Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

pedofili_kosher_550.jpgFine di una civiltà ed inizio dell’era della barbarie in una New York che in barba alle cartoline ed ai berrettini I LOVE NY, con magliette della mela, si conferma come luogo  cloaca delle deviazioni, da quella finanziaria, la più appariscente, a quella sotterranea  più devastante che riguarda il sesso, la trasgressione, la droga ed il traffico d’organi.
A New York non a caso inizia il colpo di stato dell’ auto abbattimento delle due Torri Gemelle più la terza per simpatia! Da quel giorno la libertà di americani ed europei subì un drastico ridimensionamento che non è ancora concluso e che stà dando i suoi frutti migliori con questa  influenza suina indotta ed altrettanto indotta campagna di vaccinazione di massa. Ha dato anche il pretesto agli Usa per andarsi a prendere un pò di nazioni che non ne volevano più sapere dei dollari falsi con i quali si cercava di comprarli, comprare il loro petrolio nel caso dell’Irak o droga nel caso dell’Afghanistan.

Pochi siti in Italia hanno la fierezza ed il coraggio del giornale on line EFFEDIEFFE.COM
Il sito porta la firma del direttore Maurizio Blondet, una persona dotata di una lucidità sorprendente  nel denunciare la decadenza morale, ideale ed economica di questo finale di democrazia con particolare attenzione ai padroni del mondo ed ai loro lacchè.

Il giornale on line si appropria di una moralità di matrice cristiana a cui molti oggi  ritornano a rivolgersi, presi come siamo dal letamaio globale della coercizione e dei valori abbandonati, con ricaduta di perdita di identità. E’ sicuramente un percorso impervio e coraggioso quello religioso di M. Blondet, anche perchè il Santo Padre non aiuta molto quando definisce gli Usa un faro di libertà per il mondo o giù di lì.

Tempo fa uscì un  servizio di M Blondet sulla grande fogna dei rabbini di New York trafficanti di organi, ora un ennesimo disgustoso affresco sui rabbini pedofili e incestuosi; nonché sul alibi-movente  che induce costoro a compiere gli atti disumani più odiosi e contro natura.
Posto anche i commenti di alcuni lettori per capire come viene percepito tutto ciò dagli abbonati del giornale. Il tutto è illuminante.

Noi di Stampa Libera per il nome che portiamo, non possiamo fare a meno di riportare questo articolo ed il dovuto riconoscimento a chi si impegna con grande dignità a informare la popolazione sulle nefandezze occulte dei supposti padroni del mondo dei loro sostenitori e camerieri..
(Il sito  EFFEDIEFFE.com è a pagamento, costa 50 euro di abbonamento annuo e li vale tutti, ma c’è anche una buona selezione di articoli liberi  che sicuramente vale la pena di leggere).
Un altro orrido segreto sta cercando di venire a galla a New York dopo le ben note vicende del traffico d’organi: gli abusi sessuali sono «un fatto comune nelle yeshivot e vengono sistematicamente coperti dalle scuole rabbiniche». Una nuova terribile realtà americana, che si aggiunge a quella del traffico di diamanti, di alimenti «kosher» o il business della pornografia. Per ora l’ordine è: i goym non si impiccino, e i media facciano silenzio.

I PEDOFILI KOSHER

Maurizio Blondet
Insabbiato lo scandalo del traffico d’organi condotto da un rabbino di Brooklyn, la comunità di New York sta cercando di mettere il coperchio su un altro suo orrido segreto: le violenze omosessuali e pedofile, nonchè gli incesti, commessi dai pii rabbini delle più fanatiche yeshivot (scuole talmudiche) nella metropoli.

L’innesco dello scandalo (da spegnere con tutte le forze) viene da Michael Dowd, un avvocato ebreo che è diventato famoso per aver intentato cause miliardarie alla Chiesa cattolica come legale delle vittime di abusi di preti (1). Attratti dalla sua fama, sei uomini ora adulti gli hanno chiesto di querelare per abusi sessuali, commessi su di loro quando erano ragazzini, il piissimo rabbino Yehuda Kolko, docente alla Yeshiva Torah Temimah di Brooklyn.


pedofili_kosher_2b.jpg


E’ stato un mezzo insuccesso: protetto dalla comunità haredi e dalla omertà chabad, rabbi Kolko ha patteggiato per un reato minore e se l’è cavata licenziandosi dalla scuola. Niente risarcimenti miliardari.

Ma l’avvocato Dowd non demorde. Vuol dimostrare che gli abusi sessuali sono «un fatto comune nelle yeshivot e che vengono sistematicamente coperti dalle scuole rabbiniche», ed ha citato a comparire Dov Hikind, perchè dica quello che sa.

Chi è Dov Hikind?

pedofili_kosher_2.jpgE’ un membro del parlamento locale di New York, ebreo fanatico di estrema destra, che fra l’altro ha portato torme di seguaci a protestare alla prima di «La Passione di Cristo» di Mel Gibson («Un’arma letale contro gli ebrei»), ha proposto la perquisizione delle borse di tutti coloro che entrano nel metrò di New York avendo una faccia da arabi, ed è stato pure incriminato da varie organizzazioni ebraiche di essersi intascato fondi federali per centinaia di migliaia di dollari destinati ai poveri bimbi giudei: come risulta da documenti, Hikind ha usato questi fondi per i suoi viaggi privati in Israele e per pagare le rette scolastiche di sua figlia. Nonostante ciò, è stato assolto e rieletto a furor di rabbini riccioluti (2).

Fra queste sue benemerite attività civiche, Hikind trova il tempo di condurre un programma per gli ebrei in una radio cittadina ebraica, WMCA. Una sera di un anno fa, ha invitato gli ascoltatori a discutere con lui il più tabù degli argomenti fra gli haredim: l’abuso sessuale di bambini, non solo scolari ma anche figli e figlie, che avvengono nelle pie case degli ortodossi.

E’ stato un passo falso: in mezz’ora, Hikind ha ricevuto oltre mille telefonate, in cui le vittime di abusi accusavano con nomi e cognomi 60 predatori sessuali nelle yeshivot. Anzi, come ha ammesso Hikind, «un fiume di vittime sono venute nel mio ufficio a raccontarmi le loro storie. La grandezza del problema mi ha sconvolto. Rabbini violentatori nelle scuole. Pedofili nelle strade. Incesti nelle case».

Però, ora che l’avvocato Dowd ha ottenuto una citazione che ingiunge ad Hikind di comparire in giudizio e a testimoniare sulla misura del fenomeno, Hikind risponde:

«Piuttosto che parlare mi faccio dieci anni di galera. C’è un tabù culturale su queste cose, specialmente sull’andare a denunciarle alle autorità secolari», ossia ai goym.

Nella comunità «haredim» i panni sporchi si sporcano in famiglia. L’omertà del gruppo si è chiusa a riccio, fino alla persecuzione dei pochi che vogliono curare l’orribile segreto.

In settembre rabbi Benzion Twerski, uno psichiatra che aveva formato un gruppo d’ascolto per affrontare il problema delle famiglie incestuose, si è dimesso dopo una settimana. E in una lettera a un settimanale ebraico, ha spiegato che erano stati i suoi figli a costringerlo alle dimissioni, perchè «si vergognavano» di lui: condivideva il giudizio dei goym contro le relazioni sessuali kosher fra genitori e figli.

Il fatto è che questi uomini dai cappelloni neri, sotto ai quali escono riccioloni unti, che circolano con aria arrogante ed esibiscono la loro «pietà» con atti esterni esagerati, a New York hanno il potere vero. Sono più potenti di Wall Street: perchè a Wall Street si smerciano debiti, mentri gli haredim dispongono dei contanti. Pacchi, valigie di contanti con cui conducono il loro genere d’affari, sia il traffico di diamanti sia il traffico di organi, degli alimenti «kosher» o il business della pornografia (una specialità ebraica in USA, come un giorno o l’altro documenteremo), tutti affari che si trattano con denaro fisico, sottratto ad ogni controllo legale.

Sicchè i media di New York rispettano le omertà del gruppo sui suoi affarucci sessuali di yeshivah e di casa. Quasi nulla trapela sulla stampa, a cominciare dal serissimo New York Times.

Tanto discreto silenzio ha spinto l’arcivescovo cattolico di New York, monsignor Timothy M. Dolan, a spedire ai giornali una lettera aperta sul diverso trattamento che i media riservano agli scandali di preti pedofili (3).

pedofili_kosher_3.jpg«Il 14 ottobre», ha scritto monsignor Dolan, «sulle pagine del New York Times, il reporter Paul Vitello ha rivelato l’estensione degli abusi sessuali su bambini nella comunità ebraica ortodossa di Brooklyn. Secondo l’articolo, solo l’anno scorso si sono verificati 40 casi di abusi in quella piccola comunità. Eppure il Times non ha chiesto ciò che pretende incessantemente quando si occupa dello stesso genere di abusi commessi da una minoranza minima di sacerdoti: che siano resi pubblici i nomi dei violentatori, che non siano rispettati i limiti delle istituzioni religiose, che siano fatte inchieste esterne, che siano rese pubbliche tutte le testimonianze, che sia totale la trasparenza. Anzi, si cita un procuratore il quale invita gli agenti investigativi a rispettare “le sensibilità religiose”, e nessuno ha protestato quando il procuratore distrettuale ha consentito ai rabbini ortodossi di sistemare quei casi “internamente”. Data la recente orribile esperienza della Chiesa cattolica, non ho nessuna volontà di criticare i nostri vicini ebrei. Ma posso criticare questo tipo di “sdegno selettivo” (…). Nessun altro chierico di religione diversa dalla cattolica merita, per la stampa, una pari attenzione».

«Non esagero», continua l’arcivescovo, «se chiamo questo un tenace pregiudizio contro la Chiesa cattolica… “l’antisemitismo dei progressisti”, come lo ha definito Paul Viereck, o “l’ultimo pregiudizio accettabile” e politicamente corretto».

Poteva dire di più, l’arcivescovo. Poteva ricordare che mentre Gesù e la Chiesa condannano atti scandalosi contro i piccoli, il Talmud li giustifica e li condona.

Così per esempio si legge nella Gemara, trattato Sanhedrin 52b:

«I nostri rabbi hanno insegnato:… e luomo che ha commesso adulterio con la moglie di un altro uomo, anche colui che ha commesso adulterio… sarà messo a morte’. Ma “l’uomo” esclude un minore; “che ha commesso adulterio con la moglie di un altro uomo”, esclude la moglie di un minore; “che ha commesso adulterio con la moglie di un altro uomoesclude la moglie di un goy» (i non ebrei non sono uomini per il Talmud).

E il trattato Yebamoth (55b):

«Se uno ha coabitato con parenti proibiti col membro rilassato, è esonerato».

La circostanza alquanto inverosimile del «membro rilassato» nel papà kosher a letto con la figlioletta kosher (deve essere sotto i 9 anni, o secondo altri passi del Talund, sotto i 3) è vivacemente discussa nei passi seguenti (Yebamoth 56° e 56b), dove sottilissimi rabbini pieni di fervore religioso disputano sul tema. L’opinione prevalente è la seguente:

«Il primo stadio (della coabitazione) è l’inserzione del glande, lo stadio finale la consumazione effettiva. Al di là di questa, l’atto non è altro che un contatto superficiale e si è esonerati a questo riguardo».

Alcuni saggi risolvono la questione del «membro rilassato» in modo radicale: basta che l’organo venga ritirato dall’inserzione prima del raggiungimento dell’orgasmo.

Il Kerithot (11a e 11b) spiega come si può godere in modo kosher di «una schiava designata», ossia di una servetta a cui il padrone ebreo ha scelto un fidanzato, futuro marito. Obbligata da questo favore, la servetta può essere violata: solo se fidanzata, e solo se dorme. O anche se la cosa viene fatta attraverso il sesso orale o anale. La dormiente è «innocente», e comunica la sua innocenza al violatore.

«… Nel caso, anche quella sveglio è esente (da colpa), perchè essi dipendono l’una dall’altro».

Nel Deuteronomio (23, 18) Mosè vieta di offrire al Tempio denaro che sia «la mercede di una prostituta o il prezzo di un cane»: quest’ultima è un’allusione ad una pratica orrenda, per cui in certi templi pagani babilonesi gli eunuchi tenevano cani addestrati per usi sessuali, e li fornivano a pagamento.

Una nota al Sanhedrin 55a però precisa:

«Il riferimento è alla bestialità. Se una donna vi si assoggetta, in modo naturale o no, essa è colpevole. Ma se un uomo commette bestialità, egli è colpevole solo se la congiunzione avviene in maniera naturale (sic), ma non altrimenti».

Insomma, si può usare un cane, anche se non una cagna.

E infatti, il trattato Yebamoth 59b esemplifica:

«Avvenne una volta ad Haitalu che una giovane donna lavava il pavimento, e un cane randagio la coprì da dietro (dunque in modo innaturale”), e rabbi Judah Hanasi consentì che sposasse un sacerdote».

Questo per eludere l’ingiunzione biblica (Levitico 21,7) per cui i sacerdoti ebraici non dovevano «prendere una moglie che sia prostituta o profana».

A maggior ragione, il Sanhedrin 69b insegna:

«I nostri maestri insegnano: se una donna s’è comportata lussuriosamente con il suo figlio giovane (un minore) e ha commesso il primo stadio della coabitazione con lei (l’inserimento del glande, ndr) Beth Shammai dice che per questo essa è inabile a (diventare moglie di un) sacerdote. Beth Hillel la dichiara adatta».

Shammai ed Hillel erano i celebri, piissimi capi di due scuole farisaiche rivali nella Palestina dei primi anni dell’era cristiana. Non certo a caso Cristo chiamò i farisei «una generazione adultera» (Matteo 12.39).

Il trattato Sota 26b:

«…I rabbi decisero che non cè adulterio nella congiunzione con un animale, perchè è scritto: ‘Tu non porterai (al Tempio) il reddito di una prostituta o il salario di un cane» (Deuteronomio 23,19) ed è stato insegnato che il prezzo di un cane e il compenso di una prostituta sono permessi».

Perchè? Perchè il trattato Yebamoth 59b conferma:

«La prostituzione non è applicabile al rapporto bestiale… abbiamo appreso che il compenso di un cane e il compenso di una prostituta sono permessi».

Il permesso è confermato ancora da Abodah Zarah 62b.

Dunque, nessuno scandalo per gli incesti e gli abusi omofili nelle yeshivot: proprio gli ebrei più pii, gli haredim con i riccioloni sotto il cappello e i filatteri che escono dai pantaloni, «studiano incessantemente la Torah» e soprattutto i suoi commenti autorizzati, contenuti nel Talmud. Sono «fatti interni» della loro «religione». I goym non si impiccino, e i media facciano silenzio.

Per chi non riuscisse a credere a ciò che insegna il Talmud, riproduciamo qui sotto i passi tratti dall’edizione Soncino:

talmud_1.jpg

Un uomo (ebreo) può avere rapporto con una bestia, purchè «innaturale», ossia sodomitico

talmud_2.jpg

L’adulterio è permesso a un gentile, purchè «in vase innaturali»

talmud_3.jpg

La donna che commette adulterio puà sposare un sacerdote

talmud_4.jpg

pedofili_kosher.jpg

La congiunzione con una servetta è permessa, purchè lei dorma


1) Paul Vitello, »Sexual Abuse Complaints Subpoenaed», New York Times, 12 novembre 2009.
2) Per le idee di questo personaggio, vedere la voce «Dov Hikind» su Wikipedia.
3) «Haredim, Archbishop says, get a free pass from the press», FailedMessiah.com, 6 novembre 2009. Il sito FailedeMessiah è tenuto da Shmarya Rosenberg, che è stato membro attivo dei Lubavitcher e se ne è allontanato con disgusto; per questo è stato perseguitato e danneggiato economicamente. Il suo sito è una miniera di informazioni sui delitti kosher commessi dalla setta, che ovviamente i media tacciono.

Link a questo articolo : http://www.effedieffe.com/content/view/8809/176/
Francesco
..
, novembre 11, 2009 13:54

Dinanzi alla mentalità psicopatica e contorta di questi rivoltanti soggetti si resta disgustati e dopo aver vomitato,la prima cosa che viene in mente è quella di volerli vedere marcire dietro le sbarre per il resto della loro vergognosa e squallida vita.Non dovrebbe però essere un carcere normale,bensì un carcere dove un’apposito addetto(magari un gojm)li riempia di sonore bastonate con una precisa cadenza giornaliera.

Ron
, novembre 11, 2009 13:57

Che dire, Direttore …
in effetti è un articolo pesante da digerire. Non sono neppure riuscito a leggerlo tutto.
Ad ogni modo ne traggo che questi rabbini siano in questo momento storico all’apice della hybris contro natura. A quando la Nemisis?

mario
, novembre 11, 2009 14:01

Sono Padroni terribili … speriamo intervenga Dio ad evitarci un futuro di oscurità

Der Freiherr
Milano , novembre 11, 2009 14:06

E ci stupiamo? Ma sappiamo da dove origina la religione di costoro, e, purtroppo nostra? Prendiamo a caso: Bibbia, Numeri 31-32: su ordine del Signore gli Ebrei combattono i Madianiti; come d’ abitudine, ammazzano tutti, ma questa volta salvano le donne e i bambini. Mosè si incazza (31-17)”or dunque uccidete tutti i bambini maschi e tutte le donne, che hanno avuto rapporti intimi con un uomo,invece le fanciulle vergini, che non hanno ancora conosciuto l’ uomo, serbatele in vita per voi”. poco oltre nella divisione del bottino, si legge che (31-35) le donne che vengono divise perchè vergini, sono 32.000.
Ce lo immaginiamo l’orrore di queste decine di migliaia di donne, frugate in vagina dalle mani omicide dei vincitori, col coltello alla gola? E questo non è che un episodio: la “Sacra Bibbia” pullula di episodi di questo genere e viene venerata, e sono venerati i “fratelli maggiori” che la tengono come guida morale!

Vitoparisi3
, novembre 11, 2009 14:11

…”purché il rapporto sia di lavoro, purché sia finalizzato all’emancipazione, purché sia a difesa delle libertà occidentali, purché sia spontaneo”… direbbero oggi.

Franco_PD
Padova , novembre 11, 2009 14:44

Bè, della mia simpatia per l’eretico Marcione ho già dato testimonianza personale in passato. YHWH non è il Dio buono dei cristiani, è solo un malvagio Demiurgo. Come diceva giustamente Blondet tempo fa: “Nessuno qui è antisemita, sono i fatti ad esserlo”.

Emanuela
I I I , novembre 11, 2009 14:45

BE’…

ECCO SPIEGATO FREUD E COMPAGNIA BELLA !

Cherusk
. , novembre 11, 2009 15:12

Lo scandalo dei preti (celibi) pedofili d’America consiste nella ‘class action’ intentata da avvocati ebrei per conto di adulti coi capelli bianchi presuntamente abusati nell’infanzia. Per far scattare una class action gli avvocati in America sono portati a far carte false e in questo caso hanno arruolato molti jellati senzatetto e senza più nulla da perdere.
Le gerarchie cattoliche prostrate dallo sconcerto e dall’imbarazzo nonchè dal martellamento quotidiano in prima pagina degli organi di informazione americani, tutti monopolizzati da ebrei, hanno acconsentito a un patteggiamento extra-giudiziale rivelatosi una trappola che ha letteramente sbancato le ricche diocesi statunitensi.
La responsabilità penale non dovrebbe tra l’altro essere personale ?

Il focus non era dunque la pedofilia perpetrata oggi ma episodi di più di quarant’anni fa riferiti da adulti.

Allo scandalo hanno allora concorso: una gang di avvocati (60 % sono ebrei negli USA) che intascano il grosso dell’indennizzo come parcella, i media (Foxnews, Wall Street Journal, New York Times- sì proprio il NYT, Washington Post, CNN ecc) posseduti e gestiti tutti da ebrei nonchè la coda di paglia di un Wojtyla ebreo e un Ratzinger ebraizzato (chi nega l’olocausto nega il mistero della croce, no !?), rappresentanti di Dio in terra che hanno in tandem sconfessato e annichilito la teologia della Liberazione perdendo così l’intera America Latina e che avevano irriso al sacrificio del vescovo Arnulfo Oscar Romero.

Il cardinale Bernardin (veneto di origini) di Chicago si è suicidato, ai cardinali di Los Angeles e Boston è stata stroncata la carriera. Uno di loro sarebbe di sicuro diventato papa nel conclave del 2005 perchè la Chiesa avrebbe colto così l’occasione di diventare la chiesa del nuovo ordine mondiale di ispirazione yankee.
Gli ebrei evidentemente avevano in serbo il progetto di religione globale denominato olocaustianità.

epound
, novembre 11, 2009 15:19

Il riferimento al “membro rilassato” mi ha fatto ripensare a una battuta di un vecchio film: “É come provare a inserire un’ostrica in una slot-machine”.

A parte gli scherzi, questi psicopatici hanno intriso tutta la cultura “occidentale” di deviazioni orrende. Basti dire che hanno “inventato” il porno, l’applicazione della logica fordista all’atto carnale, sacro per eccellenza.

Emanuela
I I I , novembre 11, 2009 15:59

…A PROPOSITO DEI… “CONTANTI”…

C’E’ UN PASSO ASSAI “LUMINIFERO”
CONTENUTO NEI… “PROTOCOLLI SS”…

ED E’ IL SEGUENTE:

“… IL NOSTRO GOVERNO POSSEDERA’, IN OGNI CASO,
TUTTO L’ORO DEL MONDO, ERGO…”

CHIARO,NO?

Lorenzo
, novembre 11, 2009 16:21

anche un bambino capisce che se gli si dice, “è sbagliato rubare” che la frase intende anche truffa, omissioni, e il non ripagare un debito. Loro invece giocano sulle parole perchè tutto quel che non viene contemplato dalla frase sia poi permesso .
così un giorno prenderanno il comandamento uccidere e lo restringeranno solo al non uccidere i capi rabbini fanatici delle scuole talmudice…ma uccideranno tutto il resto.

il tutto non è solo immorale , contro Dio ,ma è anche profondamente stupido…nonchè ingenuo, infatti a sentire o a leggere tali essersioni la risposta più comune è “ma se la cantano e se la suonano da soli?!”

FeBM
, novembre 11, 2009 16:34

Curioso come venga considerato non punibile un comportamento definito contro natura ma non espressamente vietato…

monatti09
Milano , novembre 11, 2009 16:44

…Ah! E poi ci bombardano raccontandoci le “grandezze della spiritualità ebraica”. Dopo la scoperta del “muro della X legio” poi…

urbano
Firenze , novembre 11, 2009 16:50

E ora che sappiamo questo, che facciamo?
1. Ci disgustiamo in silenzio, ma non cambiamo nulla.
2. Ci scontriamo con i poteri forti, che ci annientano.
3. Preghiamo.
Non rimane che la terza possibilità.

volturno
, novembre 11, 2009 17:59

Alcune domande aperte a tutti: ma secondo voi il “relativismo” imperante non scalfirà anche i riccioluti?
Tra 50 anni assisteremo ancora a queste cose o anche loro si “addolciranno”?
L’ateismo dilagante non avrà ragione anche di questi fanatici?
Non avremo un calo demografico di questi cd. ortodossi (nel nome ma non nell’etimologia…)?

Secondo me le nuove generazioni prenderanno le distanze da questi grandi Katz, e lo spero per loro: la loro festa non potrà durare a lungo…non è sempre Pasqua…

Un saluto a tutti e grazie ad EFFEDIEFFE per queste informazioni preziose

Paola Distilo
, novembre 11, 2009 18:05

Certo che la sessualità è fonte di un sacco di gioie, ma anche di un sacco di guai e di dolori; ma perché esistono le perversioni sessuali? perché esistono i blocchi sessuali? perché le persone con una sessualità sana sono poche?
Perché certa gente vuole andare con gli animali? o con i figli?
Da dove vengono queste cose?
C’è gente che diventa atea solo per il sesso, perché vuole divorziare e risposarsi e allora dice: Dio non esiste, i Comandamenti non contano, li ha scritti Mosè ed era un uomo come gli altri.
Certo che essere sessualmente sani è una gran fortuna.
Anche sposarsi con l’uomo giusto deve essere una gran fortuna. (Speriamo di averla, personalmente la auguro a tutti, amici e nemici, l’uomo o la donna giusta ovviamente ed essere sani.) . Per la sanità psico-fisica e sessuale si dovrebbe pregare molto di più, ci sono troppe perversioni in giro e chi è già perverso non se ne rende tanto conto, a quel punto cerca solo di giustificarsi con interpretazioni acrobatiche delle Scritture: però al fondo sono anche sfortunati.

Ubaldo1
Como , novembre 11, 2009 18:22

A questo punto vi chiedo (e non solo a voi lettori di questo sacro sito informativo): c’è ancora qualcuno che crede ( o pensa)che “I protocolli dei Savi anziani di Sion” siano un’invenzione della polizia segreta zarista o di una mente fanatica nazionalsocialista o fascista? Questi fatti,cosi drammaticamente( è il caso di dirlo) e precisamente narrati dal dottor Blondet non fanno che confermare il tutto.
X Mario
Se si vuol evitare un futuro di oscurità, prima che Iddio ci aiuti tocca a noi fare una decisa azione in questo senso. Altrimenti a Iddio non resta che prenderci a pesanti e sonori calci sul culo… Capito mi hai`?!?

Cio’ che tu hai scritto a proposito della Bibbia (inteso come antico testamento dato il caso) dovrebbe far riflettere tutti quelli che hanno un minimo di “sale” in zucca. Le tue note storiche-bibliche meriterebbero una seria considerazione da parte del dottor Blondet e come pure di altri esperti biblisti in materia. Inviterei tutti a rileggersi in rete “Le origini della Bibbia” scritte da David Donnini (anche se alcuni in questo sito non lo quotono). Cio che egli (Donnini) scrive (in questo caso) merita la considerazione di tutti (credenti o non). Infine un grazie a Cherusk.Cio’ che hai scritto in merito allo scandolo sessuale dei preti e alti prelati USA merita la massima attenzione di come veramente vanno le cose su questo mondo. Già. Il caso che non vien mai per caso….

Boromir
Firenze , novembre 11, 2009 18:37

Concordo con Franco_Pd.
Ma siamo sicuri che Marcione fosse un eretico? Forse anfrebbe riconsiderata la sua teoria…

EMERICH
, novembre 11, 2009 19:49

Dio Santo!
E questi sarebbero i miei fratelli maggiori?

Franco_PD
Padova , novembre 11, 2009 19:51

Mi dispiace per Nitoglia e per chi ragiona come lui facendo le capriole, ma le mie convinzioni sul pensiero di Marcione rimangono. A leggere l’Antico Testamento con piissimi occhi, volendo arrampicarsi sugli specchi per trovarvi ad esempio chiari annunci della futura venuta del Cristo capita di leggere assurdità come: “L’Arca dell’Alleanza della Bibbia è solo una metafora. In realtà simboleggia il Cuore Verginale di Maria che nel suo interno accoglie e custodisce il Verbo, il Cristo”. Facciamola finita: l’Antico Testamento è scritto per gli ebrei. E’ il loro libro, non quello di TUTTA l’umanità. Non è ammissibile un dio così criminale come YHWH, descritto benissimo nel Pentateuco. E il “popolo di Israele” è sicuramente il popolo ebraico, non l’umanità intera. Che qualcuno, finalmente, dopo quasi duemila anni dopo Marcione si alzi e lo dica. Pari pari: Cristo non ce lo ha mandato di sicuro YHWH, ma Qualcun Altro….

Zenone
, novembre 11, 2009 20:16

Il “prezzo del cane” non si riferisce a cani tenuti per uso sessuale in Mesopotamia, mai sentita una cosa simile. Si tratta semplicemente di omosessuali, che venivano chiamati kelevim, cioè cani

alberto
, novembre 11, 2009 20:17

Bravo Blondet e bravissimo il vescovo Dolan! Basta con questa persecuzione dei cattolici; ormai è chiaro che – come è stato fin dai tempi di Gesù – sono proprio gli ebrei i più feroci persecutori dei cristiani.
Si vergogni la Chiesa che cerca “il dialogo” con questa gente: nessun dialogo è possibile perchè la verità è una sola: Gesù Cristo. E attenzione ai canali di Murdocco che falsificano sistematicamente la storia: per loro non sono stati gli ebrei a crocifiggere Gesù ma è stata un’idea dei Romani!
E basta con questa deriva veterotestamentaria della Chiesa, che si parli di Gesù Cristo e non si permetta che venga dimenticato!

Daltanius
Napoli , novembre 11, 2009 21:44

quoto Alberto.

caio.giulio
, novembre 11, 2009 23:07

Ma cosa aspettarsi da un tale lerciume? basta guardarli.

Saluti

Testimone
, novembre 11, 2009 23:57

@Franco Pd,concordo pienamente con le sue riflessioni.E ora di affrancarci dal libbro del Male,libbro che non appartiene a noi e nel quale non possiamo riconoscerci.Lasciamo questo privilegio ai protestanti ed ai ebrei.La Nostra Storia e la Nostra Vita Cristiana commincia con Gesu che fu e rimane il nostro Unico ,Grande Rivoluzionare.Difatti,Lui venne per spazzare via le antiche credenze diaboliche e fu brutale nel Suo taglio con il passato,brutale fino ad offrirsi sulla Croce per portarci La Nuova Alleanza.
Non capisco come con il Suo Sacrificio ci sia ancora all’interno della Chiesa chi si ostina a rinnegarLo,invocando messagi subliminali dell’Antico Testamento o peggio ancora la continuazione della vecchia alleanza.E Blasfema,tutto qui.
Certo si puo argumentare che la Bibbia ha un suo posto nella nostra fede,ma solo perche Dio ebbe Misericordia di noi e mando Suo Figlio a distruggere il Libbro di
YHWH perche libbro di satana.In questo senso si ,allora e accettabile una continuazione storica,ma solo quella della Sua Misericordia.
Grazie per il suo grido,sono anni che la penso anche io cosi,da quando lessi in extensio il libbro dei orrori.Cristiana si ma fessa proprio no!!!!!!

pelzen
, novembre 12, 2009 01:05

Mah?!

E’ l’ennesima dimostrazione che quanto scritto dal laido Mosè e suoi seguaci è fonte di distorsione, di follia.

Ho sempre sostenuto che l’uomo, di qualsiasi religione esso sia è pregno di vizi, giustificati o meno.

pelzen
, novembre 12, 2009 01:07

Da Padova a Franco_Pd: concordo in pieno con quanto affermi!

Catone
Milano , novembre 12, 2009 06:45

Per Urbano

Diffondiamo, ognuno nel suo piccolo. Prima dell’era di internet erano davvero pochi fortunati ad essere consapevoli. Erano quelli che, per estrazione, per studi o semplicemente per pura fortuna, avevano accesso a fonti non contraffatte.
Oggi, grazie ad internet, tutti possiamo accedere alle più disparate fonti e discernere il bene dal male.
Diffondere consapevolezza, preparare con calma il terreno, questo deve essere il nostro compito: la gente è stufa marcia, solo che non capisce ancora il perchè. Siamo tanti, stiamo crescendo, dobbiamo crescere ancora.

Catone
Milano , novembre 12, 2009 07:45

per Franco PD

Si ritorna sempre al solito punto: l’Antico Testamento va letto con molta cautela e in modo mirato. Al suo interno troverai mescolati il Dio che Cristo verrà ad annunciare e uno strano Dio ebraico di cui è bene diffidare. Uno dei frutti avvelenati del Concilio Vaticano II è stato quello di mettere sullo stesso piano i due libri: cosa che prima non avveniva, come già testimoniato da Blondet.
Chi possa aver voluto una cosa del genere è facile intuirlo.
Ai tempi dei miei nonni non veniva assolutamente messo in dubbio che la Parola di Dio, racchiusa nel Vangelo di Gesù Cristo, fosse il vero libro sacro, il resto contorno. Una volta nelle case trovavi i Vangeli, difficilmente la Bibbia. Ora la Bibbia viene consigliata dalle gerarchie ecclesistiche a tutti mentre è opera che deve essere interpretata dagli specialisti. La Bibbia non si legge, si studia. I Vangeli invece possono essere letti da tutti.

Leodavinci
viterbo , novembre 12, 2009 08:20

Vorrei farlo leggere a quel giudice che diceva: “Udienze in tribunale sotto il crocifisso ? sia pure, a patto che sia esposta anche la menorah”. Uno specialista del diritto, che non ha la minima idea di quanto sia aberrante e antigiuridico, anche e soprattutto dal punto di vista laico, il diritto talmudico.

Cyrus
, novembre 12, 2009 08:30

Per Ledavinci.
Quel giudice, che si chiama Tosti,è di religione ebraica. Ecco spiegato l’odio per il crocifisso. Il bello è che questa gente si fa difendere dall’Unione Atei e Agnostici (UAAR).

Montmirail
, novembre 12, 2009 08:35

@ Cherusk

“e un Ratzinger ebraizzato (chi nega l’olocausto nega il mistero della croce, no !?)”

“Chi nega il fatto della Shoah non sa nulla né del mistero di Dio, né della Croce di Cristo”. Lo afferma il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi, in una nota trasmessa dalla Radio Vaticana.

Non è una frase attribuibile a Ratzinger.
Fu una goffa reazione all’uso strumentale dell’intervista Williamson. Oggi è possibile ricostruire con sufficiente approssimazione quei passaggi, le false accuse al Card. Castrillon, la non proprio efficientisima gestione delle
informazioni già in possesso della Segreteria. Non ultimo
il fatto che il pontefice sia dovuto intervenire per iscritto per mettere fine alle polemiche seguite a un atto
di carità, la revoca della scomunica.

@ Franco PD

Le possibilità ci sono, dove hai trovato quell’interpretazione sull’Arca?

Lo.ris
, novembre 12, 2009 08:42

Ma non credo che tutti siano così, o mi sbaglio? esisterà una parte che li disapprova o li osteggia e sis ente prigioniera di questi criminali?

Montmirail
, novembre 12, 2009 08:51

E’ come tagliare la radice su cui il cristianesimo è stato innestato. Siamo tornati al II sec. La promessa di Dio è eterna. Non ci è dato a saper come e quando ma sappiamo che anche loro entreranno. La vera critica post conciliare è sapere se vi entreranno con o senza Cristo, perchè alcuni
nella Chiesa attuale sembrano dire questo. Chi ha creduto
di fare del bene (Got mit Uns) togliendoli di mezzo non ha certo esaudito un comando divino. Non ci può essere ambiguità,
almeno per un cattolico.

katanga
, novembre 12, 2009 09:15

@ direttore
cosa possiamo FARE?!!!!!!!

SASHA
, novembre 12, 2009 09:49

Anche per razzismo e discriminazione gli ebrei si stanno facendo notare in Uk.Chi ricorda la Università ebraica di Zagarolo?

Una vicenda controversa sta scuotendo alle fondamenta la comunità ebraica del Regno Unito: la pronuncia della Corte Suprema inglese sul ricorso depositato dalla United Synagogues (l’organizzazione che raggruppa le comunità britanniche che si richiamano alla linea dell’ebraismo ortodosso) contro una sentenza della Corte d’Appello, secondo la quale i criteri di selezione della JFS contrastano con il Race Relations Act, un atto votato dal Parlamento nel 1976 per combattere ogni tipo di discriminazione.
Fondata nel 1732, la Jewish Free School è la più grande scuola ebraica d’Europa con circa 4000 studenti.
Essendo una delle migliori scuole superiori della Gran Bretagna, il numero di candidati a frequentarla è di gran lunga superiore ai posti disponibili: una preferenza è sempre stata accordata ai candidati ebrei secondo la legge rabbinica, ai figli di madre ebrea o convertiti all’ebraismo secondo i dettami della legge ebraica.
Le azioni legali di una famiglia, tuttavia, rischiano di sconvolgere la situazione attuale. M. è un ragazzo che frequenta insieme al padre una sinagoga non ortodossa di Londra. Nel 2007 ha presentato la sua domanda d’iscrizione alla JFS che, però, non fu accolta perché sua madre si è convertita all’ebraismo sotto la responsabilità di un tribunale non ortodosso. Il ragazzo, quindi, non poteva essere considerato idoneo dalla United Synagogues, a cui JFS fa capo. Nel luglio dello scorso anno il padre decide di portare la scuola in Tribunale con l’accusa di discriminazione.
In giugno, la Corte d’Appello ha emesso una sentenza favorevole alle tesi della famiglia del ragazzo, stabilendo che un criterio di selezione basato sullo status religioso della madre è un criterio discriminatorio e quindi incompatibile con il Race Relations Act.
La sentenza sta provocando una lunga catena di reazioni e una serie di animate discussioni.
Alcuni hanno criticato la grande quantità di denaro ed energia impiegata dalla United Synagogues per combattere una battaglia a loro avviso di retroguardia.
Le scuole ebraiche del Regno Unito che percepiscono sovvenzioni pubbliche hanno dovuto cambiare il metodo di selezione degli studenti e adottare nuovi criteri.
È stato messo a punto così un sistema per misurare l’idoneità dei candidati: un punteggio è assegnato e calcolato in base al livello di pratica religiosa dello studente e della sua famiglia.
Si è prodotta in ogni caso una situazione paradossale: un Tribunale civile,
pronunciandosi su una materia delicata e di stretta competenza di un Beth Din, rischierebbe di imporre modifiche essenziali alla maniera d’identificare chi è Ebreo.
La questione“Chi è Ebreo?” è, così, ritornata in forza sulle pagine dei giornali. Il dibattito si è focalizzato sul ruolo e la funzione dell’educazione ebraica: strumento essenziale per mantenere e rinnovare i legami con la tradizione e nutrire l’identità ebraica, come può essere adattata per meglio rispondere alle trasformazioni del mondo contemporaneo?
Bisogna garantire un’educazione ebraica anche a chi non è ebreo secondo la legge ebraica? M. oggi frequenta la JFS, mentre United Synagogues, presieduta dal Rabbino capo Jonathan Sacks, continua la sua battaglia alla Corte Suprema.
La JCoSS (the Jewish Community Secondary School), una nuova scuola superiore ebraica che inizierà ad operare il prossimo settembre, sarà intanto aperta agli studenti che si dichiarano ebrei e appartengono a tutte le denominazioni presenti nella realtà britannica.

Rocco Giansante

Mitrandir
Valinor , novembre 12, 2009 09:52

Gesù era terribilmente buono, disse: “insegnano dottrine che sono precetti di uomini”. Ma che uomini sono?
Un uomo che crede davvero che le altre persone umane siano animali parlanti, QUELLO E’ un animale parlante!

Nova
. , novembre 12, 2009 11:54

A Natale davanti alla Casa Bianca a Washington svetta
ormai puntualmente:

http://z.about.com/d/dc/1/0/C/V/Menorah.jpg

Al Cremlino, e in innumerovoli altri siti del globo:

http://blog.balder.org/billeder-blog/Menorah-Chabad-Ludovitch-Moscow.jpg

Intanto tolgono il crocefisso, già bandito in USA e Francia, per sostituirlo con qualcos’altro.

ZAMA
Milano , novembre 13, 2009 13:00

Beh, abbiamo sentito tutti quelli che Di Segni, il capo dei rabbini di Roma, ha detto sulla sentenza di Strasburgo, nella sostanza : giuridicamente accettabile, in Italia avrà difficile applicazione…grazie tante! Cosa dobbiamo aspettarci da questa gente che , come Giovanni evangelista indicò chiaramente nel suo testo ( capitolo ottavo ), hanno per “padre il Diavolo”?

SASHA
, novembre 17, 2009 08:51

ci deve essere qualche scontro interno allo zoo considerando che nonostante questa notizia sia relegata a pagina 19 di un giornale metropolitano e quindi oscurata al resto del… mondo sia pubblicata sulla … loro.. rassegna stampa…
http://80.241.231.25/ucei/PDF/2009/2009-11-17/2009111714235573.pd

6 Commenti a “New York la fogna umana abita quì”

  • andrea:

    Nella comunita’ ebraica di Roma e’ successo che la pedofilia di alcuni rabbi e’ stata insabbiata da giornalisti e polizia.D’altronde l’80% dei media mainstream e’ kosher

  • E’ qualcosa che supera la soglia del disgusto.
    Che ne sarà di quei figli violentati? Diventeranno violentatori incestuosi a loro volta perpetrando così la biblica condanna?
    Incredibile che la nostra stampa sempre pruriginosa, che va a nozze con lo scabroso, non se ne occupi. Ma il motivo come scrive Andrea è che la stampa stessa è nelle loro mani.

    • quello che dici e8 proprio vero, e lo cmfrenoo proprio perche8 anche per me e8 cosec! sono molto felice di aver frequentato il Matilde a RE,molte molte cose le ho imparate in aula e tantissime ltre nei corridoi e giardinetto .e se oggi sono cosec 8e mi vado abbastanza bene,tutto sommato!) lo devo in buona parte anche a quella scuola!!!

  • Ma insomma, e tutti gli episodi di pedofilia, i siti pedofili, le mopstruosità denunciate di bambini /ne utilizzati da madri per prostituirlia vecchi maniaci ( in Sicilia!!!!) , il traffico di innocenti bimbi dall’Asia, lo sfruttamento dei minori dappertutto anche dove non ci sono ebrei… è una malattia universale, vero ?
    Questo Blondet è un one-track-minded obsessive reptile che s’insuina nelle menti deboli dei suoi lettori dalle idee stravaganti e cospiratorie .
    Per carità, oltre a tutti i mali del mondo che ci affliggono, dobbiamo anche sopportare queste idee maniacali.

  • Lino Bottaro:

    Gentile Maria Luisa,
    sicuramente in ogni parte del mondo vi sono schifezze come a New York, solo che forse quì per effetto di una eccessiva densità abitativa e quindi per la mancanza di spazio vitale queste deviazioni si manifestano con maggior frequenza e virulenza. Vorrei parlarle delle cause che inducono queste persone a fare quello che fanno. Sono persone che non hanno avuto un’infanzia serena, regolare, perché indottrinate all’odio e non all’amore verso gli altri. Ebbene queste persone sono condannate in età adulta a ricercare quei contatti che non hanno avuto da piccoli solo che in età adulta ciò diviene perversione.
    Abbiamo postato questo articolo perchè nessun media italiano di una certa caratura ne ha parlato ed anche in internet queste notizie passano poco mentre se ad esempio lei digita “preti pedofili” vedrà una quantità mostruosa di interventi. Dispiace che in questa storia ci siano dei rabbini,e che questo porti a pensare ad un accanimento verso persone di fede ebraica ma le posso assicurare che questo non è negli intenti del nostro blog. Penso infine che giustamente queste persone non dovrebbero essere più nel loro posto pubblico ma dietro solide sbarre e trovo giusto che per onore ai nostri lettori, alle “nostre menti deboli” come lei dice, queste cose si sappiano.
    Cordialmente
    LB

  • corrado:

    Forse ancora non si è capito che questi non sono di Religione Ebraica per natura o per vera appartenenza, coloro che sono veramente di Religione Ebraica sono pochissimi… e pochissimi sono coloro che sanno quello che c’è scritto nella loro vera”"Bibbia”", il resto sono tutti falsi Ebrei con origini Khazari ..un Popolo misto tra Turchi/Mongoli/Egiziani e Caucasi, la loro espansione in tutto il continente Europa avvenne dopo essere stati scacciati dalla loro terra (che neanche loro era)-
    Mi fermo sennò scrivo un romanzo,,comunque voglio far presente che queste persone sono i fondatori del Nazismo, tutti i capoccia delle SS erano di Origine Khazar , molti di loro erano sposati con donne di religione Ebraica, durante il periodo dell’ascesa di Hitler(anche lui figlio di Khazari/Rothschild) molti fecere cambiare il nome di famiglia delle Mogli con la benedizione di Hitler, loro comandavano e la Popolazione Tedesca subiva credendo di aver trovato finalmente un “vero Tedesco” che li guidasse verso un futuro sereno e prosperoso,… la fine la sappiamo.Chi ha governato la Germania anche dopo la seconda Guerra Mondiale sono stati sempre loro…i Khazar…il più abominevole è stato Helmut Kohl, oggi c’è Angela Merkel che di sicuro sarà anche lei di origini Khazar, basta andare a scoprire il suo passato di appartenenza alla “STASI” e perchè il padre invece di rimanere a Berlino Ovest scappò verso Berlino EST(settore Russo)=DDR ,al contrario di quelli che non vollero rimanere nel settore Russo, ogi i Khazari hanno il controllo totale della Germania riunita e al Governo ci sono gli Ex DDR che Tedeschi non sono-Storia un pò lunga , ma interessante da scoprire tutta-

Lascia un Commento

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia