Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Da: http://dorsogna.blogspot.com/2013/03/oklahoma-terremoto-da-pozzo-di.html

Della storia dei terremoti nell’Oklahoma ne abbiamo gia’ parlato su questo blog.

Gia’ i numeri parlano chiaro: fino al 2000 nel midwest USA c’era una media di 21
terremoti l’anno. Nel 2009 sono passati a 50. Nel 2010 as 87 e nel 2011 ci sono stati 134 terremoti.

Cioe’ dal 2000 al 2011 – in undici anni – un fattore 6 di aumento.

In Oklahoma in particolare hanno usato pozzi dismessi per circa 17 anni per re-iniettarci
la monnezza dai pozzi “normali”. A partire dal
2006 si e’ aumentata la pressione di stoccaggio per mancanza di spazio
fisico.  L’idea era: compatto e spingo e comprimo di piu’ nei pozzi esistenti. Il risultato e’ stato che di li a poco la terra ha ceduto e sono iniziati i terremoti.

Nel 2011 infatti ci fu un susseguirsi di eventi sismici in uno stato relativamente calmo dal punto di vista sismico che suscito’ tantissime domande da parte di residenti e scienziati.

Fra questi il piu’ grande mai registrato nella storia dell’Oklahoma: di grado 5.7 Richter.

Furono distrutte 14 case, e ci fu il ferimento di due persone.

Da subito si parlo’ della possibilita’ che i terremoti fossero stati scatenati dall’attivita’ umana collegata ai vari pozzi di gas da fracking in zona. Ovviamente i petrolieri cercavano invece di minimizzare con “e’ un fatto naturale”.

Oggi 26 Marzo 2013 e’ una certezza che questi terremoti sono da collegarsi ai pozzi di reinizione

e soprattutto – e questo e’ importante secondo me – che i primi terremoti intensita’ bassa, scatenati dai pozzi di reniezione, a loro volta ne hanno causato di maggiori.

E’ quello che diciamo sempre: un evento minore da origine ad uno maggiore, fino ad arrivare

a 5.7 Richter in zona non sismica!

Tutto questo e’ contenuto in un articolo appena pubblicato sulla rivista Geology.

Qui ricercatori dell’Universita’ dell’Oklahoma, assieme a quelli della Columbia
University e del U.S. Geological Survey affermano che i terremoti del 2011 sono stati causati dalle forti pressioni nei pozzi di reniezione usati per le attivita’ petrolifere convenzionali e che questi terremoti hanno poi causato una serie a cascata di altri terremoti, culminati nell’evento da 5.7 Richter,

L’articolo afferma anche che le migliaia di pozzi di reniezione nell’Oklahoma pongono forti rischi a lungo termine per la stabilita’ del terreno e per la sicurezza dei residenti.

E cosa dicono i petrolieri?

“We have not had a chance to review this study so we can’t
comment on its findings”

La pace di Ponzio Pilato.

Un Commento a “Oklahoma: terremoto da pozzi di reiniezione di 5.7 Richter”

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE