Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

http://www.tankerenemy.com/

Scie chimico-biologiche: è già cominciato il controllo mentale per mezzo delle nanostrutture?

Un articolo di Chemtrailsplanet.net avvalora quanto in questi anni era stato arguito da scienziati e ricercatori non allineati. Lo scopo ultimo della Biogeoingegneria è un generalizzato controllo mentale, da conseguire non solo con l’irradiazione di campi elettromagnetici, ma soprattutto per mezzo di una “colonizzazione” nanotecnologica.

Riportiamo i passaggi cruciali dell’articolo, sorvolando sugli scopi che, non a torto, l’autore ritiene secondari o complementari di questa ciclopica e dispendiosa operazione. Focalizzare l’attenzione, infatti, solo sulla modifica meteorologica e climatica denota una visione parziale, se non angusta del problema. Non solo, un tale approccio alla questione rischia di avallare la Geoingegneria che potremmo definire ufficiale, quella propugnata da alcuni governi ed enti, spacciandola come rimedio contro i “cambiamenti climatici” ed ammessa a livello progettuale e sperimentale. Tra l’altro la dicitura “riscaldamento globale” è stata abbandonata, poiché si è dimostrato che il global warming da CO2 è una colossale fandonia. Nel momento in cui si circoscrive il proprio interesse all’iincidenza delle chemtrails sui fenomeni atmosferici, si è pericolosamente vicini ad ammettere che, di fronte a gravi rischi ambientali (ad esempio, una prolungata siccità comunque provocata deliberatamente dai militari), il ricorso a tecniche di manipolazione dei fenomeni naturali potrebbe non essere così inopportuno. In verità, il sabotaggio del tempo e degli ecosistemi obbedisce, oltre che ad una logica follemente distruttiva, a scopi strategici e di dominio.

20 Commenti a “Scie chimico-biologiche: è già cominciato il controllo mentale per mezzo delle nanostrutture?”

  • Leandro:

    Ma hanno fatto anche Mazzinga nonometrico?

  • Giorgio D.:

    Ha guardare Jhonny Halliday parrebbe di SI’ ! :D :D

  • highlander:

    …c’è un’altra funzione base delle scie chimiche, rendere neutro il pH del terreno per poterlo sterilizzare
    Ed obbligarci tutti agli OGM, come dire, schiavi anche della Monsanto!!

    ….ma cosa dico,scusate, le scie chimiche non esistono! Sono un visionario !

  • massimiliano:

    Cari Leandro e Giorgio vi pagano per fare i spiritosi ? Forse a voi di respirare veleni ed essere controllati non ve ne frega niente, ma probabilmente ai vostri figli si .

    • Leandro:

      tra respirare veleni ,cosa che se vivi in città delle scie chimiche puoi riderci sì sopra quando la concentrazione di polveri sottili di metalli pesanti e schifezze varie grazie per lo più ai motori diesel ecc. ecc. ti ucciderà ben prima, e ritenere che siano in grado di controllare tecnologie del genere quando manco sanno prevedere le reazioni di piccole modifiche OGM ce ne passa, ma tanto.
      Come minimo si autosuiciderebbero, e comunque se siamo arrivati a questo livello, mettiti il cuore in pace, e vivi quel che ti resta, che tanto sprecare energia e attenzione su certi argomenti non ti porta da nessuna parte.

    • Leandro:

      P.S. io non ho i miei figli, non sono così stupido, proprio perchè le mie responsabilità me le prendo e non condanno a questo letamaio nessuna anima, che a causa del libero arbitrio sarebbe costretta ad incarnarsi, non fino a che almeno non realizzo una società decente, oppure mai se ciò non avviene.

      • MaxRaz:

        A me piace leggere e non scrivo quasi mai, ma a volte senti la necessità di DOVERLO fare.
        Ciao Leandro, da quel che ho capito tu tendi a sopravvivere ma non vivi; sei uno zombie!
        La scelta di non aver figli fa capire quanto apprezzi o hai gustato la vita…quasi niente!
        Altrimenti avresti la sana e naturale voglia di trasmetterla.
        Anche noi siamo venuti alla luce in un epoca “buia”, ma siamo felici di esser nati e di stare qua ora a discutere di un miglior destino per i nostri figli.
        Le responsabilità dobbiamo prendercele per rispetto e amore verso chi verrà dopo di noi, altrimenti è solo ipocrisia…è solo un gioco di parole!
        L’inquinamento delle città è NIENTE se rapportato ai danni delle scie chimiche.
        Cerca su internet -Madisonstar Moon-
        http://www.tankerenemy.com/
        http://straker-61.blogspot.it/

        • maxraz, volevo ringraziarti per le rispote date , mi hai tolto le parole di bocca, condivido in toto il tuo pensiero,grazie , hai dato voce anche a me

  • antioppressione88:

    per controllare le menti basta la tv…

    più semplice ed economico delle chemtrails nanospaziali ecc ecc

    p.s. non nego l’esistenza della geo ingegneria e del suo utilizzo sulle nostre teste

    lelamedispadaccinonero.blogspot.it

  • giorgio d.:

    @massimiliano
    sono giunto alla conclusione che se “non ci credi ” le cose non possono funzionare specialmente le nanotecnologie che sono basate su segnali elettromagnetici.
    E’ l’unico antidoto che abbiamo contro il sistema!
    Con le sue armi abbiamo già perso,ma non se ne neghiamo l’esistenza !
    La sua forza è proporzionale alla nostra attenzione nei suoi confronti !
    Prova a pensare che DIO respira attraverso di te (etere),chi è più’ potente ,
    delle ridicole scie chimiche o DIO ?
    Difficile cambiare paradigmi di pensiero , vero ?
    E poi un po di humor non guasta,ti prendi troppo seriamente,cosi’ fai il loro gioco ! : )

  • Acido:

    Per me è un cumulo di sciocchezze:
    Io penso che se si dovesse inserire dei nanobots nel cervello per interfacciarsi nel cervello, a livello del singolo neurone, come si accenna nell’articolo originale, si dovrebbe far spazio per un altro cervello intero, nel cranio.
    Comunque, il cervello è assimilabile a una macchina elettrica. Fra infilare un nanofilo nel cervello, come sonda o come segnale, e… Insomma, credo che non ci sia nessun bisogno di antenne aggiuntive per interfacciarsi col cervello; Se poi questo possa essere fatto a distanza, massivamente e con accuratezza, lo dubito. Forse, non sarebbe nulla di diverso che comunicare con un telefono cellulare. Ma il cellulare è predisposto: parla alla rete, gli dice “Cucu! Ci sono! Sono io!”, ed ha un’antenna lunga un palmo.
    Ho il sospetto che siano ben disponibili tecnologie per influenzare lo stato d’animo delle persone; Per farle stare male, stanche, irrequiente o comunque a disagio. Mi sembra facilmente fattibile.
    Probabilmente (e lavoro un po’ di fantasia) è possibile anche uccidere a distanza, alterando il battito cardiaco e la respirazione. Che razza di antenne e potenze e frequenze servano per questi lavori, non ne ho idea.
    Poi, in realtà, l’umanità è assoggettata, a un’ illusione o a un’altra, da prima dell’inizio della storia.
    Non c’è alcuno bisogno di nanostrutture ingegnerizzate per manipolare le mentalità.
    Fin da prima che il bambino faccia “bubù!” alla madre…err… che la madre faccia “bubù!” al bambino, è già vittima della manipolazione mentale.
    Nelle strutture sociali, tovano spazio, le maggiori, e più subdole, forme di formazione delle mentalità.

    Ma, infine, scusate, ora sono ingorante, è un po’ che sento ne sento parlare, ma che bri*** è una nanostruttura intelligente autoreplicante?
    Per me, è una struttura biologica vivente, in grado quindi di nutrirsi è accrescersi. In grado di conservare la sua struttura in se, e attraverso le generazioni. nutrirsi, sintetizzare elementi. O forse no?
    Per me, nella mia ignoranza, può esistere una di queste cose:
    - Una stuttura vivente microscopica modificata in laboratorio
    - Un roba come un cancro o un cristallo, per come si accresce
    - Altro
    No, scherzo, ma veramente, preferisco credere che si sta parlando di qualcosa di perfettamente alieno, piuttosto che una creazione di laboratorio… dei militari, naturalmente!

    • Paolo Lamperti:

      Gli scopi per cui lo fanno potranno anche essere incoerenti, incredibili, utopici, allarmistici, etc…
      CMQ, lo fanno. Eccome se lo fanno!
      Perchè?
      Perchè SI VEDE.

      • Acido:

        Cumulo di sciocchezze…
        Risalgo i link, e cosa trovo?
        Un sito che mi spiega che certe cose sono possibili, come ampiamente dimostrato dai film di fantascenza;
        Un altro altro rimando, a un sito che interpreta “difficolta espressive” da spezzoni della televisione, come evidente applicazione del BioAPI; Più, altre dimostrazioni e spiegazioni come mostrato dai films.

        Non mi è chiaro, mi dici che fanno, perchè è evidente, cosa? Preparano in laboratorio delle nano macchine, che poi diffondono in atmosfera con le scie chimiche? Le nano macchine entrano poi nel corpo, con la respirazione e l’alimentazione, poi si portano nel cervello dove si agganciano ai neuroni, e lì funzionano da ricetrasmittenti, che convogliano bidirezionalmente pensieri e sentimenti fra una “Centrale Operativa” e l’individuo. è così?

        Se mi dici che le scie chimiche sono evidenti, siamo nell’ovvio. Sono d’accordo.

        Ma tutta quest’altra pappardella posso crederla solo se mi dici che siamo sotto attacco Alieno.
        Uno scenario alla “X-Com: Apocalypse”, dove diventa sempre più arduo capire cosa vogliono sti alieni, fin quando vien chiaro, che tutto quello che importa agli alieni è solo spargere abbastanza “ciucciacervelli” da soggiogare una parte consistente della popolazione.
        In realtà, non mi sembra tanto incredibile questo scenario. Anche se, penso che non abbia da avvenire, necessariamente, su un piano propriamente fisico…

        …No, portate pazienza, ho voglia di chiaccherare…

        In ogni caso, da quel che so, la scienza medica di frontiera, sa ormai, come funziona, in pratica, il cervello, per controllare le parti del corpo. Esiste gia la possibilità di realizzare orecchie bioniche e bracci artificiali, che rispondano ai comandi del cervello. E si conosce come si comparta il cervello in stato di veglia, di riposo, di attenzione, e, senzaltro, si conosce come alterare questi stati, anche se grossolanamente. Dove e come risiedano memorie e pensieri è ancora un gran mistero.

        • Paolo Lamperti:

          Ciao, mi sono espresso male, intendevo dire con “lo fanno” che ci stanno provando, cioè stanno sperimentando l’utilizzo di nanomacchine da spargere nell’ambiente.
          Condivido la tua perplessità nel merito della loro efficacia propositiva.
          Ciò non toglie che questa sperimentazione non voluta o peggio, ignorata dalla popolazione, possa comportare rischi per la stessa.
          Sono d’accordo anche sulla tua osservazione della scarsa attendibilità di efficacia scientifica se questa si basa esclusivamente su films di fantascienza, i quali sappiamo bene fanno parte della propaganda del caos e il conseguente disorientamento che conduce prima o poi all’apatia della gente in merito all’oggetto propagandato. Non sarebbe perciò da sottovalutare a mio avviso il procedimento psicologico ben collaudato, del continuare a gridare inutilmente “al lupo, al lupo”, per portare, poi, gli allarmati ad ignorarlo quando esso arriva davvero. E questa e solo una mia speculazione.
          Non credo sia effettivamente possibile la creazione di “pensiero” elettronico, so per certo invece che esistono procedimenti psichiatrici basati su dolore, droghe ed ipnosi che conducono i malcapitati sottopostivi ad eseguire ordini dopo aver ricevuto comandi appositi mentre vi erano appunto sottoposti e che “grazie” allo stato di oblio indotto mentre li “ricevevano” non possono disobbedire. Quindi ritengo che queste invenzioni di controllo a distanza tramite nanoingegneria ed elettronica, abbiano lo scopo principe di SVIARE dalle aberranti pratiche psichiatriche che già da molto tempo sono in grado di fare (e lo fanno) questo “lavoro”.
          L’errore fondamentale di questi studi si basa sull’assimilazione della mente al cervello.
          Cosa mai provata.

  • Va bè allora visto che i motori diesel e lo smog ci uccideranno comunque , facciamoci anche cagare in testa tanto ormai siamo spacciati! Ma come caxxx ragionate?!

  • @ Giorgio D la penso come te è più potente Dio, e come dice chi fa male a uno di questi miei piccoli è come se lo avesse fatto a me, hai voglia che si vadano a nascondere tanto verranno stanati tutti questi furfanti che cercano in tutti i modi di renderci difficile la vita, ancora più di quello che è un abbraccione a tutti

  • Tante cose sono esagerate, l’uomo non può controllare il microcosmo, non potrà controllare il macrocosmo, è sbagliato pensare che l’uomo può dominare in modo assoluto, può solo indebolire, deprimere, annullare dall’esterno la volontà dell’uomo, ma entrare in un corpo è un lavoro eseguito da circa 6000 anni dai demoni, tutto quello che leggiamo è giusto maneggiarlo con cura, in quanto molti articoli sono scritti da tante persone di credo diverso, a volte anche atei. Perciò tutti gli articoli sono utili, ma nessuno racconta la verità al 100%.

    Tutte le sostanze immense nel cielo e nel cibo servono al potere per disattivare le difese immunitarie negli organismi, aumentare le vendite di medicine, se i servi sono deboli sono inoffensivi. L’obiettivo è stato raggiunto.

  • anna monti:

    Miracolo! Io abito a vicenza e da 15 giorni il cielo è libero da scie. A questo punto è però sicuro che le scie non erano di condensa perchè gli aeri continuano a passare e le condizioni climatiche sono variate ma di scie più nessuna traccia….

  • Ezio:

    Invito diversi commentatori prima di inviare commenti di digitare su “Colossale fandonia” e quindi leggere il relativo articolo riportato su Tanker Ennemy. A livello personale, abito in campagna e percorro da anni diversi sentieri collinari sul mio fidato amico a quattro zampe, uno stallone quarter di nobili origini, e adesso espongo quanto osservo da semplice cittadino. Le piante, e questo me lo confermano anche i semplici contadini non laureati, crescono in modo strano : i rami si allungano velocemente senza aumentare di diametro, nonostante le piogge torrenziali che provocano danni le piante seccano in continuazione, le foglie cadute anziché marcire seccano pure loro, i rovi e le sterpaglie crescono a una velocità incredibile, la frutta non ha più nessun gusto nonostante sia coltivata in modo naturale. Aggiungo ancora una nota :nel recinto in cui vive il mio cavallo la sabbia tre o quattro anni fa si era quasi trasformata in cemento come durezza e l’acqua piovana non veniva assorbita dal terreno , adesso pur non assorbendo l’acqua è diventata scura e simile a una fanghiglia. Non sono un tecnico ma qualche reazione chimica si è verificata sicuramente e questo non in modo naturale, una volta la classica muffa spuntava solo sui posti umidi e all’ombra, adesso spunta sui muri in cemento in pieno sole e noto che il cemento delle varie recinzioni sta cambiando aspetto e si sgretola come sabbia.

    • Paolo Lamperti:

      Confermo quanto tu dici riguardo riguardo la cattiva salute, deperimento e crescita stentata di gran parte del mondo vegetale arboreo che ho modo di osservare. Preciso che ho ricordi del mondo vegetale delle mie zone di almeno 40 anni.
      Confermo inoltre che anche nella mia zona, cioè la lombardia, muschi, funghi ed alghe hanno preso a vegetare indifferentemente dall’esposizione su cui si trovano le varie superfici che rivestono, ed in particolare oltre a ricoprire completamente i tronchi degli alberi arrivano anche sui rami più sottili e distanti da essi.
      Per notare questo grande cambiamento, mi basta pensare a quella specie di assioma che da piccolo ritenevo tale insieme ai miei amici poichè tramandato, il quale dichiarava che se perdi l’orientamento dei punti cardinali al buio o in giornate coperte, non ti resta che guardare i lati del tronco degli alberi per vedere dove cresce il muschio.
      Oggi sembra che sia molto meno affidabile.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia