Cerca 

FreePC

 

Trovaci su Facebook

 

PAOLO MALEDDU

 

Enneagramma Biologico

 

SCIE CHIMICHE

 

Gianni Lannes

 

" Scienza e Religione unite sono infallibili"
Redazione | 10-03-2014 Categoria: Mondialismo Stampa

Ci permettiamo, a insaputa dell'autrice di postare come articolo un suo commento nella consapevolezza dell'importanza dell'argomento.

Paola Botta Beltramo

Ringrazio i commentatori e mi permetto, a chiusura dei miei commenti, di copiare la mia breve relazione presentata al congresso nazionale teosofico del 2005 (anno della scienza):
“Alcuni anni fa un ragazzo mi raccontò che aveva consultato un libro, scritto con la psicotematica, per essere aiutato circa la scelta dei suoi studi e lavoro futuri. Lo consultò come l’autore gli aveva suggerito: aprendolo spontaneamente. La pagina scelta riproduceva un disegno ricco di simboli e recava in calce la scritta: “Non distoglierti mai dall’onestà”
Tutti sappiano che onestà significa rettitudine, lealtà, giustizia, amore di verità.
Un anonimo filosofo recita: “Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero” Naturalmente l’argomento è foriero di molteplici interpretazioni e riflessioni perché la verità, e quindi l’onestà, sono relative alla coscienza e consapevolezza e perciò anche alle informazioni. Poiché la psiche umana è soggettiva, ciò che può essere considerato vero ed onesto per gli uni può non esserlo per gli altri, a prescindere da pensieri ed azioni da tutti considerati riprovevoli. Lo studente lesse anche alcune frasi del libro “La Dimensione Umana” di Bernardino del Boca, edito nel 1975.


“La mente è soggettiva ed individuale e non può mai essere considerata un oggetto”: “Nelle opere di anatomia, fisiologia, medicina ed antropologia l’anima non è più menzionata”; “Lo scienziato che sperimenta con la Vita sul piano genetico senza una profonda conoscenza delle verità spirituali è come un bambino che gioca con un ordigno esplosivo”; “Verso la fine del ventesimo secolo la biologia dimostrerà l’importanza del pensiero e raggiungerà quel punto critico di immediata accelerazione che la fisica ha raggiunto una generazione fa e che ha data inizio all’era atomica. Sarà questa rivoluzione biologica quella che darà il colpo di grazia alla mentalità del passato e che porterà la scienza a riconoscere l’aspetto divino dell’uomo e della natura. Alla fine del ventesimo secolo i biologi presenteranno l’uomo come da secoli lo presenta la Teosofia.”
E, proprio come previsto, le rivoluzionarie scoperte psico-biologiche di fine secolo del dr. Hamer gli consentono di contrapporre la visione del mondo fra la Nuova Medicina e la Medicina Classica nel modo seguente:
a) Medicina Classica: visione meccanicistico-materialistica del mondo del diciannovesimo secolo: essa parte ancor oggi dal presupposto che le cause patogene si trovino dentro o vicino alle cellule. Specializzazione: unità sempre più piccole, ad esempio geni ovvero la loro manipolazione, virus ovvero parti di virus.
b) Nuova Medicina: il cosmo di uomo, animali e piante: nella natura si manifesta il Divino con le cinque leggi biologiche. Tutti gli esseri viventi hanno un’anima. “Poiché in realtà tutto è Uno e una cosa non è sensatamente immaginabile senza l’altra”. Visione d’insieme, sinossi
Diana Dunnigham Chapotin, Segretaria Internazionale dell’Ordine Teosofico di Servizio, in occasione del Congresso del Centenario della Società Teosofica Italiana , svoltosi ad Assisi nel 2002, ebbe a dire: “La qualità del nostro servizio verso gli altri è direttamente influenzata dalla visione che abbiamo del mondo. L’Ordine Teosofico di Servizio è utile quando fornisce un sostegno che il gruppo può dare garantendo la neutralità della Società Teosofica e la libertà di pensiero dei membri. In breve l’Ordine Teosofico di Servizio è un mezzo per la realizzazione dell’unità per coloro che credono che il servizio e la loro crescita interiore siano simultanei e non sequenziali”.
Voglio ricordare quanto scrisse in “Iside Svelata” H.P. Blavatsky: “ Scienza e Religione unite sono infallibili poiché l’intuizione spirituale supera le limitazioni dei sensi fisici. Separate, la scienza esatta respinge l’aiuto della voce interiore, mentre la religione diviene una teologia meramente dogmatica. In definitiva ognuna, lasciata a sé, non è che un cadavere senz’anima”.
Pertanto svolgere Servizio con spirito teosofico comporta una continua ricerca di verità per approfondire la conoscenza di se stessi e degli altri.

Paola Botta Beltramo – Presidente Gruppo Teosofico Biellese
Perugia 3-5 giugno 2005

 

Leggiamo 1 minuto dopo aber letto l'articolo sopra, questo commento che allego  tratto da un un articolo sulla cecità appena postato in cui si evince che è la Psiche che può.... A conferma di quanto elegantemente esposto dalla signora Paola Botta Beltramo.

Fisico ed emozioni sono interconnessi....

Essendo un miope ‘alto’ (+ di 15)ho provato la cura Bates anni orsono con scarsissimi risultati. Nonostante ciò non mi permetto di dire ovviamente che ad altri non possa giovare. Nel mio caso a 23 anni mi ritrovo con l’occhio sinistro affetto da rottura gigante della retina curata a Monza con una vitrectomia con cerchiaggio con esito positivo. Negli anni successivi mi ritrovo a dover curare un glaucoma cronico dovuto a emulsione di silicone (obbligatorio in vitrectomia)non più gestibile in quanto i colliri(cosopt, travatan, alfagan e altri) non risultavano più efficenti. Si palesa quindi la possibilità di un iridectomia per gestire il glaucoma. La retina cmq è sempre precaria. Viene osservato frequentemente anche l’occhio destro in quanto statistica vuole che debba nella prossimità degli eventi avere anche questo una caduta. La cataratta traumatica nel sinistro aumenta. A 25 anni mi si presenta una stanchezza cronica che mi porta a stare a letto 2 mesi di fila. Si sospetta mononucleosi poi non riscontrata. Ho episodi di panico e astenia perenne. Riesco cmq a dare gli esami di diritto penale all’università. La stanchezza aumenta. Difficoltà ad alzarmi dal letto e cmq il risveglio avviene a mattinata inoltrata. Studi fermi. Altri esami. Niente di particolare, glucosio bassi, IGG alti. C’è cmq una perenne infezione in corso con febbricola a 37.3. Mia madre incontra per caso(o destino) una biologa naturopata alla quale ci affidiamo più per disperazione che per altro. Faccio notare che prima le ho provate tutte(anche la tipa col pendolino) in quanto la mia miopia iniziò a 4 anni in associazione con forti incubi e sonnambulismo. Questa dottoressa inizia a dirmi che le mie cellule sono malnutrite e che senza una reintegrazione alimentare graduale la cosa sarebbe ovviamente peggiorata. Il principio base consisteva nell’introdurre gradualmente nutrizione sia biologica che derivata eliminando al contempo l’acidosi prodotta da organi emuntori(reni, fegato in primis) ormai compromessi. Faccio notare che pesavo 73 kg per 1,90 m di altezza. Introducendo cibo e pillole e oligoelementi ma necessariamente eliminando l’acidosi per la migliore assimilazione il cambiamento già da subito comincio a sentirlo, anche se lentamente. Ora sono passati 13 anni dalla rottura della retina. Nel frattempo ho sostituito il cristallino ma i miei 2 fondi oculari sono perfetti non somigliando più a quelli di un miope di gradazione elevata. Certamente i bulbi restano allungati anche se 3 diottrie le ho recuperate. Ho provato molte diete poi ma la migliore per me risulta quella del gruppo sanguigno. Riscontro con esami intolleranza al glutine notando dopo averne mangiato una visione offuscata. Successivamente noto connessioni emotive con la vista e comincio a studiarne gli effetti. Comincio a capire che fisico ed emozioni sono sempre stati interconnessi. Dovevo solo farne esperienza. Ma questa è un’altra storia.
Buona giornata

Per inserire un commento è necessario creare un account Registrati


Commenti (8)

Scritto da Paola Botta Beltramo
14-03-2014 16:03

A Lupo nella Notte: se l’albero si giudica dai frutti – e dai semi - ............... Da http://www.teosofia-bernardino-del-boca.it/ (vedi medicina – genetica –epigenetica – vaccinazioni-vivisezione – scienze finanziarie ecc.) “ 4 giugno 1975: ……quando i teosofi, circa 100 anni fa, iniziarono a parlare di disturbi psicosomatici i medici li derisero……. LA NUOVA MEDICINA psicosomatica dovrà lottare ancora a lungo per imporre la visione della realtà…….Che cos’è un virus? “ ( Bernardino del Boca – “ Singapore-Milano-Kano “ - ed. 1976 – pag. 244) “Testamento per una NUOVA MEDICINA” è il titolo del libro del medico tedesco Rike Geerd Hamer. (vedi “ricerche attuali” sottoindicate) “Non è la Natura che crea le malattie ma l’uomo … La Natura non può essere chiamata Male. Il vero male proviene dall’intelligenza umana e la sua origine è provocata solo dall’uomo razionale che si allontana dalla Natura. Perciò l’umanità è la vera ed unica fonte del male…” (Lettere dei Mahatma ad A.P. Sinnett Vol. I Lettera n. 10/1882 – ed. 1968 pag. 106) “La potenza dell’immaginazione sulle nostre condizioni fisiche ha poteri curativi o morbigeni di gran lunga più importanti delle pozioni… La paura spesso uccide ed i dispiaceri avvelenano i fluidi sottili del corpo” (H.P. Blavatsky – “Iside Svelata “– La Scienza – ed. 1994 - Vol I pag. 126) “Tra le cosiddette scienze esatte la medicina è quella che meno merita questo nome…teoricamente è la più benefica e pure, nello stesso tempo, nessun’altra scuola di scienza esibisce tanti esempi di meschini pregiudizi, materialismo, ateismo e maliziosa caparbietà” (H.P. Blavatsky – “Iside Svelata” – La Scienza – ed. 1994 - Vol. I parte I pag. 175)

Scritto da Lupo nella Notte
13-03-2014 13:03

Mi pare che "imbarcare" tout-court e senza un briciolo di distinguo il "Verbo" di personaggi a dir poco ambigui come la famigerata Madame Blavatsky come se fosse Verità incontrovertibile sia ben piú che avventato e non rende un buon servizio a nessuno. Andar poi a cercare legittimazioni per la NMG del dottor Hamer nei ponderosi e ripetitivi scartafacci allucinatorî e visionaristici della summenzionata teosofista, ricevuti da questa in una trance operata da forze oscure e non meglio identificate, mi pare addirittura un torto nei confronti di Hamer, e lo dice un "non-hamerista"... dire che la Teosofia presenti "da secoli" (sic!) qualsivoglia cosa è una mistificazione vera e propria e asseconda chiaramente la velleitaria pretesa dei teosofisti moderni di avere un qualche legame iniziatico ininterrotto con la Tradizione originale di cui invece non hanno fatto altro che scopiazzare e mal digerire alcuni dati. La "teosofia" cui ci si riferisce nel testo nasce con la sua creatrice, la suddetta madame, quindi nella seconda metà del XIX secolo. La donna in questione era indubbiamente una medium naturale, e ciò solo in quest'epoca capovolta può venir confuso con qualcosa di "spirituale". La fondamentale distinzione tra psichismo e sovrannaturale viene bellamente ignorata, ma non c'è da stupirsi, dati i tempi...

Scritto da zil
13-03-2014 10:03

Ecco la nuova edizione del premio Innovazione: LINK

Scritto da Roberto Arvo
13-03-2014 01:03

Non solo scienza e religione parlano di cose diverse, ma la prima cerca di coprire gli spazi di una "episteme", cioè di un sapere definitivo ed incontrovertibile; la seconda invece trae la sua conoscenza da generalizzazioni statistiche fatte su base empirica. Non è un sapere assoluto e capita spesso che verta su cose necessariamente sbagliate....o meglio su cose che sembrando attualmente vere, possono essere ritenute sbagliate successivamente; questo perché nuovi dati vanno a statuire nuove evidenze, teorie e convinzioni. Le teorie di Galileo, per dirne una, sono considerate superate. Ma in senso assoluto erano sbagliate, cioè certi suoi assunti non corrispondevano a verità....ma erano scienza. La Hack, come disse lei stessa qualche tempo fa, non sapeva esattamente cosa fossero, anche da un punto di vista strettamente fisico, i cosidetti buchi neri. E ovviamente era destinata a non saperlo mai. Si è accontentata di ipotesi. Dunque è ingenuo pensare che la scienza sia la Verità....così come tende a credere il popolino. Mettere insieme scienza e religione è come unire l'altezza di un palazzo con la dolcezza dello zucchero. [Battutone: sarà per questo che non zuccheriamo gli ascensori ma saliamo le scale? Scusate ma non ho resistito!]

Scritto da laurama
12-03-2014 20:03

Dal libro "Il potere della Kabbalah" invece si legge: "Sappiate che prima che le emanazioni fossero emanate e il creato fosse creato, la sublime e semplice Luce colmava l'esistenza intera, e non esisteva alcun spazio vuoto." Il cabalista Rabbino Isaac Luria, XVI secolo .... Prima ancora che il tempo stesso avesse inizio, esisteva un'energia infinita. Tale forza si estendeva senza limiti, riempiendo l'eternità, espandendosi nell'infinito al di là del tempo, dello spazio, del moto. ... Non c'era nient'altro. Niente. Soltanto una pura e infinita forza di quiete che pervadeva tutto. .... La natura di questa Energia era di condividere l'essenza di se stessa. .... Per appagare la sua natura generosa, la forza senza fine dell'energia creò un ricevente - nella Kabbalah è chiamato Vaso - con il quale condividere la sua essenza. .... Dunque ci troviamo di fronte a un'infinita Energia e a un infinito Vaso. Causa ed effetto. Condividere e ricevere. Pura perfezione. .... Il Vaso aveva tutto tranne una cosa: la capacità di conquistare ed essere la causa del proprio appagamento! ... Fintanto che il Vaso si limitava a ricevere, rimaneva infelice. ... Il Vaso non avrebbe potuto condividere con la Luce? Un'idea encomiabile, peccato che la Luce non avesse alcun desiderio di ricevere. La Luce è di per sè una condivisione senza limiti di energia. La soluzione: IL VASO SMISE DI RICEVERE LA LUCE! Gli antichi cabalisti chiamarono "Resistenza" l'atto di respingere la Luce compiuto dal Vaso. .... La Luce si contrasse creando nel Mondo Senza Fine un punto di oscurità. L'infinito aveva dato origine al finito. ..... Gli scienziati hanno individuato l'eco cosmica di questa esplosione, e le hanno dato nome il Big Bang! ..... Per nascondere la Luce splendente del Mondo Senza Fine - e creare quel minuscolo puntino in cui sarebbe stato generato il nostro universo - furono innalzati dieci veli. Gradualmente, di velo in velo, l'intensità della Luce fu schermata, fino a trasformarsi in semioscurità. Questi dieci veli diedero origine a dieci diverse dimensioni che in ebraico sono chiamate le Dieci Sefirot. ... ecc.

Scritto da aurora roverato
12-03-2014 17:03

Io invece e ho letto uno ,dove dice che sulla Bibbia c'è scritto che prima che Dio si manifestasse" in principio c'era il nulla",mentre la scienza ora dice; che il nulla non esiste!

Scritto da emiliano
10-03-2014 20:03

Uomo (e donna ) avvertito mezzo salvato.Fate come vi pare ma poi non dite che nessuno vi aveva messo in guardia. Sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno grandi segni e prodigi da sedurre, se fosse possibile, anche gli eletti. Ecco, ve l'ho predetto" (Matteo 24:4-5, 11, 24-25) http://www.centrosangiorgio.com/occulti smo/articoli/la_teosofia_e_del_diavolo.htm htt p://www.marcovuyet.com/ALARMA-LA-NEW-AGE.htm

Scritto da lorenzo
10-03-2014 20:03

“Alcuni anni fa un ragazzo mi raccontò che aveva consultato un libro, scritto con la psicotematica, per essere aiutato circa la scelta dei suoi studi e lavoro futuri. Lo consultò come l’autore gli aveva suggerito: aprendolo spontaneamente. La pagina scelta riproduceva un disegno ricco di simboli e recava in calce la scritta: “Non distoglierti mai dall’onestà” e poi? poteva trovare: "cerca sempre di essere te stesso" oppure "se vuoi sentire il consiglio di dio ascolta il tuo cuore" o anche "non fare mai il passo più lungo della gamba" "cerca sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno" "quando fa freddo metti la maglia di lana"

Area Utente

 

COOKIE

 

ULTIMI COMMENTI

 

Brainup

 

ENZO RAFFAELE

 

Pubblicità

 

 

ARTICOLI NICOLETTA FORCHERI