Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

BAR, TABACCHERIE E AFFINI, DEVONO ESPLICITAMENTE RINUNCIARE AI VIDEO POKER PER IL BENE DEI NOSTRI FIGLI E DEI LORO.
E’ UN DOVERE MORALE, CIVILE, ETICO E COSTITUZIONALE, ATTO A CONTRASTARE LE LOGICHE PERVERSE DI QUESTO STATO MAFIOSO, CHE LEGITTIMA IL GIOCO D’AZZARDO PER FARE CASSA SULLA PELLE DI GIOVANI DISOCCUPATI, PRECARI, E DISADATTATI, MENTRE, DI CONTRO, PROIBISCE L’USO DELLA CANNABIS A FINE TERAPEUTICO!!
IN QUESTO MODO CREA UNA DIPENDENZA, PIU’ DEVASTANTE DELL’ALCOLISMO E DEL CONSUMO DI DROGHE, FACENDO LEVA SULLE DEBOLEZZE E LE FRAGILITA’ DEGLI INDIVIDUI, E SPECULANDO SUI LORO LATI PEGGIORI E BISOGNI, NELLA PROMESSA DI UN’IPOTETICA QUANTO IMPROBABILE VINCITA.
UNO STATO CHE SI MACCHIA DI UN TALE CRIMINE, LEGALIZZANDOLO A FINE DI MERO PROFITTO, NON HA NULLA A CHE SPARTIRE CON IL CONCETTO DI LIBERTA’, DI CIVILTA’, E DI DEMOCRAZIA, MA BENSI’ DI LICENZA, DI BARBARIE, E DI REGIME RELATIVISTA.

Dobbiamo dunque immaginare lo Stato come ad una grande casa da gioco, dove tutti i profitti incamerati, sono il frutto delle perdite dei giocatori clienti. A tutti gli effetti, una vera e propria associazione a delinquere – con l’aggravante che la stessa è regolamentata dallo Stato!

QUESTO ABOMINIO, VA DUNQUE COMBATTUTO E FERMATO ALL’ISTANTE.
I RAPPRESENTANTI DELLE ISTITUZIONI, RESPONSABILI DI QUESTO PROGETTO ESTORSIVO DI MASSA, VANNO PORTATI IN GIUDIZIO DAVANTI AD UN TRIBUNALE INTERNAZIONALE PER ESSERE GIUDICATI, E CONDANNATI A PENE CERTE ED ESEMPLARI, NON CHE ALLA RESTITUZIONE DI TUTTA QUELLA MONTAGNA INCOMMENSURABILE DI DENARO CHE HANNO SOTTRATTO INDEBITAMENTE ALLA COMUNITA’.
NON DIMENTICHIAMO, INOLTRE, CHE QUESTO AFFARE MILIARDARIO CHE STA DISSANGUATO LA SOCIETA’ E INDOTTO AL SUICIDIO MOLTI CITTADINI, E’ IL PIATTO RICCO DENTRO IL QUALE LA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA ASSICURA I SUOI MAGGIORI PROFITTI.
IO, NON CHE PIU’ GIOVANE E DISINCANTATO, RIMANGO ANCORA ESTEREFATTO DI FRONTE A TALI ABERRAZIONE E DEGENERAZIONI CHE, ANCORA UNA VOLTA, CONFERMANO IL LATO OSCVURO DOMINANTE DI QUESTO LIBERISMO MEFISTOFELICO.

/Users/user/Desktop/se vuoi vincere non…jpg

6 Commenti a “I Video Poker – un progetto estorsivo di massa”

  • gennaro:

    Io bandirei tutto quello che prevede 18 anni per poterlo usare/vedere/mangiare/bere ect.

    Guarda caso sono proprio le cose sopra i 18 anni che fanno male e risultano illogiche nella morale umana.

    farei un eccezione per l’alcol poiché sono un appassionato di whysky e per appassionato intendo uno che si beve mezzo biccherino da caffè 1 volta a ogni 15 giorni.
    Però sono consapevole di tutto il male che causa l’alcol e secondo me sarebbe utile un patentino senza speculazioni.
    O meglio, dopo i 18 anni chi vuole bere alcolici deve effettuare un corso (rigorosamente GRATIS) di almeno 10 lezioni dove siano spiegati tutti i problemi causati dall’alcol e che fa veramente ma veramente male. Dopodiché viene rilasciato un patentino, dove tramite questo patentino puoi comperare l’alcolcol, ed anche a pub, ristoranti ecc può bere solo chi ha il patentino.

    Purtroppo la stupidità umana ha bisogno di regole che vanno oltre la liberta e che non condivido ma approvo poiché non vi è altra soluzione.

    Dal mio punto di vista, non riesco a capire come sia possibile diventare assidui videogiocatori oppure alcolizzati o degli incalliti fumatori. Non riesco proprio a capirlo, forse la natura umana è molto diversa da umano ad umano e quello che per me sembra impossibile per altri è “facile”.

  • oracolo:

    Un liberismo controllato da secondini col potere istituzionale, la grande abbuffata porta sempre dolori e spasmi, la scelta del lato oscuro non paga, anche se apparentemente sembra il contrario, alla fine sono sempre i cattivi i perdenti, credere cio’ con fermezza e’ la micidiale arma che irrompe nei loro bui intenti rovinandogli sempre la festa e sempre al momento giusto.

  • Ǥσℓ∂єи ƧђѳωєƦ:

    Belle PAROLE, condivisibilissime !
    Ma… PAROLE. Che cozzano contro l’iceberg “stato” che, come ormai ben sappiamo, non difende il cittadino ma lo SPREME.
    E tra le nuove modalità di “spremitura a secco” quella del gioco d’azzardo dona grandi soddisfazioni ai nostri carnefici.

    SAPPIAMO BENE come sia la malavita organizzata a tenere le redini del gioco. Lo sappiamo ma TOLLERIAMO.
    E la massima espressione della protesta sono, COME SEMPRE, le parole.

    Lo capiremo prima o poi che con le chiacchere, le petizioni, le proteste, otteniamo solo “spiccioli” di civiltà ? E sono spiccioli ormai fuori corso.

    Presto ce la faranno a perseguire il loro obiettivo, cioè rendere desueti noi che vediamo le cose in un certo modo.

    Leggo che “oracolo” è ottimista circa la possibilità che “il bene vinca sempre”. Non so da dove gli derivi questo sfrenato ottimismo ma io la vedo diversamente. O ci piegheranno o ci spezzeranno… non ci sono altri finali previsti per questa storia.
    A meno che… le pecore si rendano conto che i POCHI lupi possono essere MORSI e scacciati da un gregge numeroso e determinato.

    Ma non succederà. NON E’ MAI SUCCESSO.

  • The Litrar:

    La legge non ammette ignoranza!
    Ognuno e’ artefice dei proprii mali.
    La gente si svegli, tutto quello che viene gestito dall’elettronica e’ programmato per portare nelle proprie casse guadagni sistematici.
    Ecco perche’ in Italia non vogliono far aprire nuovi casino’ con giochi tradizionali.
    Parola di “croupier”.

  • William:

    Si parla tanto di libero arbitrio , non ci si può sempre nascondere dietro un’entità superiore che sfrutta e induce in tentazione con lo scopo di trarre profitto … grazie a Dio non c’è ancora nessuna legge che impone alle persone di giocare per forza , quindi chi lo fa si presume lo faccia consapevolmente , non importa se spinto da quale bisogno o debolezza , è sempre una decisione soggettiva.
    Fosse per me non graverei nemmeno sulla collettività l’onere del recupero o delle terapie disintossicanti … mai sentito parlare di selezione naturale ?

  • Roberto Arvo:

    Non so cosa dire circa il commento di William, tuttavia ho sotto gli occhi il comportamento di un collega di lavoro e mi vien voglia di dargli ragione. Questo ha 2 figli piccoli, non ha mai un soldo in tasca, moglie disoccupata, mutuo fondiario sulla casa, carta di credito con annesso un prestito (credo, più o meno), salute malferma (mangia malissimo e non si cura, anche per mancanza di denaro), cumulo di bollette arretrate di ogni tipo, casa senza impianto di riscaldamento, ecc..Qualche mese fa ha ricevuto 7000 euro di liquidazione e si è riempito la casa di cose inutili, fino a tornare a zero! Come prende la paga, corre a sputtanarne una parte sui videopoker, per due o tre giorni, poi ricomincia a tirare la cinghia. Per il resto del mese, a costo di grossi sacrifici, riesce sempre a trovare i soldi per 2 pacchetti di sigarette al giorno e per le lotterie + gratta e vinci.
    Sono stato l’unico ad aiutarlo in passato, nessun altro lo ha fatto. Ma a questo punto che vada al diavolo, lui e le sue macchinette da gioco. Mi dispiace per i figli che non ne hanno colpa alcuna,ma che si assuma le proprie responsabilità.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia