Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Fonte:prelievo-forzoso
http://www.signoraggio.it/banche-il-prelievo-forzoso-diventa-legge-europea-ecco-cosa-cambia-col-fallimento-ordinato/

Dall’eccezione alla regola. Avevano detto che lemodalità di salvataggio di Cipro non si sarebbero ripetute, ed invece è stata creata un’apposita normativa che nella pratica consente agli Stati dell’Eurozona di ripercorrere esattamente la stessa strada.

Lo aveva preannunciato il presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem, per poi smentire di getto a causa del panico diffusosi in tutta Europa. Ma era buona la prima: Cipro è diventato un modello.
In settimana è stato firmato l’accordo. Da adesso in poi prima che uno Stato intervenga a salvare una banca, il prezzo sarà pagato dai correntisti e dagli investitori ed ,in molti casi, sarà molto, molto alto.
Sono in molti a pensare che le parole “fallimento ordinato” nascondano in realtà la volontà di codificare a livello comunitario il ben più famoso prelievo forzoso che anche l’Italia ha sperimentato nell’ormai celeberrimo caso del 1992.
L’accordo: dal bail out al bail in

L’accordo siglato nella notte tra giovedì e venerdì dall’Ecofin, il Consiglio di Economia e Finanza, si basa appunto sul meccanismo di salvataggio messo in atto a Cipro per evitare il fantasma default.

Dal bail out, il sistema mediante il quale è lo stato, in caso di falle, a farsi carico della copertura, si passa albail in, il meccanismo che invece coinvolge in prima battuta i privati (e i loro soldi) e poi, eventualmente, i Governi.

Chi paga?

In caso di default di un istituto di credito i primi a pagare saranno gli azionisti, seguiti dagliobbligazionisti meno assicurati (le obbligazioni subordinate verranno coinvolte nel pagamento) e daidepositi bancari superiori ai 100mila euro, mentre quelli inferiori rimangono garantiti mediante una direttiva europea.

Chi non paga?

Risparmiati dal “prelievo forzoso” saranno invece i possessori di obbligazioni garantite (le ordinarie sono escluse), pensioni e salari dei dipendenti.

Ogni Governo potrà poi decidere se escludere (parzialmente o totalmente) altri soggetti dalla partecipazione al fallimento ordinato.

Quando interviene lo Stato?L’accordo prevede che il Governo intervenga a salvare la banca utilizzando il denaro pubblico solo dopo che azionisti e creditori avranno pagato l’8% delle passività totalidell’istituto.Ogni Stato dovrà poi costruire un fondo nazionale che in 10 anni dovrà raggiungere un livello pari ad almeno lo 0,8% dei depositi garantiti non dalle singole banche , ma da tutte le istituzioni creditizie della Nazione, utilizzandolo per il 5% degli attivi.
Fonte: forexinfo.it

7 Commenti a “Banche: il “prelievo forzoso” diventa legge europea. Ecco cosa cambia col fallimento ordinato”

  • gabry:

    Resta sempre vietato andare a vedere i conti dei furbetti nelle banche svizzere vero ??

  • antioppressione88:

    ben venga tutto ciò… forse la gente inizierà a dubitare di questo sistema fondato sull’inganno…

    ma onestamente dubito sia possibile un risveglio osservando i beoti che ancora credono nelle votazioni

    piccola parentesi : non mi sembra che il nuovo “egizio” presidente sia tanto migliore del precedente…

    mi sa che il mio istinto ci ha azzeccato

    p.s. la mia non è una provocazione, anche giorni fa spiegai che gradirei maggiori info da chi sa qualcosa in più di me e se c’è sarò felice di leggere la sua opinione

    lelamedispadaccinonero.blogspot.it

    • vincenzo grippa:

      Caro amico io ho 65 anni e da marzo non lavoro e sto studiando a fondo finanza e politica
      ed ho capito che dovevo ribellarmi. e lo sto facendo scrivendo tutti i giorni alle istituzioni.
      e organi d’informazioni chi vuole seguirmi mi scriva, se non ci mobilitiamo i giovani nel giro di pochi anni avranno un micro cip sotto la pelle comandato a distanza. E NON E RETORICA
      siamo diventati peggio degli schiavi dell’antica Roma.
      Unimoci io combatterò tutti gli anni che mi restano da viver per le nuove generazioni.

  • olligy olli:

    come si fa a non capire che ogni gg che passa questa elite bancaria stringe sempre di + il nodo scorsoio sui popoli europei obbligandoli Democraticamente a cedere su qualsivoglia diritto,sia economico che morale.
    questa è oramai una vera DITTATURA FISCALE FINANZIARIA, ci manca solo + lo yus primae noctis e poi siamo a posto.
    mi fa specie che i compagni di sx non dicano nulla contro i fascisti della finanza europea.
    in 15 anni è sparita la classe media italiana,quella che imprenditorialmente dava lavoro vero,reale al 90% dei lavoratori e questi schifosi di sindacati hanno permesso tutto questo ed ora siamo nella emme.
    le elezioni sono una farsa solo temporale che comunque vada il responso verrà usato a loro uso e consumo e quindi il cittadino è diventato solo una pecora da tosare.
    gli ultimi fatti che vedono “suggerire” il FMI a perpetrare comportamenti a loro consoni la dice tutta sulla servilità e sudditanza dei ns politici.
    questa qualcuno la può ancora chiamare democrazia?

  • Carlo:

    Non è che per caso prelevano forzatamente anche debiti dal momento che non ho una lira ma mutui e prestiti ???

  • SDEI:

    @VINCENZO,

    sappi che NON sei più SOLO in questa “guerra !!!” che dura ormai da millenni;

    sappi anche che perderemo ancora molte battaglie ma l’ importante è vincere l’ ultima, questo avverrà quando gran parte dell’ UMANITA’ si sarà RIS-VEGLIATA e ciò avverrà molto presto i segnali ci SONO tutti !!!

    HASTA SIEMPRE la VICTORIA
    SDEI

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia