Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

 

Mons. Williamson, Vescovo Cattolico inglese, si rivolge al popolo cristiano-cattolico per illustrare in 8 semplici punti le ragioni per cui la Siria é sotto attacco, chi sono i burattinai e le marionette di tale attacco, ed i motivi per cui il mondo cristiano internazionale deve appoggiare gli sforzi compiuti dal Popolo Siriano, legittimo Presidente ed Esercito, per resistere alle forze del male che vorrebbero abbattere uno degli ultimi baluardi che si oppone al Nuovo Ordine Mondiale.
Vi presentiamo il testo cosí come ci é pervenuto, ricordando a chi fosse su posizioni religiose o politiche diverse che questo é un appello particolarmente rivolto ai cristiani, quindi di accettarlo per quello che é, senza pretendere diversamente, riconoscendo invece a questo vescovo cattolico una onestá intellettuale ed un coraggio espressivo che pochi hanno nel mondo cattolico odierno. (Nota di Redazione)

 

IL BUON SENSO SIRIANO

 

 a cura di Mons. Richard N. Williamson

 

 Una notevole sintesi sul piano politico, di come e perché il mondo oggi stia andando così male, è presentata su YouTube da “Syrian Girl Partisan”. Si tratta di una giovane patriota siriana che elenca otto motivi per cui il Nuovo Ordine Mondiale (NOM) odia la Siria e sta facendo tutto il possibile per rovesciare l’attuale governo siriano e per sostituirlo con burattini del NOM. I cattolici non devono consentire alla propaganda e alle menzogne occidentali di avvelenare le loro menti, né devono dire che la politica non avrebbe nulla a che fare con la religione. Il NOM è mosso dal folle sogno di eliminare del tutto la Regalità Sociale di Cristo Re, insieme all’ordine naturale mondiale di Dio. Ecco i motivi della giovane siriana :

 

 1 – La Banca Centrale della Siria è di proprietà dello Stato e da esso controllata, per servire l’economia nazionale e il popolo siriano, invece di arricchire i banchieri internazionali delle nazioni occidentali e di Israele, i quali impongono, a quasi tutte le nazioni del mondo, prestiti usurai che generano artificiali crisi debitorie con le quali queste nazioni sono praticamente schiavizzate.

 

 

2 – La Siria non ha alcun debito col Fondo Monetario Internazionale (FMI). Il FMI agisce nella catalogazione dei debiti come una polizia dei banchieri internazionali. Ogni nazione saggia resta fuori dalle grinfie del FMI, ed è quello che la Siria è riuscita a fare, ma i banchieri non sono affatto felici per tale saggezza.

 

 3 – La Siria ha bandito le sementi geneticamente modificate, o “Franken-food”, perché Bashar Assad vuole proteggere la salute del suo popolo. Il “Franken-food” [cibo di Frankenstein] equivale al controllo dell’alimentazione, che significa controllo della popolazione. Ovviamente il NOM favorisce il “Franken-food” (gli USA lo imposero appena conquistato l’Iraq).

 

 

4 – La popolazione della Siria è ben informata sul NOM, e della sua dominazione dei politici fantoccio del mondo tramite i suoi think-tank e le sue società segrete, discutono apertamente in Siria i media e le università. Tale trasparenza è anatema per il NOM, che deve mantenere le sue operazioni nel buio.

 

 

5 – La Siria ha enormi riserve di petrolio e di gas, e sta lavorando per sfruttarle indipendentemente dalle gigantesche compagnie petrolifere occidentali come Shell e Texaco. Il NOM ama il petrolio, ma non gli piace per niente l’indipendenza del petrolio.

 

 6 – La Siria si oppone chiaramente e inequivocabilmente al sionismo e a Israele. Negli ultimi anni anche i media occidentali indegni hanno reagito alla trasformazione virtuale della Palestina in un mega-Goulag. La Siria denuncia questa brutale segregazione imposta da Israele. Ovviamente le lobby ebraiche del mondo intero si uniscono per usare tutta la loro influenza per porre fine a tale ferma opposizione ai loro compagni ebrei in Israele.

 

 7 – La Siria è uno degli ultimi Stati secolari musulmani in Medio Oriente, e si rifiuta di riconoscere qualunque superiorità di quel popolo che pretende ancora di essere il Popolo Eletto di Dio (anche 2000 anni dopo l’Incarnazione del Figlio di Dio, Gesù Cristo, che smise di scegliere il Suo popolo per la razza e decise disceglierlo per la fede- Romani III, IV, ecc.). Le stesse lobby castigheranno ogni rifiuto della loro superiorità, sia religiosa sia razziale.

 

 8 – La Siria mantiene con orgoglio e protegge la sua identità nazionale, politica e culturale, mentre il NOM cerca di fondere tutte le nazioni (tranne una) in un unico agglomerato di pecoroni humani, in vista dell’approssimarsi dell’Anticristo.

 

 Si visionino su YouTube i nove minuti del video originale;“Syrian Girl Partisan”, o si legga l’eccellente sintesi del commentatore argentino su actualidad.rt.com/expertos/Salbuchi. (Questo numero di“Commenti Eleison”si basa massicciamente sul testo di Adrian Salbuchi.) Qualunque siano le altre anomalie delle nazioni musulmane, chi può negare quanto esse stiano facendo in più rispetto al corrotto e decadente Occidente, per resistere all’empio Nuovo Ordine Mondiale?

 

 Kyrie eleison.

 

 Richard N. Williamson

4 Commenti a “IL BUON SENSO SIRIANO”

  • riccardo:

    Grande ammirazione per questa giovane siriana che riesce ad essere obbiettiva grazie
    ad un informazione libera.Grazie S.L.

  • Chicca:

    Praticamente, almeno in alcuni punti, il programma di sostegno e dignita’ del popolo che anche Gheddafi offriva in Libia prima di essere assassinato (anche da noi itagliani-pecore) che, come da prassi, non vediamo l’ora di tradire i nostri alleati a favore dei nostri occupanti.

    Del resto il grido “Barabba Barabba” e’ il grido del popolo-branco.

  • ….Grande ammirazione per questa giovane siriana che riesce ad essere obbiettiva grazie
    ad un informazione libera.Grazie S.L……

    Il Mons. Williamson ha reso pubblici gli 8 punti mentre la giovane patriota siriana li ha scritti. Giusto?

  • Rudolf05:

    Veramente un applauso a scena aperta al vescovo Williamson, un sacerdote sincero, impegnato, coraggioso, informato. Ce ne fossero di simili!

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE