e sanità,(massacrate da Berlusconi) e mi fermo quì che risulto noioso. Siamo nel regno della fantascienza.

    • Antonino Trunfio:

      @ROSSI : egregio amico Rossi, io più che nella fantascienza credo siamo tutti nel regno dell’illusione permanente, la propaganda di stato e dei media da esso sussidiati con i soldi anche suoi, caro Tommaso. L’importante tuttavia per tutti noi, caro amico, non è stabilire chi massacra e chi no, a ben guardare lo fanno tutti dal 1948 con i soldi nostri. L’importante è che lei si risvegli dall’illusione.

      • ardito:

        Giustissimo, si guardano sempre ai danni fatti dagl’altri, e mai i danni da noi cusati anche se molto maggiori, si cerca la pagliuzza del vicino e non si vede la trave che abbiamo addosso

  • GIANNI COSSI:

    sono convintissimo che potrebbero fare una grande cosa insieme perchè sono due persone con dialettica da spettacolo e chi sa usare tale linguaccio non perde mai,ha sempre l’idea e la risposta al momento giusto….mi piace e approvo

    • Antonino Trunfio:

      @COSSI : egregio amico, Luigi Einaudi secondo presidente di questo fottuto paese cheè diventata l’itaglia, usava dire :
      quello che i cittadini fanno per se con i soldi proprio e il proprio lavoro, è sempre meglio di quanto riesce a fare lo stato per pochi con i soldi di tutti.
      Einaudi non era un’anarchico, e neppure un indipendentista. E Grillo e Silvio all’epoca erano sconosciuti.
      Quindi non si illuda che ai problemi suoi provvederanno altri per lei. Anzi tema questo come la peggiore disgrazia che le possa ancora capitare.
      Cordialità
      A.T.

  • gianni55:

    sig. TOMMASO le ricordo che Berlusconi ha tutti i bankieri mondiali contro con interessi vari, io non sono un esperto non ho una cultura economica ne politica, ma trovo uno stato per funzionare deve essere programmato come una famiglia, il berlusca qualcosa di buono ha pur fatto oltre che scoparsi le veline riccordo ottimi contratti con Putin eGhedafi certo se i poteri forti internazionali ci hanno tolto tutto è come se in casa nostra estranei con la scusa di essere aleati e patner commerciali ci portassero via mobili e oggetti di casa,
    trovo strano che Berlusconi non abbia detto queste cose in campagna eletorale,
    una domanda vorrei fare non c,è un organo di controllo su politci o publici funzionari, es…
    poggiolini le ferrovie statali , de benedetti ha fatto deserto dove è passato e gira per l,italia riverito e onorato tutto oggi, fini sconfitto se ne và con scorta è machine blè pagate da noi, prodi richiamato ancora a farsi vedere con bersani ben venga il GRILLO li vedo balbettare in televisione sti politici di mer….da, poi mandano i loro baby enfat a prenderle le parole dalla gente, son convinto che sono pieni di ansiolitici ultimamente senbrano tutti grillini, parlano come loro. ciao

  • SDEI:

    @ANTONINO,

    c’è poco da spiegare i nostri SONO semplicemente 2 modi di VEDERE & CONCEPIRE i SERVIZI ai CITTADINI con modi & prospettive DIVERSE;

    vista la Tua attività di libero professionista che ci hai raccontato QUI su SL di fatto sei un LIBERISTA che crede nell’ iniziativa PRIVATA in ogni campo,

    invece Io provengo da un’ altra ESPERIENZA diversa dalla Tua che è quella PUBBLICA e quindi di fatto SONO uno STATALISTA che credo nel PUBBLICO,

    sottolineo che vivo nel NORD EST in FRIULI V.G. una Regione a statuto speciale con una BUONA AMMINISTRAZIONE e un alto LIVELLO & QUALITA’ dei SERVIZI,

    nel mio Comune FRIULANO di residenza di 5.000 abitanti poi il WELFARE è OTTIMO e operano BEN 54 Associazioni di Volontariato quindi in generale siamo SODDISFATTI !!!

    HASTA SIEMPRE la VIDA
    SDEI/Sergio

    • gliese:

      Già…che lei è uni statalista, assistenzialista del ramo parassitario come concetto ideologico lo si era intuito…le 54 associazioni volontarie sono appunto volontarie e di concezione privata le quali esistono per sopperire i buchi dell’amministrazione pubblica….

  • Antonino Trunfio:

    @SERGIO /SDEI :
    se c’è poco da spiegare, perchè affannarsi a farlo ? Tuttavia ringrazio del tentativo.
    I modi di vedere le cose, sono sempre legittimi a una sola condizione : che ciascuno si paghi il suo e non pretenda, per legge o per maggioranza, che a pagare il conto dei propri punti di vista, siano gli altri, solo perchè sono liberi professionisti o non so cosa.
    Personalmente non so cosa sia il liberismo, so molto meglio cosa significa libertà e cosa costa poterla ottenere e tenersela cara.
    Il fatto che tu provenga da altra esperienza, non ti qualifica affatto come statalista. Peccato che tu classifiche me, liberista perchè sono libero professionista. Credo che qualche tuo collega impiegato pubblico possa pure dissentire dalle tue concezioni.
    Se credi nel pubblico, ho rispetto per quella che deve essere una tua fede. Non intendo pagarla, tutto qui. Non sei d’accordo ?
    Mi compiaccio che sei contento del tuo piccolo comune e dei servizi che ti eroga. Non escludo affatto come il mondo e il mercato insegnano a tutti, che forse quei servizi potrebbero essere anche migliori e costarti di meno. Immagino però che tu sia contento di quanto ti facciano pagare. Altrimenti ti nascerebbe qualche dubbio pure a te. Nulla da eccepire. Verifica però, che quello che ti piace cosi tanto, non lo finanzino i comuni più grandi e milioni di imbecilli come me, contro la loro volontà.
    Il volontariato è un’espressione eccellente della libera iniziativa e nient’affatto del pubblico e dello statalismo. La solidarietà e l’amore per gli altri, sono nati con l’uomo stesso, prima di tutte le stupidità che ci hanno insegnato a scuola da piccoli. Lo statalismo e i suoi parassiti, usano semmai il volontariato per il consenso politico e anche per la corruzione.

    Caro Sergio, non si tratta di essere liberisti o statalisti, e non si è questo o quello perchè uno lavora in giro a rischio e pericolo suo, e un altro siede comodamente a stipendio fisso in un ufficio pubblico. O si è uomini in cerca della libertà e di nuove frontiere, o non si nient’altro che il nulla.

  • luckway:

    Beppe Grillo è candidato premier a governare l’Italia come da presentazione ufficiale,
    il marchio è registrato a nome suo, unico proprietario.
    non capisco perchè continua a dire che è un megafono!

    marchio:
    http://www1.interno.gov.it/mininterno/export/sites/default/it/sezioni/sala_stampa/speciali/elezioni_politiche_regionali_2013/liste_leader_programmi.htm

    candidato leader
    http://www.corriere.it/politica/12_novembre_21/grillo-non-mi-candido_3e1f9504-33ab-11e2-a480-b74fe153b15c.shtml

    anno 2006 beppe grillo sul suo blog afferma:

    “Ho incontrato due anni fa a Genova il cardinale Tarcisio Bertone in una udienza privata. Un signore alto, con gli occhi piccoli e scrutatori, modi spicci e determinati da manager di una multinazionale. Una persona attenta, curiosa del futuro. Parlammo di energie rinnovabili di cui lui era entusiasta. Mi fece un’ottima impressione. Era da poco stato nominato segretario di Stato. Non era ancora un candidato papa. Mi disse della sua volontà di usare in Vaticano i pannelli solari per il riscaldamento, cosa che in seguito fece. Un prete tosto, duro e affilato come un rasoio. Fui perfino tentato chiedergli consiglio per i miei investimenti finanziari.”

    anno 2007
    Il papa augura un buon lavoro a beppe grillo con una lettera personale

    anno 2008
    condoleeza rice riceve informativa su pranzo con Grillo dall’ambasciatore americano a roma.
    http://www.lastampa.it/rw/Pub/Prod/PDF/4aprile2008.pdf

    Il movimento che è nato dal basso!!!!!!!!!!!!!
    Grillo scomodo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Grillo è un allucinogeno!

  • luckway:

    Griilo riceve pure i complimenti da GoldmanSachs
    Boooooooooooooooooooooooooo!

    Jim O’Neil, dirigente della Goldman Sachs
    http://notizie.tiscali.it/articoli/esteri/13/03/01/goldman-sachs-ok-grillo.html

    Jim O’Neil, il ‘guru’ di Goldman Sachs che ha inventato l’acronimo ‘Bric’, dice di trovare “entusiasmante” l’esito elettorale italiano. Il Paese, spiega, ha “bisogno di cambiare qualcosa di importante” e forse il risultato del movimento di Grillo è il “segnale dell’inizio di qualcosa di nuovo”. O’Neill è ora presidente di Goldman Sachs Asset Management, l’unità dei fondi di Goldman, e a lungo è stato il capo economista della merchant bank di New York

    Può bastare?

  • gliese:

    Ma….intravedo un pò di confusione, legittima, come confusa è l’attuale situazione politica…ora gli euro-pirla-liberisti i quali hanno raso al suolo con politiche liberticide la piccola e media industria italiana, quella che paga gli statalisti convinti, imporrano un governo altro che nuove elezioni…cosi che Grillo perderà consensi per una classe politica inesperta e incompetente, il salame perderà consensi perchè i manettari sono tornati alla carica, come alla carica è tornata la stampa estera, la speculazione tornerà ad affacciarsi merito degli euro-pirla-liberisti, ed ecco che il salvatore della patria, liberista convinto, euro-pirla di nascita, Monti, che per quelli ingenui statalisti è un eroe, esordirà cosi….vedete ci voglio io per rimettere i conti a posto…..come andrà a finire che fatta la legge elettorale, Grillo perdera molti consensi, il salame sparirà per sempre, ma lo smacchiatore di giaguari e il liberista Monti..il gatto e la volpe si riprenderanno ciò che ora hanno perso per strada……amen

  • SDEI:

    @GLIESE(& ANTONINO),

    egregio LETTORE come leggo Tu NON Ti smentisci MAI il Tuo credo di VITA è la POLEMICA ma anche il PREGIUDIZIO sia RELIGIOSO che POLITICO che LAVORATIVO;

    per Te liberista(=capitalista=globalista), come lo è anche ANTONINO, SOLO chi lavora in proprio è un produttivo-capace-onesto LAVORATORE,

    quelli che lavorano per gli ENTI pubblici invece SONO TUTTI per Te, ed anche in parte per ANTONINO, dei lavativi-incapaci-disonesti LAVORATORI,

    ebbene egregio GLIESE per Me Tu sei uno dei tanti QUALUNQUISTI che fanno di ogni erba un fascio, per di più SEI un COMPLICE del NWO che dici di voler combattere e invece di fatto lo rafforzi con il “DIVIDE ET IMPERA” tra di Noi CITTADINI,

    sappi, e questo vale anche per ANTONINO, che prima di diventare un DIPENDENTE PUBBLICO ho lavorato per una grande ditta privata di COMMERCIO AGROALIMENTARE e quindi a differenza Tua e di ANTONINO conosco entrambe le REALTA’,

    e sai cosa ho visto & imparato da queste 2 importanti ESPERIENZE lavorative, che gli INCAPACI & DISONESTI & LAVATIVI come anche i CAPACI & ONESTI & IMPEGNATI ci SONO con BUONA PACE di Voi 2 in entrambi gli ambienti di LAVORO !!!

    L’ augurio che Vi faccio è vivete più SERENAMENTE & POSITIVAMENTE, criticate di meno e cercate di sottolineare di più ciò che ci UNISCE & meno quello che ci DIVIDE !!!

    HASTA SIEMPRE la VIDA
    SDEI/Sergio

    P.S.: le 54 Associazioni di Volontariato se ancora OGGI possono operare nella & per la Mia COMUNITA’, è anche GRAZIE al supporto ECONOMICO del COMUNE; questo è un chiaro ESEMPIO di COLLABORAZIONE & INTEGRAZIONE di PUBBLICO & PRIVATO insieme !!!

    • Antonino Trunfio:

      Egregio Sergio,
      la invito a rileggere quanto lei scrive. Temo e voglio sperare che quelo che lei scrive e io leggo, insieme all’altro lettore, cui lei indirizza le sue filippiche, non sia realmente quello che pensa e desidera per la società e per persone come lei, indipendentemente che lei sia dipendente pubblico e io un libero professionista.
      Se lei rilegge, vedrà che non le ho dato del parassita, non l’ho catalogata come statalista, si è catalogato lei, ha catalogato me come liberista, ma soprattutto, le spiegazioni che lei si affannato a fornire, non rispondo alla domanda iniziale che le avevo posto. Se ci prova, magari possiamo cercare insieme una via, come giustamente suggerisce lei, per unirci e non per dividerci. Le ricopio qui quanto le avevo chiesto di chiarire del suo pensiero col commento del 1.3.2013 ore 10.15 che trova anche sopra :
      ===========================
      Egregio SERGIO,
      ci spiega perchè non potendo fare a meno di asili, scuole, ospedali, polizia, ecc…. da queste esigenze scaturisca che le debba fornire un monopolista assoluto come lo stato ?
      che forse asili, scuole, polizia, ospedali e altro ancora non possono essere fornite da più concorrenti in un mercato libero ?
      ===========================
      la domanda è semplice. La mia risposta è che non vedo preclusioni. Di solito quando un mercato è affidato a un monopolista i prezzi e la qualità la stabilisce il monopolista. Con la concorrenza i prezzi sono più vantaggiosi per i clienti (come dovremmo essere considerati noi tutti contribuenti, che paghiamo pure prima, senza sapere cosa !!!) e la qualità dei servizi migliore.
      Ci dia la sua versione, da Sergio. Non da dipendente pubblico, nè da statalista come lei si è definito.

  • Antonino Trunfio:

    @PAOLO FALCONI : con rispetto e solo per approfondire quanto lei scrive sopra.
    PUBBLICO è sinonimo pratico di qualcosa che pagano tutti. Parte di questi tutti, possono non averne bisogno e quindi non usufruirne. E parte ancora non ne ha fatto neppure richiesta. La sanità quando è pubblica è pertanto sinonimo di quanto sopra.
    Che il diritto alla salute sia una cosa sacrosanta, non lo metto in discussione. Dovremmo tuttavia lavorare per una società che permetta a chiunque di potersela pagare e non fare l’esatto contrario : proclamare un diritto e ridurre tutti ad assistiti e parassiti (interesse vero di partiti e boiardi per il consenso elettorale).
    Metto in discussione quello che mi appare come il mito delle masse moderne, che consiste nel ritenere che per assicurare un diritto essenziale a tutti, l’unico titolato a farlo e farlo al meglio sia il dio stato. Le prove che abbiamo ad oggi di corruzione, sprechi, inefficienze, errori medici e responsabilità sanitarie, dicono di sicuro cosa è la sanità affidata alle grinfie dello stato.
    Quanto alla scuola, mi spieghi per cortesia, se cita un assioma, oppure un teorema. Se è un assioma, vale per lei. Se è un teorema dovrebbe dimostrarlo.
    La scuola è un servizio di cui ci si avvale, e ciascun genitore dovrebbe essere libero di poter educare i propri figli come meglio crede, alle scuole pubbliche, a quelle private cattoliche, a quelle islamiche, o a quelle domestiche o di comunità incluse. Prove di cosa sia il servizio scuola fornito dallo stato sono sotto gli occhi di tutti.
    Il profitto non è una categoria morale, è solo la differenza aritmetica tra ricavi e costi (al netto delle tasse, le dice nulla questo ?). Il profitto che lo stato non genera perché è buono e misericordioso !!! infatti, lo fa pagare a milioni di inconsapevoli deficienti cittadini, con l’aumento delle tasse e il debito pubblico. Generazioni future comprese.
    Tutto il resto di quella che a me appare come una filastrocca, egregio PAOLO, non ha consistenza prima ancora che economica, nel buon senso di chiunque sia padre di famiglia, e in proprio fa l’esatto contrario di quanto fa il vostro dio e padre stato.

  • gliese:

    Già…Lei…Sdei, si ostina nel giudicare chi come me a visioni divergenti dalle sue….liberisti capitalisti globalisti e pirla lo aggiungo io, sono per dirla con semplici parole i napol-monti-draghi-sachs- quelle entità legate al liberismo liberticida globalista…sono quelle politiche suicide che hanno distrutto il tessuto industriale e delle piccole e medie imprese….al contrario mi ritengo liberale e nazionalista, protezionista verso un’Italia che lavora, la quale cerca di soppravvivere dai caimani euro pirla..liberticidi globalisti disonesti…Lei da parte pende e non oso pensare sia un liberale…..

  • SDEI:

    @GLIESE,

    pensavo che dalle mie risposte ma anche dalla pubblicazione dei miei POST su SL Ti fosse chiaro a quale pensiero POLITICO/ECONOMICO ma anche RELIGIOSO appartengo;

    evidentemente NON è così e allora visto che considero il DIALOGO una RICCHEZZA tra gli INDIVIDUI anche se con OPINIONI diverse Te lo spiegherò ancora,

    le mie SIMPATIE politiche SONO per una SOCIALDEMOCRAZIA di tipo SCANDINAVO o AUSTRIACO dove a fronte di elevate TASSE pagate da TUTTI, o quasi TUTTI, il CITTADINO gode di numerosi & elevati SERVIZI sociali,

    mi considero quindi uno STATALISTA in quanto penso, a differenza di ANTONINO, che SOLO uno STATO serio & ben organizzato può impegnarsi in settori nevralgici quali l’ ENERGIA il SOCIALE la SANITA’ l’ ISTRUZIONE assieme alla RICERCA,

    dove il PRIVATO, sopratutto in ITALIA, ha sostituito lo STATO nelle grandi opere il risultato è STATO quasi SEMPRE una catastrofe ambientale ed economica,

    vedi esempio il dramma del l’ ILVA di TARANTO o il gravissimo inquinamento di DIOSSINA in LOMBARDIA o le continue morti dovute all’ AMIANTO etc. ma anche alla POLITICA MONETARIA della BCE(=SPA PRIVATA) & della BANKITALIA(=SPA PRIVATA),

    ignori o Te ne sei forse dimenticato di TUTTO questo(!?) ed è dovuto SOLO & SEMPRE a una POLITICA di tipo LIBERAL-GLOBAL-CAPITALISTA(=SOLO PROFITTO),

    invece SONO come Te dal lato produttivo ultra-nazionalista, infatti nella mia famiglia SONO banditi i prodotti cinesi e di altre provenienze straniere se c’è un’ offerta nazionale meglio ancora se regionale,

    dal lato SPIRITUALE l’ ho scritto più volte, evidentemente a volte sei leggermente distratto o indifferente, SONO un CREDENTE ma NON un RELIGIOSO,

    fondamentalmente SONO anche un LIBERTARIO ma NON un LIBERISTA come Te & ANTONINO, inoltre vengo definito un COMPLOTTOLOGO ma NON un COMPLOTTISTA,

    studiati come ho fatto Io il significato sostanziale dei 4 termini e poi se Vuoi ne discutiamo ancora ma SEMPRE con il dovuto rispetto reciproco !!!

    GRAZIE GLIESE,…a ri-leggerti assieme ad ANTONINO

    HASTA SIEMPRE la VIDA
    SDEI/Sergio

  • Gliese:

    Ma… per SDEI , con tutto il rispetto perchè non riesci a dire che sono un liberale e non liberista?

    • Antonino Trunfio:

      @GLIESE : i siti che ho consigliato al dichiarato libertario Sergio, credo che possano essere di interesse anche per te. O magari li conosci e li frequenti di già.
      Cordialità, e magari fatti dare la mia mail privata dalla redazione.
      A.T.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE