Cerca 

FreePC

 

Trovaci su Facebook

 

PAOLO MALEDDU

 

Enneagramma Biologico

 

SCIE CHIMICHE

 

Gianni Lannes

 

Parlamento Crimea proclama indipendenza
Redazione | 11-03-2014 Categoria: Mondialismo Stampa


 

Con 78 voti a favore su 81, il Parlamento della Crimea ha dichiarato l'indipendenza dall'Ucraina.

Le autorità della russofona Crimea intendono nazionalizzare le navi della flotta ucraina dislocata a Sebastopoli. "La flotta ucraina a Sebastopoli sarà interamente nazionalizzata. Non intendiamo lasciar uscire le navi ucraine da Sebastopoli", ha annunciato il premier locale Serghiei Aksionov, non riconosciuto e ricercato da Kiev. "Abbiamo precluso l'uscita - ha aggiunto - anche alla flotta civile Cernomor Neftegas", che comprende navi cisterna e per l'esplorazione marittima dei giacimenti di gas e petrolio nel Mar Nero. Lo riferisce Itar-Tass.

Russia, prima lettura legge annessione il 21 marzo  - Quando il 16 marzo prossimo si terrà il referendum sull'adesione della Crimea a Mosca, in Russia non sarà ancora pronta la legge semplificata per l'annessione: oggi infatti la Duma, il ramo basso del parlamento, ha fissato per il 21 marzo la prima lettura del disegno di legge, che consente di inglobare territori stranieri sulla base di un semplice referendum, abolendo la necessità di firmare accordi internazionali.



Torna Ianukovich - "Sono l'unico presidente legittimo dell'Ucraina e continuo ad essere il comandante in capo dell'Esercito": lo ha detto il deposto presidente ucraino in una conferenza stampa a Rostov sul Don, est della Russia, trasmessa in diretta tv. Il deposto presidente ucraino Viktor Ianukovich ritiene "assolutamente illegittime" le prossime presidenziali in Ucraina e ha annunciato a Rostov sul Don che "appena le circostanze me lo consentiranno, tornerò a Kiev".

Crimea isolata - Voli per Kiev e Istanbul cancellati stamani da Simferopoli, partono solo gli aerei per Mosca. Lo si legge sul sito dello scalo della capitale della Crimea. E sono state rafforzate le misure di sicurezza, e i controlli, alla 'frontiera' di terra verso nord, riferiscono fonti qualificate all'ANSA. Stop anche ai traghetti dalla Russia verso Kerch, a causa delle cattive condizioni meteo e del mare in burrasca.

Fonte: Ansa.it

Per inserire un commento è necessario creare un account Registrati


Commenti (3)

Scritto da ope
12-03-2014 10:03

Penso che durera' poco questa parvenza di vittoria della sovranita' e della contrapposizione russa come risposta alla sovversione dell' ucraina di nazzi e ue usa. E' sufficente ora, ed e' ormai la cosa piu' facile e perfetta da destabilizzare per guerre varie, creare incidenti allo stesso modo di kiev, dentro al territorio ucraino e in altri luoghi dell' est ucraina, per innescare quello che non si vorrebbe, ma che loro tentano che sia, perche' credono che destabilizzando un paese con la guerra civile, ci si possa impossessare meglio del terrritorio, intervenendo come liberatori a difesa dello stesso male che hanno creato. Oggi e' anche piu' rischioso, perche' si avvicinano le teste delle due grandi potenze militari e atomiche, che hanno accettato il confronto senza mezze misure. O si fermano subito, o non torneranno piu' indietro, caricando eventi su eventi, e tensioni su tensioni. Stiamo a vedere.

Scritto da WBM
11-03-2014 20:03

Ogni tanto vince il popolo sovrano, e in Crimea sta accadendo questo, dove la popolazione russofona si sta ricongiungendo alla madrepatria Russia. É come se un giorno finalmente la Corsica si liberasse dal dominio francese, sarebbe una cosa bellissima, magari con l'indipendenza, dato che il popolo corso non aspira per nulla a congiungersi con l'Italia pur essendo etnicamente italico e linguisticamente italofono.

Scritto da kent12
11-03-2014 19:03

Sarebbe da vedere questo La Verità sull'Ucraina - Marcello Foa http://www.youtube.com/watch?v=OUoOh1YxyyI

Area Utente

 

COOKIE

 

ULTIMI COMMENTI

 

Brainup

 

ENZO RAFFAELE

 

Pubblicità

 

 

ARTICOLI NICOLETTA FORCHERI