Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

IRAN: TERREMOTO DI GUERRA U.S.A.

Comunicato ISTITUTO NAZIONALE GEOFISICA E VULCANOLOGIA


Un terremoto di magnitudo(MB) 5.6 è avvenuto alle ore 14:51:37 italiane del giorno 28/Nov/2013 (13:51:37 28/Nov/2013 – UTC).
Il terremoto è avvenuto nel distretto sismico: Southern Iran.

Dati evento


Event-ID 8230941110
Magnitudo(MB) 5.6
Data-Ora 28/11/2013 alle 14:51:37 (italiane)
28/11/2013 alle 13:51:37 (UTC)
Coordinate 29.49°N, 51.41°E
Profondità 10 km (fissata)
Distretto sismico Southern Iran

22:48 28 NOV 2013

Sarà un caso o cos’è? ndr

(AGI) – Teheran, 28 nov. – E’ salito ad almeno 8 morti e 190 feriti il bilancio del terremoto di magnitudo 5,7 che ha colpito le coste del Golfo Persico in Iran, nelle vicinanze della centrale nucleare di Bushehr, inaugurata lo scorso anno.
Alla centrale non sono state registrati problemi o perdite, hanno riferito le autorita’ locali. L’epicentro e’ stato localizzato d Borazjan, a 60 km dall’impianto.
Il sisma, riferiscono i media locali, ha distrutto quasi 250 case ed abbattuto alcuni piloni per il trasporto dell’energia elettrica.
L’Iran si trova su una delle zone piu’ sismiche del globo.
Ad aprile un sisma di magnituo 7,8 uccise 40 persone al confine con il Pakistan. Ma a dicembre del 2003 un terremoto distruttivo, devasto’ la citta’ di Bam uccidendo 26.000 persone e rase al suolo il grosso dell’antica cittadella.

 

11 Commenti a “Iran: terremoto vicino centrale nucleare Bushehr, i morti sono otto”

  • rudolf27:

    La domanda in incipit è ovviamente retorica e tragica, nella sua brevità.
    No, non è e non può essere un caso, per una miriade di motivi, tra cui quello che gli Iraniani non sono certo così stupidi da fare una centrale che costa loro lacrime e sangue per farsela devastare da un prevedibilissimo sisma. Ma la cosa che taglia la famosa testa al toro è che la guerra ambientale totale è una realtà da tempo e viene utilizzata costantemente dalla “potenza” morente. Solo che prima di schiattare come ben merita, massacrerà a più non posso. Siatene consci!

  • Gianluca:

    “Sarà un caso o cos’è?”, niente, è solo che..”L’Iran si trova su una delle zone piu’ sismiche del globo”.
    Vi fate una domanda e vi date una risposta, tutto da soli!!
    Per favore dai.

  • Sara:

    E questo non è il primo terremoto nella zona di Bushehr, ovvia “coincidenza”…

  • tonipos:

    Profondità tra 5 e 18 km.
    Questa è l’impronta e la conferma dell’artificiosità.

  • tonipos:

    La profondità è tra 5 e 18 km.
    Questa è l’impronta e la conferma dell’artificiosità.

  • La Dottoressa Bertell ci dice nell’articolo qui sotto esposto che: “HAARP e ELF sono alcune delle ‘installazioni militari di straordinaria potenza e potenzialmente interattive che stanno crescendo a catena, che utilizzano vari tipi di campi e lunghezze d’onda elettromagnetiche, ciascuna con una capacità diversa di incidere la terra o la sua atmosfera’.

    Pianeta Terra: L’Ultima Arma da Guerra

  • giovanni:

    Daccordo. La profondità intorno o a 1okm si ripresenta misteriosamente in molti sismi sospetti. Ora però con un po di onestà dove sono le prove che i due sismi sono artificiali? In fondo parliamo di zone sismiche quindi il tutto è in piena media statistica.

  • vale:

    @Gianluca
    Ma sì stai tranquillo è tutto normale.

  • Orazio:

    Allora abbiamo un evento “naturale” che sa un po di falso.
    Per carità, le prove se ci sono verranno fuori dopo, non c’ertamente adesso…
    Curioso che proprio li, vicino a questa centrale nucleare vi sia un sisma di magnitudo 5.6, con una profondità di 10Km… mi ricorda tanto un certo dispositivo HAARP.
    Non trovate?

    • Sembrerebbe che Haarp (non è sinonimo di centrale di Gakona in Alaska) con tutte le numerose centrali di riscaldamento ionosferiche che sfruttano questa tecnologia distribuite in ogni parte del globo, possa causare sommovimenti tellurici efficacemente sulle aree già soggette geograficamente a sismicità per instabilità potenziale, anche di origine artificiale nelle zone di estrazione di idrocarburi.
      La firma dei 10km è ormai nota, e non è falsificabile.
      Vogliamo dire che non è una prova? Ok, diciamo che è però un enorme indizio.
      E un indizio provato, vale più di una prova inventata.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE