Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

L’Osservatorio Italiano si espande nel Mediterraneo

L’Osservatorio Italiano espande il suo raggio d’azione dai Balcani al Mondo arabo, che abbraccerà l’area del Maghreb e del Medio Oriente. Dopo un anno di studio e analisi, i nostri collaboratori sono già a lavoro per rendere operativo il nuovo progetto di intelligence economica ed aprire un “monitor italiano” in aree problematiche ma in graduale espansione. Marocco, Algeria, Tunisia, Libia, Egitto e Libano saranno i Paesi coperti in questa prima fase, che avranno un’adeguata cornice nella nuove veste del nostro portale, che sarà il simbolo di un Osservatorio Italiano fortemente presente in Europa e nel Mediterraneo. Molte le aziende che hanno già aderito, mettendo a disposizione le loro sedi dislocate sul territorio.

I nostri collaboratori saranno scelti tra giovali laureati locali, che hanno studiato la lingua italiana e saranno formati secondo il metodo di intelligence economica dell’Osservatorio Italiano. Con loro costruiremo anche la prima Scuola telematica di Italiano, attraverso la quale divulgare non solo una lingua o una cultura, bensì un concetto di cooperazione con l’Italia, intesa non come ‘paese di rifugio’ ma come ‘sentimento di affetto’.
Le attuali sedi dei Balcani, saranno affiancate da un ufficio a Bari, che sarà presto operativo. Prenderà inoltre vita anche il progetto della TELA, per dare alla piccola e media imprenditoria  italiana di eccellenza una piattaforma attraverso la quale svilupparsi e internazionalizzarsi secondo un modello sostenibile. Abbiamo infatti sperimentato un sistema di vendite online, che non imponga un’eccessiva smaterializzazione della sua attività, e tuteli il capitale umano e le conoscenze professionali.
Entra quindi in una nuova fase di sviluppo un progetto intrapreso circa dieci anni fa, sviluppando le teorie elaborate dalla Etleboro ONG, fondata da Michele Altamura. Abbiamo investito in questi anni nella creazione di un “centro cibernetico”, una intelligenza ibrida costituita da una parte informatica e una umana. Abbiamo scelto di non seguire il modello francese, né quello anglosassone, costruendo quindi un “nostro sistema”, che consente di istruire giovani menti secondo i metodi di analisi e di elaborazione. L’Intelligence Economica dell’Osservatorio Italiano ha avuto successo dove la semantica ha fallito, è riuscita con la sua “macchina umana” a catturare i segnali deboli nell’universo dell’informazione, fatto di propaganda, controinformazione e disinformazione. Sappiano quindi che, in questa guerra invisibile, noi risponderemo ad ogni provocazione, offrendo la nostra esperienza per poter difendere e costruire una solida alleanza nel Mediterraneo. Per realizzare tutto questo ci sono voluti molti anni di lavoro, il sacrificio di molti e la fiducia delle imprese, che ci hanno sostenuto e hanno creduto in noi.

Un Commento a “Altro Giornalismo”

  • Andrea Amodeo:

    molto interessante mi piacerebbe poter inserire anche i mie prodotti per quanto riguarda commercio on – line abbigliamento e scarpe dona

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE