Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

 

 

ROMA – L’Italia ha accettato nella notte di accogliere 102 migranti che si trovano da giorni a bordo di un mercantile respinto da Malta. I migranti, per lo più nordafricani, sono stati tratti in salvo domenica a circa 40 chilometri dalle coste libiche dal mercantile Salamis, battente bandiera liberiana. Il governo maltese ha ignorato gli appelli dell’Ue ad accogliere i migranti, dicendo che non erano in pericolo.

6 Commenti a “Italia: accolti migranti dopo il “no” di Malta”

  • A cosa sto pensando, mi chiede Amalia Assunta di Florio nel condividere con me su Fb un ennesimo post. All’Italia, rispondo… Si, cara Assunta, penso proprio che siamo senza speranza… Temo che la moneta di scambio per la nostra diplomazia segreta, che ha portato al permesso di sbarco di ieri sera a Siracusa e alla “accoglienza” dei 107 migranti soccorsi dalla petroliera Salamis a sud di Malta, e da Malta stessa poi rifiutati nonostante le ripetute richieste dell’UE affinchè potessero sbarcare a La Valletta, sia stato proprio il famigerato “Settore Sud” della Zona Marina C.
    Di quell’allargamento, cioè, della zona di acque territoriali italiane intorno alla Sicilia che è andato a sovrapporsi alle acque territoriali maltesi, evidentemente per venire gestito dai nostri governanti a seguito di quegli accordi segreti iniziati dal ministro Passera con il governo Monti, già dimissionario nel dicembre scorso.
    Sono accordi che verranno ulteriormente definiti e meglio precisati in una riunione già prevista a Roma nel prossimo Dicembre, ma che probabilmente i governanti di Malta potrebbero aver minacciato di denunciare pubblicamente qualora l’Italia non avesse accettato di accogliere i “migranti” rifiutati da Malta…
    In altre parole saremmo stati vittime di un ricatto bello e buono… Pensi, cara Assunta, che sia una ipotesi tanto peregrina? Personalmente la trovo più che plausibile, che fa il paio con l’episodio recente di mamma e figlia rapiti dai “Kazaki” con la nostra connivenza…

  • Sharman*:

    L’immigrazione , si sa, è uno dei pilastri con cui cercano di sfasciare le società per poterle meglio controllare, per gettarle nel famoso torbido in cui si pesca sempre molto bene.

    Sono gli schemi americani, società basata sull’immigrazione, sul “melting pot”. Sono gli schemi che cercano di imporre anche in Europa, avendo le metodologie sociologiche per dirigere tali società. Dove arriva il potere americano arriva sempre l’immigrazione, per esempio in italia, persa la guerra, ci furono prima le immigrazioni interne, poi, iniziata alla fine degli anni ’80 la nuova era, le immigrazioni esterne.

    Le immigrazioni hanno sempre le stesse conseguenze sociologiche. Lo sa bene il Bergoglio, vero Papa Nero perfido e malefico, che come uno dei suoi primi atti di uomo del Sistema è andato a “benedire” le immigrazioni africane a Lampedusa. Tutto in nome del Bene, ovviamente.

    • Concordo, il papa nero è andato a Lampedusa a stringere di più il cappio, e quegli ingenui isolani (perché tali sono!) al posto di applaudire commossi per il grande avvento della visita straordinaria quanto unica del papa che mai nessun papa aveva “cagato” mai Lampedusa e forse i papi manco sapevano che esisteva, comunque io penso che dopo i pianti per la gioia di vedere il papa ora arrivano i “cazzi da cagare” e si. Perché il loro papa è stato chiaro! “Siate le porte dell’Europa” quindi il messaggio era fin troppo chiaro! Cosi chiaro che lo avrebbero dovuto buttare in mare a lui e tutto il suo seguito….

      • Sharman*:

        “Siate le porte dell’Europa”…. ah sì, così ha detto? che spudorato impunito…
        Credo che un falsone come lui si lì per tentare l’inizio del sincretismo con l’Islam, non so come la vedi tu ma a me pare evidente, da noi scarseggiano le pecore…

  • E poi vorrei dire una cosa ancora, Malta non è la prima volta che caccia via dalla sue acque i clandestini, anzi spesso si sono avute divergenze diplomatiche tra l’Italia e Malta a causa delle frequenti decisioni di respingimenti di Malta anche quando si tratta di acque di loro pertinenza, e anche quando è stata più volte sollecitata dall’Italia o dall’europa ad adempiere alle leggi e ai trattati sull’immigrazione sulla territorialità delle acque e comunque sul soccorso in mare, e che io ricordi Malta e le autorità maltesi hanno sempre risposto con un bel “ANDATE A F…….O”

  • archimede:

    Cosa avevo scritto un paio di giorni fa riguardo questi sbarchi di Pseudo clandestini, dopo aver riempito Siracusa con tagliagole ,adesso tocca a Catania e poi Messina , vogliono occupare la parte Jonica della Sicilia ,proprio quella che stà difronte alla Grecia per poi dare mano libera a Israele di fare del Mare Nostro un luogo dove possono fare indisturbati quello che gli pare e piace, la NATO naturalmente è d’accordo e complice,mentre Malta li rifiuta noi apriamo le porte alla morte, tra Polacchi-Tedeschi e Argentini si fanno i festini e gli Italiani fanno i lecchini cretini-

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia