Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Di Federico Campoli – Fonte: http://www.ilgiornaleditalia.org/news/esteri/845360/-Ungheria–Banca-centrale-verso.html - 3/3/2013

Viktor Orban ha nominato Győrgy Matolcsy come Governatore della Mnb

Ungheria, Banca centrale verso la nazionalizzazione

La scelta del premier di centrodestra magiaro scatena l’ira della stampa internazionale e dell’Unione europea. “La Repubblica” lancia un violento attacco e Bruxelles comincia ad agitare lo spettro dei mercati

L’Ungheria non piace all’Europa. E il sentimento sembra essere reciproco. Il premier Viktor Orban pensa più al proprio popolo, piuttosto che ai vertici dell’Unione europea. E questo non piace a Bruxelles. L’ultima eclatante e, secondo alcuni, “oltraggiosa” mossa attuata dall’amministrazione del leader del partito di centrodestra, Fidesz, è stata quella di nominare un nuovo Governatore per la Banca Centrale Ungherese (Mnb). Il suo nome è Győrgy Matolcsy, Ministro dell’Economia. E’ Orban stesso ad annunciare la nomina, tramite i microfoni di Kossuth Radio. Il Wall Street Journal aveva già ipotizzato da tempo che potesse avvenire questo stravolgimento all’interno dell’Ue, tanto che aveva intervistato Matolcsy sulle sue intenzioni.“La Banca centrale e il Governo dovrebbero cooperare tra loro” aveva risposto ad una delle tante domande l’ex Ministro dell’Economia.

Ovviamente, la scelta ha fatto adirare la stampa europea. “La Repubblica” definisce il gesto del premier magiaro come “una gravissima sfida ai princìpi del mondo libero e delle istituzioni economiche e finanziarie, dalla Banca Centrale europea al Fondo Monetario Internazionale”. C’era da aspettarselo. Nessuno in Europa vede di buon occhio i tentativi di nazionalizzazione bancaria, che Orban da tempo sta tentando di mettere in atto. E tutti hanno già cominciato a scalciare, strepitare e battere i piedi per terra. Ma, fino a prova contraria, l’Ungheria è uno Stato sovrano e il suo Governo è stato eletto liberamente e democraticamente dal popolo, che ad oggi ancora si rivela dalla sua parte. Tra l’altro, anche il Giappone sta attuando le stesse politiche del premier magiaro. Sempre secondo “La Repubblica”, Matolcsy prende il posto di Andras Simor, banchiere apprezzato da personaggi come Mario Draghi e dal Governatore della americana Fed, Bernanke, oltre che da vari capi di Stato, come Angela Merkel ed Obama. Insomma, un uomo di cui i nostri paesi si dovrebbero vantare. Ma ad Orban questo non interessa. D’altronde c’è un limite al volere della Germania, degli Usa o della troika. E il premier magiaro non è neanche molto incline a rispettare le direttive europee, dato che da quando si è insediato sia la stampa internazionale, sia il mondo delle istituzioni occidentali, non hanno fatto altro che dargli addosso.

Insomma, l’inserimento di Matolcsy ha acquisito un  sapore di nazionalizzazione che non piace a Bruxelles. Ma il nuovo governatore della Magyar Nemetzi Bank ha già dato dimostrazione di essere la persona giusta per questo compito. Sempre nell’intervista rilasciata al Wall Street Journal, alla domanda sulle politiche finanziarie europee, ha dichiarato che è un errore iniettare denaro nel sistema bancario a basso costo dalla Bce, a meno che non ci sia un fine specifico. Praticamente, si tratterebbe  indirizzare i finanziamenti su obiettivi ben determinati. Insomma, quello che hanno detto anche alcuni personaggi, tra cui il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, qui da noi, in Italia. Attuare una sorta di “spending review”, ovvero ridistribuire i fondi europei con una maggiore specificità. Ma a questo “La Repubblica” non ha fatto caso. Per qualche strana ragione, non si è fatto caso a quando Mario Monti “consigliò” i nomi di Luigi Gubitosi e Anna Maria Tarantola per la dirigenza della Rai. Ma quando si parla di Ungheria si devono seguire le direttive europee. E su chi le sfida il colpo di martello deve cadere con maggiore violenza.

Federico Campoli

15 Commenti a “Ungheria vuole nazionalizzare la Banca centrale”

  • andreaa:

    Ho piacere vedere un presidente che fa finalmente gli interessi del proprio popolo al di là del colore politico che oggi risulta secondario.
    Come mai a suo tempo Lula Da Silva in Brasile ha imposto dazi doganali del 100% su manifatture estere per tutelare la manifattura nazionale e pare che nessuno ne parli??

    Come mai dove i presidenti fanno gli interessi patriottici del proprio paese sono tanto odiati dai Massmerda “occidentali unidirezionali e falsi”????

    Avanti Grillo e M5S liberiamoci dalle catene e torniamo padroni a casa nostra e se vedo Monti lo prendo a sputi quel somaro altro che professore, avrebbe fatto meglio un ragioniere.

    Certi personaggi andrebbero messi sotto processo per altro tradimento e giustiziati per le loro azioni da traditori e a favore dei poteri forti e criminali detenuti dagli strozzini internazionali

    • highlander:

      …la tua definizione “massmerda” direi che è assolutamente azzeccata, l’adotterò subito anch’io. GRAZIE dell’idea.

    • highlander:

      P.s. Monti non è un ragioniere e nemmeno un contabile o un esorcista come diceva Grillo, tantomeno fesso, è semplicemente un Criminale al servizio di altri Criminali.

  • riccardo:

    Onore al presidente magiaro e lunga vita,anche se dubito,ma in Italia non vedo nessuno
    con questo coraggio.Voglio proprio vedere se Grillo e company si opporranno all’Europa
    e alle banche.

  • opaledifuoco:

    magari può rivedere anche le politiche ungheresi sui rom

  • sauro:

    La proposta odierna di Grillo e’ di eliminare il contante , sig.
    Dopo la propaganda elettorale dove dalla bocca del pagliacico sono uscite parole come sovranita monetaria, fuori dall’Euro, ecco il cagnolino sottostare al dictact di Casaleggio/Sassson/Rotchild che vogliono la moneta elettronica. Neanche Bersani avrebbe saputo essere cosi spudorato.

  • highlander:

    …FORZA UNGHERIA ! Tenete duro ! Mettetela in **** a questa banda di cialtroni e criminali europei !
    Spero solo che al Premier non gli succeda qualcosa di strano…. ad esempio qualche incidente come ad Haider in Carinzia ….
    Speriamo che il bene vinca sul male ! :))

  • WBM:

    Finalmente uno con gli attributi! In Ungheria in effetti soffia aria nuova: questo premier nazionalista Orban, ha persino cambiato la costituzione, ed ora si sta opponendo alla finanza internazionale nazionalizzando la Banca centrale. Ovviamente tutti questi eventi stanno facendo innervosire i vertici dell’Unione Sovietica Europea.

    Sono misure che vanno nella giusta direzione, perchè solo quando lo Stato ha il controllo della Banca centrale, può fare politiche contro la speculazione e l’anarchia finanziaria, cosa che invece non si può fare se a controllarla è la BCE, a sua volta controllata da colossi finanziari internazionali e privati. Una volta nazionalizzata la banca centrale, si ha la sovranità monetaria, e quindi si puà stampare moneta e utilizzarla per facilitare le esportazioni: con l’euro sono solo le esportazioni tedesche ad essere avvantaggiate, perchè i tedeschi sono stati furbi e hanno impostato il cambio di valuta da 1 marco ad 1 euro.

    Qui in Italia invece il cambio è stato impostato da 1936,27 lire a 1 euro, il costo della vita è raddoppiato e i salari pur essendo stati convertiti in euro non sono stati adeguati al costo della vita, ma rimasti di fatto in lire, motivo per cui il popolo italiano è alla fame. Da quando la Banca d’Italia non è più controllata dal Ministero del Tesoro, dal 1981 “grazie” a Ciampi allora governatore, il debito pubblico è aumentato perchè controllata dalle banche private anglo-americane, francesi e tedesche, le stesse che controllano la BCE.

    P.S.: quando La Repubblica fa certi articoli non è attendibile, perchè essa lavora in funzione delle direttive del suo padrone Debenedetti, capo europeo della Rotschild.

  • emilio:

    Forza Ungheria anche da parte mia. Dovremmo imitarlo anche noi, e subito.
    E concordo con l’attenzione su Grillo. Non mi piace per niente la sua sparata sull’eliminazione del contante. Ma a che gioco sta giocando?

  • LauradaNuoro:

    Finalmente una persona seria,che non vuol farsi mettere i bastoni fra le ruote,anzi i tentacoli dei banchieri sionisti.Per quanto riguarda Grullo,sta dimostrando tutta la sua vericidità,con l’eliminazione del contante,dimostra di essere un lobotomizzato.Bisognerebbe eliminare lui(ignorandolo),visto che non conta niente.

  • Gabor Gerley:

    Salve a tutti,io sono un ungherese e lo so con certezza che questa “rivoluzione” di Orban è falsa.Le tendenze in pratica sono proprio contrari delle sue parole,quindi è solo una leggenda creata da loro stessi.Ci sono piu p meno 300000 famiglie che possono essere cacciati via delle loro case.Poi devo dire che il suo nazionalismo è solo una maschera,la sua cariera è basata sul aiuto di Gyorgy Soros,quindi la domanda è chi governa il nostro paese?Vi prego di informarsi un po meglio,è solo una propaganda della parte del governo ungherese!La lealtà di un mezzo ebreo e zingaro come Orban è molto incerta.
    Ecco un sito abbastanza affidabile,purtroppo solo in ungherese,ma con google traduttore si capisce abbastanza bene:http://magyarnemzetikormany.com/pi-klub/news.php

    Poi un altro:http://tempohirek.com/news.php

    In Ungheria si sta sviluppando una dittatura sempre più spaventosa e sempre più antidemocratica e antiumana,questo sono i fatti del mio paese.Purtroppo la situazione fa ricordare i anni 50,quando la dittatura comunista ha terrorizzata il mio popolo,la differenza è che tecnicamente sono più efficaci…

    La mia opinione è che ci stanno ingannando con questi “rivoluzioni” iniziati dall alto,non è molto differente neanche in Italia…Un saluto.Gabor Gerley

    • WBM:

      Sig. Gerley grazie per la Sua testimonianza e complimenti per il Suo buon italiano.

      Lei vuole dire che in realtà non vi sarà alcuna sovranità monetaria, e che l’Ungheria ancor più di prima verrà strozzata dalla finanza internazionale? Soros è un massone lo sanno tutti, un ebreo sionista che può comprare chiunque.

      Comunque, a supporto di quanto scritto da Lei, sul sito della BBC c’è un articolo su Orban che dice chiaramente che é stato membro del Central-Eastern Europe, organizzazione finaziata dalla Soros Foundation.

      http://www.bbc.co.uk/news/world-europe-16390574

      Mi sa che il nostro amico ungherese ci ha aperto gli occhi, e quindi, contrariamente a quanto scritto da highlander, Orban non farà la fine di Haider, perchè coloro che hanno fatto morire quest’ultimo con un incidente stradale ben pianificato, sono gli stessi che sostengono il primo ministro ungherese.

      • Gabor Gerley:

        Salve
        Prima di tutto devo ringraziarla la sua gentilezza! Prtroppo sono daccordo con tutto ciò che mi ha sritto. La situazione è simile alla italiana,qui c’e un “rivoluzionista” di nome Beppe Grillo,anche lui fa parte della grande truffa,in parole povere la mia opinione dopo di anni di osservazioni è che queste persone sono solo valvole per sgonfiare le pressioni sociali,poi sono utili per realizzare il piano dei veri poteri.
        Ecco un altra figura interessante di qualche mese fa,sempre di Ungheria,sicuramente avete sentito la fama di un deputato dell partito Jobbik,che ha proposto di verificare la presenza nel parlamento ungherese chi ha doppia cittadinanza,sopratutto ungherese+israeliana. Certo,la domanda è giusta,ma serviva soltanto per creare un atmosfera poco amichevole nel paese,è stato utile per coprire altre faccende sporche.
        Di nuovo mando un link che è più che interessante.
        Vi saluto e vi ringrazio l’attenzione. Gabor Gerley

        Qui Simon Perez afferma che tra diversi altri paesi lo aquistano il mio paese,purtroppo i sottotitoli sono solo in ungherese:

        http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=N9TCRf9pd8w

        Qui sotto è una pubblicità israeliana che sta per vendere un quartiere di Budapest:

        http://ags.gns.co.il/cdn/DigitalCloud/Anchor/2012/06/Minisite/?Media=themarker&Channel=ors&Prod=gif_tadmit&Size=100X100

  • Paolo Lamperti:

    Ho letto tutto, più i commenti.
    L’ungherese non lo conosco, nemmeno l’ebraico.
    L’unica cosa che conterebbe sarebbe che la banca centrale ungherese venisse effettivamente nazionalizzata e chi e con quale passato, lo farebbe, sarebbe cmq da appoggiare e non osteggiare. L’azione di farlo, visto che costituirebbe il primo vero passo verso la sovranità, sarebbe perciò sempre mooolto più importante della valutazione su CHI farebbe EFFETTIVAMENTE l’azione medesima.
    Se poi fosse solo uno show come dice il sig. ungherese qua sopra, lo potremo verificare a tempo debito. Intanto salvo il tutto nei preferiti.
    Grazie dell’articolo.

  • wil:

    Quando da noi!!

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia