Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Tratto da “Impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali”, SSNV©2005

Qualche considerazione sulla salute


Dicono che il latte “fa bene alle ossa”. Ma chi lo dice dovrebbe informarsi meglio…Il latte è un usuraio della peggior specie, quegli usurai che vi fanno un prestito ma poi, se non gli ridate tutto con gli interessi impossibili, vi mandano picchiatori a spaccarvi le ossa.
Il latte contiene calcio, utile alle ossa, e per questo viene consigliato, ampiamente consigliato, per l’osteoporosi.

Ma contiene anche proteine animali, acide, che, per essere smaltite, consumano calcio.
Come un usuraio, il latte presta un po’ di calcio, ma, alla fine, ne consuma più di quello che dà. Le proteine del latte, sommate a quelle provenienti da carne e pesce, costringono l’organismo a sottrarre calcio all’osso per poter provvedere al loro smaltimento.
In generale, nelle popolazioni che consumano molto latte l’incidenza di osteoporosi è maggiore, mentre è rara nei paesi dove non si beve latte. É noto che tra gli esquimesi, che assumono oltre 2.000 mg di calcio al giorno, l’osteoporosi dilaga.

E, sempre come un usuraio, il latte alla fine, ti spezza le ossa. Vari studi, tra i quali l’Harvard Nurses’ Health Study, che ha seguito clinicamente oltre 75.000 donne per dodici anni, mostrano che l’aumentato consumo di latticini è associato con un rischio di fratture più elevato.

Il latte, dunque, è si’ l’alimento ideale, ma solo per il lattante, e solo il latte umano! Di seguito sono elencati alcuni problemi correlati al consumo di latte in adulti e bambini.

Carenza di ferro: il latte ha un bassissimo contenuto di ferro (0.2 mg/100 mg di latte), e per riuscire a raggiungere la dose di ferro raccomandata di 15 mg al giorno, un bambino dovrebbe bere 7.5 litri di latte. In aggiunta, il latte è responsabile di perdite di sangue dal tratto intestinale, che contribuiscono a ridurre i depositi di ferro dell’organismo.

Diabete Mellito: su 142 bambini diabetici presi in esame in uno studio, il 100% presentava nel sangue livelli elevati di un anticorpo contro una proteina del latte vaccino. Si ritiene che questi anticorpi siano gli stessi che distruggono anche le cellule pancreatiche produttrici di insulina.

Calcio: la verdura a foglia verde, come la cicoria, la rucola, il radicchio e la bieta, è una fonte di calcio altrettanto valida, se non addirittura migliore, del latte.

Contenuto di grassi: ad eccezione del latte scremato, il latte e i prodotti di sua derivazione sono ricchi di grassi saturi e colesterolo, che favoriscono l’insorgenza di arteriosclerosi.

Contaminanti: il latte viene frequentemente contaminato con antibiotici, ormoni della crescita, oltre che con gli erbicidi e i pesticidi veicolati dal foraggio. Inoltre i trattamenti di sterilizzazione permettono in realtà la sopravvivenza nel latte di germi, e la Direttiva Europea 92/46/CE stabilisce un limite non superiore ai 100 mila germi per mL. La stessa Direttiva ammette anche un contenuto non superiore a 400 mila per mL di “cellule somatiche”, il cui nome comune è “pus”.

Lattosio: molti soggetti di razza asiatica o africana sono incapaci di digerire lo zucchero del latte, il lattosio, con conseguenti coliche addominali, gas e diarrea. Il lattosio, poi, se viene digerito, libera il galattosio, un monosaccaride che è stato messo in relazione con il tumore dell’ovaio.

Allergie: il latte è uno dei maggiori responsabili di allergie alimentari: durante la sua digestione, vengono rilasciati oltre 100 antigeni (sostanze che innescano le allergie). Spesso i sintomi sono subdoli e non vengono attribuiti direttamente al consumo di latte, ma molte persone affette da asma, rinite allergica, artrite reumatoide, migliorano smettendo di assumere latticini.

Coliche del lattante: le proteine del latte causano coliche addominali, un problema che affligge un lattante su cinque, perché se la madre assume latticini, le proteine del latte vaccino passano nel latte materno. In 1/3 dei lattanti al seno affetti da coliche, i sintomi sono scomparsi dopo che la madre ha smesso di assumere questi cibi. (tratto da “Impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali”, SSNV©2005)
Cosa usare al posto del latte vaccino?
latti vegetali

Il latte vaccino può essere tranquillamente sostituito con prodotti di origine vegetale, i latti vegetali appunto, che hanno caratteristiche nutrizionali migliori di quelle del latte vaccino: latte di soia, di riso, di avena, di mandorle. Poiché ne esistono svariate marche, non sempre simili come sapore, è consigliabile provare marche differenti e scegliere quella che ha le migliori caratteristiche gusto-prezzo.
Tutti i latti vegetali possono anche essere realizzati in casa.

Latte di soia: ricchissimo di proteine, si può trovare aromatizzato in vari modi (vaniglia, cioccolato, ecc.) e arricchito con varie vitamine e calcio. Il gusto varia molto tra una marca e l’altra, e ciascuno deve trovare quello che più gli si confà. A un palato non abituato può risultare non gradevole se bevuto da solo, ma accompagnato con caffè, cacao, orzo solubile, oppure in forma di budini e yogurt diventa decisamente appetibile. Può essere usato nella preparazione dei dolci al posto del latte, e non lascia alcun retrogusto.

Latte di riso: buono bevuto fresco, specialmente d’estate, adatto per la colazione coi cereali, o per fare budini e dolci.

Latte di avena: l’avena e’ uno dei cereali più nutrienti ed energetici. Ha un gusto molto delicato, e’ buono sia bevuto da solo che usato per preparazioni di dolci e budini.

Latte di mandorle: ha un gusto marcato, anch’esso e’ buono bevuto freddo, anche mescolato col latte di riso. Puo’ essere usato per la preparazione di un ottimo gelato alle mandorle.

28 Commenti a “Il latte fa bene agli adulti?”

  • Marta:

    questa cosa del latte e delle proteine animali l`avevo gia`letta nel libro di Allan Car per il controllo del peso.
    Per chi non lo sapesse Allan Car ha scritto anche un Libro ” e`facile smettere di fumare” e siccome io e tanti altri che conosco, tramite la lettura di quel libro abbiamo smesso di fumare, mi sento piu`che tranquilla nel nominarlo anzi mi setto orgogliosa a farne propaganda………..ma tornando alle proteine, la cosa curiosa e`che siamo cosi` ignoranti nell`alimentazione e cosi`ottusi che non vediamo oltre al nostro naso: se il bambino ha coliche e noi continuiamo a dargli latte o le mamme a berlo( quello di mucca ) perche`quando si e`adulti ci dicono i dottori che per chi soffre di coliche, il latte e`tabu`????? ma se la carne ci sta` 4 ore per essere digerita ( se tutto va bene) e`possibile che sia cosi`sana????
    mi piacerebbe sapere di piu`di questo argomento; io lo conosco solo perche`leggendo il libro di Allan Car, tutto quello che diceva mi e`sembrato molto logico, come fare 1+ 1= 2 e oggi leggendo questo articolo, capisco di piu`.
    grazie

  • francesco:

    salve leggo con piacere i vostri articoli volevo sapere se il kefir di latte o di acqua e’ cosi utile come dicono e se si perche non viene pubblicizzato
    grato per la vostra attenzione
    maiolo francesco

  • elisabetta:

    grazie per avermi fatto apprendere questi concetti sul danno che provoca il latte vaccino all uomo dopo lo svezzamento,non ne ero al corrente,ma intuivo che il latte faceva male ed ho cominciato ad assumere quello totalmente scremato da un po di anni.

  • Nelly:

    Sono una grande consumatrice di latte, ma dopo aver sentito ieri sera una trasmissione in TV, mi sono sorti dei dubbi e allora mi sto informando.
    Cordialità Nelly Penzo

  • Lorenzo:

    Si magari il latte di mucca non sarà salutare, ma siete sicuri che il latte di soia non venga prodotto con soia OGM? Scusate ma un latte arricchito con vitamine, calcio e aromi non mi sembra naturale e salutare! Allora prendetevi vitamine a calcio e no bevete latte di soia…
    Quanti litri di latte (e di che tipo) devono bere al giorno gli Esquimesi per assumere 2000 mg di calcio? Loro sicuramente non hanno bisogno del frigorifero per conservarlo, chissà che fieno mangeranno le loro mucche?
    saluti
    Lorenzo

  • MarY:

    Mah…veramente dai tempi dei tempi si è sempre parlato bene del latte..per cui mi sembra assurdo pensare ke faccia male…ha tante vitamine e tanti elementi che ci fanno bene…non ho mai sentito una cosa del genere sul latte che, ripeto, dai tempi dei tempi si è sempre bevuto…anzi!!mio nonno che non ha mai consumato latte e derivati in vita sua si ritrova con l’osteoporosi, al contrario invece di mia nonna che ha sempre bevuto latte e continua a berlo!!!Quindi non credo proprio che faccia male…l’unica cosa è ke credo bisogna considerarne la provenienza…ma credo che i nostri latti siano tutti italiani (almeno quello)!!!Poi ci sono tanti prodotti che al giorno d’oggi si fanno col latte e non si è mai sentito niente..se facesse male non credo che sarebbe ancora in commercio…soprattutto al giorno d’oggi che con queste cose ci si sta molto attenti…

    • Vale:

      Intanto considera che pur di venderti qualcosa ti racconterebbero che potresti diventare un supereroe a suon di consumarlo, e si sà bene qual’è la mole economica che c’è dietro l’industra dei latticini. Detto questo ti informo che il latte è un elemento che apporta importanti vitamine e proteine per la primissima parte della vita di un mammifero, ed ogni specie produce il latte adatto al propio piccolo, quindi già capisci ben che stai bevendo qualcosa che in natura sarebbe destinato ad un vitello e non ad un umano. Qualsiasi tipo di cibo che deriva dal mondo animale non è salutare come i vegetali, soprattutto quando non si sa bene di cosa si nutre l’animale che poi finisce nel nostro piatto. Il latte è dannoso e non contiente nulla che non è apportabile da altri alimenti. Il caso del nonno e della nonna è un pò paragonabile a un fumatore incallito che muore di arresto cardiaco a 90 anni i e magari un povero cristiano a 35 anni tira le cuoia per un aneurisma. Non tutti gli organismi reagiscono alla solita maniera e sicuramente il latte non è l’imperatore del male osteoporosi, qui però si tratta di studi scientifici veritieri, non di cosa è successo a nostra nonna. E per il tuo bene, non credere che tutto ciò che vedi su uno scaffale di un supermercato, in una vetrina di un negozio o in una pubblicità non sia pericolo o dannoso solo perchè è in commercio.

  • izio:

    sono un fedele lettore dei libri di allan mi ritengo fedele inquanto essendomi liberato del lavaggio del cervello mediatico chi ha letto sa cosa intendo….. ho sia smesso di fumare circa 30 sigarette al giorno sia di ingrassare….. io sinceramente non so se tutto quel che lui scrive sia giusto al 100% comunque le considerazioni scritte sui suoi libri fanno riflettere

    ricordiamo che un’elefente con le zanne grandi non beve latte

  • Francesca:

    Sono anni che mi sto documentando sulle proprietà del latte e suoi derivati: ho scoperto che nessuno ha l’interesse ad informare adeguatamente gli utilizzatori, in modo che il consumo non contribuisca ad arrecare danni irreparabili alla salute.
    Se il medico non ce lo dice, si sarà ben un motivo? Chiedetegli spiegazioni approfondite e dubitate della superficialità.
    Buona giornata

    • Giorgio Andretta:

      Sig.ra Francesca,
      lei è a conoscenza che per conseguire la laurea in medicina non si deve sostenere alcun esame di scienza dell’alimentazione?
      Buona serata.

  • Credo che la diatriba non avrà mai fine anche perchè le diverse opinioni provengono da 2 settori talmente di parte che sarà difficile che una delle due ceda : le aziende e gli animalisti-vegetariani . Io ne bevo mezzo litro al giorno e ritengo che possa essere la migliore colazione possibile visto la pluralità di sostanz che apporta.

  • tania:

    vorrei anch’io informazioni sul kefir di latte ,visto che ne sono una grande consumatrice,e poichè mi sto impressionando a sentire tutte queste notizie negative sul latte,mi chiedo se sostituirlo solo con il kefir possa essere una valida soluzione

  • fa bene ai bambini e fa bene ai denti, ma anche a chi ha ossa da sistemare, per i denti, se volete farvi meno male al portafoglio andate da http://www.amicodentista.com fanno denti indolore, poi per i veleni quotidiani che respiriamo il latte fa benone e i vantaggi sono comunque maggiori degli svantaggi che porta

  • Alessio:

    io ho bevuto latte fino a due anni fa, circa 350ml al giorno e mangiato formaggi senza alcun problema, anzi dicevano facesse bene. Bevete più latte… il latte fa bene!!! la madre di mia moglie ha avuto un tumore al seno, che per fortuna ha sconfitto, e ha seguito il progetto DIANA dell’ospedale di Milano. Durante il progetto hanno insegnato loro anche a cucinare e a scegliere gli alimenti giusti per evitare le recidive… tra gli alimenti da leiminare c’era il latte e i latticini. Da allora io e mia moglie abbiamo sostituito il latte con le bevande vegetali, avena, farro, riso, kamut, basta scaldarle un pò e la colazione con pane fatto in casa, o comprato fuori ma a lievitazione naturale, e marmellata biologica senza zucchero è da favola!

  • gianfranco:

    leggendo qua e la a me sembra che i ciarlatani (con i loro siti) siano per denigrare il latte e i medici seri invece lo consigliano….

  • alexia:

    Il fatto che dopo lo svezzamento nessun animale assuma latte non è indicativo di alcunchè.
    E anzi la considero una motivazione assai tendenziosa. Dovrebbe essere qualcosa che favorisce questo alimento, il fatto di esser stato assunto per rafforzare le difese immunitarie del “piccolo”, non farlo “ingrassare” come dice qualcuno. Ma farlo RAFFORZARE E CRESCERE.
    Il latte è semplicemente un alimento, come tanti altri (dopo il terzo anno di vita). Non è NECESSARIO nè obbligatorio, certo. Ma non fa sicuramente male. Non meno di tanti alimenti che subiscono processi industriali (che ahimè non riusciamo quasi ad evitare).
    Per essere sicuri dovremmo produrre da noi i cibi, vivere in economie di sussistenza. E neanche basterebbe, perchè… l’inquinamento, la radioattività, il nuclerare coinvolge il mondo intero. Ci sono scelte che non possono che riguardare tutti… anche quando uno cerca di dissociarsene.
    Inoltre sostituire il latte con altri cibi vuol dire favorire qualcosa di alternativo, che non si sa assolutamente se sia più salutare del latte. Perchè… a chi dice “assumo farro, kamut, bevande vegetali” cheido… come fanno, costoro, ad essere sicuri che siano alimenti.
    Il fatto di essere alimenti “estranei” al processo di crescita del bambino… li rende preferibili? Mah…
    Non dimentichiamo che questo qualcosa di alternativo generalmente ha un costo superiore al latte. Un caso? O forse non è anche questo un COMMERCIO?
    Apriamo gli occhi, cari “consumatori”. Questo siamo.

    • Momo:

      Si sta confondendo perche il latte materno fa bene al bambino e Lo fa crescere Ed insigni dottori Lo consignment fino a dopo Lo svezzamento, fino a quando c
      Si continual a produrre. Il vaccino invece non fa cosi bene perche ha molte piu protein animali di quello materno e se il bimbo Lo assume oltre ad altri cibi animal supera di gran lunga la razione giornaliera di protein stabilita Dalla larn con rischio di aumentare colesterolo LDL cattivo, la calciuria, rischio di tumore Ed insorgenza di artrosi. La maggior parte Della popolaz Mondiale non ha enzimi lattasi e non bevono latte.

  • Veronica:

    Io sono un soggetto “atopico”,ovvero ho un’allergia perenne che si manifesta con chiazze rosse e pruriginose sulla pelle.Ho scoperto che il latte e derivati è un alimento sconsigliatissimo nella mia allergia,e infatti piano piano l’ho tolto.
    Piano piano perchè,perchè la mia allergia è suscettibile anche al togliere gli alimenti di colpo,per cui ogni tanto mi concedo qualche formaggio per non far impazzire l’allergia..
    inoltre per geni,sono sia a rischio di osteoporosi e sono anche anemica(ho scoperto che il latte vaccino non fa bene per niente nemmeno nell’anemia),per cui..
    di solito bevo latte alle mandorle,che adoro ! l’ho fatto assaggiare anche al mio fidanzato e l’ha trovato stupendo :D di solito lui non era un bevitore di latte,lo beveva solo per farmi compagnia.. e ora siamo deliziosalmente colpiti dal latte di mandorle !
    tralaltro io da stupida mi ostinavo a bere latte,pur sapendo benissimo che non lo digerivo..
    mi ci è voluta una spintarella decisiva per farne a meno,ovvero il fatto di essere atopica e poi cominciare ad informarmi sui contro…

  • Susanna:

    Consiglio a tutti la visione del documentario verità sulle proteine della carne, comprese quindi quelle derivate dai latticini! Il documentario si chiama “Un delicato equilibrio” lo trovate su youtube. Vale la pena di guardarlo, apre gli occhi.
    Ciao a tutti e buona giornata! :)

  • alberto:

    una domanda sciocca ,ma se il latte toglie piu calcio di quello che da ,un bambino che per mesi prende solo latte non avrebbe piu crescita ossea,e

  • tittapatti:

    Ciao a tutti, purtroppo soffro da tempo di cistite…di tutti i tipi…ma l’ultima che è stata emorragica e mi ha fatto andare al pronto soccorso mi ha decisamente preoccupato. Ora sto facendo un po’ di ricerche e vorrei provare a capire da cosa dipende. Qualcuno dice che puo’ dipendere dall’intolleranza al lattosio (che non ho ancora verificato). Quello che so è che mangio taaanti formaggi, bevo latte e mangio tanto yogurt da anni proprio perchè mi hanno detto che lo yogurt contenendo fermenti lattici fa tanto bene.
    Ora inizio ad avere dei dubbi sul latte…e anche questo articolo e i vostri commenti mi iniziano ad incuriosire. Sapreste consigliarmi qualche libro a riguardo?

  • stefano:

    Ma non sarà che vi devono vendere il latte di soia che a chi lo produce non costa un c…o perchè la fa coltivare dai cinesi tenuti in semi-cattività?? Della loro”salute” non frega niente a nessuno?

  • daniele:

    ciao ho letto cn attenzione l articolo da te scritto e sinceramente da cme è scritto è chiaro che nn hai alcuna padronanza dei concetti che tratti…m chiedo come certa gente creda a queste assurdità nel 2012 solo perché è scritto su internet o solo perché si sono fatti fantomatici studi fuori dall italia dove si sa sono tutti più intelligenti e preparati…ahaha ridicolo

  • Salve, mi sono sorti molti dubbi: chi ha scritto questo articolo? quali sono le fonti? E’ un articolo riconosciuto da ricercatori? Queste informazioni sono state pubblicate su riviste scientifiche come Nature e Science , riconosciute a livello mondiale ? Se no, perché ?
    Sinceramente ho trovato abbastanza semplicistica questa spiegazione e gradirei avere qualche delucidazione a livello molecolare, su come il calcio possa ‘sequestrare ‘ altro calcio , causando quindi osteoporosi -_-’ .

  • stella:

    io sono l’esempio vivente, che ciò che è scritto in questo articolo è verissimo. Sono sempre stata magra, da qualche anno a questa parte ero ingrassata o almeno così credevo, invece ero semplicemente gonfia. Casualmente ho letto un articolo in internet che parlava di gonfiore alla pancia e da cosa fosse provocato, avevo letto anche sulle conseguenze negative nell’usare latte nell’età adulta, ma come si sa la consuetudine , spesso prevale sulla ragione. Ho seguitato ad assumere latte, finchè , 4 giorni fa, ebbi l’idea di comperare della panna da montare, la mangiai e stetti malissimo, con dissenteria, nausea e senso di svenimento. Così quel giorno ho mangiato solo del pure pronto cotto in acqua e dado e del riso condito solo con un poco di olio , beh , miracolo il giorno dopo ero sgonfia, così ho fatto 2 più 2 e ho capito che il problema risiedeva nell’uso del latte dei suoi derivati, nelle verdure, nei legumi e in tutti gli alimenti che provocano gonfiore. Dopo 4 giorni ho perso un kg ora peso 48 kg,il mio fisico sta tornando pian piano alla normalità e io non ho più tutti quei fastidi, provocati dall’uso del latte, di cui ero una grande consumatrice,ho smesso anche di prendere cappuccini decaffeinati, al posto del latte uso le bevande alternative vegetali: soia avena e orzo. Credetemi ne ho tratto grande giovamento, ovviamente per mantenermi in forma, pratico attività motoria, praticando la palestra tutti i giorni, per un’ora e mezza al giorno. Spesso le consuetudini sono dure a morire, ma basti riflettere su una cosa semplicissima, che sfugge, il latte vaccino è destinato all’allattamento dei vitelli, non agli esseri umani, è come se il latte umano fosse destinato agli animali, il latte esiste solo al fine di nutrire i bambini e i cuccioli di animali, tanto è vero che gli animali adulti non bevono più latte, dovremmo seguire l’insegnamento dell natura, se ai cani adulti, il veterinario ci dice d non somministrare latte vaccino perchè deleterio per la loro salute, perchè mai non dovrebbe essere così anche per noi esseri umani, perchè a noi dovrebbe fare bene e agli animali no?

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia