Cerca 

FreePC

 

Trovaci su Facebook

 

PAOLO MALEDDU

 

Enneagramma Biologico

 

SCIE CHIMICHE

 

Gianni Lannes

 

PSICOFARMACI E PSICHIATRIA INVADONO LA SCUOLA
Redazione | 29-07-2013 Categoria: Mondialismo Stampa

www.ccdu.org

Aumento esponenziale del consumo di psicofarmaci sui bambini: un esempio di applicazione delle
teorie psichiatriche che saranno promosse all’imminente congresso mondiale di Milano sull’ADHD

Merano. Recentemente abbiamo ricevuto la sconvolgente segnalazione di alcuni genitori di Merano, preoccupati del rapporto molto stretto tra il reparto di psichiatria infantile e le scuole elementari. Infatti parecchi bambini si recano regolarmente all’ospedale di Merano per essere “aiutati” nelle loro difficoltà e spesso la psichiatra presiede alle riunioni degli insegnanti e detta o addirittura “impone” il percorso del bambino. La situazione è talmente grave che un genitore ha persino presentato un reclamo al garante della privacy e un esposto all’ordine dei medici sulla dr.ssa Donatella Arcangeli, primario del reparto di neuropsichiatria infantile di Merano. Abbiamo anche incaricato l’avvocato Francesco Miraglia del foro di Modena, che già in passato aveva fatto si che il figlio sottratto ingiustamente perché secondo gli psichiatri “non riusciva a essere emotivamente vicino al figlio” venisse restituito al padre, di valutare la necessità di inoltrare un esposto alla Procura di Bolzano. E purtroppo i risultati di una breve investigazione sull’area di Merano sono molto preoccupanti, tanto che informeremo le autorità competenti, in primis l’Assessore alla Salute di Merano.



Ma veniamo ai fatti. Secondo la lettera di questo papà, i bambini delle scuole elementari frequentano [una specie di] doposcuola in un piano dell’ospedale di Merano, proprio sopra il reparto di neuropsichiatria infantile, a volte all’insaputa dei genitori. Infatti secondo questo genitore: «C’è una chiara commistione tra la neuropsichiatria infantile e il “doposcuola”. Per esempio nel caso di mio figlio la dott.ssa Arcangeli mi ha messo al corrente che […] sarebbe dotato di un’intelligenza superiore alle attuali capacità intellettive che però visto il mio rifiuto di somministrargli il Ritalin questo gli comporta degli scompensi […]. Mi chiedo come possa la dott.ssa Arcangeli fare queste affermazioni dato che non le ho dato alcun consenso di visitare mio figlio. Mi chiedo se mio figlio e gli altri bambini stiano facendo il “doposcuola” oppure non siano sottoposti a test e osservazioni da parte della neuropsichiatria infantile durante il periodo del “doposcuola” e se i genitori siano al corrente di quanto sta succedendo.» Il nostro comitato denuncia da anni la medicalizzazione della scuola e il fatto che le scuole stiano essendo trasformate in cliniche psichiatriche. Merano è certamente “all’avanguardia”: hanno “spostato la scuola” direttamente in psichiatria. E con la recente apertura del nuovo reparto di psichiatria infantile le cose non sono certo cambiate; sono solo cambiati i locali ma la commistione sembra essere ancora più stretta.

Gli effetti negativi di questa politica non hanno tardato a farsi sentire. Abbiamo scoperto che Merano vanta il triste primato del maggior numero di bambini psichiatrizzati e soggetti a trattamenti con psicofarmaci d’Italia. Secondo le dichiarazioni della stessa dr.ssa Arcangeli, a Merano, un comune di soli 38.000 abitanti, nel 2010 c’erano ben 160 bambini psichiatrizzati e 40 bambini soggetti a trattamenti con potenti psicofarmaci. In questo comune i consumi di psicofarmaci nei bambini sono ben 13 volte superiori alla vicina Provincia Autonoma di Trento (con 62 bambini su 450.000 abitanti) dove è in vigore una legge che protegge i bambini dagli abusi di psicofarmaci, e ben 4 volte superiori alle cifre dei consumi di psicofarmaci nei bambini del resto d’Italia. Sottolineiamo altresì che nel corso di un colloquio, la dott.ssa Arcangeli si è vantata di avere il miglior centro italiano di riferimento per la “cura” dell’ADHD.

Merano è un esempio di applicazione delle teorie psichiatriche relative all’ADHD che verranno promosse a Milano, dal 3 al 6 giugno nel 4° convegno mondiale sull’ADHD dal titolo: “"Il disturbo ADHD dall'infanzia all'età adulta". Sponsor principale del convegno: Shire AG; sponsor maggiore: Eli Lilly and Company; sponsor generali: MEDICE Arzneimittel Pütter GmbH & Co. KG, SensoDetect AB (publ), Vifor Pharma e Wisepress Ltd. A nostro avviso la situazione di Merano dimostra chiaramente come l’applicazione delle teorie e “soluzioni” che le case farmaceutiche tenteranno di imporre in questo congresso potrebbe portare a un aumento esponenziale del consumo di psicofarmaci nei bambini. Date le premesse è difficile contestare il fatto che questo convegno non sia altro che un’operazione di marketing sulla pelle dei bambini.

Al convegno ci saranno centinaia di esperti, psichiatri, professori, ecc. che da anni studiano e lavorano su una malattia che lo stesso Leon Eisenberg, padre scientifico dell’ADHD, ha affermato essere “il principale esempio di malattia inventata”. Gli studi, il convegno, le terapie, i consulenti, i professionisti, ecc. vengono pagati da noi contribuenti sia direttamente sia attraverso il consumo di psicofarmaci nei bambini (dato che spesso questi farmaci sono rimborsati dal servizio sanitario). Tutti soldi che finiscono nelle casse delle case farmaceutiche in primis, e in secondo luogo di operatori, studiosi, professionisti, ecc. Il tutto per “curare” una malattia inventata. Infatti nel corso del 1° convegno Erickson di Trento del 4 e 5 maggio 2012: “I disturbi di attenzione e iperattività”, la dr.ssa Arcangeli stessa ha affermato che la parte più difficile della terapia consiste nel convincere i genitori che il loro bambino è ammalato di ADHD. Il dottor Eisenberg ci ha finalmente svelato il motivo per cui i genitori non riescono a credere agli psichiatri: è una malattia fittizia!

E ammettendo per assurdo che questa malattia abbia una qualche validità, abbiamo scoperto che i potenti psicofarmaci a base di anfetamine utilizzati per “curare” i bambini non funzionano neppure. Infatti uno studio multimodale sul trattamento dei bambini con ADHD che ha monitorato ben 600 bambini statunitensi fin dagli anni ’90, ha concluso che qualsiasi “vantaggio viene perso dopo 36 mesi”. E agli effetti collaterali di questi farmaci (a volte molto gravi come il suicidio) questo studio ha aggiunto la possibilità che un utilizzo a lungo termine possa “bloccare la crescita dei bambini”.

Per impedire che anche in Italia venga attivato questo assurdo sistema che assorbe miliardi di euro al solo fine di distribuire dei medicinali che distruggono e rovinano le vite di milioni di bambini, il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani ha indetto un corteo di protesta che partirà a Milano in Piazzale Damiano Chiesa alle ore 14.00 di venerdì 7 giugno. Proteggiamo i nostri bambini.

Silvio De Fanti
Vicepresidente del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani Onlus
www.ccdu.org

Per inserire un commento è necessario creare un account Registrati


Commenti (7)

Scritto da deborah
02-03-2014 15:03

consiglio invece a tutti questo libro: LINK

Scritto da Arati
30-07-2013 09:07

Nell'immaginario collettivo lo psichiatra e' rappresentato dalla figura di una persona eccentrica, "fuori di testa". E purtroppo questa e' la realta'. Molti di loro sono insani mentalmente. Ma non tutti.... Il dr. Bob Johnson, psichiatra inglese che ha lavorato per dieci anni nelle prigioni usando con grande successo una terapia basata sulla guarigione delle emozioni e che ha scritto due libri, uno dei quali sulla assoluta nocivita' ed inutilita' di tutti gli psicofarmaci, in questi giorni sta' preparando una denuncia alla Corte di Dublino per rendere gli psicofarmaci illegali. www.truthtrustconsent.com/public_html/ about-me

Scritto da boris
30-07-2013 04:07

Questo sucede soltanto preche i genitori dei bambini disgraziati sono dei smidolati(invertebrati)senza palle. Se la "dotoressa"Arcangeli ricevesse per premio un palo che entra dal buco di culo ed esce a lato del orecchio,tutti gli altri "dottori" farebbero molta piu atenzione su cio che fano. Vi raconto una storiella!! Nel 1995 sono stato arrestato in Svizzera(nessuna importanza perche),mi hanno minacciato che mi portavano via mio figlio se non me la canto(perche la legge ce lo permete),e ne ho conosciuto varia gente (in galera)che effetivamente gli hanno portato via i figli. La sola ed unica risposta che hanno avvuto e stata il mio GIURAMENTO CHE AVVREBBERO AVVUTO UN SBIRRO MORTO PER OGNI GIORNO CHE MIO FIGLIO NON ERA CON SUA MADRE(mia moglie). Mi hanno lasciato per 15 ore senza mangiare,bere ne fumare e alla fine mi hanno riportato in carcere e tutto questo nella civilissima Ginevra. Comunqe da quel giorno non hanno mai piu nomminato mio figlio(ne la legge che ce lo permete)e grazie ai dei o alla mia totale mancanza di rispetto(coraggio)nei confronti della sbirraglia,mio figlio e cresciuto con me(con piccola pausa) e con sua madre,e oggi a 19 anni con il diploma di perito informatico(senza lavoro)puo fare cio che vuole e non credo propio che sara uno di quelli permetera alle varie dottoresse Arcangeli di rovignargli i figli.

Scritto da Paolo Lamperti
29-07-2013 23:07

Alcuni psichiatri si vantano del fatto che usando il ritalin o psicofarmaci simili sui bambini da loro diagnosticati come "disturbati", avvengono effettivi miglioramenti. Te credo, se un bambino "troppo" vivace non riesce a seguire la lezione è meglio sedarlo!? Non viene ragionato il fatto invece che l'insegnamento impartito NON riesce a catalizzare l'attenzione del povero cristo, che si preferisce intossicare. I bambini poi rischiano di non crescere? Meglio pensa la mente psichiatrica.. quella si malata. Fuori dalle scuole criminali travestiti da medici!

Scritto da Roberto Arvo
29-07-2013 22:07

Che brava la dott ssa Arcangeli, con la sua atomoyetina e col metilfenidato. Darà o darebbe queste porcherie ai propri figli? A lei darei volentieri un bello schiaffo terapeutico per avviare un radicale processo di ripensamento circa questi protocolli di cura così poco vantaggiosi per i propri giovani pazienti. Perlomeno si potrebbe tentare, specie nei casi di autodifesa personale........a volte funziona.....

Scritto da Arati
29-07-2013 21:07

Psichiatria e psicologia non hanno nessuna base scientifica. Sono un carrozzone creato per rapinare soldi. Tutti gli psicofarmaci, anche in piccole dosi restringono il cervello. Il movimento di antipsichitria si va' estendendo in tutto il mondo. Il dr. Allen Frances ne e' un lampante esempio: uno psichiatra che si e' autoaccusato di crimini contro l' umanita': www.disinformazione.it/DSMV.htm P iuttosto,salvaguardiamo noi stessi ed i nostri figli, buttando nel cesso la televisione e riscopriamo gli scacchi, il ricamo, la meditazione, lo yoga.......

Scritto da Roberto
29-07-2013 20:07

Sono pienamente d'accordo con l'articolo pubblicato. Facciamolo girsre girare e proteggiamo i nostri figli.

Area Utente

 

COOKIE

 

ULTIMI COMMENTI

 

Brainup

 

ENZO RAFFAELE

 

Pubblicità

 

 

ARTICOLI NICOLETTA FORCHERI