Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Link: http://it.peacereporter.net/articolo/19396/Bombe+Usa+sullo+Yemen%3F

I ribelli sciiti di Al-Houthi denunciano raid aerei statunitensi che avrebbero ucciso decine di civili

L’imam Abdul Malik Al-Houthi, leader dei ribelli sciiti che dal 2004 combattono contro il governo filo-occidentale yemenita, ha dichiarato ieri che caccia statunitensi hanno bombardato il loro territorio nel nord-ovest del paese, uccidendo almeno 120 persone, tra cui molti civili, e provocando una quarantina di feriti.

La denuncia dei ribelli Houti. Secondo la denuncia di Al-Houthi, i raid dell’aviazione Usa, condotti tra lunedì e martedì assieme all’aviazione saudita, hanno colpito un mercato, un campo profughi e due moschee della provincia di Saada, al confine con l’Arabia saudita.
Il leader ribelle ha dichiarato che l’aviazione Usa ha colpito ventotto volte lunedì e altre tredici il giorno successivo, accusandola di aver compiuto “uno sconvolgente massacro contro i nostri cittadini”, “un crimine selvaggio che mostra il vero volto degli Stati Uniti, che cancella i loro ripetuti proclami sulla protezione dei diritti umani, sulla promozione della libertà dei cittadini e della democrazia”.

Nessun commento da Washington. Nessun commento da Washington. Anche il governo yemenita ha scelto il silenzio.
Il coinvolgimento dell’aviazione Usa rimane quindi, al momento, una notizia priva di conferme indipendenti.
Una notizia che, tra l’altro, arriva all’indomani delle dichiarazioni rilasciate all’emittente Al-Arabiya dal generale David Petraeus, capo del Comando Centrale delle forze armate Usa, sul sostegno americano al governo yemenita contro la ribellione Houti, e di un articolo del Daily Telegraph che, sempre domenica, citava fonti anonime del governo Usa sull’invio di forze speciali americane in Yemen per impedire che il paese diventi una nuova base del terrorismo internazionale ‘di riserva’ rispetto a quelle tradizionali in Afghanistan, Pakistan e Somalia.

Aumenta il coinvolgimento saudita. Nessun mistero, invece, sul sempre più pesante coinvolgimento delle forze armate saudite nel conflitto yemenita. Da settimane l’esercito e l’aviazione di Riyad conducono attacchi oltreconfine sulle roccaforti dei ribelli sciiti.
Domenica gli Houti avevano già denunciato l’uccisione di 70 persone, in gran parte civili, in un bombardamento aereo condotto dall’aviazione saudita sul villaggio di Bani Maan, roccaforte ribelle nel distretto di Razeh. Le bombe sganciate dai caccia di Riyad avrebbero colpito anche un mercato, uccidendo decine di civili.
Dall’inizio dell’operazione ‘Terra Bruciata’, lanciata in agosto dalle forze armate yemenite, sarebbero centinaia i civili uccisi negli attacchi delle forze governative e saudite, e decine di migliaia i nuovi sfollati: 175mila dal 2004 secondo l’Unhcr.

E.P.

Lascia un Commento

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE