Categorie
VISITE
Ti ringraziamo per essere passato sul nostro blog! Torna a trovarci presto!

http://rus.ruvr.ru/ - libyanfreepress

Altro che ” esportazione di democrazia” questo fatto è della serie: prendi i soldi e scappa. C.M.

sirte-apocalypse-2011.jpg

 La campagna militare della NATO in Libia ha avuto due risultati emblematici. Primo: l’aviazione dell’alleanza nordatlantica ha arrecato alla Libia un danno sette volte maggiore rispetto a quello inflitto al paese durante la Seconda guerra mondiale dagli aerei del maresciallo hitleriano Rommel. Secondo: sono spariti attivi libici dell’ammontare di 150 miliardi di dollari “congelati” un tempo in banche estere.

Questi dati sono riportati nel libro “Abbattimento di Muammar Gheddafi. Diario libico. Anni 2011-2012” scritto da Anatolij Egorin dell’Istituto di orientalistica presso l’Accademia delle Scienze della Russia. La presentazione del libro si è svolta a Mosca. Si tratta della prima ricerca integrale in Russia sulla tragedia libica.

Ovviamente, le distruzioni sono una conseguenza inevitabile di qualsiasi guerra. Ma, considerato che la NATO ha ricevuto il mandato soltanto per stabilire una “no fly zone”, le dimensioni delle distruzioni in Libia non dovevano essere così grandi. Non solo, ma gli attivi esteri libici di 150 miliardi di dollari dovrebbero bastare per coprire i danni o per lo meno di una loro notevole parte. Ma il denaro è sparito senza lasciar traccia. Sorge la domanda: come poteva succedere?

Leggi il resto di questo articolo »

(Collana della CONOSCENZA n° 26)

Gentili LETTORI/LETTRICI di SL, questa volta Vi propongo come cibo il FRUTTO “autunnale” per eccellenza La CASTAGNA, questo straordinario dolce & nutriente DONO della NATURA ha sfamato nei secoli una miriade di COMUNITA’ montane in ITALIA e nel resto dell’ EUROPA; oggi viene proposto in molti modi & forme allietando così le nostre tavole principalmente come dessert ma anche con ricette molto “particolari” inventate da eccellenti CUOCHI, oltre che dal lato “commestibile” il CASTAGNO poi è molto utile anche dal lato medicamentoso utilizzando le sue foglie e la sua corteccia e come conciante “naturale” con il suo astringente TANNINO !!!

NAMASTE’-ALOHA-HASTA SIEMPRE
SDEI

Autore: Dioni * Link

Sono il frutto invernale per eccellenza. Contengono energia e micronutrienti come pochi altri elementi.
Sono le castagne, autentico alimento della salute dall’eccezionale valore nutrizionale.
Ricche di fibre, amidi, vitamine e oligoelementi, le castagne sono un formidabile ricostituente psico-fisico naturale, in grado di sostenerci in un periodo dell’anno in cui il freddo e la diminuzione delle ore di luce possono aumentare la stanchezza e indebolire il sistema immunitario.

E non è un caso che, come sempre,  la Natura ci regali un alimento simile nel momento esatto in cui ci serve!

In passato le castagne erano considerate un dono preziosissimo della natura perché potevano sfamare negli inverni più rigidi, si conservavano a lungo, si prestavano a moltissime ricette e addirittura venivano usate come moneta di scambio. I boschi venivano tenuti puliti proprio in attesa della loro caduta, e la raccolta era uno dei momenti più vivaci e allegri delle comunità montane. Leggi il resto di questo articolo »

di Nil Nikandrov – Fonte: aurorasito

L’ispettore Franklin Chase Brewster, 39 anni, a capo delle indagini sui casi particolarmente importanti di traffico di droga a Panama, è stato avvelenato il 3 luglio 2006. Brewster, come molti altri membri del personale, teneva il cibo portato da casa nel frigo che si trovava in uno degli uffici. Dopo aver pranzato e bevuto l’acqua da una bottiglia di plastica, si senti male e cominciò a lamentare mancanza di respiro, febbre, vertigini e nausea. Mezz’ora dopo, ancora cosciente, chiese di essere portato al National Hospital. Due settimane più tardi morì tra dolori lancinanti. Gli investigatori panamensi dichiararono alla stampa che, con ogni probabilità, Brewster era stato avvelenato con pesticidi organofosfati… Brewster era un agente di successo, un brillante laureato presso l’Accademia della DEA (Drug Enforcement Administration – Ufficio del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti). Si era specializzato nei cartelli della droga colombiani, e aveva condotto numerose operazioni di successo scoprendo i canali per il riciclaggio dei narcodollari, e aveva partecipato allo smascheramento dei complici del boss della droga panamense Pablo Rayo Montano. Brewster non fu coinvolto in alcun caso di discredito. Era molto apprezzato per la sua carriera ed era un padre di famiglia esemplare.

Leggi il resto di questo articolo »

Irregolarità nel voto nelle elezioni presidenziali USA E ALTRO…
Fonte: IRIB ITALIA
WASHINGTON – Altre dodici voting machine falserebbero il voto a Pueblo, in Colorado, dopo il caso in Pennsylvania.

Se là c’era un video a dimostrazione del fatto (in quel caso, la voting machine commutava il voto per Obama in un voto per Romney ed era stata ritirata dopo la segnalazione di un elettore), qui ci sono le testimonianze di alcuni elettori che hanno generato un’indagine da parte del Segretario di Stato del Colorado.

Come diceva un bel personaggio “non ha importanza chi prende i voti ma chi li conta”

DAMASCO, NUOVA ESPLOSIONE TERRORISTICA DEI SOLITI NOTI

http://italian.irib.ir/gallerie/video/item/115942-video-news-siria,-nuova-esplosione-terroristica-a-damasco

 

Usa: puniti studenti che rifiutano i ‘microchip sottocutanei’

Fonte: http://tribunodelpopolo.com/

In Texas alcuni studenti che si sono rifiutati di indossare i microchip per i documenti sarebbero stati  ”puniti”. La notizia non mancherà di scatenare un vespaio di polemiche, tanto in Usa, quanto all’estero. Stiamo parlando di una scuola in Texas, dove alcuni ragazzi avrebbero osato rifiutarsi di indossare i microchip per i documenti di identità. Intervistati, questi studenti hanno detto di sentire sulla propria pelle le ripercussioni per il loro rifiuto. Dal primo di ottobre gli studenti della John Jay High School e della Anson Jones Middle School in San Antonio, Texas, hanno dovuto far sapere se volevano avere le loro foto nei documenti d’identità munite con un chip RFID (radio-frequency identification) in modo così da monitorare ogni loro spostamento. Gli educatori insistono sull’importanza del progetto, e se questi chips RFID dovessero avere successo, preso oltre 112 scuole potrebbero utilizzarli, coinvolgendo oltre 100.000 studenti. Gli studenti che si rifiutano invece, pare che vengano letteralmente tormentati dagli istruttori, e siano anche esclusi dalla partecipazione ad alcuni progetti oltre che esclusi da alcune zone come caffetterie e librerie interne all’istituto.

Come riportato da RT.COM, Andrea Hernandez studentessa al John Jay, ha accusato gli educatori di aver ignorato la sua domanda di rispetto della privacy e di averle detto che non poteva partecipare alle elezioni scolastiche senza prima accettare il RFID. In una intervista Hernandez ha quindi rifiutato di indossare il RFID, e le autorità scolastiche hanno persino scritto ai suoi genitori nel vano tentativo di convincerli a forzare la figlia a farlo. Il padre della ragazza non ha voluto ascoltare la scuola e soprattutto si è rifiutato di rinunciare a parlar male di un programma che, lui e sua figlia, ritengono ingiusto. Dal momento che il programma costerà anche un mucchio di soldi, c’è da chiedersi quali saranno le conseguenze cui si potrebbe andare incontro lungo questa strada.

 

QUESTI STRANI TERREMOTI STANDARD A 10.000 METRI DI PROFONDITA’

Iran, forte sisma in Azerbaijan orientale: 51 feriti

TABRZI – Una scossa in Iran alle ore 9:56 (7:26 italiane) ha colpito la citta’ Varzeqan, a circa 50 km da Tabriz, capoluogo della regione Azerbaijan orietnale.

Secondo l’agenzia Isna ci sarebbero circa 51 feriti, per il momento. Il movimento tellurico ha avuto un’intensita’ pari a 5.5 gradi della scala Richter, quindi si e’ trattato di una scossa di terremoto molto forte. L’ipocentro e’ stato individuato alla profondita’ di 10 chilometri, molto superficiale. Al momento non giungono altre notizie di danni a strutture o persone, ma data l’intensita’ del terremoto si temono perdite tra gli abitanti della zona

 

Proteste in Turchia contro Israele

http://italian.irib.ir/gallerie/video/item/115937-video-news-turchia-corteo-anti-israele-a-sostegno-di-processo-mavi-marmara

Anatoliy Ptushenko, membro del Consiglio Tecnico-Scientifico per l’Esplorazione Spaziale della Federazione Russa

Fonte: http://intermatrix.blogspot.com/2011/10/le-armi-psicotrope-sono-oggi-in-grado.html

uploaded_image

I primi articoli di una approfondita relazione scritta da un membro del Consiglio Tecnico-Scientifico per l’Esplorazione Spaziale della Federazione Russa, Anatoliy Ptushenko. Quest’ultimo discute “per la prima volta sul nostro quotidiano Rabochaya Tribuna delle armi PSICOTROPE.. di sistemi ad energia diretta installati nello spazio, che sono in grado di causare turbe psichiche in milioni di persone e che sono stati sviluppati a partire dagli anni sessanta”. L’articolo continua con una discussione sui sistemi di energia installati nello spazio e sulla necessità per la comunità internazionale di stabilire un sistema di monitoraggio preventivo permanente, relativo allo sviluppo e all’impiego di questi sistemi. Passa poi a parlare dei dimostranti che per le strade di Mosca hanno esposto striscioni che dicevano: “Stop allo sviluppo di armi psicotrope.”

Leggi il resto di questo articolo »

La salute della psiche.
Nel dialogo platonico Alcibiade I Socrate, conversando con lo stesso Alcibiade, gli fa notare che per essere un buon politico, cioè per fare il bene della città, occorre essere innanzitutto un uomo di valore, cioè fare il bene di se stessi, rendersi migliori, avere per fine la propria realizzazione in quanto uomo.
Per rendere migliori se stessi, dice Socrate, bisogna conoscere se stessi, come recita l’iscrizione posta sul tempio di Delfi.
Pertanto bisogna conoscere in primo luogo la propria anima, cioè il principio stesso della vita.
Il senso del pensiero di Socrate è chiaro.
Averi, onori e potere, in una parola: la ricchezza esteriore, non sono la felicità.
Il bene dell’anima, da intendersi come vita e come psiche inserita in un corpo vivente, è dunque virtù.
A questo proposito, tuttavia, una precisazione si rende necessaria in quanto l’originale senso greco del termine virtù non corrisponde che in poco al senso etico-morale-religioso col quale questo termine si accompagna in genere nel nostro linguaggio.
Abituati come siamo a considerare virtù fede, speranza, carità, dimentichiamo che il concetto greco di virtù, aretè, era ben altro.
Virtù (aretè) significa “capacità”, “valore”, “eccellenza”, quindi sviluppo e realizzazione di facoltà umane.
Per Socrate, dunque, il bene della psiche è la virtù tanto quanto il bene del corpo è la salute.
In altre parole: il bene dell’uomo è la salute fisica e psichica.

Leggi il resto di questo articolo »

Antonio Bacheriniwww.nocensura.com

pur informandomi assiduamente sul web ormai da alcuni anni, non avevo mai sentito parlare di questa vicenda, che ha suscitato la mia curiosità, e ho pertanto fatto una ricerca. 

Se non conoscete questa strana vicenda, Vi consiglio la lettura di questo articolo di studimonetari.org, che raccoglie alcuni articoli di giornale dell’epoca dei fatti. Da leggere anche il materiale pubblicato su questo forum. Per capire le iniziative che aveva assunto contro Bankitalia e la BCE leggete questo.

Di seguito un video, pubblicato su Youtube con la seguente descrizione: Quest’uomo dimenticato è stato un vero eroe, non dobbiamo permetterci di dimenticarlo….”

Ognuno tragga le dovute conclusioni…

di Manlio Dinucci

Global Research, ilmanifesto.it
Media Disinformation in America

Si dice che il silenzio è d’oro. Lo è indubbiamente, ma non solo nel senso del proverbio. È prezioso soprattuttto come strumento di manipolazione dell’opinione pubblica: se sui giornali, nei Tg e nei talk show non si parla di un atto di guerra, esso non esiste nella mente di chi è stato convinto che esista solo ciò di cui parlano i media. Ad esempio, quanti sanno che una settimana fa è stata bombardata la capitale del Sudan Khartum? L’attacco è stato effettuato da cacciabombardieri, che hanno colpito di notte una fabbrica di munizioni. Quella che, secondo Tel Aviv, rifornirebbe i palestinesi di Gaza. Solo Israele possiede nella regione aerei capaci di colpire a 1900 km di distanza, di sfuggire ai radar e provocare il blackout delle telecomunicazioni, capaci di lanciare missili e bombe a guida di precisione da decine di km dall’obiettivo. Foto satellitari mostrano, in un raggio di 700 metri dall’epicentro,  sei enormi crateri aperti da potentissime testate esplosive, che hanno provocato morti e feriti. Il governo israeliano mantiene il silenzio ufficiale, limitandosi a ribadire che il Sudan è «un pericoloso stato terrorista, sostenuto dall’Iran». Parlano invece gli analisti di strategia, che danno per scontata la matrice dell’attacco, sottolineando che potrebbe essere una prova di quello agli impianti nucleari iraniani. La richiesta sudanese che l’Onu condanni l’attacco israeliano e la dichiarazione del Parlamento arabo, che accusa Israele di violazione della sovranità sudanese e del diritto internazionale, sono state ignorate dai grandi media.

Leggi il resto di questo articolo »

di Ouday Ramadan

Mi chiedono perché non vuoi il cambiamento in Siria?
Rispondo: nella mia Siria non ho mai visto nessuno cibarsi dai cassonetti della spazzatura.

Leggi il resto di questo articolo »

di Federico Cenci Fonte:http://lospergiuro.blogspot.it

Torna d’attualità la questione Ogm, in virtù di una sentenza della Corte di Giustizia europea  dell’estate scorsa che   proibisce            la commercializzazione di sementi di specie non iscritte nel catalogo ufficiale europeo. Sentenza che, di fatto, mette fuori commercio tutte le sementi di varietà tradizionali, dato che nel catalogo ufficiale europeo sono iscritte esclusivamente tipologie prodotte da ditte sementiere multinazionali (la Monsanto su tutte)….

Come se non bastasse la pressione dell’Unione europea a tarpare le ali alla sovranità alimentare degli Stati nazionali, vi è pure l’ingerenza statunitense. Rovistando tra le pubblicazioni del sito
Wikileaks, pubblicate prima dell’inopinato arresto di Julian Assange, si trova conferma di questa volontà da parte di Washington. Da alcuni cablogrammi usciti nel marzo 2011, infatti, emerge forte e chiaro l’interesse statunitense ad imporre in Europa l’utilizzo degli Ogm in agricoltura, anche tra i Paesi non ancora favorevoli a questo tipo di politica, nociva per l’ambiente e per la salute dei consumatori ma proficua per le multinazionali.

               www.nexusedizioni.it

Articolo di Jacopo Castellini per Nexus Edizioni

Independent Voters of AmericaSe non fosse stato per Russia Today, C-SPAN e Ora.tv, che il 23 ottobre scorso hanno trasmesso in diretta il dibattito tra i candidati alla Casa Bianca, nessuno in America e nel mondo saprebbe che il 6 novembre prossimo si terranno le elezioni per eleggere il nuovo “leader del mondo libero”. Come? I candidati alla presidenza degli Usa hanno tenuto tre dibattiti televisivi a Chicago e tutti ne conoscono i volti? No, ancora una volta l’unica realtà nota al grande pubblico è quella che i mezzi di comunicazione di massa permettono di conoscere. Mitt Romney e Barack Obama sono solo due dei candidati alla presidenza degli Stati Uniti, eppure sono stati gli unici a godere di ampia copertura mediatica negli Usa e nel mondo. A rigor di logica, invece, il dibattito trasmesso il 23 ottobre avrebbe dovuto ricevere ampio spazio su tutti i media principali, dato che ha coinvolto ben quattro candidati alla Casa Bianca (gli altri due, Mitt e Barack, hanno rifiutato l’invito) ed ha avuto come moderatore niente meno che il famoso Larry King. Ma chi sono questi candidati di cui nessuno parla? Leggi il resto di questo articolo »

Fonte IRIB agenzia stampa http://italian.irib.ir
 
 
DAMASCO – Circa il 95% di coloro che stanno combattendo il governo siriano proviene da altri paesi.

L’ha detto Heisam Abu Saeed, inviato dell’Alto commissariato Onu sui diritti Umani in Medioriente. In un’intervista con la televisione nazionale della Siria, Abu Saeed ha puntato il dito contro l’Arabia saudita, il Qatar e la Turchia: “essi sono responsabili del sangue versato in Siria”, ha aggiunto. “E’ ormai ovvio il coinvolgimento di questi tre paesi nella crisi siriana” … “siamo profondamente dispiaciuti per il fatto che questi continuano a sostenere gruppi armati in Siria”. Per il diplomatico, l’Onu e altri organi internazionali per diritti umani non sono d’accordo con la fornitura di armi agli oppositori del governo in Siria perche’ questo servira’ solo ad aggravare la situazione. Gli occidentali sono ben consapevoli che solo il 5% di coloro che oggi combattono in Siria contro il governo di Bashar al-Assad, e’ di origine siriane, il resto sono tutti mercenari provenienti da altri paesi.

Striscia di Gaza: soldati israeliani sparano ad un disabile e lo lasciano morire dissanguato

Gaza – InfoPal. Domenica sera, 4 novembre, l’esercito di occupazione israeliano ha ucciso un giovane palestinese di 21 anni che si era avvicinato alla “buffer zone”, nei pressi del campo profughi di al-Bureij, un’area della Striscia confinante con i territori israeliani.

Si tratta di Ahmad al-Nabahin: disarmato e con problemi mentali e neurologici, verso le 19 di ieri il ragazzo si era avvicinato al confine est di al-Bureij ed è stato crivellato di colpi.I medici che hanno diramato la notizia hanno spiegato di aver dovuto aspettare sei ore per avere il permesso di prelevare il corpo. Il giovane è morto dissanguato per le ferite causate dagli spari israeliani.

Link: http://www.infopal.it/striscia-di-gaza-soldati-israeliani-sparano-a-un-disabile-e-lo-lasciano-morire-dissanguato/

Censura: provider tedesco blocca sito spagnolo anti-sionista KAOSENLARED

BERLINO – Da oggi un provider tedesco blocca il sito di controinformazione più letto dello Stato Spagnolo, in seguito alle pressioni del governo israeliano. Un atto di censura gravissimo.

 

Ore di passione per il collettivo che gestisce la piattaforma web “Nodo 50”, obbligata in pochissimi giorni a migrare i server dalla Germania per garantire il diritto alla libertà d’espressione e la continuità di un’esperienza di controinformazione combattiva e preziosa. Infatti le autorità tedesche hanno deciso di bloccare il provider Hetzner finora utilizzato dal sito web spagnolo “Kaosenlared”. La decisione di obbligare Hetzner a escludere il sito di controinformazione dalla rete deriva da una richiesta, ritenuta illegittima e irricevibile da parte del collettivo redazionale di ‘Kaosenlared’, di cancellare un elenco di articoli, pubblicati soprattutto nel 2009-2010, che denunciavano le politiche criminali e guerrafondaie dello stato di Israele. Contro il contenuto degli articoli in questione sono arrivate negli anni querele, minacce e richieste di rimozione, miranti secondo i redattori, più a chiudere la bocca al sito stesso che a ottenere la cancellazione dei contenuti ritenuti offensivi per Israele.

Leggi il resto di questo articolo »

Articolo di Missione Trasparenza per Stampa Libera.

Senta Mr Monti, parli chiaro. Se il suo governo e’ “maledetto” allora lei, che ne e’ a capo, chi e’? Tolga la maschera e riveli il suo vero volto.

Soprattutto, la smetta di parlare in nome di altri, presunti, fantomatici impositori di misure “sgradevoli e spiacevoli”, come di “parti deboli” in rapporti contrattuali; di presunti e fantomatici colonizzatori o di cosiddetti “poteri forti”, contrapposti alla “gente comune”; pur senza menzionare i presunti, fantomatici nomi e cognomi di tali entita’ terze: esatto, nomi E cognomi; dal primo all’ultimo. Lo dica Mr Monti.

Oppure lei pensa di convincere che le sue disastrose manovre di guerra provengano da altri e a causa di altri? La colpa sarebbe altrui dunque? Lei impone, ma noi dovremmo credere che altri impongano a lei! Chi e’ lei quindi? Un agente? Un portavoce di istruzioni altrui? Un portaborse? Un oratore di tesi stonate, mal tradotte… dall’inglese? Di certo NON dal tedesco. Stia tranquillo Mr Monti, non ci crede nessuno al vecchio trucco del capro espiatorio.

Leggi il resto di questo articolo »

sottonostriocchi12di Thierry Meyssan

L’Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva (OTSC) ha iniziato in Kazakhstan, l’8 ottobre, le manovre denominate «Fratellanza inviolabile» («Нерушимое братство»). Lo scenario consiste nel dispiegamento di una forza di pace in un paese immaginario in cui operano jihadisti internazionali e organizzazioni terroristiche sullo sfondo di divisioni etno-confessionali.

Il corpo diplomatico accreditato, che è stato invitato a partecipare all’esercitazione, ha ascoltato con attenzione il discorso di apertura del Segretario Generale aggiunto dell’Organizzazione. Questi ha chiaramente indicato che l’OTSC si prepara a intervenire, se necessario, nel Grande Medio Oriente. E per quelli che fanno orecchie da mercante, Nikolai Bordyuzha ha precisato che il suo vice non stava parlando di Afghanistan.

La Dichiarazione di Ginevra, negoziata da Kofi Annan il 30 giugno, prevede il dispiegamento di una forza di pace qualora il governo siriano e l’opposizione lo richiedano entrambi. L’Esercito siriano libero ha respinto questo accordo. Il termine «opposizione» designa quindi solo quei partiti politici che si sono a un certo punto riuniti, a Damasco, sotto l’egida degli ambasciatori di Russia e Cina. Poiché l’accordo di Ginevra è stato approvato dal Consiglio di Sicurezza, il dispiegamento dei «chapka blu» può essere attuato senza una risoluzione ad hoc. Valery Semerikov ha precisato che quattromila uomini sono ormai già assegnati alla forza di pace, mentre altri 46mila sono formati e possono essere mobilitati rapidamente come rinforzo.

Leggi il resto di questo articolo »

Gianni Lannes
FreePC
Antonella Randazzo
SCIE CHIMICHE
Corso Nuova Fotografia