Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

Supponiamo che io disponga di una certa cifra X, ed intenda entrare nel mondo degli affari per rendere produttivo il mio capitale e ricavarne profitti.
Come primo atto, commissionerò ad una agenzia specializzata “un’indagine di mercato”, che mi soddisfi l’esigenza di capire verso quali beni la domanda della massa è orientata.
A questo punto deciderò quale bene produrre, in base ad una semplificazione che tiene conto dei costi di produzione e distribuzione, e di alcune caratteristiche in linea con la mia visione delle cose.
Quantificando in 100 il mio capitale da investire, ne destinerò una quota per i costi relativi alla produzione del bene, mentre le 99 restanti (quasi l’intera somma), le disporrò per una massiccia campagna pubblicitaria a tambur battente capitanata da un accattivante slogan che miri dritto al cervello del branco di allocchi.

Leggi il resto di questo articolo »

Libia: un anno dopo (situazione punto 18 Febbraio 2012)

www.conflittiestrategie.it

Pubblicato da Bernard Lugan 19 Febbraio 2012 in Articoli -

Libia: un anno dopo (situazione punto 18 Febbraio 2012)

Nel primo anniversario della “rivolta libica”, e mentre una “resistenza verde”, di cui è difficile valutare la vera consistenza, sembra essere in grado di operare su tutto il territorio, la Libia sembra essere tagliata in tre:

La Cirenaica non accetta le decisioni prese dal CNT dopo la presa di Tripoli. Inoltre, naturalmente i giornalisti non hanno visto, ci sono forti tensioni tra fondamentalisti islamici e membri delle confraternite sufi il cui peso regionale è importante. I primi danno la caccia ai secondi trattandoli come eretici; scontri si sono verificati di recente nelle tradizionali processioni. I fondamentalisti hanno commesso l’irreparabile il 13 gennaio a Bengasi, quando hanno spianato con bulldozer un cimitero e dissacrato trenta tombe dei santi: i Marabutti del Maghreb e ne hanno disperso le ossa. Per loro, il raccoglimento attorno alle loro tombe, l’equivalente dei moussem del Marocco, non sono altro che idolatria, quindi paganesimo.

Leggi il resto di questo articolo »

I fratelli Taviani hanno vinto il festival di Berlino con il film: Cesare deve morire

Immagine anteprima YouTube

Per ulteriori Informazioni e per leggere altri e nuovi articoli dell’Autore: ESCOGITUR.IT

di Araì Daniele

Il vaticanista della RAI, Aldo Maria Valli, ha da poco presentato il suo libro «La verità del Papa. Perché lo attaccano, perché va ascoltato». Così quest’autore, che ha pure un libro-intervista fatta al teologo tedesco Kueng dal titolo «Hans Kung, ribelle per amore», prende la palla al balzo delle varie «verità» giornalistiche per spiegare quelle di Benedetto XVI. Ecco che il vaticanista passato dal sinistrismo di Rai 3 al perbenismo dell’Opus Dei, ci spiegherà le «verità» alla luce dei tempi storici del filosofare di J. Ratzinger.

Da quando c’è lo «scandalo pedofilia», non passa giorno senza che Benedetto XVI sia oggetto di critiche impietose. Spesso attraverso dei fatti insufficienti, la grande stampa dà singolare risalto alla vicenda centrata sul comportamento ambiguo del ex prefetto Ratzinger.Ora, si cerca di spiegare tale campagna denigratoria contro Benedetto XVI nel verso opposto ovvero a causa del suo insegnamento sulla: “ragione umana, la sua critica di un’economia priva di etica, il suo coraggio nel denunciare i mali della Chiesa stessa (con la recente affermazione secondo cui la persecuzione viene anche dall’interno), la sua avversione per il «politicamente corretto»”.Tutto ciò ne farebbe di lui un nemico agli occhi di molti e non solo al di fuori della cattolicità … ma del mondo clericale e non solo di ieri, ma nel buio presente.

Leggi il resto di questo articolo »

Condividendo l’opinione di Andrea Carancini pubblichiamo.

Articolo di Andrea Carancini http://andreacarancini.blogspot.com/

Letto sul “Fatto Quotidiano” di oggi, 18 febbraio 2012, a p. 5, nell’articolo 1992-2012 – LA VENDETTA DELLA POLITICA, di Alessandro Madron:
«Marco Travaglio…parlando del ruolo dei media nei confronti della corruzione, ha sottolineato come “lo spread morale che ci divide da altre democrazie europee è frutto della mala politica, della mala economia ma anche della mala informazione“».
Lo “spread morale”, già.
Il vero spread che ci divide da “altre democrazie” è che quelle “altre democrazie” hanno, da tempo immemorabile, asservito l’Italia ai loro interessi e non si fanno scrupoli, all’uopo, non solo di usare il terrorismo ma di imporcene l’uso persino contro noi stessi, come dimostrato dalla nostra partecipazione alle innumerevoli guerre “umanitarie”, oltre che dalle tristemente note stagioni delle stragi (quella degli anni ’70 e quella del ’92-’93).

In omaggio ad una gran voce.

Immagine anteprima YouTube

Una casa e una famiglia che si scaldano con stufe e camino

Valerio Pignatta  fonte: il Consapevole

Nel casale sul monte Amiata dove vivo con la mia famiglia (io, la mia compagna e i nostri quattro figli), tutta l’abitazione viene scaldata con due stufe a legna e un caminetto tradizionale normale, che alimentiamo soprattutto a fascine o ceppi grandi che nella stufa non entrano (quelli che non siamo riusciti a spaccare).
La stufa a legna in cucina serve anche per cucinare. Sono anni che non abbiamo più una cucina a gas (nella nostra maniacalità la guerra in Afghanistan a suo tempo ci mise in crisi di coscienza). Inoltre sopra la stufa a legna abbiamo messo un contenitore per l’acqua che contiene 80 litri. Il fumo della stufa, uscendo, scalda l’acqua che mandiamo in tutta la casa per lavarci e lavare i piatti, senza bisogno di pompe. L’abbiamo commissionato a una ditta di Poggibonsi che produce boiler a bassa tecnologia per il terzo mondo. Abbiamo aspettato un po’, ma poi l’hanno fatto anche a noi.

Leggi il resto di questo articolo »

di Miguel Martinez

fonte:http://www.sinistrainrete.info/politica-italiana/1895-miguel-martinez-veneto-city.html

“Dovere, dignità, lavoro e responsabilità personale sono i valori che ha sempre sostenuto, fortemente radicati nelle tradizioni brianzole di profonda matrice cristiana.L’obiettivo che si prefigge, come leghista e come brianzola, è contribuire a difendere il territorio brianzolo già tremendamente ferito dalla cementificazione irresponsabile e di salvaguardare la cultura e la comunità brianzola minacciata dalla globalizzazione.”Così si presenta la signora Donatella Galli, sposata con due figli, artigiana del legno e consigliera della Lega Nord nel consiglio provinciale di Monza/Brianza.

Ci sta, no?

Infatti, l’Italia ama i Valori Assoluti.

Leggi il resto di questo articolo »

Fonte: CORVELVA. Articolo di Roberto Gava

Come ridurre i danni della Tachipirina?

Pochi giorni fa, su questo sito all’indirizzo http://www.informasalus.it/it/articoli/paracetamolo-bambini-asma-allergie.php è uscita la notizia che svela un altro effetto indesiderato del paracetamolo (principio attivo della famosa Tachipirina o dell’Efferalgan):
“Farmaci con paracetamolo: rischio asma e allergie per i bambini.
La scoperta principale – ha spiegato Julian Crane, lo scienziato che ha coordinato lo studio  – è che i bambini che hanno utilizzato il paracetamolo prima di aver compiuto 15 mesi (il 90 per cento) hanno il triplo di probabilita’ in piu’ di diventare sensibili agli allergeni e il doppio di probabilita’ in piu’ di sviluppare i sintomi come l’asma a sei anni rispetto ai bambini che non hanno utilizzato il paracetamolo”. Leggi il resto di questo articolo »

febbraio 17, 2012 2 commenti

Il progetto di Zbigniew Brzezinski per rilanciare lo status globale degli USA  e promuovere una roadmap geopolitica meno pericolosa.
Arnaud de Borchgrave, UPI, 13 febbraio 2012

WASHINGTON, 13 feb (UPI) – Dalla polvere alla polvere, il potere globale non c’è più. Così dice Zbigniew Brzezinski, l’unico rivale di Henry Kissinger nel tempio della fama della geopolitica contemporanea americana.
Per secoli, gran parte del panorama globale terrestre e marino è stato dominato da una sola potenza – ad esempio, Portogallo, Spagna, Gran Bretagna, Stati Uniti – e i recenti aspiranti padroni dell’universo non durarono a lungo.
L’impero tedesco millenario di Hitler è stato costruito in sei anni – e schiacciato in sei anni (1939-45 Seconda Guerra Mondiale). Il sanguinoso impero di Stalin è durato un po’ più a lungo sull’orologio della storia. Dopo, il Cremlino ha ammesso la sconfitta e si è ritirato dall’Afghanistan nel febbraio 1989, la cortina di ferro è crollata e le colonie dell’Europa dell’Est recuperato la propria libertà.

Leggi il resto di questo articolo »

Dopo la vicenda dei titoli americani sequestrati a Chiasso nel 2009, che è costata una denuncia a Berlusconi e all’Onu da parte del rappresentante legale di alcune potenti famiglie cinesi (clicca qui), ecco ripetersi una vicenda simile, come segnala ilquotidianoitaliano.it.

bond_usa_falsificati_8_arresti(17 febbraio 2012) ZURIGO – La Procura potentina ha sequestrato titoli di stato Usa dal valore di 6mila miliardi di dollari, perché falsi. I bond americani erano conservati in Svizzera e contenuti in tre casse appartenenti, in apparenza, alla Federal Reserve statunitense. Le indagini del Ros hanno permesso di arrestare otto persone con l’accusa di falsificazione di monete, spendita e introduzione nello Stato di denaro falso.

I bond contraffatti sono stati ritrovati a seguito delle ricerche dei carabinieri lucani, in collaborazione con la polizia elvetica. L’inchiesta era cominciata dalle indagini in merito ad una presunta associazione mafiosa del Vulture- melfese, in provincia di Potenza, specializzata nel settore dell’usura. Leggi il resto di questo articolo »

venerdì, febbraio 17, 2012

 Riceviamo e Pubblichiamo – Lettera di Nikos dalla Grecia agli Italiani

Informare per Resistere

greece crisis protests

Nota di Informare Per Resistere

Nikos è un cittadino greco che per vari anni ha vissuto e studiato in Italia. Ho letto alcuni suoi commenti su Informare Per Resistere riguardo la questione greca e non ho esitato a mettermi in contatto con lui. Gli ho chiesto di descrivere dal suo punto di vista, il punto di vista di un cittadino greco, cos’è accaduto durante la giornata del 12 febbraio 2012. Quanto segue è ciò che Nikos ha scritto, senza alterazioni se non la correzione di qualche errore di ortografia. Lo stile è il suo, la passione anche, la verità è di tutti. Leggete tutto fino in fondo, perché Nikos parla direttamente al vostro cuore.
F.A.

– di Nikos –

Febbraio è venuto… lasciando un Gennaio di silenzio, tristezza e disperazione per la maggior parte dei Greci. Cosi è ormai dal 2010 ma più che passa il tempo il “tumore” peggiora, più che passa il tempo il buio diventa anche più scuro nella vita di ogni cittadino che vive in questo paese… I problemi in ogni casa sono infiniti. Sogni? Non esistono, solo la domanda “come possiamo sopravvivere?” La risposta? Tutti sotto shock, quindi non esiste! Nei caffè-bar tutti parlano dei politici nostri e FMI, le banche e i loro protettori. Molti ricordano gli eroi dell’epoca del 1821 e del 1940, altri parlano di una nuova resistenza di armi, altri solo ringhiano… Il fattore comune di tutti è che non possono godere la loro vita, nel senso che mangiano solo per avere qualcosa nello stomaco, nessun gusto. Ogni cosa che fai ha metà del gusto che ha. Cerchiamo di trovare situazioni che ci possono fare sorridere… Ma queste più che passa il tempo finiscono. E’ tragedia… quando tutti hanno ragione c’è tragedia dicevano gli antichi greci. E’ così!

Per i rumeni è un eroe nazionale. Per tutti gli altri è stato uno dei tanti demoni in sembianze umane che hanno insanguinato il libro dell’Akasha, cioè la storia universale dell’uomo, quella sequenza di obbrobri che Elsa Morante definì “uno scandalo che dura da diecimila anni”.

Nessun altro monarca arrivò a specializzarsi nell’operazione d’impalare oppositori e nemici, anche se la pratica, nel quindicesimo secolo, non era del tutto originale, se si pensa a ciò che capitò alla regina Romilda dopo l’assedio di Cividale del Friuli, ad opera degli Avari nel settimo secolo.

Ma l’elemento rilevante in questo articolo non è la ferocia di un tal individuo, bensì il tocco di genio del male che Vlad mise in pratica quando stava per essere attaccato da Maometto II. Sapendo che le sue forze non sarebbero bastate per fronteggiare l’avversario, Vlad Tepes diede ordine di impalare tutti gli abitanti di un villaggio della Valacchia che ricadeva sotto il suo dominio, senza che ci fosse alcun motivo preciso per farlo. Sapeva che i turchi sarebbero passati di lì, durante l’avanzata verso il suo castello, e approntò tale macabro spettacolo appositamente per loro. Lo scherzetto ebbe successo.

Leggi il resto di questo articolo »

Senza l’aldilà, non saremmo di qua: come il giorno e la notte, il bene e il male, il tutto e il niente. Un uomo muore, perché qualcosa lo ha abbandonato, e per nessun altro motivo al mondo.
Potremmo pugnalare il suo cuore con una lama intinta nel curaro, per mille, e mille volte ancora; ma se qualcosa non abbandona il suo corpo per fare ritorno alla sorgente della vita, sarebbe condannato all’immortalità. E qui, entriamo nel campo dell’assurdo!!! Nessuna terribile malattia potrebbe minare la sua esistenza, ne la ruota di uno schiaccia sassi, dilaniare i suoi organi; basterebbe ricomporlo – come con un robot.

 

Leggi il resto di questo articolo »

A seguito di visita mammografica di routine, a mia moglie  fu riscontrato un adenocarcinoma duttale alla mammella destra. Questo in data 27 Febbraio 2007.
Da un amica comune abbiamo saputo del dott. Hamer e dell’associazione ALBA in Italia.
Abbiamo letto il libro “testamento per una nuova medicina” e preso un appuntamento, tramite ALBA, con un dottore che conosce le 5 leggi biologiche del dott. Hamer.
Il medico ci ha meglio spiegato ciò che avevamo già capito dal libro, ma ci ha lasciati assolutamente liberi di scegliere cosa volevamo fare in merito alla ” malattia tumorale ” e noi abbiamo scelto di far operare il tumore. ma senza eliminazione dei linfonodi né di fare  radio né chemio o altre terapie.

Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
Corso Nuova Fotografia
Antonella Randazzo
FreePC
SCIE CHIMICHE