Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!
Mi si è accesa una lampadina in testa! Finalmente ho capito come stanno realmente le cose. L’ho capito dall’indegna baruffa che anche quest’anno preti ortodossi e preti armeni hanno fatto all’interno della chiesa di Betlemme e dalla battuta finale del secondo episodio di “Pacific”, un film diretto da Steven Spilberg, andato in onda su Rete 4.

Leggi il resto di questo articolo »

Pubblicato da

Marry the Night, è un video strutturato in 2 parti. La prima si apre con il “Prelude Pathetique” e si chiude con il fallimento dei sogni di gloria della Gaga. La seconda, rappresenta lo sposalizio tra la cantante e gli Illuminati. Il preludio nasconde in se una parte della chiave interpretativa: Le scene non sono ricordi reali ma elaborazioni dovute a traumi. Attraverso la sua “arte” la cantante impedisce ai ricordi negativi di affiorare. Non ci troviamo di fronte ad un semplice video, c’è una storia narrata sottilmente con metafore e simbologie che alludono al mondo occulto e in particolare alla dottrina degli opposti.  Questi spunti di riflessione si intrecciano perfettamente con la vicenda della Gaga, dando ulteriore rindondanza al messaggio complessivo del video.

 

 

Leggi il resto di questo articolo »

 

http://dorsogna.blogspot.com/2012/01/ohio-terremoti-uccelli-morti-e-fracking.html

Tuesday, January 3, 2012  di Maria Rita D’Orsogna

Useranno la stessa tecnica in Italia dopo la svenditas delle sue ricchezze naturali soterranee da parte del governo? ( ndr SL)

Fracking speeds up climate change. It causes earthquakes, poisons air and water, kills animals, makes some people acutely sick in the short run and guarantees many thousands of premature deaths from lung disease, cancer, and other health problems which will impact our children more than ourselves.
Iris Marie Bloom,       Protecting our Waters, PA
Come gia’ detto, il fracking e’ una tecnica relativamente nuova con cui si sparano sostanze chimiche ad alta pressione nel sottosuolo, si causano microterremoti, si spezzetta la roccia, e questa fratturandosi, rilascia gas per la gioia e le tasche delle ditte petrolifere. Spesso non sanno cosa fare con i rifiuti prodotti dal fracking, e questi vengono bellamente reiniettati sottoterra, perturbando gli equilibri naturali e causando a volte terremoti.

Questo post ha il fine di ricordarci quanto può essere importante un sorriso…

Intervento di Osho * Dal sito www.osho.com

Vorrei solo che capiste questo: oggi si ride solo quando c’è una ragione per farlo, quando qualcosa ci costringe a ridere. Se ti raccontano una barzelletta, tu ridi perché essa crea in te una forma di stupore, di meraviglia, una sorta di eccitamento.
Una barzelletta funziona così: il racconto segue un filo logico, poi, all’improvviso, c’è una svolta, e il cambiamento è così brusco e repentino, è così drastico, da risultare inaspettato: non te lo saresti mai aspettato. Nell’attesa della conclusione, il tuo eccitamento cresce. Ma ad un tratto, la tua aspettativa viene sconvolta e ti trovi davanti qualcosa di completamente diverso, qualcosa di così assurdo e ridicolo da annullare ogni tua previsione. Leggi il resto di questo articolo »

Clicca sull'immagine per vedere il video

Le mani sull’agricoltura

Quello che molti ignorano o fingono di ignorare in agricoltura, comprese le associazioni sindacali di categoria, è il fatto che anche in Italia gli agricoltori sono totalmente sotto ricatto delle multinazionali delle sementi, dei veleni, dei concimi chimici, delle multinazionali produttrici dei cerali, degli speculatori sulla borsa merci di Chicago, dei petrolieri venditori del petrolio usato per far andare i trattori.

Tutte queste entità fanno un utile. I contadini italiani spesso non riescono a pagarsi le spese o ci riescono con il contributo PAC pagato da tutti i cittadini (la grande miserabile truffa planetaria delle multinazionali e dei loro politici servi) che dovrebbe scomparire l’anno prossimo. Leggi il resto di questo articolo »

La schiavitù del debito ha distrutto Roma e ci distruggerà se non ci poniamo fine

di Michael Hudson * Tradotto da  Curzio Bettio   http://www.tlaxcala-int.org

Il Libro V della Politica di Aristotele descrive l’eterna transizione di oligarchie che si fanno aristocrazie ereditarie, che finiscono per essere rovesciate da tiranni, o sviluppano rivalità interne quando alcune famiglie decidono di “arruolare le moltitudini nel loro campo” e di introdurre la democrazia, all’interno della quale emerge ancora una volta una oligarchia, seguita da aristocrazia, e poi democrazia, e così via nel corso della storia.

Il debito è stata la principale dinamica che ha guidato questi cambiamenti, sempre con nuovi colpi di scena e trasformazioni.

Si polarizza la ricchezza, creandosi una classe di creditori, il cui governo oligarchico giunge alla fine quando nuovi leader (“tiranni” per Aristotele) ottengono l’appoggio popolare, cancellando i debiti e ridistribuendo i patrimoni, o trasferendo nelle casse dello Stato le rendite patrimoniali. Leggi il resto di questo articolo »

Frédéric Lordon 09 Gennaio 2012

di Frédéric Lordon
traduzione di Maurizio Blondet trovato su www.effedieffe.com

Così parla Frédéric Lordon, famoso economista francese, direttore delle ricerche del CNRS, in una lunga intervista alla Revue des Livres. A proposito delle forze che stanno per scatenarsi, ecco cosa prevede:

«Se, come si poteva prevedere dal 2010 col lancio dei piani di austerità coordinati, lo scacco annunciato conduce ad un’ondata di default sovrani, seguirà immediatemente il collasso del sistema bancario (o li precederà, per semplice effetto d’anticipazione degli investitori); e questo, contrariamente a quello del 2008, sarà irrecuperabile, perchè gli Stati (che hanno salvato le banche nel 2008, ndr) sono finanziariamente a terra. Allora non resterà altra alternativa che l’emissione monetaria massiccia, oppure l’esplosione della zona euro se la Banca Centrale Europea (e la Germania) rifiutano questa prima soluzione. Leggi il resto di questo articolo »

Riceviamo e pubblichiamo  * Link

Pontifex.RomaNel giorno dell’Epifania, il Papa – all’Angelus - ha detto che il mondo occidentale viaggia a vista nelle tenebre. Chiediamo il parere di padre Gabriele Amorth, decano degli esorcisti. Padre Amorth, condivide l’analisi del Papa? “certo, ma succede questo perché l’Occidente, l’Europa e l’Italia hanno rinunciato a Dio, lo hanno messo fuori. E quando fai questo, ti schieri col nemico che è Satana”. Ossia? “L’occidente, almeno per ora, ha scelto Satana. E stancherà il Signore, che ammonisce, rincuora, provvede, ma alla fine stanga”. L’Italia si è affidata a Monti, che cosa ne pensa? “che è un capo massone, un massone che vuole distruggere la Chiesa o affamarla. Piaccia o meno, è uno strumento nella mani di Satana. Come la crisi finanziaria”. La crisi? “certo, come considerate i suicidi che stanno avvenendo? Il suicidio è una delle conseguenze del piano satanico. L’uomo ripone tutto nella mani degli altri uomini, dell’economia e della finanza e dimentica che chi comanda …

Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Giovanni Lollo * Link

La crisi in cui i nostri dipendenti al governo ci hanno cacciato, ha lo scopo di distrarci dall’Abbondanza in cui viviamo.

Gli esempi sono talmente tanti che ne faccio due tra gli ultimi che ho trovato:

1 – Si produrrà energia dalle onde del mare. Il progetto è già in fase esecutiva e permtterà di produrre energia elettrica attraverso dei galleggianti che saranno mossi dal moto ondoso (clicca qui).

2 – Car sharing elettrico – Condivisione di auto elettriche. Questo è una cosa assolutamente incredibile che, se ci mettiamo per un attimo a riflettere, potrebbe rivoluzionare completamente la nostra visione del modo di viaggiare Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: http://mon-dart.blogspot.com

Riporto alcuni stralci da una lunga intervista rilasciata da Marco Della Luna, estratto che descrive bene e rende un’ idea precisa della modificazione avvenuta nel tessuto sociale rispetto al passato.

Una modificazione che riguarda sia la “testa” ( élite alla guida ) che il “corpo” sociale, caratterizzata da una progressiva sparizione delle classi intermedie, ormai diventate “inutili” al potere, e da un crescente anonimato reale e percepito dell’ intera struttura sociale.

Per motivi di sintesi e per evitare alcune digressioni sia di carattere strettamente tecnico-economico che ideologico, quello qui riportato è solo un sunto ( qui l’ originale ) tendente a comprendere la trasformazione del nostro oggetto di osservazione; comprensione imprescindibile al fine di evitare di approcciarsi ad esso con tecniche investigative e galeniche ormai del tutto fuorvianti, inapplicabili e desuete.

Leggi il resto di questo articolo »

Alla fine del 1880, le riviste commerciali delle scienze elettriche stavano predicendo l’ elettricità gratis e l’ energia libera nel futuro prossimo. Incredibili scoperte riguardo la natura dell’elettricità stavano diventando ormai cosa comune. Nikola Tesla stava dimostrando “l’illuminazione senza fili” ed altre meraviglie associate alle correnti ad alta frequenza. C’era un entusiasmo per il futuro come mai prima. 

 

Articolo Di Peter Lindemann * The World Of Free Energy
Entro 20 anni, ci sarebbero state automobili, aeroplani, film, musica registrata, telefoni, radio e macchine fotografiche pratiche. L’Età Vittoriana stava cedendo il passo a qualcosa di totalmente nuovo. Per la prima volta nella storia, le persone comuni furono incoraggiate a prevedere un futuro utopico pieno di abbondanti trasporti e comunicazioni moderne, cosi come lavoro, casa e cibo per tutti. Le malattie, cosi come la povertà, sarebbero state sconfitte. La vita stava migliorando, e questa volta, ognuno si accingeva ad ottenere un pezzo della torta. Allora, che cosa successe? Nel mezzo di questa esplosione tecnologica, che fine fece la conquista energetica? Tutto questo entusiasmo per l’energia libera, poco prima dell’inizio del secolo scorso, fu solamente un pio desiderio che la “scienza reale” confutò? Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: The American Dream
bioterror-weaponLa maggior parte delle persone non ha idea di quanto siamo vicini all’apocalisse biologica. In tutto il mondo, “superbatteri” incredibilmente pericolosi vengono creati da virologi e ricercatori militari. Questo sconsiderato armeggiare con la natura finirà per costare milioni di vite, perché è inevitabile che alcuni di questi “superbatteri” alla fine saranno rilasciati, di proposito o per caso. Quando arriverà il momento, non avremo assolutamente alcuna protezione contro di essi. Ma molti di questi scienziati non sembrano preoccuparsi dei rischi. Infatti, un team guidato da Ron Fouchier dell’Erasmus Medical Centre di Rotterdam ha creato un “influenza aviaria killer” che potrebbe uccidere centinaia di milioni di persone e vuole pubblicare il procedimento. Non sembrano rendersi conto che questa “influenza aviaria killer” creata scientificamente, potrebbe essere facilmente replicata da coloro che vorrebbero usarla come arma bioterroristica. In particolare, una “super-influenza” sarebbe una grande arma per coloro che vogliono ridurre drasticamente la popolazione del mondo, senza avere “sangue sulle loro mani”. Purtroppo, oggi ci sono troppe persone là fuori (molte all’interno dell’elite globale) che in effetti credono che ci sia bisogno di eliminare la maggior parte di umanità per salvare la terra. Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Ruggero Di Giovanna  * http://www.evolfenix.org

La maggior parte della gente della civiltà occidentale dà per scontato che la democrazia sia la migliore forma di governo esistente. E’ stato insegnato che essa sia stata una conquista del popolo e dell’umanità intera. Ne analizzeremo i dettagli sia da un punto di vista filosofico che pratico per evidenziare se sia questa una verità o meno. Essendo l’argomento lungo e ostico è accettata qualsiasi critica e sviluppo della mia analisi.

Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Massimo Mazzucco * Link

Se nel prossimo futuro il mondo sarà travolto da una guerra devastante, innescata dall’attuale “questione iraniana”, la colpa sarà stata anche dell’Italia. Dell’Italia, e di tutti coloro che non avranno fatto nulla per cercare di evitarla.

Tutte le importanti guerre infatti non iniziano mai da un giorno all’altro, ma seguono una classica “escalation” di episodi sempre più gravi, che fanno crescere la tensione internazionale fino a rendere il conflitto inevitabile.

Nel corso di questa escalation è abbastanza facile capire quali delle parti in causa siano più interessate a fermarla, e quali invece vogliano farla arrivare ad ogni costo al punto di non ritorno. Di solito questa dinamica risponde alla logica del cui prodest: chi pensa di avere più da guadagnare da un conflitto armato spinge al massimo perchè questo avvenga, mentre gli altri cercano di evitarlo finchè possono, ed entrano in guerra solo se ci vengono tirati per il collo. Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia