Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Vita biologica ed i “mostri” di Enrico Marra

http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/01/vita-biologica-ed-i-mostri-di-enrico.html

Nietzsche ha scritto: 
“Chi combatte con i mostri deve fare attenzione
per timore che in tal modo diventare un mostro.
Se lo sguardo punta a lungo in un abisso,
sarà l’abisso a guardare dentro di te “.

Sta parlando del baratro del non senso o forse; del vuoto della nostra esistenza?

Quel vasto oceano aperto di vuoto in cui ci galleggiamo e affondiamo incessantemente è terrificante e orribile. Una volta che rinunciamo a qualsiasi cosa di preciso nella nostra vita, ciò che resta, è il costante terrore dell’ignoto.
Nuotare e fare il bagno nelle acque infide della solitudine guardando in faccia l’ombra mostruosa dell’universo, tetro e senza senso, pregate voi non avete rinunciato a tutto per niente.

Quel terrore di essere solo
una religione di meno,
la chiusura nella morte
inciampare sulla disperazione
una liberazione che schiaccia speranze
i benefici dell’indifferenza; intrepida:
agli orrori dell’esistenza.

Quando la malinconia, la tristezza e la disperazione conquistano il nostro spirito la minaccia della morte diventa meno intimidatoria ad un punto che a volte vediamo la morte come un alleato. Un liberatore per la nostra sofferenza. Sul lato opposto dello spettro, quando siamo allegri, rinvigoriti, la morte e la speranza appaiono con una maschera diversa; si tratta di un interruzione della nostra gioia; è l’usurpazione della nostra felicità. Lo stesso evento assume due (forse più) differenti apparenze, è relativo e comunque a nostra disposizione.

Pages: 1 2

Un Commento a “Vita biologica ed i “mostri””

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia