Cerca 

FreePC

 

Trovaci su Facebook

 

PAOLO MALEDDU

 

Enneagramma Biologico

 

SCIE CHIMICHE

 

Gianni Lannes

 

SCIOPERO FORCONI: SIULP, plauso colleghi monito a politica e “palazzi”
Redazione | 10-12-2013 Categoria: Mondialismo Stampa




Dichiarazione del Segretario Generale Felice Romano

Quanto accaduto a Torino, a Genova e in tutte le altre città, nonostante i soliti delinquenti professionisti del disordine che hanno dato sfogo alla loro indole criminale e violenta, senza però riuscire a separare il “Paese” (cittadini e poliziotti), merita un plauso a tutti quei colleghi di tutte le forze di polizia che oggi, in modo professionale e coraggiosamente hanno detto simbolicamente basta alla lontananza della politica governativa e dei palazzi del potere rispetto ai danni che stanno producendo contro le famiglie e i lavoratori di questo paese.

Togliersi il casco in segno di manifesta solidarietà e totale condivisione delle ragioni a base della protesta odierna di tutti i cittadini che hanno voluto gridare basta allo sfruttamento e al soffocamento dei lavoratori e delle famiglie italiane, è un atto che per quanto simbolico dimostra però che la misura è colma e che i palazzi, gli apparati, e la stessa politica ormai sono lontani dai problemi reali dei cittadini e troppo indaffarati ai giochi di potere per la propria sopravvivenza e conservazione della casta.

Ecco perché il governo in primis e il ministro Alfano a seguire, bene farebbero al ascoltare il Sindacato e prima ancora i cittadini di questo Paese; giacchè la misura e colma e se non si inverte questa tendenza a chiedere sempre e maggiori sacrifici in cambio di nulla, a maggior ragione quando non si da il buon esempio cominciando a rinunciare i propri privilegi che sono tanti, anzi troppi, si ricordino il passaggio biblico nel quale si afferma: “terribile sarà l’ira degli onesti”.

Lo afferma Felice Romano, Segretario Generale del SIULP in una nota nella quale, nel commentare le straordinarie immagini in cui gli appartenenti alle forze di polizia si sono tolti il casco in segno di condivisione e rispetto delle ragioni della protesta, senza per questo rinunciare o abdicare al proprio dovere di garantire la sicurezza pubblica e di fermare i violenti, sottolinea come questo epilogo fosse scontato rispetto al grido di allarme che il SIULP, a nome dei poliziotti, sta lanciando da tempo e che il governo continua a non raccogliere.

Speriamo che questo segnale sia da monito ai palazzi del potere, alle caste, al governo ma anche a tutti i violenti e i professionisti del disordine.

Questa volta nessuno riuscirà a separare il “Paese” sano costituito dai lavoratori, dalle famiglie e dai servitori dello Stato, come accaduto negli anni di piombo. Che il governo ne tragga le dovute e necessarie conseguenze.

Il SIULP sarà a fianco e con questi colleghi per dire basta allo sfruttamento e al maltrattamento dei poliziotti e dei cittadini, per dire ascoltate la voce del popolo.

 


Per inserire un commento è necessario creare un account Registrati


Commenti (10)

Scritto da Valentino
12-12-2013 20:12

MI scuso per il ritardo con cui rispondo ; eurogendfor ( gendarmeria europea ) e' praticamente dotata di poteri illimitati , nel trattatato di Lisbona e' inoltre prevista la pena di morte per motivi di ordine pubblico , ora considerato il fatto che l'Italia conta circa 60 milioni di abitanti qualora fossero introdotte misure "stile Grecia" la vedo dura mantenere l'ordine pubblico , inoltre da un punto di vista finanziario un eventuale fallimento conclamato italiano potrebbe portare al crollo dell'euro e della tirannide europea meglio dunque accampare come scusa, per un nostro commissariamento, "motivi di ordine pubblico" . Colpirne 1 per educarne 100 . Ora resta da vedere se le "novita' draconiane" a cui vogliono sottoporci saranno la causa o la conseguenza di probabili tumulti. Anch'io penso che le nostra polizia abbia ricevuto l'ordine di alleggerire la tensione con i manifestanti in modo che la protesta si protragga e si allarghi fino al limite dell'ingestibilita' . Naturalmente spero di sbagliare nelle mie valutazioni. Mala tempora currunt sed peiora parantur!!!

Scritto da antioppressione88
12-12-2013 01:12

non illudetevi, se i militari fossero dalla nostra e non dalla loro non ci troveremmo in questa situazione... militari di truppa che si tolgono il casco non rappresentano affatto il pensiero dei piani alti una rondine non fa primavera... suvvia non fate i bambini che si illudono un Natale pieno di regali fantastici e poi si beccano il maglione marrone di lana pulciosa regalato dalla nonna ( a me è successo e fu uno dei peggiori regali di Natale da me ricevuti) lelamedispadaccinonero.blogspot.it

Scritto da max
11-12-2013 20:12

Caro valentino il numero dei cd. Gendarmi europei (penso tu ti riferisca a eurogendfor) non potrá mai superare numericamente gli appartamenti alle varie forze di polizia ormai esausti Nche loro....."ce la sucano"!!!

Scritto da gastone
11-12-2013 19:12

propaganda..intelligente ..subdola.

Scritto da Andrea Di Gennaro (arimanno74)
11-12-2013 16:12

Valentino tu tocchi corde che mi fanno "risuonare". Non ci vedo nulla di normale in quello che sta capitando. Mi sembra di vivere nel paese delle fiabe da qualche giorno a questa parte.

Scritto da Rudolf05
11-12-2013 16:12

Fermo restando che in caso di intervento della cosiddetta gendarmeria europea, qualunque forma di resistenza è giuridicamente legittimo e moralmente sacrosanto, rimane il fatto che il gesto delle Forze dell'Ordine ha una grande importanza. Ma sperare che i "militari" della colonia Italyia possano non dico prender il potere (anatema!!) ma operare da Militari Italiani (deontologicamente ed eticamente) è chiedere troppo. Non certo per colpa loro, ma le FF.AA sono uno strumento nelle mani NATO, sono le truppe cammellate della globalizzazione. Esistono certamente delle validissime eccezioni davanti a cui mi levo tanto di cappello, ma appunto, sono eccezioni. Oggi, l'arruolamento, la formazione, il lavaggio cerebrale dei corpi armati garantisce l'abusivo "datore di lavoro". Fatevi una domanda: quando e perchè è stata eliminata la Leva (esercito popolare) e abolito il fondamentale Complemento tra gli Ufficiali?

Scritto da NEO
11-12-2013 13:12

Ma secondo voi perchè è stata creata la polizia europea?? Un poliziotto tedesco non avrebbe nessun problema a manganellare (ed altro) un cittadino italiano-greco-spagnolo..... un poliziotto dello stesso stato, invece potrebbe anche non volerlo fare. Allora sti bastardi si sono attrezzati... Divide et impera...

Scritto da Valentino
11-12-2013 10:12

Secondo me , sentite anche le odierne dichiarazioni di Letta al Parlamento per la fiducia , i nostri governanti stanno tramando il commissariamento dell'Italia da parte europea per motivi di ordine pubblico . L'europa (minuscolo voluto) potra' in tal modo dispiegare ufficialmente la gendarmeria europea per riportare l'ordine nel nostro Paese cio' servira' da monito a tutti gli oppositori dell'usurocrazia . Un bell'esperimento!!!

Scritto da mimmo
11-12-2013 10:12

la disobbedienza in ambito militare e/o paramilitare(la polizia) non é cosa da realizzare senza conseguenze anche gravi. Per me quei ragazzi che si sono levati il casco hanno obbedito ad un ordine preciso. Poi, ho letto... da qualche parte...un incoraggiamento ad i comandanti delle diverse Armi di prendere coscienza di una situazione insostenibile per il popolo che "sarebbe" dalla loro parte se...mmmh un fatto é certo che, personalmente, l'idea che i "militari" prendano il potere non mi dispiacerebbe, dopo aver visto la "solidarietá" mostrata dagli agenti...salvo considerare che mi hanno indotto tale stato emotivo con artificiositá.

Scritto da pasquale
11-12-2013 01:12

Provabilmente non tengono piu a loro per il fatto che verranno sostituiti dalla polizia Europea

Area Utente

 

COOKIE

 

ULTIMI COMMENTI

 

Brainup

 

ENZO RAFFAELE

 

Pubblicità

 

 

ARTICOLI NICOLETTA FORCHERI