Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

modernising

Da un po’ di anni “bazzico” per il web in cerca di spiegazioni, approfondimenti, proposte, soluzioni ai problemi della crisi economica, e molti autori hanno contribuito a formare un bagaglio che mi sto formando, un po’ alla volta. Ma fra tutti ne spicca uno che si distingue sia per la chiarezza e la linearità espositiva, sia per l’immediatezza e la concretezza delle soluzioni proposte: si tratta di Ben Dyson, giovane fondatore del movimento PositiveMoney, autore del libro “Modernising Money” e di innumerevoli video che si trovano sul web. In estrema sintesi si può dire che:

  • Positive Money ha individuato, nella possibilita’ di creazione di denaro (tramite il prestito) da parte del sistema bancario privato, il primo motivo della crisi;
  • il denaro creato in tal modo ammonta al 97% del circolante, molto piu’ importante del 3% creato dalle banche centrali;
  • bisogna invertire il sistema di produzione: il denaro non deve essere piu’ prodotto a debito da privati ma accreditato  (da qui il nome Positive Money).

Tutte cose sintetizzate in questo video:

Grazie alla sua disponibilità sono riuscito a scambiare quattro chiacchere; il mio interesse principale era capire cosa si può imparare dalla loro esperienza inglese e vedere se c’era qualche “segreto” da copiare: ecco quello che mi ha detto (trascrizione in italiano sotto).

AlbertoMedici: Ok, grazie 1000 a Ben Dyson, sono molto contento di averlo in collegamento perchè lui è uno ei miei miti; brevemente lo presento: è il fondatore di PositiveMoney Uk, e per me è stato importantissimo perchè grazie al suo libro, “Modernising Money” oltre a tutti gli altri video che ha fatto, ho capito benissimo un sacco di cose; penso che non ci sia nessuno così in grado di spiegare le cose in maniera così semplie e lineare come fa Ben. Quindi, è un piacere per me averlo qui, e gli vorrei chiedere quali sono le iniziative che stanno mettendo in cantiere, proprio per imparare, gli uni dagli altri, e scambiarci le migliori esperienze. Ben, a te la parola.

BenDyson: Sì, mi chiamo Ben Dyson, ho creato l’organizzazione Positive Money, siamo in UK, e il nostro interesse è cambiare il modo in cui il denaro viene creato, cercando un sistema finanziario che lavora per la società, e non contro di essa. In questo momento il nostro massimo sforzo è concentrato sulla diffusione, perchè la gente capisca cosa c’è che non va con il sistema attuale, cercando di coinvolgere anche i media e la classe politica.

AM: Qual è la maggior difficoltà che incontrate? è difficile convincere la gente che il sistema attale non può che creare altro che un debito infinito, a volte è difficle, magari per te che sei giovane, ricordo in un video dove al termine di una lezione, molti dicevano Ma queste cose è la prima volta che le sento! Insomma, è difficile essere creduti?

BD: (ahah) Quando abbiamo cominciato nel 2009, la maggior parte della gente non ci credeva, quando dicevamo che la maggior parte del denaro viene creato dal nulla dalle banche quando fanno dei prestiti, ma a distanza di 2-3 anni non serve più stare a discutere con la gente, lo hanno capito; Ora, quello che stiamo cercando di spiegare, è che la crisi economica deriva dal fatto che le banche hanno creato troppo denaro, creando troppi debiti; Quello che il governo sta cercando di fare, ora, in UK, è di spingere l’economia invogliando la gente a caricarsi di debiti ancora più alti; così, abbiamo una crisi causata dall’eccessivo indebitamento, e la solzione viene indicata in ulteriore indebitamento; Questo non è ben evidenziato dalla stampa, vedono qualche spiraglio di crescita ma non si rendono conto; Di recente, Adley Turner (?), l’ex direttore dell’autorità finanziaria dell’UK fino a Marzo dell’anno scorso, è circa da un anno che sta ripetendo che è un grosso rischio cercare di uscire dalla crisi tramite una ulteriore produzione di denaro (e di debito) da parte delle banche

AM: E questo tale è una autorità in UK, ha ancora qualche ruolo importante?

BD: Sì, è molto conosciuto in UK, era il presidente della Authority per i servizi finanziari, era la persona responsabile dei regolamenti per far fronte alla crisi finanziaria, e adesso lavora con l’Institute for New Economic Thinking, una fondazione finanziata da George Soros allo scopo di analizzare i problemi in economia.

AM: Il fatto che tu abbia menzionato George Soros mi spaventa un pochino perchè secondo me le persone che stanno da quella parte (della barricata) sono in qualche modo interessate alla sopravvivenza di un sistema che non vogliono sia cambiato; sbaglio?

BD: La cosa interessante di George Soros è che è uno dei pochi che stanno finanziando lavori veramente interessanti riguardo al sistema economico e al sistema bancario; sta finanziando persone come Steve Keen, un professore australiano che sta studiando come le banche realmente lavorano; cosa che i media mainstream e le università non stanno facendo; pertanto, qualunque cosa tu pensi di George Soros, riguarda il passato; a tuttoggi lui è uno dei pochi che sta mettendo in discussione il sistema per come funziona oggi.

AM: C’è una affermazione interessante di George Soros, nel film “The inside Job” – immagino che tu l’abbia visto- in cui lui dice “io non so cosa siano questi CDS – Credit Default Swaps – io sono un tipo un po’ all’antica” in cui si capisce che lui sta prendendo le distanze da questa finanza di squali; meglio quindi non avere pregiudizi su nessuno. Ho visto che sei apparso anche nei giornali ufficiali (mainstream media); possiamo dire che state uscendo dal nascosto, state uscendo allo scoperto?

BD: Sì, un po’ alla volta, però per esempio ha parlato di noi un articolo sul Guardian, ieri sera ero in radio ad un programma della BBC World Servce, a parlare di sistema bancario, così, possiamo dire che dopo 3 anni, cominciano ad invitarci a parlare, interessante, anche se serve un bel po’ di tempo per convincere la gente di queste nuove idee.

AM: Credo però che questo sia molto incoraggiante; in Italia questo tipo di discorsi è ancora tabù sui canali ufficiali: l’unico che trova un po’ di spazio è un giornalista promotore delle teorie di Mosler, la MMT, che si chiama Paolo Barnard; lui era un giornalista investigativo abbastanza famoso; Sebbene io non creda che la MMT abbia centrato il problema appieno; loro si occupano solo del debito pubblico e dell’intervento statale, non vogliono sentir parlare di signoraggio, non si occupano insomma del 97% del problema, si occupano solo del 3%; qual è la tua idea sulla MMT?

BD: La MMT dice delle cose interessanti su come il sistema funziona; il problema è che loro confondono il sistema in cui dovrebbe funzionare con quello in cui funziona effettivamente; e fanno alcune ipotesi che se tu parli con quelli delle banche centrali si rivelano infondate; abbiamo pubblicato un libro in UK, Da dove viene il Denaro? che secondo noi è molto più preciso, nella spiegazione della creazione del denaro, di quanto non lo sia la MMT; inoltre sembra che non vedano il problema di come il sistema funziona oggi; invece il problema sta proprio lì,

AM: Beh, alcuni in Italia pensano che la MMT sia una sorta di “gatekeeper” messo lì per incanalare il movimento di quelli che si stanno risvegliando, per concentrare l’attenzione della gente sul 3% e non su tutto il resto, ma lasciamo stare. Un’altra domanda: secondo te la soluzione può venire solo a livello politico, a livello di nazione, o anche le soluzioni locali possono avere una loro valenze, le monete municipali, complementari, alternative…

BD: Sì, c’è molto fermento con queste monete complementari, io non sono un esperto. Penso però che sia una buona cosa avere questi tipi di sperimenti, ma alla fine il cambiamento deve avvenire a livello politico, di stato, le monete locali, per quanto efficaci, possono incidere solo in minima parte, se continua ad esiistere una valuta nazionale che inquina l’economia,

AM: forse servono a far capire alla gente e ad abituarla all’idea di una moneta non gravata da debito, ma di sicuro non sono lo scopo finale. Avevo preparato alcune domande, che Ben mi ha approvato: cosa mi dice di Nigel Farage, il politico dell’UKIP che in Italia e in Grecia è popolare perchè ne ha preso le difese, quando avvennero i rovesciamenti di governo, nel 2011; sono solo per l’indipendenza dall’Europa o hanno anche approfondito il tema della moneta?

BD: Per quanto ne so, non hanno un piano politico dettagliato, pr cui è difficile sapere quanto capiscano di moneta; al momento, l’unico partito che ha una posizione chiara su questo è il partito dei Verdi, in Inghilterra e nel Galles, e loro hanno molto chiaro il concetto, e sono allineati sui nostri principi; nessuno dei partiti maggiori ha mai detto nulla sul fatto di cambiare il meccanismo di creazione del denaro.

AM: Credo che chiunque calchi la scena politica da più di dieci anni avrebbe qualche difficoltà al riguardo; se fai il politico non puoi ignorare il sistema di creazione del denaro, tutti i vecchi partiti politici devono farsi da parte per non aver affrontato questo problema. Una domanda finale: come vedi il futuro? Sei fiducioso che ce la faremo, a cambiarla, questa economia?

BD: il nostro obiettivo pricipale, in questo momento, è di arrivare sui grandi media; Una volta che riesci a portare lì la discussione, la diffusione a tutta la società avvieme in maniera molto più rapida; sappiamo che non succederà in 6 mesi, questo è un progetto lungo, per farlo sapere a tutti, ma alla fine, dovremo avere successo, perchè il sistema attuale, con le banche che creano col debito, non può durare: finisce inevitabilmente con crisi finanziarie e caos; una alternativa che proproniamo noi serve a dare una migliore qualità di vita alla gente.

AM: Oserei dire che quella che proponete voi è l’UNICA alternativa. Grazie 1000 Ben Dyson, è stato un vero piacere, come possiamo supportare la vostra attività? Fare offerte, comprare il libro, cosa possiamo fare?

BD: La cosa migliore è andare sul sito web, www.positivemoney.org, lì ci sono video, ci si può abbonare alla newsletter, potete unirvi al gruppo facebook, restare informati e coinvolti.

AM: e c’è anche un pulsante per le donazioni: quindi, se avete a cuore il futuro di questo mondo, spendete un po’ del vostro tempo e del vostro denaro per sostenere questi ragazzi che hanno delle idee concrete per rendere il mondo un po’ migliore. Ben, spero di vederti a Downing Street l’anno prossimo!

13 Commenti a “Ben Dyson: spiegare (e risolvere) la crisi in maniera semplice”

  • Il miglior erede delle teorie auritiane, a mio avviso (anche se lui non lo sa).

    • Lo sa, o almeno incomincia a saperlo. Un paio di anni fa Daniele Pace (La Moneta dell’Utopia) ha tradotto in inglese gli scritti di Auriti, e li sta diffondendo a Londra. Daniele è in contatto abbastanza assiduo con Ben.

      Bravo, Alberto, per questa intervista!

  • luigi pastorello:

    Caro Alberto Medici, tutto bello, tutto ok, tutto sembra auspicare una speranza di informazione e di presa di coscienza ,ma c’è un ma……..George Soros!?!? E lo spazio che hanno sui canali mediatici ufficiali. Possibile che nessuno capisca come funziona la strategia degli illuminati. Barnard,mmt,me-mmt ,Mosler non comprendono molto (o fanno finta?) di scienza monetaria ignorando il signoraggio (o meglio chi si appropria come un falsario fuorilegge della proprietà della moneta al momento dell’emissione) e soprattutto del signoraggio secondario degli istituti di credito quando essi creano moneta scritturale concedendo prestiti (figuratevi che ve ne sono altri due tipi!!il s.terziario quando noi consumatori usiamo bancomat e carte di credito e il quarto tipo di signoraggio con le Medium Terms Notes emesse da grosse banche internazionali come shadow banking – sic-), però Barnard una cosa giusta a mio avviso antropologicamente la dice, e cioè che l’oligarchia che controlla il pianeta è cento passi avanti rispetto a tutti. Loro non ragionano solo in termini di profitto finanziario (hanno i loro esperti economici,brokers, banchieri ed in tutti gli altri campi ecc.) ma la loro azione è veramente olistica (controllo istruzione scolastica con programmi ad hoc, controllo media e divertimento, controllo big-scienze, premi nobel, scoperte scientifiche teoriche, tecnologiche, controllo militare, energetico ecc). Loro puntano e finanziano, magari indirettamente, pure l’opposizione ed il risveglio delle coscienze. E’ come dire che hanno pronto il piano A quello noto a tutti (NWO, microchip sottocutanei, solo moneta elettronica, stati nazionali ridimensionati, sottocultura mondialista vincente ecc.), ma anche il piano B, o C , o financo D!! se il livello medio del risveglio delle coscienze degli abitanti del pianeta dovesse essere superiore al previsto. Quindi sono pronti a gestire il potere anche in uno scenario ipotetico di free energy e moneta auritiana!! Mi chiederete:” come è possibile tutto ciò?”E’ possibile ,è possibile. Infatti l’elite ha pronte diverse strategie alternative. Se i miei mezzi sono illimitati e voglio essere sicuro di vincere alla fine al casinò possono puntare su tutti i numeri del tappeto verde, sul pari sul dispari, sul rosso e sul nero, e pure sullo zero verde!! Ed inoltre posso corrompere i croupies, o mi compro pure la proprietà della società che gestisce la casa da gioco muri compresi!!! E’ il potere Bellezza! Quello vero, quello che non è solo politico, economico, monetario, militare, mediatico,religioso ma la summa di tutto ciò. Perciò caro Alberto è bellissimo propagandare ed auspicare una presa di coscienza collettiva ,ma non illudiamoci oltre un ragionevole realismo. I signori del mondo sono certo studiano anche sistemi di controllo globale alternativo pure in uno scenario mondiale stile “il pianeta verde” (bellissimo film che consiglio a tutti di vedere o rivedere). Allore non c’è speranza per un mondo migliore e per l’affrancamento dalla schiavitù e dal condizionamento psicologico del big brother?. Ebbene sì, sempre a mio avviso, non c’è speranza a meno che….forse in parte, uno scenario ulteriore alternativo c’è (senza scomodare un intervento extraterrestre peraltro a detta di molti possibile, perchè no?). Prendiamo un contatto diretto Alberto e tutti quelli che vogliono essere anche loro 100 passi avanti. Non è la prima volta che provo a contattarti direttamente senza successo. I miei riferimenti li trovi sul sito: Beppegrillominacciato.blogspot.it
    A presto risentirci e buona fine del mondo a tutti
    Vostro Luigi Pastorello

    • Tutto vero, ma vero anche che loro sono pochi, e noi siamo in tanti (come dice Icke). E senza la nostra “complicità” non possono nulla. Il sistema funziona perchè noi ci crediamo.

      Per quanto riguarda Soros: anche a me ha stupito che sia l’unico che li finanzia, poi però mi è venuta al volo l’osservazione che gli ho fatto, e cioè che nel film “The inside Job” lui sembra veramente prendere le distanze da questa economi “eccessivamente” di carta.

      Credo che il nostro divere sia quello di denunciare, proporre, diffondere la verità, ma senza troppa ansia: impegnarsi come se tutto dipendesse da noi ma senza dimenticare che nulla è in mano nostra.

      Per contattarmi: medicialberto su yahoo (punto it).

      • KNUT:

        non e’ un discorso di semplice complicita’
        il sistema funziona perché riusciamo …riuscivamo
        a soddisfare i bisogni materiali in primis ed accumulare ricchezze
        nel minor tempo possibile…
        minor costo inteso come sforzo…in relazione a tempo e spazio

        l’allargamento del mercato…vettore di potenza….
        richiedeva braccia e teste…

        tutti o quasi sono scappati dalla terra e dal suo duro lavoro…e dalla ciclicita’ dei suoi ritmi

        il sistema economico artificiale produci-consuma…guadagna…
        ha permesso di elevarci dalla condizione del settore primario…sfruttando le leve del carattere umano e la sua tendenza all’accumulo dapprima cautelativo e poi speculativo..dei beni materiali…

        siamo complici perché istruiti in tal senso

        loro han replicato su vasta scala …limitandosi a instillarlo e controllare le basi….moneta in primis…

        poi …noi abbiamo fatto il resto

        saluti

        • Cazz!!!! Questa è profondissima! Non ci avevo pensato: è più comodo un prestito oggi, che un raccolto domani.

          Geniale, non sto scherzando.

          In effetti, però, mi conferma nell’assunto iniziale: noi siamo complici.

          (La prossima volta che un amico o il figlio di amici deve comprare un appartamento, facciamo una colletta ed impediamogli di andare in banca a chiedere un mutuo. Sarebbe già un grandissimo passo avanti.)
          http://www.youtube.com/watch?v=G_La_qxZSJI

        • KNUT:

          ….COMPLICI…certamente…piu’conveniente replicare il modello del piccolo capitalista
          che soffrirlo…

          e’ una questione di priorita’…guadagno …in rapporto allo sforzo e tempo

          provi a pensare senza auto alla sua vita…
          i ritmi del tempo e dello spazio
          si dilaterebbero oppure…..

          sa io credo che avendo a disposizione un territorio vergine da sfruttare a livello di risorse…
          avendo a disposizione l’energia applicata al lavoro
          le strade
          le tecnologie…

          testato il metodo prima in piccolo…compagnia delle indie…and CO.

          han capito che il metodo necessitava di mercati piu’ grandi per sviluppare potenza…e conquistare cuori e territori…

          come fare???

          ampliamo la base….facciamo degli zappaterra…tanti piccoli IMITATORI…INOCULIAMO IL VIRUS nelle loro menti legate alla terra per procacciarsi i bisogni di cibo e poi primari….
          e poi spingiamo sui VIZI…FACCIAMONE DEI CONSUMATORI…

          complici e carnefici di chi tira le fila a questo serviva il benessere a questo serviva paradossalmente il comunismo…lo spauracchio malfunzionante…
          doveva prestare tempo per l’evoluzione del mercato europeo…ed americano in primis…

          replicare un metodo…

          mi fermo qui…

          tutto si misura in denaro…giusto?..e quindi…alla fine della giostra passero’ alla cassa…lasciando i piu’ sprovveduti senza ENERGIA-DENARO-LAVORO…

          COME DISSE MARCUSE….PIU’ SEMPLICE CONTROLLARE L’UOMO AD UNA DIMENSIONE…QUELLA ESCLUSIVA DELLA MATERIA.

          i miei saluti

          ps…messo il giogo…tracciato il solco

  • Renzo:

    Leggete in questo link, c’è una soluzione concreta, pratica e semplice per far finire la crisi a partire da se stessi.
    Buona lettura http://ununiverso.altervista.org/blog/la-verita-nascosta/

  • […] il mondo un po’ migliore. Ben, spero di vederti a Downing Street l’anno prossimo! Fonte: stampalibera.com Tag: crisi, economia Invia tramite email Postalo sul blog Condividi su Twitter […]

  • DarksideOfAquarius:

    Mi sembra davvero troppo, troppo ingenuo il poter anche solo ventilare l’ipotesi che nessun governante sia mai arrivato a escogitare soluzioni così semplici, logiche, naturali. Per quanto ci si sforzi di invertire il più possibile il concetto di meritocrazia, non è matematicamente ammissibile che in secoli e secoli in ogni angolo del mondo si siano avvicendati solamente governanti affetti da idiozia totale. Al contrario sono convinto che si tratti di ottimi professionisti che stanno lavorando benissimo, solo non lavorano per noi ma contro di noi.
    Altrettanto ingenuo pensare a leggi e diritti come a un qualcosa di divino che cade dall’alto e a cui ogni essere è egualmente soggetto; andare per vie legali contro chi è da sempre al di sopra delle leggi è un’idea di cui sono sinceramente indeciso se ridere o piangere. Forse un po’ meno indeciso a tal proposito il libero individuo sovrano, cittadino dell’universo divino e via dicendo -nonché conferenziere a pagamento, evidentemente su Alpha Centauri il dollaro vale ancora qualcosa- Santos Bonacci, arrestato in tutta tranquillità e in aperta violazione di una dozzina di leggi come un No Tav qualunque (con rispetto parlando per i Valsusani!).

  • luigi pastorello:

    Si delinea con gli acuti commenti di Knut che possiamo sintetizzare nel motto “la terra è bassa” e quindi noi si va in città a lavorare in fabbrica o in ufficio per il salario/stipendio cioè per £ € $ ed in campagna ci restano i contadini a farsi il mazzo e lavorare miseramente per produrre il cibo, ed all’altra lucidissima e fulminante analisi di darksideofaquarius, che ovviamente ha compreso anche lui l’ essenza del Truman show al contrario in cui noi tutti viviamo . Vi ricordate il film di Alberto Sordi di qualche anno fa dal titolo “finche’ c’e’ guerra c’e’ speranza” ed il finale che non si sapeva se ridere o piangere. Ecco il risultato della nostra INcivilta’ credo sia riassunto bene.Non ci resta che attendere la fine del mondo in un’attesa millenaristica ed di avvento di parusia attivo.Di nuovo Buona fine del mondo a tutti

    • KNUT:

      aggiungerei Sig.Pastorello
      anche uno studio circa l’articolo postato qualche giorno fa circa l’elite vera che tutto muove…
      sulla sua composizione e modus operandi…

      cosa ha spinto nell’immediato dopo guerra milioni di disperati a lasciare la terra..che rendeva poco in termini di VANTAGGIO EVOLUTIVO (ECONOMICO-ENERGETICO-LAVORATIVO)….RISPETTO ALLA RICOSTRUZIONE ED I MILLE MESTIERI DISPONIBILI ALLORA….

      LA COMODITA’…LAVORO PER UN SALARIO DECENTE E BENI FACILMENTE ACCESSIBILI DA COMPRARE …CITTA’ PIU’ COMODE…SERVIZI MIGLIORI…

      L’UOMO CERCA SEMPRE …NATURALMENTE…LA VIA PIU’ SEMPLICE IN RAPPORTO AL TEMPO LIMITATO E LO SPAZIO FISICO…LA PIU’ VANTAGGIOSA…LA MENO COSTOSA INTERMINI DI RISCHIO ED ENERGIE…

      VUOI METTERE PERDERE UN RACCOLTO??? VUOI METTERE CONTRATTARE PREZZI DA MISERIA…MENTRE TUTTO ATTORNO A TE…PRDUCE BENESSERE???

      solo i pazzi avrebbero rinunciato ad un vantaggio tale
      poi terminata la fase pura di ricostruzione fisica…e quindi creazione di ricchezza REALE TANGIBILE…
      MURATORI IMBIANCHINI OPERAI hanno sfornato figli da far studiare DA FAR SALIRE NELLA SCALA….

      SODDIFATTI I BISOGNI PRIMARI…CIBO VESTIARIO…ETC ETC…
      FRIGORIFERI…COMODITA’…

      AVANTI CON LO SFRUTTAMENTO DEI VIZI..SFIZI…A MEZZO MARKETTING…
      PLAGIO DELLE MENTI…CREAZIONE DEL BISOGNO…
      di pari passo svincolata la moneta dal rapporto aureo…

      FASE FINANZIARIA DELL’ECONOMIA…DOPING…NEL SENSO REALE DEL TERMINE…
      CREAZIONE DEL DEBITO….ETC ETC…
      PROLUNGAMENTO DELLA FASE DI BENESSERE…

      I VERI PADRONI DEL VAPORE NON HAN BISOGNO DI LAVORARE…..
      E QUESTO DA LORO IL VANTAGGIO DI NON DIPENDERE DALLE COMODITA’ CHE LEGANO LE NOSTRE VITE AL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI PRIMARI…

      MONETA-ENERGIA-LAVORO…

      tutto questo all’interno dei paesi cd occidentali e allineati…

      perché s’intende che il plusvalore…abbisogna di paesi del cd terzo mondo da SFRUTTARE
      PER OTTENERE BENI A POCO PREZZO DA LAVORARE QUI PER RIVENDERLI SIA QUI CHE ALTROVE…

      VEDI INGHILTERRA…INDIA….AL TEMPO DELLE COLONIE E NON SOLO…

      l’indipendenza concessa allora venne studiata…era troppo costoso per i domini coloniali il controllo DIRETTO…PIU’ COMODO SEMPLICE E VANTAGGIOSO…

      CONTROLLARE IL FLUSSO DI DENARO E LA PRODUZIONE…PER MANTENERE IL VANTAGGIO UNA VOLTA SFRUTTATO AB INITIO…IL MECCANISMO VETTORIALE DI POTENZA…

      ovviamente nel novero dei beni da controllare e sfruttare rientrano le fonti energetiche…
      qui bastavano le sette sorelle….a cui il buon mattei pesto’ i piedi….
      bastava fomentare le guerre fra clan…investire un principe controllore…una casata…rapace..da usare come burattino da arricchire a discapito del suo popolo…

      il discorso e’ lungo ma non complesso…basta riannodare i fili dell storia…pulirla della retorica…ed osservare il flusso della corrente….l’acqua va al mare…

      l’economia strutturata sui capisaldi della moneta…banche..speculazione…
      assicura il vettore di potenza e crescita…ma abbisogna del numero della massa replicante per generare ricchezza…

      poi possiamo discutere sugli eventuali obiettivi metafisici…
      sul tempo ciclico e lineare
      e sulla trasmissione dei valori della vita…

      certo e’ che ridurre l’uomo ad una dimensione…uccide la coscienza critica e garantisce DOMINIO.

      saluti

  • luigi pastorello:

    Grande analisi Knut!hai raggiunto il massimo di chiarezza e profondità di pensiero col minimo uso di parole nell’esposizione. Purtroppo questa sintesi io non la possiedo e troppo spesso uso più parole del dovuto. Mi piacerebbe molto addentrarmi insieme a te, ed a chiunque si voglia unire nella discussione, nell’aspetto più oscuro della faccenda e credo anche più misconosciuto dagli stessi del super vertice dell’elite .Ossia il vero finalismo della storia ed in particolare di questo periodo di cambiamento apocalittico (il termine è usato nella sua giusta traduzione di “SVELAMENTO RIVELAZIONE).Difatti i destini e la storia dell’umanità seguono un ben preciso corso di eventi che SOLO a livello umano sono decisi dai potenti del supervertice ultimo degli Illuminati (io li ho definiti Luminari perchè a differenza di magnati, banchieri, e potenti vari essi brillano di luce propria e non come il vertice conosciuto come ad es.Rotschield , Windsor, Rockefeller,ecc. che invece brilla di luce riflessa ,”illuminati” come la luna dal sole). La storia del pianeta e dell’umanità che ci abita è scritta e diretta ovviamente in un altra dimensione oltre il piano fisico. I veri signori del mondo non sono di questo mondo (e non sto tirando in ballo extraterrestri, grigi, o pleiadiani vari). Chiaramente indagare nella dimensione sottile non è facile, ma credo di intuire che possiedi competenze specifiche anche lì. Difatti il prossimo passaggio storico – spirituale dell’umanità prevede un’iniziazione generale della popolazione con buona pace di ogni religione o ideologia settaria (che cos’è in fondo una religione tipo cattolicesimo, induismo, islam ecc. se non una setta semplicemente “allargata” a milioni di persone e con qualche anno o secolo in più di durata nel tempo!). Questa iniziazione comune non sarà e non è solo un fatto squisitamente intellettuale o cognitivo, ma certamente ingloberà pure un risveglio di consapevolezza dei corpi sottili dell’individuo e una sua maggiore propensione a non considerare solo gli aspetti fisici e tangibili della vita. Insomma una specie di nuovo misticismo, che le vecchie caste sacerdotali, ormai inadatte ad interpretare questo nuovo scatto di maturità spirituale collettiva, proveranno a conquistare senza successo. Ciò decreterà il tramonto delle vecchie religioni monoteiste, così come in passato i vecchi idoli-Dei del polteismo greco-latino antico sono svaniti, eggregore forme-pensiero non più alimentati energeticamente dal sentimento popolare ,quando lo scatto avvenuto colla prima venuta del Cristo aveva indotto nella gente un pensiero religioso monoteista più maturo. Lo scopo della vita, quindi dell’esistenza e in sintesi il finalismo della storia dell’umanità e quello di manifestare coscienza vieppiù sviluppata. Il pianeta terra e i suoi abitanti sono come una scuola-palestra, ove tutti i suoi scolari-atleti vivendo, e grazie a ben precise regole e leggi assolute, fanno crescere il principio divino dentro loro stessi.Niente è lasciato al caso e soprattutto alla libera iniziativa unica dell’uomo. Se l’essere umano veramente possedesse un libero arbitrio suo indipendente , la vita e la civiltà sul pianeta si sarebbero estinte già molti secoli fa. Ancor prima degli attuali pericoli nucleari o di inquinamento irreversibile totale. Sarebbe bello creare un forum, scusate l’immodestia ,penso ad alto livello aperto a tutti per scambiarci conoscenze al riguardo. Una volta arrivati al vertice della montagna o della piramide lo scalatore, se vuole continuare l’ascesa ,dovrà cambiare tecnica ed imparare a essere più leggero dell’aria per esplorare non più nuovi orizzonti ,bensì nuove dimensioni. I miei riferimenti li trovi sul blog beppegrillominacciato.blogspot.it. Scrivetemi o telefonatemi se vi va.
    Ovviamente e ,scusate la ripetizione, non posso che salutarvi tutti con il mio solito
    Buona fine del mondo a tutti!
    Vostro Luigi Pastorello

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE