Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

 Il Senato filippino ha votato nel 1991 una proposta di chiudere tutte le principali basi USA nell’arcipelago. Anche il Giappone prima di Fukushima aveva chiesto agli americani di lasciare le basi in Giappone… Come per Haiti l’esercito USA vuole instaurare nelle Filippine nuove basi militari.

Uragano Haiyan: disastrosa conseguenza di armi meteorologiche? (articolo di Rady Ananda)

http://www.tankerenemy.com/2013/11/uragano-haiyan-disastrosa-conseguenza.html

L’uragano che ha recentemente devastato le Filippine, mietendo migliaia di vittime (sit eis terra levis), è stato il risultato di armi a microonde che hanno creato le condizioni adatte a potenziare una tempesta tropicale? Lo sostengono alcuni ricercatori, basandosi su una documentazione imponente e sull’analisi delle satellitari e dei radar Doppler che evidenziano zone irradiate esattamente il giorno prima che l’uragano Haiyan assumesse una forza inaudita. La fonte era in corrispondenza di una postazione radar statunitense.Quando l’esperto Michael Janitch (alias Dutchsinse) ha caricato un video in cui dimostra che degli impulsi a microonde hanno preceduto la formazione dell’uragano Yolanda-Haiyan, il micidiale tifone che ha colpito le Filippine, molti abitanti dell’arcipelago hanno inviato il documento alle redazioni dei media nazionali per chiedere spiegazioni.

Il Gotha scientifico filippino, sotto l’egida del Dottor Alfredo Mahar Francisco A. Lagmay, ha negato che le onde elettromagnetiche possano influire sul tempo o causare terremoti. Langmay ha mentito: non solo alcune frequenze elettrodinamiche possono determinare sommovimenti tellurici,, ma gli scienziati ed i militari hanno imparato come usare questi campi elettromagnetici per conseguire nefandi scopi. Dalla metà degli anni ‘90 del XX secolo, con la creazione di H.A.A.R.P. e di altri riscaldatori ionosferici, questa tecnologia è stata sviluppata e distribuita un po’ in tutto il mondo. Gli impianti H.A.A.R.P. manipolano la ionosfera con onde radio dirette che possono interferire con le telecomunicazioni, dirigere ed intensificare le tormente, far saltare gli equilibri tettonici delle faglie. Esistono più di venti stazioni H.A.A.R.P. in tutto il pianeta: esse sono in grado di interagire con la ionosfera. Se questa tecnologia non funzionasse, i governi avrebbero costruito tutti questi impianti? Le installazioni sono ubicate in molti stati ed in ogni continente: a Boulder, Colorado (Stati Uniti d’America); Juliusruh, Germania; Pruhonice, Repubblica ceca; Akita, Giappone; Vasilsursk, Russia, ma pure in Australia, Italia, Norvegia…

Il giorno 11 novembre 2013 la testata “International Business Times” ha scritto: “Sono emersi dati secondo cui l’uragano di categoria 5 che si è abbattuto sulle Filippine, uno dei più forti cicloni mai rilevati, è stato causato da un impulso di microonde. Infatti un’anomalia di microonde è stata osservata nel Pacifico occidentale”. Tempeste tropicali provocate dalle microonde erano state precedentemente discusse dal fisico nipponico Michio Kaku, ad esempio in alcuni programmi trasmessi dalla C.N.N.

Le immagini satellitari hanno mostrato una “heavy rotation”, una forte rotazione che ha cominciato a svilupparsi nei pressi della Papua – Nuova Guinea, fino a generare una gigantesca tempesta tropicale. Il rapporto afferma che la rotazione si è creata nell’arco di 24 ore, dopo che era stata rilevata l’emissione di microonde. [...]

Lagmay ha affermato che le microonde non possono generare sismi. [1] Non tutti, però, sono d’accordo: il Dottor Brooks Agnew, un fisico esperto nel tema delle prospezioni geologiche atte alla ricerca di giacimenti di idrocarburi, spiega che le E.L.F. hanno proprio gli esiti di quelle sprigionate da un sub-woofer dell’impianto audio in un’auto: si possono effettivamente percepire le vibrazioni attraverso il corpo. Le onde E.L.F. fanno vibrare la litosfera e, alle frequenze di risonanza giuste, possono avere effetti devastanti. ” Il Dottor Agnew aggiunge: “Certe pre-condizioni sono già presenti nel suolo: tutto quello che serve è un’opportuna attivazione per ottenere il desiderato rilascio di energia”. [...]

La Geologia e la Fisica riconoscono che le onde (vibrazioni) possono provocare terremoti ed altre calamità. Poco importa che i negazionisti si ostinino a tentare di nascondere le evidenze ed usino la magistratura per indurre al silenzio le voci fuori dla coro.

[1] I disinformatori sostengono che le alte frequenze dei sistemi H.A.A.R.P. non provocano gli effetti delle onde a bassa frequenza, ma, come ha dimostrato tra gli altri il Professor Alessio Di Benedetto, i riscaldatori ionosferici inviano in rapida successione due fasci di alta frequenza. Uno dei due ha, però, frequenza un po’ maggiore: ne risulta uno scarto così che il fascio riverberato sulla Terra, vi ritorna come E.L.F.

Articolo correlato: C. Penna, L’uragano nelle Filippine: problema, reazione, soluzione, 2013

Fonte: Dutchsinse video prompts Filipino scientist to deny geophysics and HAARP technology

Sponsorizza questo ed altri articoli su Facebook. Contribuisci ora!

Gli USA hanno causato il tifone nelle Filippine per imporre nuove basi militari nell’area.

Il 5 novembre 2013, è stato riferito chegli Stati Uniti e le Filippine sono in totale disaccordo sul desiderio degli Stati Uniti di avere un numero molto maggiore di presenza militare nelle Filippine.

Fonte: http://terrarealtime.blogspot.it/2013/11/gli-usa-hanno-causato-il-tifone-nelle.html

 

Nel mese di ottobre 2013, il Segretario di Stato americano John Kerry ha cancellato una visita nelle Filippine.

 

 

Gli Stati Uniti vogliono accesso alle basi militari filippine e vogliono portare aerei, navi ed altre attrezzature nelle Filippine.

 

Il segretario alla Difesa Filippine, Voltaire Gazmin, ha detto che vi è una disputa sul fatto che siano le Filippine o gli Stati Uniti a controllare queste basi. 
Gazmin ha detto: “Che cosa accadrebbe se non avessimo accesso a quelle basi ? Quelle basi militari sembrerebbero solo loro.” Il Senato filippino ha votato nel 1991 una proposta di chiudere tutte le principali basi USA nell’arcipelago. 
Un patto ratificato nel 1999 concede le visite temporanee militari come esercitazioni congiunte. 

Come conseguenza del tifone di novembre, gli Stati Uniti stanno inviando nelle filippine un sacco di uomini e mezzi militari. 

Le Filippine potrebbero essere spinte, sotto pressione, a lasciare l’esercito americano sul territorio nazionale, anche dopo il disastro.Un meteorologo conosciuto come ‘Dutchsinse’ ha legato il tifone nelle Filippine a impulsi di microonde artificiali provenienti da una base americana nel Pacifico.

Articolo precedente: http://fractionsofreality.blogspot.it/2013/11/il-tifone-delle-filippine-e-stato.html

 

3 Commenti a “Uragano Haiyan: disastrosa conseguenza di armi meteorologiche?”

  • Ezio:

    Sarà un caso ma anche in Sardegna ci sono molte basi militari americane e la “pioggia” di lunedì ha provocato un immane disastro : è un avvertimento o una punizione per i cittadini sardi che hanno le scatole piene di queste basi per le loro nefaste conseguenze sulla salute dei residenti e animali da allevamento ?

  • Sara:

    Mi chiedevo proprio come mai gli USA avessero scatenato il tifone contro le Filippine, e ora ho la risposta. Il 5 novembre negano il consenso alle basi, l’8 arriva il tifone. L’Impero del Male ha colpito ancora.

  • WBM:

    Maledetti USA, li odio a morte, devono comandare a casa di tutti, perché per loro essere amici vuol dire essere sottomessi: è la concezione degli ebrei che si autodefiniscono “razza eletta” trasposta all’imperialismo USA, non a caso comandati politicamente e finanziariamente da Israele.

    Se solo “osi” alzare la testa rispetto al loro potere, la conseguenza è subire le loro nefandezze, e venir calpestata la propria dignità di popolo e di stato sovranità. Maledetti USA = Maledetti ebrei!

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE