Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Forum Famiglie Veneto: sconcerto per iniziative che colpiscono la famiglia
unioni civili_Italia_Venezia

E’ entrata in vigore in Italia la riforma del diritto di famiglia approvata nel dicembre scorso che introduce, tra l’altro, la parificazione tra figli naturali e legittimi, sottolinea maggiormente i doveri dei genitori e accresce l’importanza dei nonni anche a livello giuridico. Novità che in un certo senso rafforzano la coesione e l’impegno educativo in ambito familiare; eppure contemporaneamente si sta diffondendo a livello di amministrazioni comunali, una tendenza opposta che tende a dare alla famiglia e al ruolo dei genitori contorni sempre più sfumati e ambigui.

Dopo Milano anche Venezia si avvia a dire addio, sui moduli scolastici per le nuove iscrizioni alle materne e ai nidi, ai classici termini “padre” e “madre” per il più generico “genitore”, in nome del riconoscimento de diritti delle coppie di fatto oppure della lotta alla discriminazione anche in base all’orientamento sessuale. Ma la realtà è più complessa e problematica di quanto sembri. Il presidente del Forum Veneto delle associazioni familiari, Mario Bolzan:

“Dietro a questo intervento, che non è passato attraverso l’approvazione della giunta, c’è una strategia che viene portata avanti dall’attivismo di alcuni. Questa strategia vuole colpire indubbiamente la famiglia”.

Parallelamente è iniziata anche una formazione dei docenti tenuta però solo dal personale delle associazioni LGBT, lesbiche, gay, bisessuali e transessuali:

Quello che sta emergendo è che c’è una certa refrattarietà, sconcerto, fra i molti docenti che si chiedono il perché di questa iniziativa a fronte di una evidente assenza di bisogno”.

Inoltre, per iniziativa della stessa delegata del sindaco, Camilla Seibezzi, per 10 mila euro sono stati acquistati e distribuiti volumi di fiabe dedicate alla fecondazione assistita, concetto di coppia omosessuale e plurigenitorialità:

“Non é buon senso affidare ai bambini questi libri senza una mediazione di presentazione. Qui noi non possiamo non avviare iniziative di sensibilizzazione, essere presenti nelle scuole su questi temi, testimoniare la bellezza della famiglia naturale e con questa, quello che è il suo contributo centrale di trasmissione della vita e di trasmissione di senso della vita alle nuove generazioni”.

Fonte: Radio Vaticana

9 Commenti a “L’imposizione dell’educazione omosessuale a scuola”

  • gibuizza:

    Che si sveglino gli insegnanti e soprattutto i genitori. Togliere i bambini dalle scuole pubbliche e mandarli in quelle private, quando possibile, spingere verso la sovvenzione delle scuole private, definire il costo per bambino nella scuola pubblica e se un genitore non ne usufruisce l’importo deve essergli dato (poi farà quello che vuole), la responsabilità dell’istruzione è dei genitori e devono essere loro che decidono come e dove istruire i loro figli.

  • Edoxxx:

    Se lo fanno nella scuola dove vanno i miei bimbi spacco tutto

  • Adriano:

    Penso che sia chiaro il senso di questa ideologia di pseudo libertà.
    Tutti uguali, non c’è differenza,non ci devono essere preferenze,la tua vita la possono decidere e la decidono gli altri, le autorità.Fra pochi decenni se andiamo avanti a questo ritmo, sarà difficile per qualsiasi individuo capire quale è il proprio orientamento sessuale.
    Naturalmente c’è da scommettere che quasi nessuno vorrà procreare, sia per il disgusto di dare la vita a qualcuno che dovrà essere solo carne da macello,con la coscienza annientata,sia perchè il sesso sarà quasi completamente omosessuale,o in altro modo deviato.
    Giubilo e tripudio dei farabutti che hanno progettato e stanno portando a termine questa immane catastrofe.I pochi che rimarranno sulla terra, non saranno che intrinsecamente delle femminucce,degli smidollati incancretiniti di sesso e privi di iniziative rivoluzionarie.
    Se le cose stessero solo così, il genere umano come è vissuto per millenni, sarebbe veramente già finito.Nessuna speranza.
    Ma quello che sanno, loro, e non vogliono far sapere,perchè per loro è molto pericoloso, è che le cose non andranno così.Dio ha altri progetti per la terra.Anche i demoni credono e rabbrividiscono.Sanno che la fine è prossima.Quello che stanno cercando di fare, è distogliere il maggior numero di persone del pianeta dal prendere coscienza del fatto, che Dio non solo esiste, ma ha in mente di sterminare per sempre questi nemici dell’Umanità, che tra l’altro sono dominati completamente dai demoni.Dio ha creato l’uomo sulla terra perchè sia felice per sempre,e porterà a termine il suo progetto.
    Questo fà imbestialire i demoni e il loro capo Satana,che si avvalgono dei cosidetti potenti del mondo e dei loro lacchè, per scoraggiare e far soffrire l’umanità, cosi che non pensi minimamente al progetto Divino, ma cerchino di risolvere i problemi nel modo che costoro suggeriscono.Cioè con la violenza e allontanandosi da Dio, ritenendolo responsabile di tutto questo. Ma non tutti cadono in questa trappola, e loro, i potenti digrignano i denti.Ma ancora per poco.Loro lo sanno.

    • Michele:

      Non arriverà nessun dio a salvarci solo un cambio di coscienze può salvarci e noi non possiamo accelerare il risveglio di nessuno ognuno ha i suoi ritmi la sua strada . Certo che oramai questo nuovo ordine mondiale sta schiacciando sull acceleratore per imprimere la propria volontà di controllo e di sterminio. Cosa succederà’ .Non so dare una risposta ma lunghi anni bui attendOno l umanità

  • andrea:

    Loro, i potenti, hanno già capito che sono arrivati alla fine e tentano di forzare i tempi per portare a termine il progetto…il bello è che più accelerano e più rischiano di commettere l’errore che gli sarà fatale. Anzi credo l’abbiano già commesso, quello di provocare un risveglio collettivo che ormai è percepibile ed è quasi arrivato alla massa critica.
    Un privilegio che vivremo in questa vita quello di poter ESSERE il cambiamento, il balzo evolutivo che siamo pronti a compiere…alla faccia loro e dei misfatti che gli abbiamo permesso!
    Onore alla Resistenza! Il secondo “medioevo” va a concludersi! Uno dei periodi di maggior buio culturale e spirituale sta per finire e Noi ne saremo testimoni ed artefici…

  • INJENIER:

    lo spero vivamente Andrea..
    E’ difficile per mè e penso anche per voi divulgare il bene ed il risveglio collettivo.
    L’unica cosa di cui sono certo è che continuerò a farlo per il bene di tutti e della mia famiglia.
    Vi auguro le migliori cose.

  • Nonna Loretta:

    Difendiamo i nostri nipoti! Nicoletta Forcheri, PARLA!!!!

  • in nome della libertà:

    ma di cosa avete paura?? sono gay e possiedo una coscienza anche io! vi arrogate il diritto di dire agli altri ciò che è morale e ciò che non lo è. Nessuno vuole violare la libertà altrui ma credo sia un diritto di poter vivere la propria.

    Ma guardate che in questo mondo immorale chi ci ha portato fino a qui sono state proprio le persone di buona e rispettosa famiglia.
    L’essere omosessuale non c’entra nulla con l’etica. Guardate che dove non vi è libertà c’è razzismo e ignoranza. Prima sarebbe meglio comprendere e non giudicare con pregiudizio.

    Moltissime perone sono omosessuali e vivono con frustrazione il loro essere proprio per non disturbare la sensibilità di chi non può capire. L’AMORE non ha orientamento và dove deve andare, bisogna stare attenti a non confondere il mero sesso con un amore vivido di passioni che nulla hanno con inette perversioni.

    auguro a tutti voi un vita serena e piena di buone intenzioni, dettate dal buon senso e da un corretto pensiero

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE