Cerca 

FreePC

 

Trovaci su Facebook

 

PAOLO MALEDDU

 

Enneagramma Biologico

 

SCIE CHIMICHE

 

Gianni Lannes

 

RICONOSCETELI
Redazione | 14-03-2014 Categoria: Mondialismo Stampa

DUE BELLE SIGNORE! 

Questi che seguono sono 2 commenti  che  pubblico perché  dovuti a 2 belle signore che stimo. Anch'io quando Antonella Randazzo smise di pubblicare soffrii e mi sentii orfano. Fu allora che decisi di aprire Stampa Libera. Curioso eh?  O forse è proprio così che funziona? Quando la necessità si fa più acuta l'ordine delle priorità si auto dispone sul metodo più efficace per raggiungere l'obiettivo di soddisfare la necessità stessa. Quindi se le cose stanno in questo modo, deduco che altre iniziative fioriranno.

Ringrazio tutti di cuore per l'affetto dimostrato, sono commosso.  Mi scuso se non ho citato i nomi dei tanti che mi hanno aiutato, mi sono un p0' distratto. A loro va tutta la la mia riconoscenza.

RICONOSCETELI
Di Antonella Randazzo
Ho letto con tristezza le parole di Lino Bottaro che annunciavano la
prossima possibile chiusura di Stampa Libera, e non ho potuto frenare
l’esigenza di scrivere anche poche parole a sostegno del lavoro che è stato
fatto su questo sito, e della cordialità che ho sempre trovato da parte di
tutti i collaboratori.
Mi dispiace la scelta annunciata da Lino, però devo anche aggiungere che
la comprendo appieno e per esperienza. Infatti, chi veramente opera contro
il sistema è oggetto di attacchi che prendono diverse forme.
Mi ricordo che quando curavo il mio blog
(http://antonellarandazzo.blogspot.it/) e pubblicavo articoli quasi
settimanalmente, gli attacchi erano di vario genere: si andava dal
personaggio che cercava di attaccarmi sul lato personale, nonostante,

ovviamente, non sapesse nulla di me, al personaggio che puntava sul lato
emotivo, accusandomi di “censurare” i post soltanto perché si cercava,
come in ogni sito che vuole mantenere una certa serietà, di non ridurre il
blog in una serie di ingiurie, litigi, accuse, attacchi, ecc.
I debunker cercavano di far dimenticare che ogni autore indipendente non
ha alcun interesse a censurare le opinioni anche opposte alle sue, ma cerca
di rendere il sito qualcosa di utile, creando quanto più possibile armonia
tra i lettori.
Ovviamente, le diverse opinioni non possono che arricchire il sito, mentre
le reazioni rabbiose, l’intolleranza, le ingiurie, gli alterchi e altri
comportamenti non propriamente civili creano un clima non costruttivo.
Alcuni “disturbatori”, che in modo evidente cercavano di ostacolare sia
l’armonia che c’era sul sito, sia la continuazione della pubblicazione degli
articoli, sono stati da me denunciati, ma la polizia postale ha archiviato
tutto perché i personaggi risultavano cittadini svizzeri.
Mi ricordo, inoltre, che quando ho iniziato a trattare la situazione politica
italiana si fecero avanti i “fans” dei personaggi che erroneamente vengono
scambiati per indipendenti dal sistema, e ricevetti persino qualche e-mail
di minaccia. Ovviamente, trovarono terreno poco fertile per i loro intenti,
in quanto continuai a scrivere fondando addirittura una pubblicazione
completamente indipendente (http://associazioneespavo.blogspot.it/), che
fornisce un’informazione su tutti gli argomenti evitati dalla propaganda, e
fornisce anche quelle basi storiche e culturali che permettono di
comprendere i fatti che accadono. Su questo sito mi è stato permesso di
pubblicare alcuni articoli tratti da questa pubblicazione.
Com’è evidente, i giornalisti di regime forniscono informazioni prive di
fatti storici o geopolitica che possono far comprendere la numberswiki.com


notizia nella sua
vera natura, e per questo è necessario che qualcuno faccia chiarezza sugli
eventi che accadono nel nostro Paese e in altri.
Ritornando alle parole di Lino, vorrei esprimere la mia vicinanza con chi
ha avuto l’unico obiettivo di capire meglio la realtà, chiarirla e
condividerla con gli altri, dando notizie vere, o informazioni utili, in un
panorama in cui spicca la menzogna e la truffa mediatica.
Cosa si può imparare da persone realmente indipendenti dal regime e
desiderose soltanto di condividere con gli altri la consapevolezza che
hanno raggiunto?
Solo una parola: RICONOSCETELI.
Infatti, credo sinceramente che il problema più spinoso sia l’incapacità di
molti a distinguere chi è veramente indipendente e chi non lo è.
Chi è indipendente non ha vita facile, non viene integrato nei mass media,
viene ignorato oppure ostacolato, viene attaccato da personaggi pagati per
farlo, e deve essere molto forte per continuare.
Il mio messaggio è dunque di solidarietà e di vicinanza verso gli amici di
SL e ai lettori dico ancora:
RICONOSCETELI. Perché soltanto la ricerca della consapevolezza
produce discernimento, e il discernimento permette di non cadere nelle
trappole mediatiche e politiche che rendono possibile il sistema in cui
stiamo vivendo.
Auguro a tutti che la ricerca della verità possa portare consapevolezza e
benefici.
Sono convinta che sia la consapevolezza a fare la differenza, come ricorda
la famosa frase di Albert Einstein: “Nessun problema si può risolvere dallo
stesso livello di coscienza che l’ha creato”.

 

Di Paola  Botta  Beltramo


Da http://www.teosofia-bernardino-del-boca.it/ (vedi medicina – genetica –epigenetica – vaccinazioni-vivisezione – scienze finanziarie ecc.)
“ 4 giugno 1975: ……quando i teosofi, circa 100 anni fa, iniziarono a parlare di disturbi psicosomatici i medici li derisero…….
LA NUOVA MEDICINA psicosomatica dovrà lottare ancora a lungo per imporre la visione della realtà…….Che cos’è un virus? “
( Bernardino del Boca – “ Singapore-Milano-Kano “ – ed. 1976 – pag. 244)

“Testamento per una NUOVA MEDICINA” è il titolo del libro del medico tedesco Rike Geerd Hamer. (vedi “ricerche attuali” sottoindicate)

“Non è la Natura che crea le malattie ma l’uomo … La Natura non può essere chiamata Male. Il vero male proviene dall’intelligenza umana e la sua origine è provocata solo dall’uomo razionale che si allontana dalla Natura. Perciò l’umanità è la vera ed unica fonte del male…”
(Lettere dei Mahatma ad A.P. Sinnett Vol. I Lettera n. 10/1882 – ed. 1968 pag. 106)
“La potenza dell’immaginazione sulle nostre condizioni fisiche ha poteri curativi o morbigeni di gran lunga più importanti delle pozioni… La paura spesso uccide ed i dispiaceri avvelenano i fluidi sottili del corpo”
(H.P. Blavatsky – “Iside Svelata “– La Scienza – ed. 1994 – Vol I pag. 126)

“Tra le cosiddette scienze esatte la medicina è quella che meno merita questo nome…teoricamente è la più benefica e pure, nello stesso tempo, nessun’altra scuola di scienza esibisce tanti esempi di meschini pregiudizi, materialismo, ateismo e maliziosa caparbietà”
(H.P. Blavatsky – “Iside Svelata” – La Scienza – ed. 1994 – Vol. I parte I pag. 175)

Per inserire un commento è necessario creare un account Registrati


Commenti (31)

Scritto da Roberto
19-03-2014 19:03

Rivolgo nuovamente l'appello lanciato nel commento del 16 marzo. Mi rivolgo a Parusia, Proietti, Lino e tutti gli altri lettori. Non pensate che sia arrivato x tutti il momento di agire e fare veramente qualcosa? Io, nel commento del 16 (chi desidera puo' rileggerlo), invito ad un passo in avanti in questa guerra. Lino, te hai tutte le nostre mail e se ritieni la mia idea almeno un buon inizio da sviluppare e approfondire, ti esorto a fare un giro x tastare il terreno sull' effettiva attuazione. Se invece credi che sia un' idea del tutto irrealizzabile ne prendero' atto. Un saluto a tutti

Scritto da Domenico Proietti
18-03-2014 13:03

TUTTO SI STRASFORMA NIENTE SI DISTRUGGE - sarà cosi anche per STAMPA LIBERA :-)

Scritto da stefania
17-03-2014 21:03

Ciao Caro Lino, Caro Sito e Cari collaboratori. Apprendo ora, basita questa notizia. Vi leggo da tanto ma con qualche pausa ogni tanto per riprendermi dalle notizie scioccanti che leggo. Quando vengo lasciata da qualcuno o qualcosa che ha rivestito per me grande importanza e grande nutrimento come in questo caso SL mi sento come un'orfana e mi chiedo come farò, se ritroverò mai qualcuno o qualcosa che sosituirà egregiamente ciò che mi faceva sentire insieme ai miei simili. Fiducia, fiducia è la parola giusta, è ciò che Vi auguro, ciò che servirà per andare avanti. Rispetto la vostra decisione ma vorrei dire nooooo, non lasciateci!!!! Ma guardiamo avanti e crediamoci che ci sarà più luce per tutti. Con immenso dispiacere e profonda gratitudine.

Scritto da mauro
17-03-2014 16:03

come ho gia detto nel mio primo commento,le cose stanno per cambiare,so benissimo che da molti quello che affermo riesce difficile capire e credere,e soprattutto a te amico dei tantissimi lettori che ti hanno scritto molto dispiaciuti di quello che e' successo,ma tutti devono capire che le forze dietro a moltissime situazioni che succedono nel mondo di brutto,di insensato,e di distruttivo per la dignità e qualità della vita degli esseri viventi su questo bellissimo pianeta,sono molto potenti e non sono solo di questo mondo. Ma le cose stanno cambiando,molti fattori si stanno e si sono già trasformati,e loro lo sanno, ecco perchè,chiunque ha seguito SL e altri siti simili, hanno visto quasi un moltiplicarsi di situazioni brutte e pericolose, cio' e' appunto dovuto al fatto che vogliono accellerare i tempi,bruciare le tappe,per raggiungere i loro scopi disumani. Sono sicuro che tutti i tuoi fans e amici ti rivedranno in prima fila,di nuovo a denunciare le brutture di questi esseri,ma anche ad evidenziare di molte cose buone che si susseguiranno a discapito di quelle brutte che saranno sempre di meno e di breve effetto . Ti saluto con stima e affetto ringraziandoti come tanti hanno fatto,ma con meno sofferenza,perchè so che le cose stanno cambiando, e cambieranno anche per te in meglio. Sei una persona positiva,non sara' permesso di perderti,come a tanti altri uguale a te. Un saluto con i migliori propositi per te e i tuoi amici e cari di nuovo ti ringrazio ciao

Scritto da niccolo
17-03-2014 14:03

grazie di tutto. http://storiaisterica.blogspot.it

Scritto da Gluke
17-03-2014 13:03

Buongiorno Sig.Lino, sono rimasto basito ed arrabbiato, ma anche rispettoso e comprensivo dall'apprendere la sua decisione di chiudere stampalibera. Quando iniziai qualche hanno fa a leggervi, oltre che evolvere personalmente nel comprendere le dinamiche nell'ambito umano, politico, economico della nostra società ho anche avuto conferme personali tra miei pensieri e gli articoli pubblicati; insomma siete stati una bella stampella che ha rafforzato anche l'ego e dato un po di sicurezza e certezza. Talvolta, sia nella gestione Forchieri che nella ultima sua, non sono stato in sintonia su alcune cose, ma questo credo rientri nelle dinamiche del confronto, dove discussione e dibattito, siano alla base della costruzione del proprio pensiero. Spero tanto però, che non ci sia una chiusura totale e che come qualcun'altro ha scritto, qualcuno di sua fiducia possa proseguire ciò che di importante è stato fatto. Ringraziandola di questo bel viaggio, Le auguro una serena vita. Gluke

Scritto da luigi pastorello
17-03-2014 12:03

Lino scusa se mi rivolgo nuovamente, sia a te che al tuo staff, con un mio commento, ma il desiderio di scriverti ancora è troppo forte. Tra l'articolo di "riconosceteli" e quello dove annunci, tuo malgrado, la chiusura di stampa libera, vi sono oltre 200 commenti postati nei forum relativi. Li ho letti tutti ed ho notato un sincero e partecipato affetto nei tuoi confronti. Molti ti ringraziano e basta augurandoti ogni bene. A questi gli vorrei dire che la parola grazie in altre lingue (come il portoghese ad es.) si traduce con "obbligato" cioè riconosco un debito nei tuoi confronti di gratitudine e alla primissima occasione (non alla prima!) voglio sdebitarmi con te magari restituendoti pure un sovrappiù. Credo che questo sia l'unico caso in cui l'interesse maggiorativo di un debito morale sia cosa buona e non immorale nella sua applicazione.Una specie di "usura" positiva e non odiosa! Siamo tutti in debito con te. Perchè non ci permetti di contraccambiare? e non è solo una questione di donazione di soldi, pur necessari e che fanno sempre comodo. In molti del "popolo di stampalibera.com" (chiamiamoci così se ci va!)ho sentito un sentimento sincero ed è tutta gente di un certo spessore. Molti post nei commenti a volte superavano per profondità, acutezza e spiritualità anche lo stesso pur bravo autore dell'articolo originale. Lino scusami se mi permetto, e lo dico col massimo rispetto, ma NON FARE L'EGOISTA. Stampa libera non è solo una tua creatura di cui tu sei l'esclusivo genitore. Anche noi lettori siamo un po' genitori di stampalibera e dacci l'opportunità fattiva contattandoci (hai tutte le nostre email e puoi scegliere chi credi opportuno tu) di rilevarti nel pasciare, nutrire e far crescere la tua/nostra creatura. Tu puoi coordinarci, puoi avvalerti dell'opera di ognuno di noi e non sono solo belle parole di circostanza. Ti ricordi la favola biblica di re Salomone e delle due mamme che rivendicavano la maternità del bambino conteso? La favola narra che Salomone, impossibilitato a valutare chi fosse la madre vera, decise la spartizione equa del corpo del neonato tra le due contendenti. Ciò fece emergere i veri sentimenti di amore e la verità. Credo che di madri putative autentiche che amino profondamente Stampalibera ve ne siano diverse,forse in numero maggiore di quello che pensi. NON SEI SOLO: AIUTACI AD AIUTARTI PER IL BENE E LA SOPRAVVIVENZA DI QUESTO SITO.fatti vivo per favore!! Ad maiora con stima ed affetto Tuo Luigi pastorello

Scritto da Parusìa
17-03-2014 11:03

Caro Lino, appena qualche giorno è tornato alla casa del Padre Mario Palmaro, compagno inseparabile di Alessandro Gnocchi, con cui insieme hanno cercato di portare al grande pubblico Verità tenute nascoste persino dal Vaticano. Nel suo testamento che qui allego, lui chiedeva che gli amanti della Verità, anche se colpiti da un mare incurabile come aveva lui e che se l'è portato via a 46 anni, continuassero a portare avanti la loro battaglia senza se e senza ma. Mario Giovanni Palmaro non ha potuto nemmeno conoscere l'esito del referendum della Crimea che chissà quanto ha una relazione diretta anche con la richiesta di Fatima di Consacrare la Russia al Cuore Immacolato di Maria. Un esito inatteso e che sta scatenando le ire dei poteri forti mondiali dopo un orgoglio di ritrovata voglia di Sovranità Nazionale "Illimitata" sottratta dalle grinfie del Dollaro, dell'Euro e della Debitocrazia Stegocratica. Stiamo a sentire cosa diranno Bergoglio, Renzi, Grillo e lo stesso Berlusconi su quanto succederà nei giorni futuri, dopo che gli esiti del referendum saranno ufficializzati con l'entrata della Crimea nella Federazione Russa. Mario Palmaro aveva fatto della lotta la ragione stessa della sua vita e per questo fino all'ultimo ha esortato ogni combattente in ordine e grado di non mollare mai, per nessuna ragione. Con questo voglio esortarti a continuare la tua opera, non chiudendo il sito di Stampa Libera, ma magari chiedendo ai più volenterosi di mettersi a totale disposizione, anche dietro un giuramento di fedeltà al progetto, nelle modalità che riterrai più utili per la causa. Dico questo perché stiamo oltre al periodo della denuncia: siamo nell'epoca della testimonianza e del martirio. Io sono pronto a morire per una giusta causa. Passaci il testimone se credi, ma diciamo la Verità partendo da quella maggiore, perché, come scrissi in uno dei miei primissimi articoli su Stampa Libera: UBI MAJOR, MINOR CESSAT. Ti abbraccio con la stima di sempre. Approfitto per salutare tutti i lettori e gli amici di questo magnifico giornale online. Queste le parole di Mario Parlmaro riportate su Il Foglio: “La prima cosa che sconvolge della malattia è che essa si abbatte su di noi senza alcun preavviso e in un tempo che noi non decidiamo. Siamo alla mercé degli avvenimenti, e non possiamo che accettarli. La malattia grave obbliga a rendersi conto che siamo davvero mortali; anche se la morte è la cosa più certa del mondo, l’uomo moderno è portato a vivere come se non dovesse morire mai. Con la malattia capisci per la prima volta che il tempo della vita quaggiù è un soffio, avverti tutta l’amarezza di non averne fatto quel capolavoro di santità che Dio aveva desiderato, provi una profonda nostalgia per il bene che avresti potuto fare e per il male che avresti potuto evitare. Guardi il Crocifisso e capisci che quello è il cuore della fede: senza il Sacrificio il cattolicesimo non esiste. Allora ringrazi Dio di averti fatto cattolico, un cattolico “piccolo piccolo”, un peccatore, ma che ha nella Chiesa una madre premurosa. Dunque, la malattia è un tempo di grazia, ma spesso i vizi e le miserie che ci hanno accompagnato durante la vita rimangono, o addirittura si acuiscono. È come se l’agonia fosse già iniziata, e si combattesse il destino della mia anima, perché nessuno è sicuro della propria salvezza. D’altra parte, la malattia mi ha fatto anche scoprire una quantità impressionante di persone che mi vogliono bene e che pregano per me, di famiglie che la sera recitano il rosario con i bambini per la mia guarigione, e non ho parole per descrivere la bellezza di questa esperienza, che è un anticipo dell’amore di Dio nell’eternità. Il dolore più grande che provo è l’idea di dover lasciare questo mondo che mi piace così tanto, che è così bello anche se così tragico; dover lasciare tanti amici, i parenti; ma soprattutto di dover lasciare mia moglie e i miei figli che sono ancora in tenera età. Alle volte mi immagino la mia casa, il mio studio vuoto, e la vita che in essa continua anche se io non ci sono più. È una scena che fa male, ma estremamente realistica: mi fa capire che sono, e sono stato, un servo inutile, e che tutti i libri che ho scritto, le conferenze, gli articoli, non sono che paglia. Ma spero nella misericordia del Signore, e nel fatto che altri raccoglieranno parte delle mie aspirazioni e delle mie battaglie, per continuare l’antico duello” (Mario Palmaro).

Scritto da sergio
17-03-2014 09:03

quella di robero puo essere un idea . lino prova a pensarci su . io sono presente.

Scritto da Roberto
16-03-2014 20:03

Ciao Lino. Io sono un semplice lettore che tanto ha appreso e imparato da cio' che e' stato pubblicato su SL. Penso di aver capito il motivo che ti ha spinto a questa decisione e, dopo tutto il contributo dato, comprendo che non si puo' chiederti piu' di quanto tu abbia gia' dato. Io lancio un semplice APPELLO A TUTTI I LETTORI che hanno ricevuto, come me, un contributo di un piu' elevato livello di coscienza. Ho letto che siamo migliaia. Bene. Cio' che chiedo e' questo: visto contro chi ci battiamo e PER cosa ci battiamo, perche' non unirci e formare una sorta di ASSOCIAZIONE/FONDAZIONE dove per Statuto possiamo decidere che, tramite tante piccole donazioni (nostre e di tutti quelli che vorranno aderirvi) potremmo avere denaro a sufficienza per impiegarlo nella protezione fisica di coloro che, a livello nazionale, combattono il sistema. Potremmo avere fondi a sufficienza per pagare gli studi legali per la difesa dei nostri EROI. Potremmo permetterci di pagare uno staff che gestisca il blog, degli hacker per proteggerci dagli attacchi informatici. Insomma lettori, questa e' una guerra e come tale dovremmo organizzarci. Uniti e tanti. Decine di migliaia di persone distanti fisicamente ma unite da un solo desiderio: lottare per un futuro migliore. Lo dobbiamo ai nostri figli. E' nostro dovere. A Lino chiedo solo, se la mia iniziativa dovesse portare consensi, di aiutarci nella partenza. Fare da collante tra i sostenitori. Solo cosi' organizzati possiamo pensare di avere qualche chance. Che fanno? Ci vengono a prendere uno ad uno nelle nostre case? Se saremo migliaia dubito che possano farlo. Loro si basano, de facto, sulla nostra incapacita' di organizzarci. Facciamogli vedere che si sbagliano e rendiamogli la vita difficile. Spero tanto in una forte adesione. Chi e' d' accordo si faccia avanti e chiedo, altresi', a tutti coloro che sono gia' dentro di darci una mano e dei suggerimenti su come iniziare

Scritto da salvatore
16-03-2014 19:03

Sono veramente dispiaciuto che SL chiuda. Per me e' stato un punto di riferimento importantissimo. Vorrei comunque ringrazioare tutto lo staff per l'ottimo lavoro svolto nel corso di questi anni. In special modo Lino Bottaro

Scritto da Livio
16-03-2014 12:03

Gentile Sig. Lino, Gentili Collaboratori/trici di SL, sono solamente un semplicissimo lettore di questo meraviglioso sito. Anche se non è da molto tempo che leggo gli articoli postati su di esso ho sempre fortemente ammirato la qualità degli articoli scritti e l'immenso valore di tutte quelle persone che sicuramente con fatica e difficoltà hanno permesso una migliore conoscenza e consapevolezza di tutto ciò che ci circonda. Ho appreso con enorme dispiacere la possibile chiusura di SL in quanto è sempre stata ed è per me una splendida fonte di vera informazione, anche se comprendo appieno le motivazioni che possono spingere il Sig. Lino a fermarsi. Desidero ringraziare di cuore il Sig. Lino e tutti quanti coloro hanno dato il proprio contributo per aver reso SL un sito eccezionale e veramente, assolutamente insostituibile. Grazie di cuore. Grazie a tutti. Un Abbraccio Lino.

Scritto da Dario
16-03-2014 10:03

Siamo in un periodo pieno di Falsi Profeti. Credo tutti ne siano consapevoli. Oggi più di una volta è molto più facile trovare profeti, grazie a nuovi mezzi di comunicazione. Oggi più di una volta è molto più difficile distinguere quelli veri da quelli falsi. Qui sta la prova a cui siamo sottoposti nei nostri giorni. Dobbiamo imparare, utilizzando i mezzi attuali, indotti o voluti, in una realtà che non è più quella di una volta, a districarci tra i 1000 profeti, ignorare quelli nocivi imparando da loro cosa evitare, e ad affiancarci a quelli benefici, imparando da loro quale sia la via evolutiva da seguire, valutando di volta in volta quale sia la strada giusta. Affiancare, si. Seguire, no. Benchè guide più o meno luccicanti di saggezza, Essi sono sempre nostri simili quindi paritetici, affiancandoli avremo modo di parlare con loro, guardarli, servirli, aiutarli se sarà il caso, vedere dove ci conducono prima di arrivarci prima che sia troppo tardi. Seguire invece è meno efficace. Non si vede la strada che si sta percorrendo, o giunti ad un bivio, le alternative a disposizione, occorre fidarsi ciecamente di chi vi sta davanti e, volutamente o involontariamente, vi oscura la via. E qui sta la difficoltà: imparare a distinguerli e ascoltare (metaforicamente) il proprio "cuore" avvalendoci del proprio libero arbitrio. Ossia individuare e seguire quel microscopico, flebile e quasi invisibile "filo" che ci tiene agganciati a qualcosa di più grande, e "interno" o “esterno” a noi al quale facciamo parte, dal quale arriviamo e, forse, un domani, torneremo. La scelta di Antonella prima e ora di Lino vanno proprio in questa direzione. Come un bambino che dai primi vagiti fino a quando, ormai adulto partirà per terre lontane alla ricerca del suo (e dell'umanità) destino. Come un volano, inizialmente fermo, grazie ad una spinta possente viene messo in moto e finalmente potrà ruotare da se per un po, Essi ci hanno dato una spinta, e ora siamo in viaggio. Per un po saremo liberi e felici di andare, sapremo come agire e cosa fare, ma poi, di tanto in tanto, avremo bisogno di una ricarica, di un nuovo stimolo. Potremo farlo affiancandoci a nuovi veri profeti, a questo punto dovremo aver iniziato più o meno a distringuerli. Oppure, se lo abbiamo già individuato, attingendo al canale o filo di luce quasi invisibile che tutti noi ci portiamo appresso. Siamo cellule di luce autonomi e complementari. Autonomi ognuno nella propria funzione specifica (talento) e complementari e utili a quel qualcosa di immenso e misterioso dal quale proveniamo o forse, chissà, stiamo componendo. Credete forse che il nostro fegato o milza o occhio o lingua sappiano dell'esistenza, o abbiano consapevolezza ,dell'essere umano che compongono? non lo so, e non importa, non è per loro strettamente necessario saperlo. Questi organi hanno ognuno un compito ben specifico, e sanno farlo bene! e sono certo che ce la mettono tutta, con solerzia e umiltà a svolgere questo compito nel modo più semplice, sobrio ed efficace per l'intero essere umano che compongono. Ciao Ragazzi! ... a presto. E che ognuno si dedichi a quello per cui è qui e alimenti quanto più possibile il proprio Talento. Lo potete riconoscere perchè quando lo fate, siete felici, tutto il vostro essere ride e gioisce. Se non è così, allora fate altro, provate, sperimentate, trovate il vostro posto in questa fantastica vita. Nessuno ve lo può impedire o vietare! Siete tutti quanti dei Re ... vi diranno il contrario, ma voi siete Re! ... puniranno il vostro corpo, ma voi siete Re! ... tenteranno di sottomettervi, ma voi, sappiatelo anche in quel caso, siete Re!. Nulla potranno senza il vostro consenso, la vostra linfa vitale. Il vostro consenso è il nutrimento di quelli che ormai si sono sottomessi ad altri e che hanno dimenticato il filo della luce che li connette col Tutto e che li rendeva Autonomi e Complementari allo stesso tempo. Toglietegli il vostro consenso, e questi si trasformeranno come neve al sole in quello che erano prima di perdere il “lume della ragione”, manifesterete in questo modo la Maestria che possedete e sarete per loro ... dei Maestri, e li avrete educati semplicemente con un NO. Siamo Re!... Non scordatelo mai! Se farete così ... Ne gioiremo tutti quanti. Un abbraccio Dario.

Scritto da emiliano
16-03-2014 10:03

@thor. Per raggiungere holywar e tutti gli altri siti come holywar che sono oscurati in Italia ma che all'estero si possono vedere basta che usi uno dei tanti siti che fanno sembrare che tu ti stia collegando dall'estero.Ti metto il link di quello che uso Io, basta che copi l'indirizzo del sito oscurato nella barra dove c'è scritto connet to e poi scegli nella lista sottostante da quale paese vuoi far apparire che tu ti stia collegando. http://newipnow.com/

Scritto da Luca
16-03-2014 07:03

Grazie sig Lino per cio'che ha fatto per l'informazione,la discussione e la riflessione,il suo sito e'stato per me un riferimento per anni,e ne ho diffuso la conoscenza a quanti ho piu'potuto!sperto che la sua sia una decisione "affrettata",se possibile tenga la sua "patente" almeno fino a quando non trova un valido " coopilota" !grazie comunque di tutto e per tutto,e le auguro il meglio!

Scritto da PASQUALE
16-03-2014 05:03

un grande dispiacere ,onore alla buona informazione ne usciamo un po tutti amareggiati grazie Lino B. (se posso partecipare per questioni economiche io ci sono)

Scritto da antonio miclavez
16-03-2014 05:03

ciao Lino, ti leggevo ogni giorno, da anni, con gratitudine.. Perchè molli? io ho mollato la rivista "medicina e Odontoiatria Naturale" dopo 12 enni e ti capisco: semplicemente manca l'energia. E cedere ad altri può significare snaturare. Forse ti è già capitato. Ma a volte cedere vuol dire dare la chance a qualcuno di esprimersi tenendo in vita una cosa storica. E con poca fatica da parte tua fai un servizio alla persona ed alla comunità che legge. Però è difficile trovare la persona. Grazie per il lavoro fatto, di gran qualità.

Scritto da nessuno
15-03-2014 22:03

Un innenso grazie di cuore. Anche il più grande dei maestri, dopo solo 3 anni, ritenne conclusa la sua missione, e lasciò ai suoi dodici discepoli il compito di diffondere la verità, dando loro un solo comandamento una sola carta di identità, " Sapranno che siete mie discepoli, dall'amore che avrete gli uni per gli altri" Stampa libera ha molti più discepoli, spetta a tutti noi diffondere la vertità e la certezza di un mondo migliore, che puù nascere solo dalla comprensione e dall'amore degli uni per gli altri. Un grande abbraccio.

Scritto da Lele
15-03-2014 21:03

Leggendo RICONOSCETELI, mi si è raffigurato Paolo Barnard. Non sta mollando , ma è assolutamente minato nello spirito, tanti anni da indipendente contro il sistema lo hanno logorato. Troppi nemici e pochi amici, per continuare una guerra così vasta contro chi ha mezzi enormi. Leggo lui, lo ascoltavo in TV prima della sua epurazione, e leggevo SL. Erano i miei punti di riferimento. SL molla e capisco, PB non ancora ma è uomo certamente provato e oltre il limite. Dispiace ammettere che siamo labili, fragili e un popolo con zero palle, la lotta al potere logora e prima o poi uno si arrende, perché leggere come noi è facile, a stare in trincea ti giochi la vita. In bocca al lupo Lino.

Scritto da gianni55
15-03-2014 20:03

posso confessare che ho versato qualche lacrima ieri, e come uomo non ho la lacrima facile credetemi, ma STAMPA LIBERA mi faceva capire tante VERITA', Lino ha posto quella bellissima foto di lupo solitario ho letto altri commenti che la pensano come me se serve dare una mano per salvare il sito io sono pronto,non saranno certo dei accari o troll o svizzeri a fermare un branco di lupi,mi immedesimo in Lino e i suoi VERI collaboratori quanto difficile continuare si capiva ultimamente che aveva STAMPA LIBERA il freno a mano tirato, ma vi prego non spegnete mai quella fiamma pilota che è in voi, e usiamo intuito x riconoscerli grazie di cuore a tutti .

Scritto da Albert Crow
15-03-2014 20:03

... nn chiudete... resistete!

Scritto da Raffaele
15-03-2014 20:03

Ciao Lino Ti stimo e stimo il lavoro che hai fatto. Ho seguito con interesse quanto via via pubblicavi anche se non ho lasciato traccia di commenti, ma tu, il segno, l'hai comunque lasciato. Buona via. Ciao Raffaele

Scritto da luigi pastorello
15-03-2014 17:03

Scusa Lino ma perchè non passi il testimone a qualcun'altro? Perchè dissipare un patrimonio di centinaia e centinaia di articoli, files, documenti storici, video ecc. così semplicemente togliendo la corrente e abbassando la saracinesca. Un domani prossimo venturo (non credo troppo in là nel futuro!) quando il sistema collasserà (e che il sistema mondiale collassando subirà una trasformazione radicale neo-rinascimentale è sicuro!) un sito come Stampa Libera.com risulterà preziosissimo per "riscrivere" letteralmente la storia e la storiografia autentica. E' un pò come bruciare la biblioteca di Alessandria da parte degli stessi bibliotecari, perchè gli invasori ormai sono alle porte e siamo circondati!?! Se non ti hanno piegato/incarcerato fino ad ora, se la polizia postale non ti ha censurato lei stessa oscurandoti, perchè lo vuoi fare tu da te stesso?. Se non te la senti di continuare e comprendo profondamente le tue sincere motivazioni con tutto quello che hai passato!, almeno i "libri" di questa immensa biblioteca-patrimonio seppelliscili,"congelali" oppure trasmettili a qualcuno di VERAMENTE AFFIDABILE. Oppure in ulteriore alternativa, trova volontari animati dal tuo stesso spirito di verità e libertà, i quali continuerebbro la tua Opera, magari tenendo tu le chiavi, il dominio e le passwords. In modo tale che tu, pur da fuori, manterresti il controllo in caso di pericolose "deviazioni" dalla linea editoriale genuina che ti ha sempre contraddistinto. Insomma una specie di Editore-direttore generale-controllore che gestisce il tutto dal di fuori, come fossi in esilio volontario od in pensione. Se hai bisogno di un supporto sia pratico, che anche finanziario io mi offro personalmente per continuare un servizio che proprio non mi capacito e mi addolora ,debba cessare così, da un giorno ad un altro. Rimango a tua disposizione. Tuo Luigi Pastorello

Scritto da PIO
15-03-2014 15:03

mi dispiace ma magari si può riaprire con altro nome, come spesso accade grazie

Scritto da Paola Botta Beltramo
15-03-2014 14:03

Caro sig. Bottaro, la ringrazio per la stima che ricambio di vero cuore. Rinnovo i ringraziamenti anche per tutto il suo servizio e copio quanto segue che penso possa ben riferirsi anche alla sua persona e a quella dei suoi collaboratori: “In tutti i tempi ci sono stati uomini e donne che, pur vivendo in modo oscuro, sepolti in conventi o lavorando umilmente ai margini della società, sono stati tuttavia gli strumenti attraverso i quali lo “Spirito” è penetrato nell’umanità. Il loro pensiero, forte e puro, anche se non è stato comunicato ad altri, anche se non è stato stampato su giornali o in un libro, ha tuttavia influenzato il mondo perché è stato profondamente vissuto. Altri pionieri invece sono stati combattuti, derisi e fatti tacere con la forza o costringendoli alla miseria. Ma il pensiero forte e puro non può essere fermato, perché esso si muove in una dimensione in cui l’uomo non può innalzare barriere. Solo la mente può isolarsi dal mondo puro dei pensieri, costruendo ella stessa le sue barriere, il suo carcere. Nel 1793 un grande pioniere dello spirito, l’inglese William Godwin (1756-1836), nella sua opera violentemente condannata dagli uomini del suo tempo: “An enquiry concerning political justice and its influence on general virtue and happiness,” ha scritto: “La migliore garanzia per un felice risultato sta in una libera e sconfinata discussione. In una lotta condotta in questa direzione deve vincere sempre la verità. Se vogliamo migliorare le istituzioni sociali dell’umanità, dobbiamo cercare di convincere con la parola scritta e parlata. Questa attività non ha confini, questo lavoro non concede interruzioni. Tutti i mezzi devono essere utilizzati, non soltanto per destare l’attenzione della massa e per portarla attraverso la persuasione delle nostre vedute, quanto maggiormente per allontanare ogni impedimento al pensiero e per aprire ad ognuno il tempio della scienza ed il campo per un proprio studio… LINK “ Ancora grazie. Un caro saluto.

Scritto da elya
15-03-2014 12:03

Ma dico io porca miseria non si riesce mai a creare qualcosa che non sia scandita , determinata , soppesata dai soldi , soldi , soldi , soldi , sempre i stramaledettissimi soldi , d'altronde Gesù fu venduto per 30 vil denari poi quando Giuda si accorse cosa aveva fatto era troppo tardi , gli uomini non riescono a superare questa logica , sono preda di questo sistema di misurazione del valore delle cose . Le persone non riescono a mettersi insieme se non per i soldi : vogliamo più soldi , se avessimo più soldi , è tutto per mancanza di soldi , non bastano mai , se li avrei chissa che farei , , lo stato è ladro io sono legittimato a evadere , poi trovi uno addetto alle pulizie di una nave che mentre rassetta il letto trova cento mila euro non ricordo quanti senza documenti e li restituisce , la cinese proprietaria dei soldi gli dona cento euro , tutti lo guardano come un marziano e finisce sul giornale . Tutti sono disposti a venderti e comprarti , tutto ha un prezzo , come dice lele mora : '' tutti siamo in vendita , vendiamo le nostre prestazioni , tutti siamo dei prostituti '' , gli uomini non si muovono se non per interesse , parliamo di tante belle cose , sognamo , desideriamo immaginiamo , ma poi torniamo sempre li , gira , gira sempre li ai soldi la causa e la soluzione di tutto : i soldi . Le persone vogliono un mondo diverso ma ragionano con quelle di quello vecchio , e prima di fare in passo ragionano se gli conviene , se ci rimettono , ma non si accorgono che cosi facendo se desiderano , se chiedono più soldi , stanno in realtà chiedendo di essere schiavi , perché il dio denaro non gli da i soldi se non in cambio della loro schiavitù- vendita , i grandi geni inventori della storia hanno sempre avuto bisogno di mecenati , i papi per fare la cappella sistina : un capolavoro che oggi frutta tantissimi soldi solo in immagine , hanno dovuto inventarsi le indulgenze plenarie , Chi si è nutrito solo dei suoi ideali è morto in miseria come Nicola Tesla . Le società segrete devono ricorrere al giuramento , al ricatto , alla minaccia per assicurarrsi la fedeltà dei suoi adepti perché sanno che per denaro questa sarebbe facilmente tradita , lo stato elargisce tasse , prelievi , multe , sanzioni , gabelle , premi , bonus e benefit a seconda delle logiche del mercato , siamo tutti quotati sul mercato , in borsa , si accettano scommesse , il fare il bene , il donare è relegato alla beneficenza , alla carità , all'elemosina . e poi ci meravigliamo se il sistema si basa sulla truffa monetaria ? Ma scusate in un sistema basato sui soldi , chi gestisce i soldi ? Le banche , Il banco vince sempre , siamo in una gigantesca roulette , avete visto un banchiere suicida per la crisi ? I banchieri , i burocrati , i dipendenti dello stato , perfettamente descritti da Kafka essi sono i più strenui difensori dei loro padroni , nessuno è disposto a mettere in discussione il debito pubblico , perché nessuno è disposto a mettere in discussione i soldi e ragionare in termini di bene collettivo , di prospettiva , di un progetto . Ragionando in termini anche guadagnare singolarmente in un breve periodo , ma sacrificandosi in termini di bene si avranno guadagni più grandi , ne beneficeranno in molti e saranno protratti in un largo periodo . Tutti aspettano che siano gli altri a muoversi , a fare il primo passo , tutti pensano si sarebbe bello , chissa domani , intanto , intanto tutto continua e ognuno rimane parcellizzato nella sua solitudine . Trovi una encomiabile iniziativa come quella di Stampa Libera e alla fine il sign. Bottaro deve desistere , troppo grande lo sforzo , i costi non valgonoi i benefici , troppi gli attacchi , , alla fine perché troppo solo , le voci troppo separate non formano un coro e il coro deve formare una musica perché sia udibile , nonostante i lettori ci siano . il potere alla fine vince perché mette i soldi trovera sempre ‘’ dipendenti’’ che lo servano a cottimo , ad un mio gesto scatenate le truppe , rimanete separati : in classi sociali , sette , religioni , parrocchie , correnti , conventicole ,si ndacati , partiti , ideologie , correnti di ideologie , ghetti , dividetevi è il segno del comando , è l’ordine del potere , ma poi tornate per abbeverarvi tutti alla stessa fonte : al potere che distribuisce pene e paghe , che distribuisce la conoscenza che forma i sistemi – pensiero impiantati nella mente delle persone , andate tutti sui mezzi di informazione gentilmente concessi e guardatevi la pubblicità dei nostri prodotti . Questo sistema pensiero ti dice di ragionare secondo il denaro , perché alla fine è sempre per esso o per mancanza di esso , le persone sono anche disposte ad ascoltare ma a creare- operare ? il popolo chiede clemenza , una morte dignitosa ,si è nutrito di immagini proiettate- di falsi concetti , di una realtà che non esiste , di speranze , di fumo , e non sa neanche a che prezzo è stato venduto e ha venduto il proprio simile , (per ogni neo-nato quando debito ? pubblico c’è ? ).

Scritto da Vincenzo
15-03-2014 12:03

Caro Lino, la notizia della chiusura di Stampa libera, mi ha quasi scioccato in quanto per lo srivente era una fonte informativa insostituibile riguardante le problematiche soprattutto del New world order. Sono senza parole... Spero che sia da parte Tua una decisione momentanea dovuto a fatti contigenti. E' come se avessi ricevuto una brutta notizia come la perdita di un caro affetto familiare od amicale... Non riesco a capacitarmi !!! Spero tanto in un ripensamento sulla decisione presa... Comunque sia Ti rivolgo un grande ringraziamento per le cospicue energie profuse per la crescita spirituale di tanti italiani ardimentosi in un cambiamento radicale del nostro paese sotto il giogo di una dittatura democratica dei sionisti dell'Unione Europea. Ti aspetto !!!!!!!! Grazie Lino !!!! Saluti Fraterni da un pugliese che Ti stima tanto !!!!!

Scritto da lovanuaresta
15-03-2014 11:03

hai capito che cambiare il mondo o le coscienze alla fine non paga.

Scritto da aurora roverato
15-03-2014 10:03

Riconosceteli. Si , condivido, Un maestro vero, ci ha insegnato di imparare a fare distinzioni fra le pecore e i lupi vestiti da pecore che si infilano nel gregge, ci ha insegnato anche , di imparare a non dare le nostre perle ai porci, e ci ha dimostrato direttamente, come lui stesso (consapevolmente dunque per scelta ) per dare le giuste informazioni ai pochi e per scuotere le loro coscienze pronte ad essere scosse, che per adempiere questo scopo necessiti di pagarle in prima persona, con coraggio e senza dubbi . Tra quelle righe riportate , manomesse , ricorrette si intravedono solo sprazzi di verità per coloro che sanno riconoscerle, e che per tanti altri che invece si adeguano alle masse è un ripetersi di intenzioni che le ostacolano.

Scritto da laurama
15-03-2014 09:03

Riconosceteli, si! Ma un sito come SL sarà difficile ritrovarlo.... ce ne sono tanti interessanti, ma questo era particolare, spaziava dalla poesia alla politica, soprattutto se a tenerne le "redini" era lei Lino... ha presente E = MC2 Tante buone cose

Scritto da thor
15-03-2014 02:03

non si vede piu' holywar,oscutato,eppure aveva dato indicazione di voto 5 stelle.non si vede piu' corrente 88 che aveva svelato i misteri del signoraggio bancario e ridato la possibilita' di conoscere testi volutamente censurati dalla cultura ufficiale.ha chiuso gianni lannes,no nel mio paese atlantico non c'e' censura,o chiudi o chiudi,i revisionisti tutti in carcere,i non umani fanno avanzare le truppe di micricippati verso una guerra non loro,loro i non umani si godranno lo spettacolo,ma i non umani non sanno un bel niente della vita,noi si,dice un grande filosofo italiano il dott.g.a.valli"..saranno capaci di sterminare non soltanto l'umanita' ma la vita su questo pianeta...."non ti conosco ma ti ho sempre seguito e comprendo il tuo ritirarsi,ti auguro un sereno proseguimento della tua vita e dei tuoi cari,grazie.thor

Area Utente

 

COOKIE

 

ULTIMI COMMENTI

 

Brainup

 

ENZO RAFFAELE

 

Pubblicità

 

 

ARTICOLI NICOLETTA FORCHERI