Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Ci uniamo al direttore di Rinascita  nella sconsolante analisi!

di: Ugo Gaudenzi
direttore@rinascita.net

Una messe di dichiarazioni “buoniste”, Boldrini permettendo, ha concluso il disastroso 2013. L’unico diversivo, il controcanto di Beppe Grillo all’ipocrita messaggio di fine anno dell’ospite del Quirinale.
Un caleidoscopio di ovvietà, previsioni menzognere, falsi messaggi augurali, dati stiracchiati in lungo, in largo, sotto e sopra, benedizioni ee luoghi comuni è stato servito in tutte le salse dai disinforma tori stampa e radio-tv, velinari dei vari poteri.
Il papa ha chiesto maggiore accoglienza per gli immigrati.
Così pure il deputato marocchino del pd Khalid Chaouki, dopo le sue trasferte a Lampedusa e a Roma e dopo la sua dichiarata volontà di far tacere – mettendo fuorilegge – i cosiddetti “razzisti” di “Forza Nuova”.
Sul fronte diritto umanista dei diversi, tra l’altro, è ormai sceso in campo anche il redivivo Marrazzo con tanto di trasmissione in appalto in tv.
E così anche quasi tutti gli altri, da Napolitano, Boldrini e Kyenge in giù, fino all’ultimo rivoluzionario al caviale in un crescendo corale sui “diritti umani” calpestati dal razzismo degli italiani.
Che poi il Vaticano e tutti costoro possano dare l’esempio aprendo le porte dei loro vuoti palazzi, delle vuote seconde case, delle vuote chiese, dei conventi vuoti , delle sedi e dei circoli deserti ma da loro ottenuti per divina o laica concessione, è un’ipotesi dell’irrealtà. Che i vituperati centri di accoglienza dichiarati lager siano un frutto della legge Turco-Napolitano viene rimosso. E viene taciuto anche che le proteste delle “bocche cucite” hanno riguardato, toh, clandestini che magari 24 ore dopo dovevano essere rimpatriati. O che i servizi indecenti dei “kapò con gli idranti” o degli altri appaltatori dei “diritti umani” sono gestiti da enti/cooperative “amici” del potere, clericali, rossi o rosa.
A pagare per tale razzismo, con qualche tassa in più, magari, deve essere il popolo bue, la casta gode l’immunità.
E loro? Continuano a predicare male e razzolare peggio.

Immigrazione selvaggia a parte, altre mille sono state le esternazioni del Buonismo di Regime.
Una decina di milioni di italiani hanno avuto problemi di sussistenza? Non cale.
L’importante è dare spazio, reportages su reportages, alla terribile storia di connazionali andati ad adottare un figlio in Congo, ma trattenuti qualche giorno in più per delle naturali verifiche delle locali autorità, oppure al ritorno e fuga della Shalabayeva, la perseguitata kazaka.
Meno male che almeno quest’anno ci hanno risparmiato altre chicche di propaganda a senso unico come quelle sulle “condizioni della donna in Iran” (e cioè di una condannata a morte per uxoricidio e comunque con pena non eseguita). Probabilmente c’è un ordine di pausa da Washington per non turbare il lavorio diplomatico in corso con Teheran e Damasco.
D’altra parte gli italiani hanno potuto contare su una potente iniezione pubblicitaria sul cosiddetto “femminicidio” (più grave di un omicidio, secondo il Nuovo Diritti Italico) e soprattutto sulla ferma legiferazione su stalking, molestie e così via. Ormai chi corteggia pesantemente il sesso ex debole richia di restare in carcere vari annetti in più di un omicida. Killer che possono godere anche di “permessi speciali” per buona condotta, uscire di prigione, fare il loro comodo, o, come accaduto, evadere.
E sui suicidi per mancanza di lavoro, per tasse e balzelli usurai e di Stato, e sulla disoccupazione, e sulla crisi economica, e sulla fine dei servizi sociali pubblici, e sulla svendita, ai privati e ai “fondi” finanziari, delle maggiori e più ricche aziende a partecipazione statale (e cioè di tutti i cittadini) e sull’aumento dei fallimenti, sui tagli alle pensioni?
Una raffica di buone notizie. Secondo il governo “Alfetta” e i suoi sponsor burocratici da Barroso a Draghi, le tasse sono state abbassate, il “Paese sta uscendo dalla crisi”, il 2014 sarà migliore, e via cantando.
Messaggi calmieratori in un contorno di voci ottimiste contrappuntate da dati pessimisti. La cgia di Mestre dichiara che il peggio è passato? La Bce pure? Peccato che Confindustria o le agenzie di rating o il Censis dica il contrario.
Mentitori, imbonitori, pagliacci.
Dobbiamo mandarli tutti a casa.

- See more at: http://rinascita.eu/index.php?action=news&id=22837#sthash.kMjI2kzF.dpuf

21 Commenti a “IMBONITORI E PAGLIACCI – TUTTI A CASA!”

  • durga:

    Sono d’accordo, eccetto che sulla necessita’ di migliorare la legislazione sullo stalking (di cui in genere sono vittime donne, ma possono esserlo anche uomini); mi sembra che finora fosse molto carente. La cosa piu’ grave pero’ e’ l’atteggiamento di questo Papa, evidentemente al servizio di poteri sovranazionali sempre piu’ decisi a distruggere gli Stati e le societa’ europee. Inoltre, giustificando e anzi auspicando un’immigrazione che ormai diventa un’invasione va direttamente contro il Cristianesimo, poiche’ pone le basi per futuri delitti, scontri interetnici eccetera. Sembra anche condannare il cittadino che voglia difendere la legalita’ e il proprio Paese, mente nei Vangeli non si esclude l’autorita’ dello Stato “Date a Dio quel che e’ di Dio e a Cesare quel che e’ di Cesare”.

  • laurama:

    Sono tutti personaggi che rappresentano il vecchio e il marcio di una recita che ormai annoia/disgusta, non “hanno occhi per vedere” e non hanno niente da dare….

  • highlander:

    Si, tutto vero, ma tanto per essere pragmatici e non parlare solo di fumo,
    come li mandiamo a casa ? …o meglio in galera ?

    Con le elezioni ? (…LOL , non credo proprio)
    Rivoluzione armata ? (…persa in partenza, vedi movimento forconi)
    Rivoluzione fiscale ? (lo sciopero fiscale sarebbe la via più logica, basterebbe 1/3 della nazione) ma chi la fa e come organizzarla ?

    …oppure facciamo come l’Alto Adige che con un pò di terrorismo, mettendo fuori uso qualche traliccio portante di energia elettrica e qualche bombetta qua e là, ha ottenuto pur sempre la sua preziosa e redditizia autonomia ?

    Pensiamoci bene e se qualcuno ha qualche idea seria ce lo faccia sapere perchè ormai il tempo sta scadendo e le parole non bastano più !

    BUON 2014 A TUTTI DI CUORE ! :-)

    • Gozer:

      Credo che le persone perbene hanno un’unica soluzione: emigrare e lasciarli soli a questi delinquenti della politica e rispettiva corte dei miracoli che li supporta. Io l’ho fatto, credo che in italia sarà sempre peggio, faranno carne di porco e come nei maiali nn butteranno via nulla, vi spolperanno fino all’osso, tipo prelievo forzoso.

      • Sara:

        Lasciare l’Italia è, oltre che doloroso per chi ama il suo paese, e non fattibile per molti, solo un evadere momentaneamente il problema. Il “politically correct” dell’usurocrazia ha infettato tutto il cosiddetto “mondo occidentale” e oltre. Magari il problema fossero solo le tasse.

    • tutti i tuoi punti interrogativi sono spietate e lucidissime analisi della nostra impotenza a 360 gradi. L’unica classe che potrebbe e dovrebbe ora produrre un movimento “rivoluzionario” sarebbe la piccola borghesia. Ma tu ce la vedi? Ce li vedi i nostri piccoli imprenditori, gli artigiani nostri, i “quadri” piccoli e medi delle professioni intellettuali, i pensionati milleuristi… trasformarsi in sanculotti? Io no.

      • durga:

        Nessun cambiamento rivoluzionario e’ stato fatto da TUTTO il popolo. Si potrebbe incominciare a sostenere i movimenti (di sinistra o di destra) che sono piu’ contrari allo status quo e all’Europa antidemocratica. Sono piccoli, ma sempre meglio del M5S, che serve solo a convogliare il voto di protesta senza serie conseguenze.

        • non indovino a quali movimenti in concreto tu alluda….però questi piccoli movimenti, di sinistra o destra che siano, dovrebbero radicare in una BASE SOCIALE un po’ meno piccola di loro. Sennò…non è che mi esaltino carbonerie studentesche o clan di esaltati…. ..
          -oh dio, io penso che la base sociale di una diffusa sanculotteria esista eccome, però sono membra disperse, che mancano di testa. …
          -E’ facile dire “tutti a casa”! però bisogna anche dire chi ci mettiamo al posto dei “tutti” di prima: nessun altro? altri diversi ma in egual numero? scelti come? dalle elezioni?.. ma sarebbe il solito flop! Oppure un comitato di saggi? E chi lo nomina? O un direttorio rivoluzionario? ma ci vuol prima la rivoluzione… O resuscitiamo un duce (di destra o di sinistra o come ti pare), con una marcetta su Roma?…
          -Ecco perché il “tutti a casa” del 5s mi sembra una bufala: loro per primi sanno benissimo che è una velleità (1), ma se ne servono come slogan elettorale per succhiar voti ai PD + e – L. Naturalmente con le elezioni la finirà a pari e patta, e i mandati a casa dalla porta torneranno dalla finestra – Dopodiché tu ed io ci ritroveremo a dirci le stesse cose.
          A te e a tutti il lettori di SL auguri di Buon Anno.
          (1) l’unico che han mandato a casa è il Nano, perché CONSORZIATI con gli organolettici !!!!

    • leo:

      Concordo. I bla bla non servono piú a nulla. Occorrono fatti. Eliminare coloro che ci stanno uccidendo é un diritto sacrosanto. Sono in attesa dell´assasinio del primo criminale politico.
      Anche perché l` eliminazione di tutti gli altri seguirá a ruota. Ogni alternativa é pura utopia.

  • Mandarli a casa… una parola! Chi li manda a casa? Nemmeno le sentenze dei giudici li schiodano dai loro scanni. Nemmeno eventuali elezioni, che produrrebbero il solito flop.
    Immigrazione. Lo riscrivo per l’ennesima volta: questo paese non può aver alcun orgoglio né nazionale né laico in quanto da secoli è un paese preto-leso. Gli unici partiti politici che abbia mai prodotto sono i surrogati di due chiese: quella bianco-gialla e quella rossa. Quanto a sto papa, lascio ai papa-boys le eventuali valutazioni delle sue novità dottrinarie: a me dà l’impressione di un super-agente del mondialismo. I suoi predecessori di duemila anni fa fiaccarono i cives romani agitando la stessa caritas globalista, e l’Impero fu sommerso dai barbari avviandosi all’abbrutimento dei secoli bui. Quel che capiterà a noi. D’altronde potere dei preti e globalismo sono intrinseci.
    Quanto a Grillo, non mi è chiara la sua posizione sugli immigrati. Ho l’impressione che costruisca la sua linea politica secondo gli umori giornalieri del suo auditel.
    Quanto alle tematiche sessuologiche (femminicidio, gay ecc..) vi rimando al sito di David Duke e capirete qual è il focolaio ideologico, tanto per cominciare, della pedofilia..
    Quanto a sto non-popolo, buon panettone a tutti, finché ce n’è… Facendo i pacioni e i buonisti se magna in pace, e se guarda svaccati er futbo.

    • Sara:

      A proposito di “secoli bui”, teniamo presente che tali definizioni riflettono soprattutto ciò che era buio per gli usurai. Il potere dei re e la fedeltà connessa con il sistema feudale non creavano certo un bell’ambiente per loro. Sarà un caso che è stato definito “rinascimento” proprio il periodo in cui si sono affermate le prime famiglie bancarie?
      Ci descrivono il medioevo come un periodo oscuro, arretrato, pericoloso, allo stesso identico modo in cui ci parlano di Assad, Putin, o la Corea del Nord. Pura propaganda di regime.

  • William:

    Con la speranza che tutti , redazione e lettori di SL, abbiate trascorso serene feste natalizie , colgo l’occasione per augurare un 2014 in continuità con lo stile del sito , di ricerca della verità o perlomeno di versioni diverse delle verità ufficiali ma soprattutto di scoprire e dare consapevolezza , utile per il miglioramento individuale , premessa indispensabile per un cambiamento collettivo.
    Agli imbonitori e pagliacci posso augurare una sola cosa : ritrovare la dignità , e per dignità intendo vivere una vita vera in coerenza col proprio essere e le proprie idee … se il popolo che loro indegnamente rappresentano non ha più fiducia e non crede più a quanto dicono è proprio per questo motivo : solo chi parla col cuore riesce a farsi comprendere e ottenere la fiducia di chi ascolta , a differenza di chi ha venduto le proprie idee e parla per conto di altri.

  • vincenzo grippa:

    Non dite eresie! e vero le tasse sono diminuite, ma non per tutti.
    Infatti io disoccupato INPS fino al mese di Settembre percepivo € 820 mensile, ma essendo io popolino bue hanno pensato bene che. dal mese di ottobre il mio reddito fosse troppo elevato.
    Infatti a Novembre ho ricevuto lo stipendio di 780€ ma non finisce qui a dicembre ho ricevuto non €780 ho 820 ma bensì ben 720€
    VIVA TUTTI QUESTI BASTARDI CHE SANNO COME FAR VIVERE MOLTO BENE NOI ITALIANI

  • tonin:

    Mò che haiscoperto la merica dicce come ciarrivà!

  • illupodeicieli:

    Se anche dovessero o potessero pagare qualcosa quelli della “casta” politica, verrebbe in ogni caso pagata dai cittadini: non sono, loro, per dirla come si deve “persone che operano in regime di concorrenza”, non devono spaccarsi la schiena o scervellarsi e adattarsi a situazioni difficili, per portare a casa uno stipendio. Così mentre chi si trova a dover pagare tasse e imposte o anche multe, ed è un cittadino normale, cioè che vive in difficoltà, deve lavorare di più, incassare di più, o farsi prestare del denaro, per poter fronteggiare i pagamenti “di utenze o cartelle varie”, per altri il problema non c’è. E ciò vale anche per i cosidetti migranti che hanno, da parte delle autorità civili e religiose, numerosi e consistenti aiuti che, a tutti gli altri sono negati, con fermezza e a volte con garbo, ma negati.

  • NEO:

    @ Highlander: rivoluzione armata???? Forconi???? Scusa, ma dimmi x favore cosa hanno in comune queste 2 parole?
    L’italiano medio e’ troppo “onesto” x imbracciare le vere armi e provare a cambiare qualcosa.
    Siccome il confine tra essere coglione, ed onesto e’ quasi invisibile, io preferisco essere disonesto e magari anche criminale….
    Voi scegliete in fretta da che parte stare..

  • WBM:

    Il 2014 sarà peggio di quello appena passato, altro che chiacchiere. Ogni giorno che passa assistiamo all’annientamento di una Nazione, sotto tutti i punti di vista, sociale, economico, morale e democratico: sì democratico perché in Italia la vera democrazia non esiste, e questo buonismo di regime che impone a noi l’immigrazione selvaggia e incontrollata dall’Africa ne é una dimostrazione.

    Il caso di Chaouki che chiede di far sciogliere Forza Nuova perché ostile all’immigrazione, dimostra come un eventuale leggiferazione dello ius soli sarebbe devastante per il nostro paese. Costui é un naturalizzato, ma nel modo di agire e nel modo di fare É UN MAROCCHINO A TUTTI GLI EFFETTI, perché anche se é cresciuto e ha “studiato” in Italia, l’educazione a casa gliela hanno impartita i suoi genitori marocchini, e quindi mentalmente e culturalmente é tale e quale ai suoi compatrioti rimasti in Marocco, paese dove vige una monarchia assoluta nel quale la libertà di pensiero e di opinione sono bandite.

    Chaouki deve ringraziare la legge elettorale porcellum che non prevede le preferenze, se é diventato deputato, perché in caso contrario non lo avrebbe votato nessuno, quindi é meglio che faccia il modesto e soprattutto silenzio.

  • renato:

    Dobbiamo mandarli tutti a casa? Piu’ che a casa in galera e buttare via le chiavi , e che dire ? ” FORZA NUOVA -CASA POUND ” dichiarati razzisti , xenofobi ecc… ma il popolo italiano non si e’ veramente accorto che il razzismo e’ nelle sale del potere italiano ? SI’ perche’ hanno snobbato da sempre i suicidi , le famiglie italiane disagiate , ponendo sempre in primo luogo l’attenzione agli immigrati offrendogli diritti primari per cui il disagio italiano non e’ condivisibile ,mentre quello di chi vive in ITALIA senza un regolare passaporto come in tutti i paesi occidentali e non e’ obbligatorio , ecco il motivo per cui il ” RAZZISTA” non e’ in altri luoghi ma nei salotti della politica italiana corrotta .

  • Che risate sentire parlare di “rivoluzione” e “imbracciare le armi”. In Italia, un paese dove armi non ce ne sono, tranne che nelle forze armate.
    Mi sembra una sana dimostrazione di rabbia, che però porta solo allo “spararla più grossa” da tastiera.
    Abbiamo già la possibilità di fare una rivoluzione. Smettiamo di usare l’automobile. Non compriamo gadget tecnologici stronzi. Facciamo la spesa solo nei piccoli negozi e nei mercati, e boicottiamo tutte le grandi o piccole catene.
    Qualsiasi cosa pubblicizzino, non va mai comprata.
    Buttiamo la TV. Si vive benissimo senza.
    Non compriamo niente che sia prodotto da major, di musica o film.
    Questi sono gli strumenti per tenerci schiavi. Finchè ne avremo bisogno, saremo schiavi.
    Senza diventare fondamentalisti, ma cercando di mettere sempre in pratica queste regole.
    Ma chi le imbraccia le armi… io no di certo… sono felice, e fiero, di non essere in grado di far del male neanche a un nemico.
    Come disse Gandhi (l’unico rivoluzionario che è riuscito a farla, la rivoluzione), dobbiamo essere il cambiamento che vorremmo vedere nel mondo.

    • franco lago:

      pino, concordo pienamente. Le armi le abbiamo, se diventiamo consapevoli che molte micro azioni possono disturbare di molto il sistema, possiamo fare il salto. Questa è una rivoluzione possibile, quella delle coscienza, Altrimenti sono solo parole nell’attesa che succeda qualcosa. Io di mio ci sto provando.

      • Roberto Arvo:

        Siamo in tre. C’è l’aspetto sociale che riguarda l’andare controcorrente con i propri comportamenti concreti. Poi c’è un aspetto personale che io chiamo spiritualità, ma potremmo usare altri termini…al limite weltanschauung o visione dell’esistenza e della vita. Quest’ultima cosa tende invisibilmente a propagarsi nel proprio ambiente. E’ un’altra linea di azione….molto discreta.
        Siamo in tre, ma come disse Antonio Cabrini anni fa alla tv….”forse tre non è l’aggettivo adatto” (!!!!!!!!)…..ancora sto ridendo….scusate ma non ho resistito….

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE